Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'gestione'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 169 results

  1. Visualizza l'offerta completa di dettagli e costi
  2. Visualizza l'offerta completa di dettagli e costi Registra ora il tuo dominio da 7,50 euro anno più iva DNS Service Qualsiasi prodotto che si acquista da noi, viene fornito con un controllo completo per gestire i record DNS per il dominio associato, assolutamente gratuito! Inoltre, il nostro servizio DNS è ospitato su infrastrutture altamente ridondanti che lo rendono uno dei più affidabili nel settore. Gestione di SOA, A, AAAA, MX, CNAME, SRV e record NS - con tutti gli aggiornamenti che si riflettono istantaneamente.
  3. Visualizza l'offerta completa di dettagli e costi Il servizio permette di gestire in modo rapido e flessibile i domini. E' permessa la gestione dei singoli record dns, l'impostazione di redirect o pagine di parking personalizzabili o in alternativa il cambio di nameservers per utilizzarne altri.
  4. Visualizza l'offerta completa di dettagli e costi Il servizio permette di gestire in modo rapido e flessibile i domini. E' permessa la gestione dei singoli record dns, l'impostazione di redirect o pagine di parking personalizzabili o in alternativa il cambio di nameservers per utilizzarne altri. Sono incluse procedure per una facile gestione di grossi volumi di domini, tra cui cambio DNS batch, template DNS e redirect, organizzazione dei domini in gruppi e personalizzazione delle pagine di parking predefinite per account e per gruppi di domini. Il servizio è conveniente anche per chi dispone già di propri nameservers. Novità: Dal 28/09/2009 registrazione domini .it immediata in modalità sincrona. Servizio in offerta per il primo anno.
  5. Visualizza l'offerta completa di dettagli e costi Il servizio permette di gestire in modo rapido e flessibile i domini. E' permessa la gestione dei singoli record dns, l'impostazione di redirect o pagine di parking personalizzabili o in alternativa il cambio di nameservers per utilizzarne altri. Il servizio DNS in versione premium è basato un insieme di sistemi ridondati e distribuiti geograficamente per disporre così di una struttura con 5 nameservers sempre attivi. Sono incluse procedure per una facile gestione di grossi volumi di domini, tra cui cambio DNS batch, template DNS e redirect, organizzazione dei domini in gruppi e personalizzazione delle pagine di parking predefinite per account e per gruppi di domini. Servizio in offerta per il primo anno.
  6. Visualizza l'offerta completa di dettagli e costi Il servizio permette di gestire in modo rapido e flessibile i domini. E' permessa la gestione dei singoli record dns, l'impostazione di redirect o pagine di parking personalizzabili o in alternativa il cambio di nameservers per utilizzarne altri. Sono incluse procedure per una facile gestione di grossi volumi di domini, tra cui cambio DNS batch, template DNS e redirect, organizzazione dei domini in gruppi e personalizzazione delle pagine di parking predefinite per account e per gruppi di domini. Il servizio è conveniente anche per chi dispone già di propri nameservers. Servizio in offerta, prezzo di rinnovo bloccato salvo variazioni da parte di EURid.
  7. La scorsa settimana abbiamo parlato di Cloudera e del suo utiizzo su Facebook, ora la compagnia ha annunciato la disponibilità di Cloudera Desktop, piattaforma web-based, funzionante su Windows, Linux e Mac OS X, che consente la gestione, semplicizzata, di clusters realizzati con il software Hadoop, attualmente uno dei progetti più apprezzati e più utilizzati per la realizzazione di infrastrutture di cloud computing. Leggi Cloudera fornisce un tool online per la gestione dei cluster Hadoop
  8. Ciao, e' il mio primo post. Mi consigliate un servizio di hosting linux - php - mysql? ..TENENDO PRESENTE CHE: i server dns e server di posta saranno interni (ho gia' un indirizzo ip pubblico) Grazie
