Jump to content

LiteHosting

Members
  • Content Count

    34
  • Joined

  • Last visited

About LiteHosting

  • Rank
    Provider

Contact Methods

  • MSN
    support@litehosting.net
  • Website URL
    http://www.litehosting.net
  • Skype
    litehosting

Converted

  • Il tuo Hosting Provider?
    LiteHosting.net
  1. LiteHosting

    Problema con LiteHosting / Sarknet

    Bando alle polemiche ma aggiungi dettagli che non sono veritieri, di questo mi dispiaccio io. Comunque come richiesto precedentemente continuo a scriverti in privato. Il forum è destinato a ben altro direi. Saluti
  2. LiteHosting

    Problema con LiteHosting / Sarknet

    @Matteo: Se è importante, penso sia consono utilizzare i normali mezzi di comunicazioni tramite i contatti a voi forniti (email, telefono). Ringrazio comunque per la comunicazione anche se certe informazioni non vedo proprio il motivo di postarle in un forum pubblico. Soprattutto mi piace la frase "spero qui risponderai anche a noi" in quanto non mi sembra di aver trovato traccia di una vostra comunicazione scritta relativamente alla questione qui esposta, in tutte le nostre caselle email aziendali e anche in quelle private. Inoltre se rispondiamo ai treadh nel forum c'è anche una grande percentuale di probabilità che leggiamo i messaggi privati, utilizzare quelli ? :-) Ma vabbè. Evitiamo di creare ulteriori offtopic, gradirei pertanto eventuali risposte in privato. Ringrazio inoltre Uno per la chiarezza fatta sul problema, cosa che noi "di parte" non potevamo fare. Inutile mensionare altri treadh dove si parla di noi senza chiarire bene le cose: ricordo in treadh dove si parlava del malfuzionamento di alcuni nostri servizi da parte di SUB-CLIENTI (quindi clienti di un nostro rivenditore, non direttamente nostri clienti) il quale (il rivenditore) risultava moroso da piu di 16 mesi, pretendendo assistenza e supporto nonchè continuità di servizio assoluta (gratis?!?). Saluti
  3. LiteHosting

    Problema con LiteHosting / Sarknet

    Il problema segnalato e richiesto al nostro staff non è "evidentemente" legato alla nostra struttura ma al codice php che genera le email. Spero che il nostro cliente chiarirà la situazione (legata alla comunicazione non al servizio di pe sè) pubblicamente e spiegherà come è stata risolta senza alcun tipo di problema o disservizio. Il dominio, tanto per concludere, è stato rinnovato correttamente il giorno della scadenza a conferma della ricezione del pagamento da parte del cliente. Saluti
  4. LiteHosting

    WHMCS - Domain Registrars

    è pero possibile, tramite gli appositi development kit forniti da whmcs, creare un domain registrar, magari da interfacciare con una struttura appositamente creata dal registrar .it. Noi abbiamo fatto così. ps: il fatto che sia criptato il codice, non significa che il software non sia customizzabile, anzi... whmcs è ampliamente customizzabile!
  5. Ciao, rispondendo al collega hostinglab ribadisco la frase "cambierà tutto" relativamente al discorso legale in quanto come affermato la responsabilità non sarà più del Registro italiano (e quindi del cliente finale obbligato a firmare le LAR) ma l'unica interfaccia con il cliente finale sarà il nuovo registrar che dovrà preoccuparsi lui per la tutela con il cliente finale. Lato Registrar quindi cambieranno: aspetti legali, economici (tutto il sistema di fatturazione) e tecnici. Sono state esposte inoltre le modalità di transione dal momento che i sistemi convivranno per circa 2 anni, ovviamente dando precendenza in ogni caso alla registrazione sincrona (ad esempio se viene inviata una LAR per una registrazione asincrona il Venerdì solitamente non viene convalidata prima del Lunedì. Se nella domenica un sistema sincrono registra lo stesso dominio, lo fa con successo in quanto risulta libero e registrabile poichè non è stato ancora esaminata la lettera inviata via fax). Inoltre i problemi sorgeranno nella migrazione dei database, specialmente per le vecchie registrazioni (antecedenti al 2005) che non riportavano ancora alcuni campi ad oggi obbligatori. Da parte del registro comunque sembra tutto ben organizzato e per quanto inutile negare che sarà abbastanza complesso come processo, sembra ci sia ottimismo. Il registro stesso una volta accreditato con successo un registrar si occuperà della conversione del database dei domini del vecchio maintainer dal sistema asincrono al sistema sincrono. Un'idea personale che ci siamo fatti è che il numero degli attuali maintainer diminuirà fortemente con il passaggio a registrar per diversi motivi sopracitati. Che sia una cosa buona o meno, si vedrà. Sicuramente questo porterà in ogni caso novità interessati sia per i registrar sia per i clienti finali. Saluti, Alessio
  6. Quel che è emerso dall'ultima conferenza a Pisa relativa al sincrono (aspetti sia legali che tecnici) è che meno di 100 maintainer sui 2500 circa ad oggi accreditati, han richiesto l'adesione ai test e di questi 100 solo 10 han effettivamente testato e inviato richieste al server EPP (quindi che hanno almeno aperto l'allegato :zizi:), altri nemmeno un login. Questo non per giustificare i lunghi tempi del registro italiano e le diverse politiche discutibili ma hanno espressamente detto che se anche lato maintainer il sistema non viene testato e non viene fornito quindi un contributo in termini di feedback, consigli, problemi riscontrati ecc. non si sentono di rilasciare un sistema in produzione se non con una certezza di stabilità e funzionalità. Il punto fondamentale è che avviare un registro da zero con un determinato sistema (sincrono o asincrono che sia) è un conto, modificarne uno in produzione ed integrarlo con nuove policy è tutta altra faccenda. I pochi presenti ai corsi potranno confermare ciò. Vi assicuro comunque che sia lato loro che lato nostro è e sarà veramente complicato integrare questo sistema e parlo di "complicato" sia lato tecnico (probabilmente trascurabile) che legale (cambierà tutto). Spero di aver dato qualche informazione utile, in ultimo aggiungo che si parla di aprile ufficialmente la piattaforma ed iniziare l'accreditamento dei nuovi Registrar prima dell'estate 2009. Parlare di 2010/2011 direi che è esagerato :-) Saluti, Alessio
  7. LiteHosting

