Jump to content

mfs

Members
  • Content Count

    1
  • Joined

  • Last visited

  1. Non capisco perché ritieni che Siteground non possa essere a posto per quanto concerne il famigerato GDPR. Non solo la casa madre è in Bulgaria (quindi, Unione Europea), ma il contratto che sottoscrivi dal sito italiano di Siteground intercorre con "SiteGround Italia Srl", con tanto di accordo DPA. La loro conformità è stata sbandierata in lungo e in largo. Non che te lo raccomandi, anzi; ma tant'è. Concordo per il resto con l'idea che piazzare un server oltreoceano per un sito che è rivolto al pubblico nostrano possa essere poco opportuno, anche se ci possono essere degli espedienti che possono metterci una pezza (CDN con cache delle pagine HTML ammesso e non concesso che il sito sia statico, o "workers" su vari PoP... ma non è qualcosa che si considera quando si va al risparmio) Non mi pare opportuno dare consigli su quale provider adottare*, comunque basta a mio avviso che sia europeo e con una bassa latenza verso il MIX (come punto di riferimento generico); possono rientrare in questa definizione alcuni provider francesi, tedeschi, svizzeri e olandesi. Alcuni rinomati provider italiani (che vedo menzionati in questo thread per essere una sòla) sono spesso una sòla (ovviamente non tutti). Tendenzialmente, e a somme linee, un provider in Italia tenderà a costare qualcosina di più (a parità di caratteristiche) rispetto ad altri provider stranieri. A mio avviso ciò accade per una serie di carenze strutturali del nostro paese e per un focus eccessivo sulla PMI quando in questo settore si è/si può essere competitivi sul prezzo finale quando non si è né piccoli né medi. Da noi di non piccolo e non medio c'è Aruba, ma se confronti quel che offre con altri provider europei, ridi. Esistono alcuni provider di medie dimensioni in Italia* (alcuni li ho notati anche rappresentati o citati su questo forum) che possono offrire un ottimo servizio, con assistenza in italiano, a prezzi decenti. Se non hai le idee chiare, evita di scegliere servizi unmanaged alla cieca. Troppo spesso, cercando di risparmiare, si spende di più... Buona fortuna e buon lavoro *essendo il primo post da queste parti vorrei evitare di fare nomi. A parte Aruba. Si può sempre parlare male di Aruba, vero?
×