  9. Nel corso del VMworld, svoltosi la settimana scorsa a San Francisco, VMware e HP hanno annunciato una soluzione che consentirà ai clienti di gestire infrastrutture fisiche e virtuali attraverso la console VMware vCenter. Questa soluzione incrementerà l’efficienza degli amministratori. HP Insight Control for VMware vCenter Server, prima soluzione integrata di questo genere, è stata annunciata dalla stessa HP nel corso del suo intervento alla conferenza VMworld 2009. Durante la manifestazione e presso lo stand HP nell’area Solutions Exchange sono state tenute anche alcune dimostrazioni della soluzione. Leggi VMware e HP: una gestione integrata dei server fisici e virtuali
  10. Nei giorni del VMworld 2009 la rete inizia a riempirsi di rumors e news sui possibili nuovi prodotti del leader della virtualizzazione; la nota testata tecnologia eWeek ieri aveva annunciato l'imminente annuncio di VMware GO, un tool di management via web per l'hypervisor ESXi, la versione gratuita offerta dalla compagnia di Palo Alto. Leggi VMware lancia GO: un tool di gestione via web per ESXi
  11. DemoWolf, una delle società più famose nel panorama della creazione di tutorial e videoguide per il settore hosting, ha recentemente rilasciato una serie di guide inerenti la configurazione e la gestione di un server, un aspetto critico per la maggior parte degli utenti che decidono di effettuare il passaggio da una soluzione di shared hosting ad una soluzione unmanaged, sia esso un server dedicato o una vps. Leggi DemoWolf crea una serie di tutorial per la gestione dei server
  12. Ciao e complimenti per il sito. Mi sono avvicinato da poco alla questione domini e hosting ed avrei bisogno di un vostoro consiglio per risolvere un problema. Ho acquistato un dominio e gestione DNS su Aruba (senza hosting). Vorrei per il momento mantenere il sito sul mio server Linux a casa. Il mio Internet provider blocca le connessioni sulla porta 80 e quindi ho messo il server web in ascolto sulla porta 8080. Inoltre il server e' registrato su no-ip.com con port redirect (in pratica il server ha un nome del tipo nomeserver.no-ip.info ed e' assoociato ad un indirizzo del tipo xxx.xxx.xxx.xxx:8080). Fin qui tutto ok, infatti se punto il mio browser a http://nomeserver.no-ip.info riesco a visualizzare il mio sito. Il problema nasce quando nella gestione DNS di Aruba faccio puntare il server web del mio dominio registrato al mio server web in questo modo: http://www.nomedominio.com nomeserver.no-ip.info Il redirect sul mio server non viene eseguito e quindi il sito non viene visualizzato. Qualcuno sa come risolvere questo problema? Grazie in anticipo.
  13. ciao a tutti, è il mio primo post... ho fatto un po' di search prima di postare, spero di cogliere subito il punto... ho 2-3 siti registrati con tophost, sono .it, e li hosto là... da poco ho preso un account su dreamhost, quindi vorrei usare il loro spazio per gestirli... le possibilità che ho sono due, considerando che Tophost non permette di usare i NS di altri... 1) usa il record A che punta all'ip address dove su dreamhost è ospitato il mio account 2) trasferisco il dominio .it su un altro mantainer che mi permetta di usare i NS che voglio... onestamente, preferisco la seconda, così almeno poi li gestisco in totale libertà... a questo punto, cercavo una soluzione semplice, economica e stabile, nel senso che fosse affidabile... da una breve ricerca, sarei orientato su due opzioni: - aruba.it - 12 euro - domainregister.it - 10 euro la seconda non la conosco, ma ho visto che molti ne parlano bene... la domanda è: il mio ragionamento è corretto? avete suggerimenti da darmi, magari consigliandomi un mantainer? altra cosa: quando ho registarto i miei due domini .it, ho messo l'opzione privacy, nel senso che nel whois appare solo il mio nome e non gli altri dati... questo è preclusivo della possibilità di trasferirli, visto che è richiesto nella modulistica che l'indirizzo email sia quello risultante dai dati di registrazione? io direi di no, nel senso che si richiede solo che l'email sia funzionante, non che sia pubblicizzata nel whois... vero? per i domini .it, è possibile anche oscurare il nome e cognome?
