Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'hosting'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 1,585 results

  1. Aziende italiane che offrono servizi di cloud computing Una raccolta, in continuo aggiornamento, delle aziende che offrono un servizio di cloud computing/cloud hosting: Seeweb Srl - Cloud Hosting ( su HostingTalk.it: Seeweb lancia cloud hosting, un primo assaggio di cloud computing italiano ) Ultimo Aggiornamento: Lunedì 28 Settembre 2009
  2. Il mercato italiano del webhosting diviene sempre più attraente anche per le aziende estere, e rumors abbastanza certi parlano di un possibile arrivo in Italia di 1&1, uno dei più grandi provider al mondo di servizi di registrazione domini e di webhosting. Forse poco conosciuto ai nostri lettori italiani, 1&1 è attualmente un colosso del webhosting partito dalla Germania alcuni anni fa e oggi propietà di United Internet, gruppo tedesco attivo con decine di business nel settore online. ... Continua a leggere, clicca qui.
  3. HostingTalk.it e Scality.com hanno organizzato un incontro dedicato alle aziende italiane nel corso del World Hosting Days 2012. Si tratta di un aperitivo informale organizzato per conoscere le persone del mercato webhosting italiano che partecipano all'edizione 2012 del World Hosting Days. ... Continua a leggere, clicca qui.
  4. Ci siamo, domani inizia l'edizione 2012 del World Hosting Days 2012, l'evento più importante in Europa (e ora possiamo dire forse anche nel mondo) relativo all'industria del webhosting. Per noi di HostingTalk.it si tratta di un appuntamento ormai fisso che ci vede presenti anche quest'anno come media partner dell'evento. ... Continua a leggere, clicca qui.
  5. Nelle ultime settimane vi sono stati tanti stravolgimenti per Plesk (leggi: Ancora problemi per Plesk, bucati migliaia di siti web | HostingTalk.it ). Discutendo con amici e conoscenti, mi pare chiaro che non sia stato apprezzato questo scossone di plesk, che tuttavia rimane un ottimo pannello di controllo nel settore hosting. Quel che vorrei invece discutere, quale sia il futuro di Plesk e Parallels? Le soluzioni cloud, su cui dovevano puntare, non si vedono, e così soluzioni come OnApp (OnApp) hanno rubato clienti e visibilità (anche in fiere strategiche come il Hostingtalk.it ti invita al World Hosting Day 2012 Gratis! ), e hanno lasciato Parallels senza una vera soluzione di cloud computing/cloud hosting da proporre ai clienti.... Quale può essere il futuro di un'azienda che a me sembra rimasta indietro e abbastanza fossilizzata?
  6. Nexin Technologies SPA è una nuova realtà italiana specializzata nella fornitura di servizi ICT alle imprese più piccole sparse nel territorio italiano, alle PMI, alle webagencies, ai rivenditori e negozi di informatica che vogliono avere un partner per l'erogazione di servizi che spaziano dalla registrazione domini fino al webhosting e al cloud computing. ... Continua a leggere, clicca qui.
  7. Parallels è un colosso, che ci crediate o no, l'azienda guidata da Serguei Beloussov, il ragazzino che all'università aveva già creato un business da milioni di dollari per poi lanciare SWSoft (l'ex nome di Paralles), ora si trova a gestire milioni di account di shared hosting in tutto il mondo. La sua vicinanza a Microsoft, il suo evento Parallels Summit e una serie di altri investimenti corposi, sono il risultato di una espansione globale che negli ultimi tre anni è stata condotta a forza di assunzioni e apertura di nuove sedi. ... Continua a leggere, clicca qui.
  8. Periodo di cambiamenti per HostingSolutions.it, il provider fiorentino attivo nel settore delle soluzioni shared, virtuali, dedicate e cloud. Da inizio anno i piani di shared della compagnia stanno subendo una serie di modifiche ogni poche settimane, volte a migliorare l'attuale servizio e rendere più competitivi i piani di shared hosting, attualmente uno dei prodotti più venduti dal provider di Firenze. ... Continua a leggere, clicca qui.
  9. Il World Hosting Days è il secondo più importante evento al mondo per chi si occupa di webhosting e servizi web, di sicuro il maggior evento che veda l'Europa come protagonista. HostingTalk.it sarà media partner dell'evento per il quarto anno, e al suo fianco ci saranno, come nell'edizione 2011, davvero tante compagnie italiane in visita per 3 giorni nel webhosting mondiale. ... Continua a leggere, clicca qui.
