Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'google'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 413 results

  1. Facebook porta più traffico di Google News per i giornali e testate online del mondo del noto Google News: Hitwise Intelligence - Heather Hopkins - North America E' però la conferma che il traffico proveniente da Facebook è di minore "qualità" e verso siti diversi da quelli con cui Google news porta visitatori. Fattore che ho notato da tempo seguendo qualche "grande" pagina di Facebook, nonostante sia molte le testate anche tecnologiche che stanno arrivando su Facebook. Twitter rimane un migliore canale per notizie importanti, tecniche, e in generale con un pubblico anche specifico, riscontrate gli stessi dati?
  2. Il famoso "don't be evil" sembra che sia stato rispolverato di recente a Mountain View, la compagnia ha infatti deciso di effettuare una donazione di ben 2 milioni di dollari a Wikimedia, la compagnia che gestisce il noto progetto Wikipedia: l'enciclopedia online più grande del mondo si prefigge ogni anno il raggiungimento di una quota necessaria per il suo mantenimento, l'ultimo dato parla di un totale di 8 milioni di dollari raccolti tramite le donazioni, più che sufficenti per alimentare il progetto principale e tutti quelli ad esso collegati. Leggi Wikimedia riceve una donazione da 2 milioni di dollari da Google
  3. Portare Internet e banda larga dove oggi mancano, dimostrando che quello che si può ancora fare nello sviluppo delle infrastrutture è notevole. Google lo annuncia con un post sul proprio blog ed è con un esempio molto chiaro che annuncia di poter portare connettività ad altissima velocità a 50.000 o forse 500.000 persone, a seconda di come evolverà il progetto. Leggi Google: forniremo accessi a banda larga a 50.000 o magari 500.000 persone
  4. Rebel

    Google Aurora exploit

    Non sono assolutamente un esperto di sicurezza informatica e manco un programmatore quindi posto solo per condividere questo interessante video. Che dire? scary... :eek: Io elimino ie dal mio ufficio oggi stesso. Praetorian Prefect | The “Aurora” IE Exploit Used Against Google in Action
  5. La risposta cinese non ha tardato ad arrivare, nel corso di una conferenza stampa, il ministro degli esteri ha affermato che il governo non ha alcuna responsabilità negli attacchi diretti al popolare motore di ricerca e che l'intenzione del governo è quello di incentivare e seguire lo sviluppo di Internet, ribadendo che qualsiasi attività di hacking è illegale e perseguita, così come non si fa alcuna eccezione per le aziende estere che decidono di non aderire alle richieste governative. Leggi Google: ecco la risposta cinese
  6. Di ieri la notizia di un possibile cambiamento per Google.cn e della politica generale di Mountain View nel paese. Il tutto, secondo il post ufficiale di Google, sarebbe iniziato in seguito al rilevamento di un attacco sui server di casa Google, attacco che non ha mirato direttamente a compromettere l'infrastruttura cloud della compagnia, quanto piuttosto a utilizzare malware per infettare e accedere ai server, in particolare a quelli di Gmail. Leggi I dettagli dell'attacco cinese a Google. Non è stato il primo.
  7. Nei giorni in cui l'autorità cinese si occupa del difficile problema dei domini .CN, vietando la registrazione a registrars esteri e a persone non in possesso di licenza commerciale, sul web cinese si abbatte una nuova "scossa". La censura è l'elemento comune di queste vicende, ma Google è il nome che rende quanto accaduto ancora più importante. Leggi Google: basta compromessi con il regime cinese, fine della censura?
  8. Gdrive è uno dei tanti servizi che la rete ha auspicato per anni, un servizio del colosso Google che potesse fornire spazio online per backup, salvataggio file e documenti, ovviamente nulla di nuovo ma di sicuro originale se proposto da una compagnia che tanto sapientemente ha modificato con Gmail il ruolo delle webmail nel web. Michael Arrington di TechCrunch si ostina a volerci vedere, giustamente una realizzazione del tanto decantato Gdrive, ma da Google la smentita: quel prodotto non esiste, semplicemente a breve sarà possibile l'upload di file in Google Docs. Leggi Google Gdrive? No Google Docs con la possibilità di upload file.
