Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'google'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 413 results

  1. prima di iniziare, Buon Natale :062802drink_prv: Dunque, ho (a quanto pare, avevo) un sito di un mio amico su tophost, ma visto che non è stato rinnovato in tempo, sembra sia stato eliminato completamente (..e lasciamo stare che è meglio). Ora vorrei passare su un altro hosting, che cmq tophost non era certo impeccabile, sarei li li per andare su aruba, ma nell'offerta linux non vedo la gestione autonoma dei dns (necessaria per le google apps, in particolare la posta). Voi conoscete un buon hosting low-cost con php, mysql (il sito sarà rifatto in drupal), spazio illimitato (o almeno 1gb di spazio, il sito conterrà molte foto di feste varie) che consenta la gestione dei dns? su aruba sembra sia un servizio aggiuntivo, il che potrebbe anche andarmi bene, ma l'ultima esperienza con aruba non fu delle migliori e vorrei tenerlo come ultima spiaggia :zizi:
  2. Google conosce l'importanza della velocità sul web, e si sta adoperando per rendere più facile anche ai gestori dei siti il miglioramento delle loro pagine al fine di aumentarne la velocità di caricamento. Pagespeed nasce come tool di Google per migliorare la composizione delle pagine e la loro compressione, oggi viene annunciato anche come modulo del webserver Apache, mod_pagespeed, in grado di apportare significativi miglioramenti alla velocità anche senza alcuna modifica alle pagine del proprio sito, ma semplicemente con l'impostazione dei parametri di cui è composto il modulo. Leggi Google crea Pagespeed, un modulo Apache per rendere i siti web più veloci
  3. Rebel

    Google Tv

    Questa sara' una vera rivoluzione. Quick Tour - Google TV Penso ad esempio ai miei genitori che ora non usano youtube perche' non sono pratici di PC. Se gli si mette invece in mano una cosa del genere, sara' da ridere. Pensate solo al mercato pubblicitario immenso che si apre, anche per i singoli utenti. Alla possibilita' di ogni piccolo utente di youtube di raggiungere un mercato adulto con un semplice video. Io gia' me la prenoto.
  4. Ho appena trovato una pagina interessante sullo stato dei servizi di google apps: Apps Status Dashboard Attualmente sembra che ci sia un problema "non specificato" sui gmail e google calendar
  5. Pagina iniziale di Mozilla Firefox <Bsd> - Cerca con Google Non serve neanche che commento, non esiste una zona dedicata a Windows e ad Apple.
  6. Salve, oggi devo dire che è uno dei piu' bei loghi di google, dedicato ai 120anni della nascita di Agata Christie :approved:
  7. Internet è un bambino capriccioso: culla delle tecnologie per interi mesi, facendosi che queste crescano e vivano in migliaia di start-ups, per poi far si che molte di esse vengano dimenticate o abbandonate. Pochi mesi gli RSS erano al centro di questa discussione, come mezzo di informazione e catalogazione dei contenuti del web poco 2.0, e nel corso degli anni di fatto rimasto immutato, nonostante i servizi come FeedBurner che hanno popolato il web su blog, grandi portali e piccoli siti amatoriali di raccolta news. Leggi RSS? Li usate ancora? Google Reader continua a crescere
  8. Ciao a tutti, sto valutando di attivare Google Apps, il problema che mi frena maggiormente è l'assitenza... non ho trovto un briciolo di un email, un telefono, un sistema di ticket... insomma, se qualche cosa va storto che faccio? idem il problema si presenta con gmail...
  9. ericmix

    I palloncini di Google

    Hallo, per la serie ne inventiamo una quasi ogni giorno, oggi il logo di google è formato da palloncini colorati, avvicinando il mouse si animano :stordita:
  10. Google continua a cercare di migliorare la propria immagine agli occhi degli utenti più sospettosi, quelli che iniziano a dubitare seriamente della bontà dei servizi sul fronte della privacy, non certo rincuorati dalle dichiarazioni del CEO, che tende a vedere la privacy come un non problema. Ma la compagnia si continua a migliorare su questo fronte e lo fa ora rivedendo le proprie policy relative al trattamento dei dati e alle linee guida per aiutare gli utenti a lasciare meno dati sui server di Google. Leggi Google: alcune modifiche per migliorare la privacy, anche a pagamento
  11. Google muove concretamente i primi passi anche nel mondo del VOIP, lanciando la possibilità di effettuare chiamate direttamente da Gmail, grazie all'utilizzo del Google Talk plugin, che permette di eseguire da subito chiamate a numeri degli Stati Uniti o del Canada, completamente gratis. Leggi Google Voice in Gmail: chiamate gratis verso USA e Canada
  12. Ciao a tutti, non ho mai scritto su questo forum e non me ne intendo più di tanto... Ho registrato un dominio su euroland.it, ho un single server con Kloxo, e ho configurato google apps standard; le e-mail le riesco ad inviare e anche a ricevere. Il problema però sta su libero.it ho inviato una mail di prova che non arriva, e torna indietro una mail di questo tipo: Come posso risolvere?
  13. Un portavoce di Google ha dichiarato che la compagnia in ogni momento ha circa dai 50 ai 200 esperimenti attivi sul proprio motore di ricerca e sulle modalità con cui gli utenti eseguono ricerche. L'ultima novità, notata da Rob Oubsey, permette all'utente di digitare la propria query di ricerca nel motore di ricerca e vedere i risultati aggiornati man mano che esegue la ricerca. Il video di seguito mostra esattamente il funzionamento: Leggi Google Search: risultati in tempo reale mentre si digita la query
  14. GrG