  10. Cosa è il Cloud Hosting? Scommetto che la maggior parte di voi non sanno rispondere a questa domanda. E infatti questa tipologia di prodotto è da sempre \"rinchiusa\" nel termine cloud computing, senza una reale distinzione. Seeweb ha lanciato ormai diversi mesi fa una piattaforma di cloud hosting che ha riscontrato un notevole successo, ma dopo di lei pochi altri provider, compreso il nuovo nato OnGrid.it, hanno deciso di percorrere questa strada. Il cloud hosting è di fatto uno shared hosting che permette al cliente di espandere le risorse come si trattasse di un servizio di cloud computing. Questo significa che si possono aumentare il numero di risorse dedicate al proprio piano, pur rimanente in un ambiente di shared hosting, quindi senza la necessità di aggiornare il sistema, accedere al server e tutte le operazioni che vanno eseguite in qualsiasi ambiente virtuale di cloud computing. Le piattaforme che già oggi permettono di fare Cloud Hosting sono tante, il lavoro maggiore è probabilmente la realizzazione di un pannello ad hoc che consenta di lavorare sulla gestione delle risorse, ma è qualcosa di fattibile come ha già mostrato Seeweb. Personalmente credo che il Cloud Hosting sia la naturale evoluzione dei servizi di shared hosting: molti hosting provider diranno che già oggi questi servizi sono in grado di scalare con nuove risorse, perchè spesso già attivi su infrastrutture cloud. Nulla da dire, verissimo, ma manca ancora tutto l\'approccio che rende il servizio davvero cloud, ovvero la possibilità per il cliente di modificare il proprio piano in autonomia, aumentando ad esempio la RAM o la CPU dedicata. E\' ovvio che nel momento in cui anche i fornitori come Parallels o cPanel permetteranno una maggiore autonomia al cliente nei loro pannelli, i provider potranno adattarsi più velocemente. Una delle piattaforme di cloud hosting più sviluppate e la più vicina a quello che dovrebbe essere lo shared hosting del futuro è sicuramente quel... Continua a leggere, clicca qui.
  11. Ciao a tutti, come per la scorsa edizione WeTalk Group sarà presente come media partner all'edizione 2012 del World Hosting Days 2012 (www.worldhostingdays.com). Abbiamo raccolto tutte le informazioni qui: http://www.cloudtalk.it/whd12 Tutti i provider e professionisti italiani del webhosting sono invitati a partecipare, con la possibilità di avere il codice di ingresso del valore di 349 Euro completamente gratuito. Se sei interessato contattaci subito scrivendo a info@hostingtalk.it ! Quando si svolge? e Dove? A Rust, nel parco di EuropaPark, nel sud della Germania. Sul sito dell'evento si trovano tutte le informazioni necessarie per il viaggio. HostingTalk.it organizza il viaggio tramite le ferrovie tedesche dalla stazione Centrale di Milano, chiunque volesse partecipare può scriverci a info@hostingtalk.it. Perchè partecipare? Con oltre 3500 partecipanti è sicuramente l'evento più importante in Europa e il secondo più importante al mondo dopo HostingCon. Partecipare significa poter avere accesso a tutte le ultime novità del settore webhosting, con 3 giorni di conferenze, interventi e networking. HostingTalk.it organizza inoltre un aperitivo in collaborazione con Scality.com per tutti gli operatori italiani presenti all'evento. Maggiori informazioni e i video realizzati nell'edizione 2011 su http://www.cloudtalk.it/whd12
  12. Il piano Silver, in versione Windows e Linux, è uno dei bestseller di HostingSolutions.it, storica compagnia di webhosting con sede a Firenze. Nel corso della scorsa settimana l'azienda ha deciso di modificare le caratteristiche del suo piano entry level, rendendolo multidominio, ovvero consentendo ai clienti di ospitare più domini e siti web all'interno dello stesso account. ... Continua a leggere, clicca qui.
  13. Sapete come si comportano quelli di Kolst.it nel caso in cui dovessi cambiare hosting provider e trasferire il nome del dominio? Ci sono problemi? Ho visto su diversi siti il consiglio di non registrare il nome del dominio con la stessa compagnia usata per l'hosting, ma di mantenere le due cose separate. Confermate? Quindi è preferibile non usare il nome del dominio (gratuito) offerto con i piani hosting di Kolst.it? Grazie! :)
  14. Sto cercando un hosting per ospitare docebo con 1000 studenti. Sapreste darmi un consiglio? Quanto dovrei spendere? Grazie OPZIONALE: Se il costo fosse accessibile mi piacerebbe che l'hosting si preoccupasse oltre che delle normali operazioni di routin come i backup anche degli aggiornamenti. P.S.: Cerco anche un secondo hosting scarso dove poter installare docebo ed imparare ad usare l'applicativo.