  9. Per chi non lo conoscesse, il suo è uno dei blog più letti al mondo. Il post da cui traggo spunto oggi parla del recente lancio di Nexus One, lo smartphone prodotto da HTC e venduto e marchiato direttamente da Google. In un mondo in cui tutti noi siamo sempre più soliti utilizzare internet e email in mobilità, si crea un legame fortissimo tra le soluzioni usate per l'hosting delle nostre email e i dispositivi utilizzati per accedervi. leggi tutto Leggi il resto di La coda lunga di Google: da Gmail a Google Apps a Nexus One sul blog di HostingTalk.it
  10. Si chiama Google Energy ed è una nuova compagnia creata dalla nota azienda di Mountain View per l'acquisto e vendita di energia nel mercato wholesale. Apparentemente una prima mossa per quello che potrebbe essere un vero e proprio nuovo business per la società di Mountain View: da tempo gli ingegneri sono impegnati nel miglioramento dei data centers per ridurre i consumi energetici e utilizzare energie rinnovabili. La società spiega la propria necessità di poter acquistare energia di alta qualità, prodotta con attenzione per l'ambiente e soprattutto proveniente da fonti rinnovabili. Leggi Google Energy: il prossimo passo è l'ingresso nel settore energetico?
  11. Un bel post di Andrew su Domainamewire.com. Brillante lo spunto che viene dato ai lettori e altrettanto perspicace la visione su quel che Google monopolizza indirettamente, lasciando pochissimo spazio di manovra ad altri. In breve: Google non ha registrato il dominio Nexusone.com per il lancio del suo smartphone. Non ha nemmeno provato ad acquisire il dominio, semplicemente ha scelto di non usare quel canale. leggi tutto Leggi il resto di Domini non così forti, se vogliono ti trovano comunque. Ti chiami Google? sul blog di HostingTalk.it
  12. Con la fine del 2009 è arrivato anche un insuccesso per Google, la compagnia ha infatti perso la propria causa contro il dominio Groovle.com, un caso su cui il giudice ha reputato non vi fosse alcuna violazione o intento di danneggiare la compagnia di Mountain View. Google ha avviato la causa affermando che il dominio era del tutto simile al proprio nome, e creava pertanto confusione negli utenti: di queste cause, nel corso degli anni, i legali di Mountain View ne hanno avviate ben 65, ma solamente una di queste è stata persa, la seconda nel caso di Groovle.com. Leggi Google: persa la causa per il dominio Groovle.com
  13. Leggevo Google Open Source Blog: Hey! Ho! Let's Go! si tratta di un nuovo linguaggio di casa Google che dovrebbe avere particolari attenzioni per la programmazione che sfrutta più core o strutture clusters. da Google 'experiment' crossbreeds Python with C++ ? The Register Ci sono delle ottime premesse secondo me, sito ufficiale: The Go Programming Language :)
  14. Google ha lanciato nella giornata di ieri un nuovo tool specificatamente designato per aiutare webmaster e grafici nella realizzazione dei loro siti web, prestando molta attenzione a come vengono disposti contenuti e link sulle pagine. Leggi Browser Size Google: come gli altri vedono il tuo sito
  15. Google parteciperà con 400 milioni di dollari alla stesura di un nuovo collegamento sottomarino, 8300 km da stendere in collaborazione con compagnie Indiane e Giapponesi. La capacità del cavo sottomarino sarà di 23 Terabit/s e collegherà Singapore, Hong Kong, le Filippine e il Giappone. Inizialmente il cavo riuscirà a portare solamente 17 Tbit/s, raggiungendo solamente nel 2012 la capacità di 23 Gbit/s. Leggi Google torna a investire nei collegamenti sottomarini
  16. Google da oltre 3 anni lavora ad un algoritmo che possa lavorare su processori quantici, per migliorare ulteriormente le sue capacità di analisi e ricerca sui dati. Il tutto avviene in collaborazione con la società canadese D-Wave, compagnia che si definisce come "The Quantum Computing Company". Leggi Quantum computing, Google ci lavora già da 3 anni
  17. La città di Los Angeles ha detto si, ufficialmente, e il matrimonio con Google Apps, la soluzione cloud di Mountain View, sarà ufficialmente il servizio messo a disposizione dei dipendenti pubblici per la gestione di posta e documenti. Si parla di una mole di 34.000 account da attivare per altrettanti dipendenti pubblici della città, che saranno da ora in poi dotati di un indirizzo di posta e di un account con cui scambiarsi documenti all'interno del sistema di Google. Leggi A Los Angeles i dipendenti pubblici utilizzeranno Google Apps, è ufficiale
  18. Asa Dotzler, director of community development in Mozilla, non ha gradito (come molti altri ndr) le parole del CEO di Google, Eric Schmidt, in merito al trattamento dei dati degli utenti e alla loro privacy. Il suo disappunto giunge tramite il suo blog personale, dove è evidente che il parere espresso rimanga appunto personale e non esprima quello della compagnia. Si perchè Asa non si è limitato a criticare Google, ha fatto di più spiegando in poche righe come sostituire Bing a Google su Firefox, con un semplice plugin. Leggi Mozilla, Google e Bing: un equilibrio precario?