    Google Goggles

    Conoscete? Google Goggles for Android Me lo ha consigliato un amico, l'ho installato sul nuovo HTC WildFire e... ... è impressionante. Sono due giorni che sto fotografando qualunque cosa mi capiti in mano. Traduce i testi fotografati (con un OCR perfetto), riconosce loghi e immagini, codici a barre (li legge praticamente tutti e se è bravo cerca anche il prodotto in rete e fa le comparazioni sui prezzi), devo provarlo sui monumenti ma mi dicono già che anche li funziona che è una meraviglia.
  15. Dopo aver configurato come descritto dal sito Google Apps i record MX dei server Google e secondo le FAQ di Netsons ( Netsons: Hosting Gratuito, Hosting Professionale, Server Virtuale, Server Dedicato ), Google Apps continua a restituirmi l'errore: "Il dominio non sembra configurato correttamente". Ho configurato i record dal pannello dns di Netsons (e non da cPanel), mentre da cPanel ho solamente cambiato la voce su "MX Entry Maintenance" da "Local Mail Exchanger" (com'era di default) a "Remote Mail Exchanger". Ecco uno screenshot della configurazione dei record del pannello Netsons -> http://a.imageshack.us/img412/1994/screenshot001gd.png Ho riprovato due volte su Google Apps a rifare la procedura di verifica ma tutte e due le volte è andata a vuoto.
  16. Un accordo tra Verizon e Google c'era, ma come abbiamo avuto modo di leggere ieri, non era diretto contro la Net Neutrality ma a favore di quest'ultima. Un accordo che la compagnia ha reso noto sul proprio blog ufficiale con un lungo articolo che spiega le ragioni e le modalità con cui hanno operato le due compagnie, rispettivamente il più grande motore di ricerca al mondo, e una delle più grandi compagnie di telecomunicazioni americane. Leggi Google e Verizon: l'accordo c'è, ma per promuovere la Net Neutrality per legge
  17. Proprio mentre si parla di privacy anche nella nostra community, in merito alla possibilità che Google acceda, in modo più o meno rilevante, ai nostri dati, ecco spuntare una estensione per Chrome e Firefox che permette di rendere l'utente consapevole di quando sta inviando dati a Google con la sua richiesta. Leggi Google Alarm: consapevolezza di inviare i propri dati a Google
  18. Ciao a tutti! Qualcuno ha delle istruzioni oppure una guida ben fatta per configurare google apps con WEB4WEB? Giustamente loro preferiscono se si utilizzano il loro servizio quindi nessuna guida :-) Grazie!
  19. Che Google mirasse ad espandere le proprie attività anche a livello di istituzioni e governi non era un segreto, il fatto che ci potesse riuscire era ancora una questione di tempo difficile da determinare e con tante variabili in gioco, prima di tutto l'affidabilità della compagnia e la sicurezza della stessa. Google Apps for Government è di fatto una versione comune di Apps modificata per avere maggiore sicurezza e destinata alle istituzioni del governo USA, che ogni anno investe più di 100 miliardi di dollari tra risorse interne ed esterne per la gestione dei data center e delle proprie attività informatiche. Leggi Google Apps: ora servizi aperti al governo USA
  20. Un incontro speciale a San Francisco, nella giornata di ieri, ha voluto presentare alcune delle novità che Google lancerà a breve per il suo motore di ricerca di immagini, una delle tipologie di informazioni più cercate e non a caso una di quelle che vengono maggiormente privilegiate anche nella scrittura di contenuti: è una regola comune il fatto di definire al meglio le immagini nei contenuti, con tag e descrizione, in modo che Google possa effettivamente generare traffico sul sito anche grazie alle immagini. Leggi Google rivoluziona la ricerca delle immagini in Google Images
