Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'icann'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 80 results

  1. ICANN la scorsa settimana ha criticato l'operato di molte compagnie che dirottano verso siti di terze parti le richieste errate di nomi a dominio: quando un utente digita un url errato, un dominio non esistente, viene in automatico dirottato verso un nuovo url. Leggi ICANN: il redirect via DNS è dannoso per la rete
  2. Il prossimo 16 Novembre sarà di fatto una piccola rivoluzione per Internet, ICANN ha infatti approvato l'introduzione degli IDN, i domini internazionali che non fanno uso dei comuni caratteri latini, e che risultano quindi destinati a quei paesi come la Corea, la Cina, l'Arabia e decine di altri paesi nel mondo che ad oggi si trovano con un sistema a domini completamente basato sull'utilizzo di caratteri latini. L'annuncio è stato pubblicato sul sito dell'associazione in data 30 Novembre ed è stato approvato all'unanimità dai 15 membri del board di ICA Leggi Dal 16 Novembre i domini senza caratteri latini. ICANN approva.
  3. Dopo l'approvazione della sua spinta internazionale, ICANN si prepara a rendere più accogliente il proprio sito web, frequentato da milioni di persone per i più svariati motivi, registrars in cerca di news o informazioni, utenti che non conoscono i regolamenti dell'associazione nel campo domini e infine utenti che si rivolgono a ICANN per risolvere i problemi sui loro domini. Leggi Il sito di ICANN pronto a rifarsi il look
  4. Dopo la sospensione dell'accreditamento ICANN al registrar Red Register, l'associazione no-profit ha avviato in data 16 Settembre la consueta procedura per la scelta di un nuovo registrar dove trasferire tutti i domini detenuti dalla compagnia. Il nuovo registrar selezionato è DirectNIC, al quale ICANN ha comunicato la ricezione di un bulk transfer dei domini da Red Register. Leggi ICANN ordina il trasferimento in massa dei domini da Red Register a DirectNIC
  5. ICAAN è libera, i rumors degli scorsi giorni erano veritieri, e l'annuncio dell'indipendenza dell'associazione per la gestione dei nomi a dominio a livello internazionale è giunto poche ore dopo, a sorpresa di quanti pensavano che il governo USA non avrebbe consentito la transizione. Probabilmente merito di Rod Beckstrom, il nuovo CEO chiamato alla guida di ICANN, il processo è stato del tutto lineare e gli accordi con il governo americano vedono un giusto compromesso nella conclusione: il dipartimento del commercio non controllerà più direttamente ICANN, questo ruolo spetterà da ora in poi ad una assemblea di supervisori che metterà mano alle carte di ICANN ogni tre anni. Leggi ICANN è libera, ora affronta le sfide da indipendente
  6. Tutto parte da un’idea, una nuova avventura online, la scelta del nome per il progetto o per la nostra attività e poi di corsa alla registrazione di un nuovo dominio. Tutto è divenuto così semplice che la registrazione dei domini non si è fermata qui, ha creato nuovi scenari, come quelli delle aste online, del parking, per arrivare ad essere presente su qualsiasi devices, anche su quelli mobili. Un nuovo dominio è quasi sempre l’inizio di un nuovo business, tutti gli utenti partono da questo e con questo giocano gran parte del proprio successo online, della celebrità che raggiungerà il brand e della fiducia che riuscirà a ispirare nei suoi clienti e nei suoi fruitori finali. Leggi il resto dell'intervista: Da ICANN, ai nuovi TLDs fino al mobile web, il futuro passa per i domini
  7. Sembra che finalmente il governo americano e ICANN abbiano trovato un accordo sulla possibilità, per quest'ultima, di lasciar scadere in data 30 Settembre il proprio contratto, che ad oggi la legava a seguire le leggi e le disposizioni del governo degli Stati Uniti. Per chi non conoscesse la vicenda, bisogna tornare indietro di qualche mese, l'annuncio della commissaria europea Reding è un punto di inizio per capire quali sono le ragioni per cui ICANN non dovrebbe essere legata ad un'unica nazione. Leggi Gli Stati Uniti pronti a cedere il controllo di ICANN?
  8. La politica di ICANN deve essere notevolmente cambiata negli ultimi anni, a poche settimane dall'annuncio del ritiro della concessione ad altri 3 registrar, ora ICANN ha inviato una lettera ufficiale per il termine dell'accreditamento di Red Register Inc., società accusata di violare gran parte delle norme contenute all'interno del contratto di accreditamento con ICANN. Leggi Un altro registrar escluso da ICANN, Red Register Inc.
