Jump to content

Gino Ghini

Members
  • Content Count

    80
  • Joined

  • Last visited

  1. Ho dovuto trasferire un mio sito su un hosting condiviso su Aruba per svariati motivi. Il problema è che io preferisco avere i domini senza il www, ed infatti il mio sito in wordpress è impostato per non averlo, tuttavia appena trasferito il sito su Aruba, il loro hosting fa di tutto per metterci quel www prima dell'indirizzo. Inutile dire che, siccome il mio wordpress è impostato per non avere il www, questo genera un loop infinito di richieste non permettendo l'apertura del sito. Ho provato a modificare i DNS di aruba, impostando il www solo come CNAME, ma non è servito a nulla. Su internet non trovo soluzioni, mentre lo staff di Aruba sembra non degnarsi di rispondere al mio problema, e intanto il sito è offline. Qualche consiglio per rimuovere quel www? Grazie
  2. Avevo 16 caselle email registrate presso di loro. 15 erano caselle che utilizzavo sul web, per acquistare servizi di hosting, registrazione domini, ecc. Mi arrivavano le fatture, le notifiche di quando i miei servizi stavano per scadere, ecc. L'altra era una casella personale su cui mi arrivavano le fatture e le richieste di pagamento di servizi tipo la mia connessione adsl. Avevo associato anche il mio indirizzo paypal a questo indirizzo email. Ora, senza alcun motivo, GMX mi ha bloccato l'accesso a tutte le mie caselle email e non me le vuole sbloccare. Io sono allibito, ma può un provider pubblico bloccare le caselle in questo modo? Dove i clienti ci tengono i documenti, le fatture e tutto il resto? Non è che mi chiede documenti di riconoscimento, numero telefonico come fanno tutti gli altri, me le ha bloccate e basta e si rifiutano di sbloccarle. E io ora come faccio?
  3. Salve, ma esistono VPS allo stesso costo di quelle che vende OVH, e quindi che costano non più di 3.5€ al mese iva inclusa? Perché a questo prezzo non le trovo da nessuna parte eccezion fatta per OVH appunto... EDIT: Nel titolo intendevo ovviamente VPS, non vpa
  4. Gino Ghini

    Dove trasferire il mio sito .it?

    Piccolo up
  5. Scusate ragazzi, non so se il tema è tabù sul forum (spero di no) Comunque ho un abbonamento attivo con Cyberghost per le VPN. Di recente, però, mi è venuta voglia di realizzare una mia VPN personale, non tanto per necessità (in fondo ho un abbonamento attivo con Cyberghost) quanto più per curiosità e voglia di imparare. Ho quindi acquistato una VPS da 3€ su OVH. L'ho messa in sicurezza ed ho installato OpenVPN. Ho configurato OpenVPN per funzionare sulla porta TCP 80. Per i DNS ho lasciato quelli originali della macchina. Ho provato successivamente a collegarmi alla macchina e funziona, navigo dal mio pc di casa con l'ip della mia VPS. Il problema è che mi ritrovo con un ping eccessivamente alto, cioè 170-180. Mentre con la connessione di casa ho ping generalmente tra i 30 ed i 40. LA VPS è localizzata a Strasburgo, che da quel che ho letto in rete dovrebbe essere la località di OVH col ping migliore per noi Italiani. Volevo chiedervi: esclusa la località (che non posso cambiarla per ovvi motivi) non esiste un modo per ottimizzare un po' il ping? Se cambio la connessione da TCP ad UDP potrebbe migliorare un po'?
  6. Gino Ghini

    Dove trasferire il mio sito .it?

    Grazie mille. Ne conosci altri?
  7. Salve, ho un dominio .it che devo trasferire su un altro provider. Avete qualche consiglio? Devo trasferire solo il dominio. L'hosting ce l'ho già, quindi non sto trovando granché che mi permetta di trasferire un .it senza comprare anche l'hosting... Su aruba se voglio trasferire un dominio devo comprarmi anche l'hosting, quindi è meglio non usarlo... Su OVH ho già un dominio .it registrato e quindi non posso trasferirlo lì... Godaddy permette la registrazione e il rinnovo dei .it ma non il trasferimento, da quel che ho capito... Altri provider non ne conosco sinceramente... Qualche idea? (Dimenticavo... possibilmente che non rompano le scatole con l'autenticità dei dati personali)
  8. Gino Ghini