  14. Ciao a tutti. Sono in ginocchio. La mia esperienza con linux e soprattutto con Plesk mi stanno creando una paio di problemi che non riesco a risolvere. Ho un server dedicato linux CentOS nuovo di zecca sul quale devo appoggiare una decina di siti, tutti con codice PHP. Per fortuna (si fa per dire) non sono ancora in line/traferiti, quindi sono in grado di cambiare strada se occorre mettendo off line il server quante volte serve o cambiare configurazione/pannello. Vengo al dunque: Problema 1: Plesk mi costringe a creare un nuovo utente per ogni DB creato. Invece a me serve che uno stesso utente per ogni dominio abbia i privilegi su tutti i DB di quel dominio. Problema 2: Gli utenti creati da Plesk non hanno i privilegi di scrittura nelle cartelle del dominio. E questo impedisce il funzionamento corretto del codice PHP sia dei CMS come wordpress che delle routine scritte dagli sviluppatori. Questo fa si che per rendere le cartelle scrivibili da wordpress per esempio, debba impostare i permessi a 777. Oppure, che attribuisca a ogni utente i privilegi di root con conseguente riavvio del server. Il che è folle... Che posso fare? g
  15. Ciao avrei bisogno di un servizio linux che mi permetta di suddividere e limitare la banda per ogni utente (come per i servizi hosting in cu si ha per esempio tot giga al mese), se puo' lavorare con user salvati sul Db (senza che faccia riferimento a user reali linux) sarebbe meglio dovendo adattare e automatizzare il tutto.ne conoscete? grazie in anticipo.:approved:
  16. Una indagine di IDC Italia, condotta nei primi mesi del 2009 per conto di NetApp e Fujitsu, cerca di mettere a fuoco quali sono le esigenze delle aziende italiane nel campo dello storage, settore che in Italia registra una forte crescita come nel resto del mondo, con la ricerca di soluzioni scalabili e facilmente gestibili anche in presenza di enormi quantità di dati. Leggi Gestione dello storage, così la pensano le aziende italiane
  17. Amazon ha finalmente rilasciato una serie di servizi annunciati da tempo, tutti vanno a completare l'attuale serie di servizi compresi in Amazon EC2, il servizio di cloud computing che consente di noleggiare ad ore una propria istanza per qualsiasi utilizzo computazionale. Tra le nuove features introdotte vi è CloudWatch, tool che permette agli utenti del servizio di monitorare in tempo reale i consumi della propria istanza, dal consumo di CPU, fino all'utilizzo del disco e del traffico di rete. Leggi Amazon EC2 aggiunge AutoScaling, Loadbalancing e gestione delle risorse alla cloud
  18. Buongiorno ragazzi, spero di trovare risposte utili su questa apparentemente utile board e mi scuso sin da ora sia per la mia incompetenza, sia nel caso non fosse questa la sezione idonea alla domanda. Veniamo a noi. Sto gestendo con altre persone un forum molto grande che supera i 15 GB di traffico mensile,20000 visitatori al mese e tra le 100000 e le 200000 pagine visitate sempre in una mensilità. Il trend è in aumento e visto che gia un paio di volte abbiamo sforato la banda, dovendola prima uppare da 5Gb a 10Gb, e ora da 10Gb a 20Gb,con conseguente aumento della spesa, volevo capire una cosa che mi è poco chiara. Gli oggetti linkati sia come link che tra tag , come ad esempio le immagini uppate su servizi hosting come imageshack o photobucket o pagine personali di utenti, rientrano nel consumo della mia banda disponibile? Ad occhio direi di no, in quanto il dato(l'immagine ad esempio) transiterà dal server che la ospita(imageshack ad esempio) al pc di chi la visualizza. Da qualche tempo per ridurre l'utilizzo della banda siamo arrivati ad eliminare gli avatar e le immagini in firma (parentesi, questi se ripetuti in 10 post consecutivi ad esempio, generano traffico 10 volte la loro dimensione o solo una volta?). Abbiamo anche introdotto un regolamento sull'uso delle immagini, ma prima di applicarlo volevamo sapere se queste, di stanza su un server esterno, occupano la nostra banda. Scusatemi ancora anche per il linguaggio poco tecnico. Grazie anticipatamente.
  19. Lo scorso 4 Maggio è stato rilasciata la nuova versione di FreeBSD 7, giunta ora alla release 7.2; il nuovo rilascio include una serie di bug fixes e qualche novità interessante relativa alla gestione della memoria. Leggi Rilasciato FreeBSD 7.2, migliora la gestione della memoria virtuale
  20. Ciao a tutti, spero come primo messaggio di non sbagliare sezione! Dunque, ho attivato un dominio .com su misterdomain.eu e ho attivato un servizio di hosting estero. Tutto ok, mi hanno inviato tutti i dati compreso indirizzo IP e 2 name servers, ma ho un dubbio sull'impostazione dei DNS su misterdomain. Mi spego meglio, nel pannello di controllo Gestione avanzata DNS e Name Servers ci sono 2 sezioni: Gesione DNS e Gestione Name Servers. Se entro in Gestione DNS ci sono parecchi campi: Gestione records A, Gestione records AAAA, Gestione records CNAME, Gestione records MX, ma di DNS manco l'ombra. Se invece entro nella sezione Gestione Name Servers mi viene chiesto se il dominio è indirizzato sui loro server oppure posso impostare su un reindirizzamento esterno, cosa che ho fatto impostando i 2 name servers che mi ha inviato l'hosting estero. Va bene così, è sufficiente quello che ho fatto? Grazie per qualsiasi aiuto e scusate ma non sono molto pratico :(