  9. La politica di ICANN deve essere notevolmente cambiata negli ultimi anni, a poche settimane dall'annuncio del ritiro della concessione ad altri 3 registrar, ora ICANN ha inviato una lettera ufficiale per il termine dell'accreditamento di Red Register Inc., società accusata di violare gran parte delle norme contenute all'interno del contratto di accreditamento con ICANN. Leggi Un altro registrar escluso da ICANN, Red Register Inc.
  10. Il progetto di ICANN per l'introduzione di nuovi gTLDs dovrebbe prendere il via nel corso del primo trimestre 2010, come specificato più volte dall'associazione e ribadito anche nella notizia inerente il prossimo meeting europeo. Leggi ICANN: l'introduzione di nuove estensioni potrebbe ritardare nuovamente
  11. Il prossimo meeting internazionale di ICANN si svolgerà in Belgio, a Bruxelles, nel mese di Giugno 2010: si tratta di un evento importante per il continente europeo, si troverà infatti a pochi mesi dall'introduzione dei nuovi gTLDs e i partecipanti di questa edizione potranno sicuramente venire a conoscenza di maggiori dettagli sul progetto di ICANN per allargare il mercato dei domini. Leggi Il meeting di ICANN in Belgio a Giugno 2010
  12. La voce era comparsa negli elenchi dei registrar accreditati già a Luglio, ma è in questi giorni che ServerPlan rende pubblica il suo passo in avanti nel mondo del webhosting e della registrazione domini, l'azienda è ora un registrar accreditato ICANN, a partire dal 1 Settembre 2009. Si tratta di un passo importante e di un investimento notevole, che in Italia fino ad ora era stato fatto da tre sole compagnie: Aruba, Register (DADA) e Tuonome.it. Leggi ServerPlan diviene un registrar accreditato ICANN
  13. Il gruppo di lavoro di ICANN, The Post-Expiration Domain Name Recovery Working Group, ha avviato la discussione sulla modifica delle regole che oggi riguardano la scadenza dei domini registrati e la gestione degli stessi durante questo periodo. Il gruppo istituito da ICANN ha avviato un periodo di richiesta e discussione sui principali problemi che oggi si verificano alla scadenza di un nome a dominio, proponendo anche di regolamentare e ridefinire il procedimento con cui gli utenti possono riacquistare i domini scaduti. Leggi ICANN pronta a rivedere le politiche per la scadenza dei domini
  14. Mentre nel mondo si è discusso, fino a poche settimane fa, della liberalizzazione di ICANN, l'associazione no profit che gestiste i domini e le estensioni di tutto il mondo, gli Stati Uniti sembrano avere idee del tutto contrarie, tese piuttosto a rinforzare il legame con la nota associazione. In una lettera del 4 Agosto, il Congresso statunitense chiede esattamente il contrario di quanto faceva qualche mese fa Viviane Reding, commissario Europeo per le telecomunicazioni. Leggi Gli Stati Uniti vogliono la loro ICANN, nessuna idea di liberalizzazione
  15. LogicBoxes nasce come società specializzata nella consulenza alle grandi aziende del settore hosting per l'accreditamento ICANN, un processo lungo che richiede di affidarsi quasi sempre a professionisti del settore che sappiano come portare avanti le necessarie procedure in tempi ridotti. In questi anni molte compagnie hanno dovuto rinunciare a questo passo per via degli alti costi iniziali necessari per l'accreditamento, e vista anche la situazione economica mondiale, LogicBoxes ha deciso di lanciare in occasione di HostingCon 2009, un nuovo programma che prevede consulenza gratuita per l'accreditamento. Leggi LogicBoxes lancia un servizio di consulenza gratuita per l'accreditamento ICANN
  16. Uno dei punti saldi di tutte le critiche contro ICANN è la trasparenza dell'associazione, gli utenti di Internet chiedono che i membri di questa importante organizzazione possano conoscere tutto sul suo operato, compreso lo stato finanziario ed economico e le attività che si svolgono regolarmente al suo interno. Una prima risposta sembra essere giunta in questi giorni: proprio negli scorsi giorni è arrivata una calda risposta dallo staff di ICANN, un post sul blog dell'associazione annuncia la disponibilità di una serie di strumenti attraverso cui è possibile consultare la situazione finanziaria della compagnia. leggi tutto Leggi il resto di Una maggiore trasparenza da parte di ICANN sul blog di HostingTalk.it