    Inserire certificato SSL (per https)

    Ti ringrazio. Ciò che mi preoccupa è che, siccome questi certificati vanno comprati, non posso testarne l'installazione in locale ma solo su sistemi in produzione... Potreste dirmi, quindi, se questa lista di procedimenti è corretta oppure manca qualcosa? Grazie... 1) Installare l'estensione ssl di apache 2) Creare la cartella in cui andrò a mettere i due files che mi daranno 3) richiamare i due files nel conf di apache 4) cambiare la porta del dominio a cui voglio associare il certificato da 80 a 443 (sbloccando la porta anche su iptable) 5) su cloudflare settare l'ssl su full oppure su full strict 6) Mettere il redirect 301 da http ad https nell'htaccess Dimentico qualcosa? Così dovrebe andare bene per installarlo?
  9. Gino Ghini

    Inserire certificato SSL (per https)

    l'opzione di cloudflare sembra molto interessante,,, ma da quello che ho capito, non crea una connessione sicura al 100%
  10. Gino Ghini

    Inserire certificato SSL (per https)

    Intendevo google speedpage insight: https://developers.google.com/speed/pagespeed/insights/
  11. Gino Ghini

    Inserire certificato SSL (per https)

    Purtroppo mi sa che hai ragione... Ho un sito di una piccolissima nicchia in cui il mio sito per quasi un anno si posizionava sempre al primo posto nelle ricerche di google. Poi, nel tentativo di consolidare la posizione, ho iniziato a seguire i consigli di google. Ho reso il sito responsive e tutte queste cose qua. Il risultato? Ora il mio sito è quarto. Però i 3 siti che mi hanno superato, seppure siano inglesi e quindi non rivolti ad un pubblico italiano (e quindi, il fatto di essere finito indietro a loro su google italia potrebbe anche non influire molto) hanno tutti una valutazione di 100 su google insight ed hanno tutti l'https tranne uno... Sul punteggio google quando ero primo avevo circa 60 punti, ora ne ho sui 75 e sono quarto... E niente, anche tornando indietro non credo che riavrò il primo posto ormai... Quindi cos'altro posso fare? Non parlo per essere egocentrico, ma in Italia il mio sito ha una sorta di monopolio in quest'argomento, è l'unico sito italiano che esiste sull'argomento, quindi i contenuti li ritengo buoni a prescindere perché sono unici, appunto. Cosa mi resta da fare per migliorare il rank se non seguire i loro consigli?
  12. Gino Ghini

    Inserire certificato SSL (per https)

    Vi ringrazio. Al momento ho una VPS, quindi un ip dedicato ce l'ho (anche se non è di mia proprietà ma è in allegato all'affito della vps...) Comunque per ottenere il boost nei risultati di ricerca di google un SSL vale l'altro? Diciamo che lo vorrei acquistare soprattutto per questo motivo, per ottenere un miglioramento nel seo (o, anche se non sarà un miglioramento, perlomeno per non rimanere indietro rispetto agli altri siti)
  13. Salve ragazzi, mi sto informando un po' su come fare per inserire un certificato SSL al mio dominio (visto che ormai lo fanno tutti, e anche google li apprezza). Ciò che però non cpisco è questo: Ovh vende i certificati a 60€ l'anno, cheaphost li vende in varie fasce di prezzo, a partire da 10 (se non ricordo male). Però ci sono anche servizi come questo: http://letsencrypt.readthedocs.org/en/latest/using.html Che ti permettono di avere un certificato gratis. Io vorrei capire: Che differenza c'è tra certificato gratuito e certificato a pagamento? Hanno valore diverso oppure sono tutti uguali? Cosa cambia nello specifico? So che di solito i programmi che permettono i certificati gratuiti si limitano a simulare il certificato (di quelli che poi, all'entrata nel sito, chiede agli utenti il consenso a proseguire) ma non dovrebbe essere il caso del servizio che ho linkato prima. Google fa distinzioni tra certificati a pagamento e gratuiti?
  14. I video pesano tra i 150 e i 250 MB, sono in SD e durano in media mezz'ora...
  15. Intendi su youtube e simili? È meglio di no, un po' perché avere una propria piattaforma è più professionale, un po' perché i video di youtube sono fin troppo facili da piratare... L'deale è avere una piattaforma propria ma il problema è la banda... basterà?
×