Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'icann'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 80 results

  1. ICANN rivede il proprio progetto di introduzione delle nuove estensioni generiche, a fronte della complicata situazione della associazione, esposta a diversi problemi negli ultimi mesi, sembra che la via più semplice per placare anche le numerose lamentele sul nuovo progetto, sia rinviare l'applicazione del nuovo progetto di introduzione di nuovi tld generici nella registrazione domini. ICANN aveva affermato che avrebbe accettato adesioni entro Dicembre 2009, ma ora si vede costretta a spostare la data al primo trimestre 2010; la pubblicazione di un nuovo guidebook sul progetto è stata rinviata, e la associazione afferma che anche durante il prossimo meeting di Sydney si continuerà il processo di analisi e discussione del progetto. Leggi ICANN torna indietro, prima del 2010 nessuna novità per i gTLD
  2. Non bastava la pressione esercitata attualmente dal nuovo progetto di introduzione di nuovi TLD generici, e il cambio di CEO prospettato già dagli scorsi mesi, per ICANN i problemi e le domande continuano ad aumentare e in ordine temporale, l'ultimo sembra tra i più importanti. Leggi ICANN, c'è chi vuole renderla privata, e meno americana
  3. ICANN continua a far parlare di se in rete, mai come in questo periodo la compagnia è stata al centro dell'attenzione e ha riscosso tanto successo sui blog e sulle testate di tutto il mondo. Mentre fino a pochi giorni fa colossi come Verizon ricordavano il loro apporto "costruttivo" alla tesi che l'introduzione di nuovi gTLDs sia troppo problematica, ICANN sembra intenzionata a proseguire per la propria strada, almeno fino a che ad intervenire non sarà qualcuno con più voce in capitolo. Leggi ICANN: una nuova pubblicità per una rivoluzione che pochi vogliono
  4. Nonostante il periodo per ICANN non sia dei migliore, l'associazione no-profit sembra intenzionata a rimettersi in pista e affrontare anche grandi progetti come la controversa introduzione di nuovi gTLD. Sul sito ufficiale dell'associazione è stata pubblicata una lista di 20 posti disponibili da subito: le figure cercate riguardano tutte un impiegno diretto per ICANN e vanno dalla gestione delle relazioni internazionali, fino a ruoli tecnici di assistenza e di impiego come esperti IANA, fino al ruolo di CEO, uno dei punti caldi che devono essere affrontati a breve. Leggi 20 posti di lavoro in ICANN, anche come CEO
  5. Tre giorni fa è scaduto il periodo concesso da ICANN per la segnalazione di dubbi e problematiche inerenti la prossima rivoluzione prevista dall'associazione, con l'espansione degli attuali TLD generici e l'introduzione di nuove forme per l'acquisto del proprio tld, con marchi come IBM che potrebbero registrare un dominio .ibm, per la modica cifra di 185.000 dollari. Leggi ICANN: per i nuovi TLD non si accettano più suggerimenti
  6. ICANN dovrà proseguire la sua sfida, in particolare quella relativa ai nuo gTLD, sotto la guida di un nuovo nome, con una visione probabilmente diversa dell'attuale situazione. Leggi Il CEO di ICANN, Paul Twomey, da Giugno non sarà più in carica
  7. Sono ben 154 le pagine del documento con cui ICANN ha deciso di rispondere alle numerose domande e critiche ricevute in questi mesi sul nuovo progetto di espansione dei nomi a dominio. Attualmente il progetto è stato rinviato, e la data di realizzazione non è più certa come nelle comunicazioni iniziali dell'associazione che controlla il sistema dei nomi a dominio nel mondo. Leggi ICANN risponde con un documento sul progetto dei nuoti gTLD
  8. ICANN continua nel proprio programma di promozione dei nuovi TLD, passando ad una serie di campagne pubblicitarie su quotidiani come l'Economist. Leggi la News
  9. Critiche mirate al nuovo piano di ICANN per l'espansione dell'attuale sistema dei nomi a dominio: secondo il dipartimento non vi è stata sufficienti pianificazione e si rischia di compromettere la stabilità del sistema dei nomi a dominio. Il rischio è quello di avere migliaia di domini registrati solamente per proteggere il brand aziendale. Leggi la News
  10. ICANN ha aggiornato il sistema che consente di segnalare imprecisioni ed errori all'interno del WHOIS dei nomi a dominio. Maggiore efficienza e una migliore integrazione con i registrars nella correzione degli errori. Leggi la News