  17. In passato ci si è lamentati della burocrazia di ICANN, soprattutto in casi come quello di RegisterFly, dove l'associazione ha spesso preso tempo prima della sospensione dell'accreditamento di un registrar. Da qualche tempo sembra che le cose siano cambiate, giunge in questi giorni la notizia della sospesione di altri tre registrars tra gli accreditati ICANN: si tratta di Namefrog.com, Simplynamed.com e Tahoe Domains Inc. Leggi 3 Registrars ICANN perdono l'accreditamento
  18. Un report di ICANN, l'associazione no profit per la gestione dei nomi a dominio di tutto il mondo, ha reso noto un rapporto in cui dichiara un calo del 99,7 % nel fenomeno del domain tasting. Leggi Il domain tasting è calato del 99, 7% secondo ICANN
  19. Nonostante vi siano ancora decine di imprenditori contrari all'utilizzo di strumenti sociali come Twitter, l'esempio migliore del loro utilizzo giunge in questi giorni da una delle persone che dovrà guidare lo sviluppo della rete nei prossimi anni: il nuovo CEO di ICANN, Rod Beckstrom. Come fa notare DomainNameWire, il CEO ha prontamente utilizzato un account su Twitter per aggiornare in diretta gli utenti sullo sviluppo dei lavori in casa ICANN. Il suo account ha visto una brusca impennata nel numero di persone interessate agli sviluppi, quasi 5000 followers. Leggi Il CEO di ICANN su Twitter, possibilità di maggiore dialogo?
  20. DomainNameWire.com è divenuto nel tempo uno dei siti web più autorevoli nel panorama dei nomi a dominio, il suo autore e titolare, Andrew Allemann, è considerato un esperto del settore e da tempo influenza il mercato e le aziende del settore dei domini con i suoi articoli dettagliati. Leggi Una lettera aperta al nuovo CEO di ICANN
  21. Passa a Rod Beckstrom il comando di ICANN, così come è stato deciso nei giorni scorsi dal meeting dell'associazione no-profit, che ha nominato il nuovo CEO in sostituzione all'ormai famoso Paul Twomey, al comando dal 2003. Con una forte esperienza nella sicurezza informatica e un importante ruolo già ricoperto all'interno del governo americano, Beckstrom sembra essere una figura capace di condurre al meglio tutte le nuove sfide nel futuro di ICANN: a partire dall'allontanamento dell'associazione dal governo USA, il nuovo CEO ha dichiarato di non avere ancora una idea precisa in merito, tuttavia ha dichiarato di essere sicuro che una soluzione sia possibile. Leggi ICANN nelle mani del nuovo CEO Rod Beckstrom
  22. Il periodo, lo ripetiamo, non è dei migliori per ICANN, ma l'associazione deve continuare a lavorare e seguire le regolari attività previste in calendario: la prossima settimana dal 21 al 26 Giugno, si terrà il consueto meeting annuale dell'associazione no-profit, con sede in Australia. Leggi La prossima settimana il meeting di ICANN, in discussione anche i nuovi gTLDs
  23. Nella scorsa settimana si è tornati a parlare di ICANN, e l'associazione è dovuta comparire di fronte al congresso americano per decidere quali saranno le sorti di questa istituzione una volta scaduto il "contratto" con il governo, ovvero il governo che attualmente detiene il controllo di ICANN e dal quale, anche se indirettamente, dipendono diverse scelte inerenti l'associazione e la gestione dei nomi a dominio. Leggi ICANN: Vint Cerf e Al Gore in sua difesa
  24. Il San Francisco Chronicle ha pubblicato una bella intervista all'attuale CEO di ICANN, Paul Twomey; i punti toccati nell'intervista sono veramente tanti, dalla dichiarazione del commissario europeo, alla quale Twomey risponde che la posizione nei confronti degli USA verrà regolarizzata a breve e il G12 proposto dalla Reding non è necessario, non al momento almeno. Leggi Paul Twomey, CEO di ICANN, parla del futuro dell'associazione
  25. Volevo portare all'attenzione dei nostri lettori le numerose notizie che in queste settimane giungono a proposito di ICANN, l'associazione no-profit che si occupa della gestione dei TLDs e dei domini a livello globale. Sono mesi difficili per l'associazione, il nuovo progetto non è stato accolto come si pensava, e sono diverse le compagnie che hanno deciso di "protestare" esponendo i loro dubbi; se sembrava che tutto si dovesse concludere nel giro di poco tempo, è notizia di oggi che il tutto viene rinviato, ora al 2010. leggi tutto Leggi il resto di I problemi di ICANN e il difficile sviluppo del sistema domini sul blog di HostingTalk.it
×