Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'internet'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 111 results

  1. Cisco ha annunciato il lancio nel settore networking della piattaforma ASR 5500 per il mobile internet, introdotta come fondamenta per le reti internet per mobile. La nuova piattaforma ASR 5500 è sta... Continua a leggere, clicca qui.
  2. Il prossimo 6 Giugno sarà la giornata dell'IPv6, il nuovo protocollo di rete che sostituisce IPv4 e espande il numero di indirizzi IP assegnabili in tutto il mondo, arrivando all'incredibile numero prodotto dall'elevamento a potenza di 2 alla 128. Abbiamo insomma svariati miliardi di indirizzi IP disponibili, con la conseguenza che possiamo assegnare IP a qualsiasi oggetto presente nel mondo. ... Continua a leggere, clicca qui.
  3. Google Analytics è divenuto il tool numero uno al mondo per l'analisi delle statistiche dei siti web, Google offre oggi uno strumento completo e molto potente che permette di compiere la maggior parte delle operazioni utili a capire come si comportano i visitatori sul nostro sito web. Da tempo la diffusione dei dispositivi mobili ha modificato però la percezione di alcuni dati, come la risoluzione di navigazione dei visitatori, che ora è più difficile da comprendere per via del gran numero di diversi dispositivi con cui vengono visitate le nostre pagine. ... Continua a leggere, clicca qui.
  4. Con grande piacere annunciamo l'apertura di DomainTalk.it, da oggi online insieme a HostingTalk.it e CloudTalk.it nel completare la linea di informazione di WeTalk Group dedicata a professionisti, webagency e imprenditori digitali che si affidano ogni giorno ai nostri contenuti per migliorare le loro strategie online e i servizi erogati ai propri clienti. ... Continua a leggere, clicca qui.
  5. Google è attiva in migliaia di settori e tra questi anche l'e-commerce, il quale tuttavia riveste per lei un ruolo di primo piano dal momento che Google fornisce una serie di servizi dedicati esclusivamente a questo settore, da Google Shopping a Google Checkout, al meno noto Google Trusted Store. ... Continua a leggere, clicca qui.
  6. La scorsa settimana Facebook ha accusato alcuni problemi di collegamento e di downtime che hanno impedito a qualche milione di persone di raggiungere il proprio profilo, mentre tutto ha continuato a funzionare normalmente nella versione mobile. L'idea palesata da molte testate online è che Facebook non abbia un grandissimo impatto online in termini di traffico, guardando il grafico qui sotto infatti è possibile vedere come si presentazione la situazione con e senza Facebook attivo: ... Continua a leggere, clicca qui.
  7. A breve i siti web e le web app operanti all'interno dell'Unione Europea potrebbero scontrarsi con una rivoluzione nella gestione della privacy online, una legge varata dalla UE che impone ai gestori dei siti di far accettare il salvataggio dei propri dati all'utente per le operazioni online più comuni, come appunto può essere la creazione di un cookie. ... Continua a leggere, clicca qui.
  8. il noto software WHMCS, uno dei più diffusi tra le compagnie di webhosting per la fornitura di servizi di webhosting, registrazione domini e billing, è stato gravemente compromesso nelle scorse ore con un attacco diretto al sito della compagnia che ha permesso la cancellazione del database clienti e la messa offline del sito web. Un attacco serio e sufficientemente grave, il gruppo che ha portato avanti l'attacco è riuscito a prelevare oltre 500.000 records, con i numeri di carta di credito inclusi. ... Continua a leggere, clicca qui.
  9. Google Chrome ha sorpassato Internet Explorer nella eterna lotta del browser più diffuso e utilizzato dagli utenti: Google Chrome era da tempo il candidato per il superamento del primo in classifica, ora la conferma avviene da StatCounter, società che monitora costantemente questi dati relativi all'utilizzo della rete. Niente da fare per Microsoft, da quando Chrome è stato lanciato nel lontano 2008, Microsoft ha visto diminuire sempre di più il proprio market share, già contrastato dall'ingresso anni prima nel mercato di Firefox. ... Continua a leggere, clicca qui.
  10. Il caso MegaUpload è uscito da qualche settimana dalle cronache dei giornali, ma continua a far discutere ed è tutt'altro che risolto. Mentre il fondatore del noto servizio, il milionario Kim DotCom, riesce lentamente a riguadagnare delle concessioni sulla propria libertà personale e finanziaria, c'è una società in grave difficoltà per via dei milioni di file lasciati sui server di MegaUpload. ... Continua a leggere, clicca qui.
  11. Un numero incredibile, la crescita di YouTube non si è fermata con il passare degli anni e segna nuovi record anno dopo anno, quasi a confermare che la visione di Google, che acquistò il servizio senza reali piani di espansione futura, era corretta. Dal 2009 ad oggi i dati sono duplicati, solamente lo scorso anno si parlava di 48 ore di filmati caricati dagli utenti ogni minuto, oggi siamo già a 72 ore, segno che il trend è in crescita e potrebbe a breve superare le 100 ore di filmati caricati ogni singolo minuto. ... Continua a leggere, clicca qui.
  12. Un gruppo di Harvard sta tentando di mettere in piedi online un progetto che sarebbe stato impossibile realizzare prima dell'avvento di internet: compilare una biblioteca con praticamente ogni libro scritto disponibile. Il progetto è ambizioso, ma l'idea non è comunque nuova. Alcune considerazioni su un progetto di questo genere furono elaborate nel 1961 con un articolo chiamato “How Will You Obtain a Book in 2000 A.D.?”. ... Continua a leggere, clicca qui.