  21. C'è fermento intorno al crescere dei contenuti online: mai come in questi mesi si parla di come monetizzare i contenuti, di quale sia la scelta giusta degli editori e di come poter applicare dei paywall online. Tanto è che i creatori di Techmeme.com hanno deciso di creare anche una versione esclusivamente dedicata a tracciare i post relativi a contenuti, news, paywall e quanto altro: si chiama Mediagazer Non so quale sia il parere comune, ma sembra che realmente vi sia oggi necessità di un sistema diverso dal solito AdSense e dalle forme classiche per monetizzare e promuovere i contenuti. Il problema è che: - Google continua ovviamente a promuovere il suo AdSense ma ad oggi anche il SEO per incrementare le visite diviene più oscuro, con continui cambi nell'algoritmo che a mio modo di vedere sono poco curati da Google almeno nel rapporto che ciò comporta per gli utenti e per la serp - I paywall funzionano male, le prime indiscrezioni sul Times parlano di 150K persone che hanno sottoscritto l'account free e solo 15K che poi hanno deciso effettivamente di pagare (lasciamo perdere dover pagare ad esempio 9 cent/euro a pagina per leggere Repubblica o Corriere su iPhone con H3G) - I contenuti non li produce più solamente il blogger, la redazione, o la casalinga che pubblica ricette di cucina sul suo sito: vi sono aziende che hanno come scopo solo quello di pubblicare e massimizzare i ricavi scegliendo le giuste keywords in funzione di AdSense o altri sistemi, e Google privilegia queste "fabbriche" moderne andando a stringere con loro accordi di partnership. - Gli editori, alcuni lottano contro e altri giocano con Google, per cui la partita ancora è da terminare: si dice che Google abbia già pronto un sistema da fare usare agli editori, ma quanti accetteranno e a quali condizioni? Mi sembra quindi che vi sia oggi un problema non da poco legato alla promozione ma anche alla monetizzazione dei contenuti online, qualcosa di cui si potrebbe discutere per ore, e che richiede anche una discreta conoscenza delle dinamiche del web e dell'iter che segue una pagina online prima di arrivare ad essere "monetizzata", ma vorrei sapere i tanti webmaster che sono presenti se si interessano di questo o se semplicemente non lo considerano (il loro blog, sito) una fonte che può creare reddito tale da porsi il problema :)
  22. Andrea una cosa è pretendere il 100% di up senza SLA una cosa sono i down giornalieri. Io aspetto che arrivi Google nell'hosting. Darà il servizio migliore del mondo a 10 dollari l'anno e a quel punto giù tutti a pedalare. EDIT: Ho splittato la discussione da qui: http://www.hostingtalk.it/forum/professione-hosting-provider/15197-facebook-e-comunicazione-il-caso-di-tophost-2.html Antonio
  23. Google continua a studiare come raffreddare al meglio i propri data center, ma da tempo la sfida non è più all'esterno dei data center, dove grazie al free cooling e alla separazione di aria calda e fredda si è raggiunto un ottimo compromesso, quanto piuttosto all'interno dei server, la dove vi sono già vendor che affermano di poter far funzionare le proprie macchine anche a temperature molto alte. Leggi Google, i server divengono dei sandwich,
  24. Nell'era dell'indicizzazione, se vuoi togliere visibilità ad una notizia o ad un sito web, la soluzione migliore è espellere quella risorsa dalla SERP dei motori di ricerca, in modo tale che nessuno possa più trovarla. I discografici hanno assaporato questa ipotesi nelle ultime settimane e si sono subito adoperati per chiedere a Google la rimozione dei link che portano a contenuti coperti da copyright, o nel peggiore dei casi, la rimozione di interi siti web dalla SERP del motore di ricerca. Leggi Google e ThePirateBay: le case discografiche chiedono l'eliminazione dalla SERP
  25. Negli scorsi giorni IlSole24Ore ha rotto il ghiaccio e ha mostrato a tutto il web italiano il suo nuovo sistema di pagamento per la lettura delle pagine online: 20 pagine al mese gratuite, dopo di che il costo è di 9 Euro mensili per la versione base o di 16.99 Euro per la versione comprensiva della parte finanziaria. Secondo Repubblica, a breve sarà tutto il web italiano a poter beneficiare della possibilità di migrare la propria piattaforma editoriale online verso un modello a pagamento. Leggi Google prepara il paywall delle news, farà felici gli editori?
×