  15. Ciao a tutti, sto cercando un hosting cinese per mettere il sito di un retro-server dato che in italia o estero non è possibile. Devo perforza metterlo su un host Cinese o Giapponese. Ne conoscete? Provo un po a cercare su google.ch e vediamo... Ciau!
  16. Ciao a tutti, come da titolo sto cercando un hosting linux che mi permetta di inviare qualche migliaio di email al giorno, email di pubblicità (affiliazioni e simili) con contenuti legali spediti ad indirizzari legalmente acquisiti. GRazie per gli eventuali consigli, Daniele.
  17. Circa un anno fa una cliente mi richiedeva uno shared hosting affidabile, dato che non era contenta del precedente. Era disposta a spendere fino a 200 euro all'anno per un semplice piano di hosting che le permettesse di ospitare il suo sito da 2000-3000 pageviews al giorno, con 20-30 Gb di traffico al mese. Non avevo mai provato Seeweb, ma visto che è fra i più blasonati decidevo di proporlo a colpo sicuro. Qui riporto le mie impressioni e spiego il perchè della mia insoddisfazione e della decisione di cambiare di nuovo dopo un anno. Modalità di registrazione: ANTIQUATA Bisogna compilare un modulo e spedirlo via fax. Se si sbaglia qualcosa bisogna rispedire il fax. Il modulo viene processato manualmente e a me ci hanno messo 20 giorni a processarlo (si, era ad agosto, ma 20 giorni mi sembra esagerato). Pannello di controllo: ANTIQUATO Il pannello di controllo è proprietario, semplicissimo. Secondo me fatto male. Non è possibile neanche creare database da pannello. Bisogna aprire un ticket per farlo :-) Spesso il sito risultava bloccato e l'unico modo per saperne il motivo era contattare l'assistenza: non viene fornito nessun tipo di feedback automatico su: superamento limiti, problemi vari, etc. Documentazione di riferimento: INESISTENTE Non esiste documentazione online o manuale di riferimento o wiki o forum di utenti: si fa tutto via ticket o via fax. Anche le operazioni più banali non sono documentate, e visto che il pannello è proprietario... Tipo di contratto: ANTIQUATO Necessaria disdetta tramite Raccomandata con ricevuta di ritorno entro 30 giorni dalla scadenza. Perchè? Non possono fare come gli altri per cui basta una mail o per cui semplicemente il non rinnovo del contratto costituisce una disdetta? Che razza di marketing è quello che vuole tenersi stretto clienti insoddisfatti solo perchè magari dimenticano di spedire una raccomandata? Tipo di servizio: SOTTO LA MEDIA Alla faccia dell'uptime garantito, il server ha avuto decine di down mai giustificati. Possono avere tutto lo SLA che vogliono, non ho tempo voglia e risorse per intentare una causa per mancato rispetto dello SLA, e avendo pagato un anno in anticipo mi tocca solo aspettare che finisca l'anno. Altro - Con il piano scelto (200 euro / anno) non era possibile creare e gestire sottodomini. Per poterlo fare richiedono un upgrade del piano (non si sa bene quale, visto che avevo sottoscritto il piano maggiore). - Nonostante io fossi il tecnico incaricato, la mia cliente ha dovuto più volte riconfermare (indovinate come? via fax) la sua autorizzazione a farmi effettuare delle operazioni. - Ho investito una quantità di tempo vergognosa in fax, burocrazia, telefonate, tickets etc. - La qualità del servizio è sotto la media. - Il pannello di controllo è minimale, brutto e limitato. - difficilissimo staccarsene: contratto annuale, disdetta via Racc. A/R, lentezza nel fornirmi EPP code per trasferire il dominio, ecc - documentazione inesistente, assistenza solo via ticket. - sistema nel complesso farraginoso: non posso cambiare le password, non posso creare db, non posso creare gestire sottodomini, tutto quello che negli altri hosting è semplice, qui è più difficile, impossibile o inutilmente complesso. - burocrazia, burocrazia, burocrazia. Fax firmati per ogni cosa. Telefonate, raccomandate. Conclusioni Considerato il prezzo nettamente sopra la media (200 euro all'anno) e il nome, mi aspettavo molto molto di più. Non saprei a chi consigliarlo: probabilmente a chi proprio non ha nessuna conoscenza tecnica ed è disposto a passare sopra a tutto pur di avere come contatto una persona reale anzichè cercare le informazioni e gestire tramite pannello di controllo. Anche se ormai l'assistenza via ticket la forniscono tutti, e in tempi veloci. Perchè scrivo questo? Perchè se prima di consigliarlo alla mia cliente avessi trovato una recensione come questa, avrei risparmiato ore e ore perse a scrivere e spedire fax e raccomandate per un servizio e una qualità che sono a mio parere nettamente inferiori a quelle dei più famosi oversellers. Immagino che il punto di forza di Seeweb siano i server dedicati e l'assistenza di alto livello (credo, non li ho mai provati da questo punto di vista), e che quello dello shared hosting sia solo un tentativo non troppo ben riuscito.