  21. Salve Premetto che di webhosting ne so giusto le basi facendo tutt'altro lavoro. Contesto Dovrei contribuire ad avviare un sito web che rappresenta l'ultima casella di un network di 3 siti web già ben avviati ognuno con la sua utenza e tematica. Traffico Fin da subito stimiamo 700-1000 unici al giorno e nemmeno troppo lentamente arrivare a 4000. Prevediamo un massimo di 100 utenti connessi contemporaneamente. Purtroppo non posso essere più preciso perche le statistiche sono una media globale dei 3 siti sopra accennati. Caratteristiche Il sito è dinamico: news, commenti, download, articoli. A questo si va ad aggiungere il cuore del sito che è il forum. Questo sarà stracolmo di post quindi il database (parlo di mysql) è un punto critico. Per integrare al meglio i siti dobbiamo anche poter sviluppare dei sistemini separati dalla struttura del sito scritti in php e asp che utilizzano database esterni sia mysql che access. Spazio web Non molto. Solo immagini per articoli. La sezione download intendiamo svilupparla come si deve in futuro su hosting apposito. ---------------------------------------------------------- Tenuto conto di quanto esposto le mie domande sono le seguenti Gestione: vorremmo utilizzare per iniziare un cms non molto famoso (Forum webSPELL.org CMS) per poi "moddarlo" facendoci smanettare dei webmaster. La mia unica preoccupazione è che non so se è abbastanza stabile lato forum. Pensavamo come alternativa a vBulletin. Si devono per forza utilizzare board come phpbb, vBulletin per community molto attive? E' vero che sono affidabili ma sono anche più pesanti e "pompose". Per farvi capire non deve essere necessariamente come il forum HT dove ogni post è una risorsa. Il nostro è più incline al cazzeggio, oggi posti domani non ha più importanza quello che avevi scritto. Il search ad esempio quasi non servirebbe. Che consigliate? Hosting: vps? Dedicato? Interazione: Trattandosi di fare un sito di raccordo di altri siti ci sono cose che dovremmo sapere a riguardo per ottimizzare al meglio le risorse? Ci sono accorgimenti particolari da fare? Se ho omesso qualcosa ditemelo Grazie per il vostro tempo, ciao
  22. scusate la domanda magari per voi del cavolo!! sto per la prima volta realizzando un sito e ho comincato la registrazione in aruba per il dominio .... poi ho lasciato in sopseso perche mi mancavano alcuni dati mi è arrivata l email per la connessione internet ma devo usare la connessione interner aruba per forza ?? grazie mille
  23. La vita del sistemista è un concentrato di passione e amore per una disciplina che può riservare grandi soddisfazioni ma richiede enormi sacrifici. Nonostante circolino in rete le immagini del rampante giovane in giacca e cravatta dentro un datacenter più lindo di una sala operatoria, la realtà dei fatti è ben diversa. Intanto è necessaria, oltre ad una gran preparazione tecnica, anche la voglia di “sporcarsi le mani” poiché non potrete sempre fare tutto da remoto ed i cavi di rete, solitamente, devono essere collegati manualmente. Leggi il contenuto dell'articolo Incubi frequenti del sysadmin, organizzazione e gestione dei problemi
  24. Ciao a tutti, spero che possiate illuminarmi... Attualmente ho un VPS Managed presso un gestore italiano con circa 50 domini di mia proprietà e un'altra ventina di un cliente reseller. I domini hanno estensione .com , .it, .net,.in, .tv, .org . Il tutto è gestito tramite pannelli Helm e Plesk. Ora ho la necessità di trasferirmi presso un nuovo gestore in Uk, dove però ho la possibilità di registrare/gestire solo i domini .com, .net, .org . Cosa mi consigliate di fare? Quale è il metodo migliore per gestire i domini non previsti dal servizio Uk, considerando anche che ho un reseller che a sua volta registra domini per i propri clienti? Magari è un grattacapo di poco conto, ma non ho esperienze in tal senso. Grazie
  25. ho la necessità di configurare un server linux per gestire gli accessi ad internet in una struttura con rete cablata e wi-fi (tutto sulla solita sottorete). In sintesi dovrei poter gestire a tempo gli accessi e registrare i log di tutti i siti che vengono visitati dai vari utenti, il concetto dovrebbe essere questo: l'utente mi chiede l'accesso per 3 ore e io gli fornisco uno user-id associata ai dati anagrafici, che dal momento in cui l'utente apre il browser riceve una richiesta di autenticazione in cui inserisce user e password e da quel momento inizia a scalare il tempo di navigazione disponibile ed a tracciare i siti visitati e le attività eseguite. Ho un server Hp con linux debian etch e squid installato immagino di doverlo configurare, ho una sola scheda di rete. Grazie.
×