  19. Google percorre un terreno battuto già da decine di altre compagnie, tra cui la più nota è sicuramente OpenDNS: in un web in cui malware e problemi di carattere tecnico affliggono i navigatori, la fornitura di DNS indipendenti, grazie ad una società esterna, sembra essere un business molto redditizio, almeno per OpenDNS, che nel 2008 dichiarava di realizzare 20.000 dollari giornalieri grazie al proprio sistema. Leggi Da oggi si potranno usare anche i DNS di Google per navigare in rete
  20. Ciao a tutti! Budget max 100 eur/anno. Sto cercando un hosting che mi permetta di usare le Google Apps (userei la Gmail for Apps invece che le caselle mail offerte dall'hosting provider) e il sito sara' basato su PivotX (PivotX - The Powerful Open Source Blog CMS) Al momento ho un sito con simile caratteristiche con solodomini.com (con cui non avuto problemi), ma leggendo i commenti su questo forum mi servirebbe un sito che offra una migliore assistenza. Cercando un po' ho trovato questo: Google Apps - Shellrent - Web Hosting e Registrazione domini con spazio e banda illimitati e questo piano sembrerebbe interessante: Web Hosting Azienda - Shellrent - Web Hosting e Registrazione domini con spazio e banda illimitati Qualcuno ha esperienza con loro, soprattutto per quanto riguarda l'assistenza? O avete altri suggerimenti? (Non mi serve molto spazio... 1 GB pesno sia sufficente. Il traffico non e' assolutamente elevato, ma al momento non saprei quantificarlo.) Grazie, diodorus
  21. Un errore del registro all'inizio di Ottobre aveva mandato offline tutti i domini .se, tutti i domini appartenenti al ccTLD svedese. In quell'occasione si era notato un problema particolare, anche dopo la correzione del problema, molti ISP fornivano ancora una cache non aggiornata, impedendo quindi agli utenti di visualizzare i domini nonostante il problema fosse risolto. Leggi Real-time DNS, la mossa di OpenDNS contro Google Open DNS
  22. Sono giorni pieni per Google, dopo l'annuncio inerente l'introduzione del realtime nelle proprie ricerche, nella giornata di ieri Mountain View ha rilasciato, come promesso, la versione di Google Chrome per Mac. La versione del browser di Google era attesa da tempo da parte degli utenti Mac, ora la beta ufficiale è disponibile per il download, ed è quasi del tutto identica alla versione Windows, a meno della presenza delle estensioni, anch'esse rilasciate nel corso della giornata di ieri da Google. Leggi Google Chrome per Mac finalmente disponibile in beta
  23. Lunedì 7 Dicembre Google ha organizzato un evento dedicato interamente al proprio motore di ricerca e all'interno di questo ha fatto una serie di annunci, tra cui, uno dei più importanti, è l'introduzione dei risultati provenienti da social networks come Twitter all'interno della propria SERP. Leggi Google ora è real-time, ecco come Mountain View ha integrato i contenuti live
  24. Vi segnalo un bell'articolo di fine Ottobre: KS2009: How Google uses Linux [LWN.net] Parla di come Google utilizza e aggiorna Linux per i suoi server e desktop: è la compagnia che utilizza di più in assoluto questo os e ha un kernel sviluppato internamente (Google Kernel) che viene seguito regolarmente d 30 ingegneri. La lettura è davvero interessante, soprattutto sul perchè e come Google modifica il codice del kernel: nessuna della patch che applica vengono poi rese pubbliche, una delle possibili ragioni è che sia del tutto inutile per altri averle a bordo dei propri sistemi vista l'infrastruttura di Google e la sua personalizzazione :)
  25. Google si prepara a introdurre le estensioni per il suo browser Chrome, una delle features maggiormente apprezzate dagli utenti, che ha consentito a prodotti come Firefox di guadagnare un ottima base di utenti. Nei giorni scorsi Google ha già introdotto da la possibilità per gli sviluppatori di pubblicare le proprie estensioni, secondo i termini di Google, ora si prepara per la presentazione pubblica di questa funzionalità di Chrome. Leggi Google: le prime estensioni di Chrome questa settimana
×