  18. Ciao a tutti, pochi mesi fa ho acquistato il servizio Cloud Hosting 300 SFU di Seeweb. L'hosting da me acquistato servirà per comunicare con un'applicazione iphone che sto sviluppando e testando. Attualmente il mio sito non è ancora attivo, l'ho usato di tanto in tanto per testare la comunicazione con il db e le servlet java. Premetto che la mia app è una sorta di social network in cui è possibile vedere foto e dati degli utenti, quindi ad ogni refresh si scaricano dati degli utenti in JSON e immagini (thumb più, eventuale, immagine full size). Ho diviso le 300 SFU in questo modo: 200 SFU per i servizi web 20 SFU per le mail 80 SFU per il DB Adesso mi trovo ad avere utilizzato 60 SFU per il web e quindi un buon 30% è andato... nel dettaglio trovo: 600Mb di disco utilizzato 450Mb di memoria utilizzata in media 3.5 utilizzo della CPU Controllando con il FileManager, vedo che lo spazio complessivo è di circa 5Mb. A questo punto vi chiedo: 1) com'è possibile che mi dica che 600Mb sono occupati? 2) i 450Mb di memoria che vedo costanti nel tempo, non possono far altro che aumentare? non diminuiscono mai se non utilizzati? 3) il valore 3.5 di utilizzo della CPU deve preoccuparmi? 4) con questi valori pensate che il mio sito a regime potrà mai offrire un buon servizio? o mi toccherà incrementare le SFU già al primo mese? 5) pensate possa esserci un migliore servizio di hosting per il mio obiettivo? Grazie mille a tutti per le risposte.
  19. Nipponina

    Hosting Drupal

    Ciao, ho creato questo sito in Drupal utilizzando il servizio di hosting gratuito altervista. Ora che ho preso un po' più di dimestichezza col mondo del web vorrei provare a passare a un servizio di hosting a paganeto. Ho visto che c'è una scelta amplissima per cui non so bene cosa scegliere. Provo a dare qualche dato sul mio sito e se qualcuno trova un po' di tempo per darmi qualche consiglio sulla scelta ne sarei felice. Visitatori per giorno: 100 Utenti registrati: 65 Utenti online contemporaneamente: meno di 10 Spazio necessario: oltre 500MB Spesa: non superiore ai 30-40 euro per anno, vorrei tentare di recuperare i costi con adsense. Grazie per l'attenzione
  20. Ciao, volevo segnalare un nuovo Free Hosting italiano : http://www.superweb.ws Ecco le caratteristiche : 500MB di spazio web Spazio mysql illimitato con query illimitate 20Gb di traffico mensile Php safe mode OFF 2 database MySQL per sito Accesso FTP Pannello di controllo completo Dominio di terzo livello : username.superweb.ws Ban IP Gestione errore 404 PhpMyAdmin PhpMyBackup (Nostra esclusiva) Statistiche in tempo reale Classifica in homepage dei 25 siti più visitati del giorno Directory dei siti iscritti File Manager No banner Siamo il primo Free Hosting in Italia a proporre una Top 25 dei siti più visitati del giorno in homepage. Vogliamo proporlo come spazio web gratuito di buon livello, come alternativa agli spazi a pagamento. Il pannello è stato realizzato da noi quasi del tutto e ci saranno nei prossimi mesi degli upgrade, come la possibilità di collegare un dominio di secondo livello (nome.com, .net, .org, ecc...). Il servizio è in fase beta final e se notate qualche bug, potete segnalarlo sul forum dell' assistenza : http://forum.superweb.ws Vi aspettiamo. :)
  21. Vi chiedo un aiuto per risolvere la mia disavventura con netsons, Ho affittato un server vps con cpanel a 40 eu al mese. Una mattina mi sono svegliato e la password era stata cambiata, ho riavviato il server dopo averla ripristinata e il server non riparte più. Domandando ai tecnici cosa fosse successo mi hanno detto che la vps era stata hackerata. Ho chiesto l'invio di una copia di backup, a detta loro non sono tenuti ad inviarmela ma a titolo di cortesia lo fanno, prima una copia aggiornata al 7 ottobre, poi dopo una mia ulteriore richiesta, una al 15 ottobre. Il problema è nato il 24 ottobre. Io avevo una copia sul server al 19 ottobre ma non la trovano. Come posso far ripartire la vps e recuperare gli ultimi backup?