  11. Il prossimo weekend si terrà al Cairo un meeting molto importante per ICANN, nella città egiziana si discuterà dell'introduzione dei nuovi gTLD per favorire l'espansione del sistema dei nomi a dominio e della rete e della possibilità di ampliare il bacino di utenza degli utenti con l'introduzione degli IDN, i domini internazionali destinati a nazioni che non usano alfabeti con caratteri latini. Leggi la News
  12. Una nuova vicenda in cui ICANN deve dar prova del proprio ruolo di supervisore. EstDomains è già stata condannata, ma ora potrebbe continuare a svolgere le sue attività senza problemi per mancanza di prove. I dettagli della vicenda Leggi la News
  13. ICANN ha festeggiato il 30 Settembre i suoi 10 anni di attività. Una decade passata a rivoluzione e migliorare il sistema di gestione dei nomi a dominio, modellandolo su una crescita esponenziale dell'utenza presente sulla rete. Le parole dell'attuale CEO a ricordare il ruolo primario dell'associazione no-profit. Leggi la News
  14. Un apertura alla creazione di nuove estensioni che rendano più ampia la rete e maggiori le possibilità di composizione degli indirizzi internet. Se ICANN approverà nel 2009 ci saranno già nuove estensioni. Leggi la News
  15. Approvata la norma che permetterà ad ICANN di accettare la registrazione di qualsiasi estensione per la creazione di domini web: associazioni, aziende e privati potranno richiedere una propria estensione, a fronte ovviamente di una tassa non proprio minimale. Leggi la News
  16. .... alcune società italiane che si vantano di trasparenza e professionalità mettono sul loro sito di essere ICANN Accredited mentre non lo sono affatto ?? L'elenco ufficiale è disponibile qui.. http://www.icann.org/registrars/accredited-list.html
  17. Ad inizio settimana ICANN ha fatto un grosso passo avanti per la diffusione del nuovo protocollo IPv6; la transizione al nuovo protocollo non sarà immediata, ma ICANN ha deciso di tenere in parallelo i due protocolli per non rendere traumatica la transizione. Leggi la News
  18. Giunge improvvisa la decisione di Vinton Cerf di lasciare l'associazione ICANN. Continuerà a seguire il suo incarico all'interno di Google e la sua collaborazione con la NASA, ma sfrutterà la lontananza da ICANN per recuperare il tempo perduto. Leggi la News
  19. ICANN apre un'inchiesta su una possibile pratica, tipica dei mercati finanziari, che sembra si stia diffondendo anche nel mondo dei nomi a dominio. Dati interni, ricerche e statistiche su determinati nomi a dominio metterebbero nelle condizioni di fari veri e propri affari con la registrazione persone che lavorano all'interno di società o organizzazioni del settore. Leggi la News
  20. Dopo la vicenda RegisterFly appare evidente la necessità di modificare il regolamento di ICANN nei confronti dei propri registrar accreditati. In Porto Rico si è da poco svolto un workshop che aveva come obbiettivo il dibattito di possibili idee per le modifiche del regolamento. Leggi la News
  21. Il giudice della Corte Federale ha dato il consenso ad ICANN per la sospensione immediata di RegisterFly; i domini verranno ora trasferiti presso un nuovo registrar, tornano così in mano ai rispettivi clienti. Leggi la News
  22. Con un annuncio ICANN rende noto che la corte federale ha ordinato a RegisterFly la consegna di tutti i dati in possesso dell'azienda riguardo ai domini e ai clienti. Lo staff di ICANN avrà inoltre, rispetto a quanto stabilito precedentemente, pieno accesso agli uffici di RegisterFly. Leggi la News
  23. Respinta per l'ennesima volta la richiesta di creazione dei domini .xxx . La votazione avvenuta a Lisbona sembra sancire un rifiuto definitivo da parte di ICANN, finisce così una vicenda che durava da anni. Leggi la News
  24. Ci prova uno studio americano per il caso RegisterFly: oltre ad aver denunciato il registrar, i legali ora cercano di coinvolgere anche ICANN. Leggi la News
  25. L’ICANN sta pensando di rivedere i criteri applicati per la procedura di accreditamento come registrar e il regolamento degli stessi, dopo il recente “crack” del famoso registrar Registerfly.com che ha messo a rischio l’esistenza di quasi un milione di siti web. Leggi la News
×