    Il sesso del Vps

    Io invece vorrei porre un altro quesito sperando di non essere OT :D LA o IL che sia... come la/lo pronunciate? Spesso sento dire "vupiesse" altre volte "vipiesse". Quale è la pronuncia corretta secondo voi ? A mio parere è IL Vipiesse (considerando appunto l'acronimo di Virtual Private Server)
  8. Ciao, una volta risolto il problema dei file, per gestire le varie configurazioni e avvio di mod si fa tramite pannello (se viene fornito dal provider) o tramite configurazioni del Game Server stesso. Per quanto riguarda la stringa, si bisogna passare dei parametri all'eseguibile a seconda della mod installata, anche questo è possibile farlo tramite una comoda interfaccia web (pannello) nella quale si potranno inserire i suddetti parametri. Ovviamente tutte queste indicazioni sono generiche in quanto solitamente i pannelli di gestione di Game Server forniti ai clienti hanno queste funzioni. Spero di esserti stato d'aiuto, Saluti
  9. Solitamente è il GSP che installa, su richiesta dell'utente, le eventuali patch o fix. Difficilmente viene data questa possibilità tramite pannello di controllo, per ovvi motivi. L'alternativa è installare in locale (sul proprio computer) le mod e le patch e fare poi l'upload sul server di gioco, questo comporta ovviamente tempistiche più lunghe. Solitamente noi su richiesta dei clienti installiamo patch o mod specifiche, però dovresti chiedere al provider, in queto caso GamesClan, se offrono questo tipo di assistenza. Saluti ps: magari non per le mod (che sono varie e customizzate) ma per quanto riguarda le patch alcuni, tramite pannello come TCADMIN, permettono l'installazione dei file della patch direttamente nel game server, ma come ripeto solitamente non viene data la possibilità di eseguire gli exe per l'installazione di altre applicazioni.
  10. LiteHosting

    dominio occupato

    Ciao, ultimamente le procedure per le registrazione dei domini .it è stata velocizzata molto lato nic (poi dipende anche dal maintainer). Per quanto riguarda i trasferimenti invece, devo dire che talvola risultano più veloci i .it che gli altri gTLD. Ovvio con i .it il "problema" è inviare il fax, ma per il resto direi che non hanno tutti questi problemi. Se trovi disponibile il nome che cerchi con l'estensione .it forse ti conviene prenderlo, il massimo che puoi aspettare sono 5 giorni e devi farlo una volta sola (salvo ulteriori cambi di mnt), sempre meglio di aspettare fino ad agosto 2009 sperando sempre che lascino scadere il domino. A cosa ti riferisci con "odio come ho letto che il nic gestisce i .it" ? Saluti
  11. LiteHosting

    dominio occupato

    Direi di no, a meno che lo faccia dal loro sito e quindi utilizzi un loro whois, in quel caso (e molti lo fanno) potrebbero loggare le query dei whois. Utilizza un sito esterno :)
  12. LiteHosting

    dominio occupato

    Ciao, diciamo che se sei fortunato e non rinnovano il dominio, dovrai aspettare circa altri 80 giorni dalla data di scadenza (2009-04-30). Brevemente, funziona così: dalla data di scadenza passano da 0 a 45 giorni nei quali il dominio è nello stato "Grace Period" per passare poi allo stato "Redemption Grace Period" nel quale rimarrà obbligatoriamente per 30 giorni, in fine occorrono 5 giorni per la cancellazione definitiva (PENDING-DELETE), poi sarà nuovamente disponibile. Spero di esserti stato d'aiuto, ad ogni modo se sono proprietari del nome a dominio dal lontano 2000, dubito che lo lascino così facilmente. Saluti
  13. Si, penso proprio si riferisse ai VPS di fatti volevo far notare questo che è ben diverso da quel che cerca. OpenServers devo dire che è in attività da almeno 2-3 anni, strano che nessuno gli abbia mai fatto notare il discorso della P.IVA.
  14. Ciao, dove hai visto i server dedicati a 30,00€ / mese ? Nel sito non sembra essere scritto nulla a riguardo. Saluti
  15. Sembra che tutti i registrar oggi abbiano applicato i nuovi tassi. Alcuni sembra abbiano aumentato più del dovuto, altri hanno variato molto poco (probabilmente avendo già sufficienti margini per supportare l'aumento del fee). Voi provider adeguerete i vostri listini? Noi abbiamo per ora lasciato lo stesso prezzo. Saluti
×