  22. Salve a tutti, volevo sapere se esiste un hosting che permetta l'accesso all'ftp anche tramite ssh. Vi chiederete il perchè di questa banale richiesta. Il motivo è semplice. Devo caricare su di esso gli ultimi driver, programmi, utility ecc... giornalmente, e mi risulterebbe difficile scaricare prima il tutto dai vari siti e poi riuppare il tutto su ftp, mentre la mia idea è quella di prendere questi driver ecc... tramite ssh con wget. L'hosting dovrebbe fornirmi spazio superiore a 10/20GB (meglio se illimitato, anche se non mi fido molto). Banda abbastanza alta. Traffico mensile disponibile abbastanza alto. Il punto è che vorrei caricare tutti i file della sezione download del mio sito, su un altro spazio, differente da quello su quale risiede il mio sito. Grazie per le informazioni.
  23. Salve a tutti, Come tutti quelli che si trovano in questa sezione mi ritrovo a bruciare i miei neuroni nella scelta di una soluzione adeguata alle mie esigenze. Attualmente ho 2 siti "pesanti" realizzati in Joomla e 3 siti vetrina leggeri ( insieme non fanno più di 100 visite al mese) I siti sono attualmente hostati su web4web in soluzione economica: i risultati sono più che soddisfacenti. Il problema è che il numero dei visitatori sta aumentando così come il numero delle estensioni joomla utilizzate. Attualmente risultano lentucci... Potrei puntare sull'ottimizzazione dei siti con accorgimenti semplici ( tipo riduzione dei formati delle immagini, eliminazione delle estensioni inutili) ma il problema non scomparirebbe. Di seguito porto un pò di informazioni sui siti relative ai dati dal 1 Settembre ad oggi: Sito A Visite 2.700 Pagine 11703 Banda 1.44 GB Sito B Visite 2298 Pagine 16095 Banda 1.51 GB A questo punto vorrei fare un passaggio a livello superiore. Le opzioni che ho trovato sono due: a) acquistare due hosting separati ( i siti piccoli andrebbero a finire su soluzioni entry-level ) in tal caso quali mi consigliate per i due siti grandi b) acquistare un semidedicato managed come quello di Webperte ( compatibili con il mio budget) Webperte - Automated Web Hosting - Server Virtuali Managed Linux Attendo consigli e pareri di ogni genere!
  24. In questi giorni sto decidendo se spostare le mie caselle di posta su un servizio esterno a dove è ospitato il sito (Linux, Plesk). Vorrei qualcosa di più in termini di webmail (Horde), di spazio (con Plesk viene condiviso con quello del sito) e connettività mobile (sincronizzazione con iPhone, BlackBerry, Android). Ho letto questo articolo su hostingtalk e, dopo una attenta ricerca, ho ristretto il campo di scelta a questi tre fornitori (ovviamente tra quelli che forniscono delle garanzie di uptime): 1) Zoho 2) Serverplan 3) Google Apps for Business Quella di Google è ovviamente la soluzione più completa ma anche la più costosa (50 euro per account di posta). Zoho ha la soluzione migliore ma l'interfaccia grafica (webmail) non è il massimo (meglio Horde). Il giusto compromesso sembrerebbe essere Serverplan con il servizio PowerMail (visto anche che la posta rimarrebbe sul suolo italiano). Vorrei sapere se qualcuno ha utilizzato questi servizi e se mi può indicare eventuali problemi che potrei incorrere nell'avere il sito e la posta su server diversi. Grazie mille
  25. morris2003

    Hosting Olanda

    Cerco qualche hosting in Olanda... Conosco TownBridgeCom... Altri?
×