  13. La conosciamo bene, no? Quella idea che arriva, la possibilità di vendere online, di avere un proprio e-commerce online o semplicemente di fornire con esso dei servizi. Se avete mai provato ad avventurarvi nella vendita online, sapete bene di cosa parlo. Come farsi pagare online? Ad oggi non esistono molte soluzioni, PayPal è la regina incontrastata dei pagamenti online; e in effetti questa ottima idea, oggi proprietà di eBay, ha conquistato tutta la rete, tanto che anche gli hosting provider, inizialmente scettici, hanno dovuto consentire ai clienti di pagare i loro servizi con PayPal. ... Continua a leggere, clicca qui.
  14. Scott Thompson, nuovo CEO di Yahoo!, ha imposto al gruppo una dieta dimagrante che prevede il licenziamento di 2000 persone, con un risparmio annuo di circa 350 milioni di dollari. Yahoo! non naviga in buone acque, il business della compagnia non è più redditizio come una volta, e la sola pubblicità supporta un colosso che non è riuscito a traghettarsi del tutto nell'era moderna del web. Secondo il nuovo amministratore, l'obiettivo è quello di rendere Yahoo! una compagnia ancora capace di innovare, puntando l'attenzione su utenti e advertisers, perchè sono questi che hanno reso grande Yahoo!, e vi sono ancora diversi assets della compagnia da sfruttare, tra cui Yahoo! Mail. ... Continua a leggere, clicca qui.
  15. Google continua ad aggiornare il proprio motore di ricerca, con piccoli cambiamenti, spesso impercettibili per noi, che tuttavia migliorano indirettamente l'esperienza di utilizzo del servizio; nel corso del mese di Marzo sono state apportate oltre 50 modifiche al motore, tutti i cambiamenti sono riassunti sul blog della compagnia, tuttavia mi fa piacere notare come l'attenzione per i dettagli sia ancora parte di questa azienda. ... Continua a leggere, clicca qui.
  16. Nel corso del World Hosting Days 2012 parlando con un hosting provider italiano, si discuteva del rischio per i clienti dei servizi cloud della possibilità di accesso ai loro dati da dipendenti e personale addetto ai sistemi. In fondo in Dropbox o in qualsiasi altro account di hosting noi ospitiamo anche dati molto sensibili, soprattutto nelle email, ma abbiamo una certezza, spesso "fasulla", quei dati possiamo accederli solamente noi. ... Continua a leggere, clicca qui.
  17. Il futuro della comunicazione aziendale è nella mail: secondo una ricerca condotta dalla società tedesca Eleven ben il 95,2% degli intervistati credono che la mail giocherà un ruolo importante per molto tempo nella comunicazione d'impesa. I risultati del report annuale arrivano a una settimana dal discorso tenuto dal Ceo di Open-Xchange Rafael Laguna al World Hosting Days in cui ha affermato che è possibile fare affari offrendo servizi di posta elettronica. Laguna ha mostrato un dato secondo cui il 40% del tempo trascorso su internet è speso sulla propria posta elettronica. ... Continua a leggere, clicca qui.
  18. Continua la querelle sul futuro dei dati degli utenti di Megaupload ospitati da Carapthia: la società ha chiesto aiuto al governo dopo che non ha ricevuto più i pagamenti per il servizio offerto, visto il sequestro dei beni messi in atto dalla giusitizia americana nei confronti della piattaforma di file-sharing. Carpathia presentò una mozione urgente al Tribunale Federale degli Stati Uniti, in Virgina, chiedendo al governo di pagare per i file Megaupload ospitati oppure in alternativa trasferire i dati in un altro data center o ancora la possibilità di cancellarli dopo aver consentito agli utenti di recuperare i propri file. ... Continua a leggere, clicca qui.
  19. Un cliente importante che diventa un importante problema: Carpathia Hosting deve affrontare la questione Megaupload. I circa 25 patabyte di dati della piattaforma di filesharing ospitati da Carpathia stanno diventando un onere troppo pesante: Megaupload non sta più pagando, infatti, la società visto che i suoi beni sono stati confiscati dalla giustizia americana, ma Carpathia non può riutilizzare i server per altri clienti, visto che questo potrebbe interferire con il procedimento giudiziario che vede nel mirino Megaupload. ... Continua a leggere, clicca qui.
  20. “È l’inizio di ciò che farebbe una rete televisiva via cavo, se fosse gestita da pazzi”: Rob Barnett, veterano d Hollywood e fondatore/Ceo di My Damn Channel ama gli slogan scherzosi, ma è molto serio nella sua intenzione di ricreare l’esperienza di un tv via cavo su Internet. La prossima settimana la società di Barnett farà il passo più importante fatto finora in questa direzione, portando un programma online. My Damn Channel lancerà, infatti, un quotidiano comedy show live su Youtube, con interviste in diretta e interazione con il pubblico in tempo reale. Lo spettacolo sarà condotto da Beth Hoyt e prevede interviste con star di Hollywood e celebrità di Youtube e simili. ... Continua a leggere, clicca qui.
  21. Nella nostra vita virtuale siamo costretti spesso a fare i conti con decine di nomi utenti, indirizzi mail, password, account sui social network e via dicendo: una situazione che ci porta spesso a utilizzare password semplici o comuni in modo da non avere difficoltà a ricordarle, esponendoci però in questo dal punto di vista della sicurezza. Un modo di fare pericoloso soprattutto quando in ballo ci sono transizioni online, sempre nel mirino dei ladri ‘virtuali’.... Continua a leggere, clicca qui.
  22. Il dato può far storcere il naso, ma a dichiararlo è una società che si occupa di soluzioni di sicurezza tramite soluzioni cloud-based: Incapsula. Secondo quanto visto con l'analisi delle statistiche di 1000 siti web, il 51% del traffico che arriva sui siti web non è generato da reali utenti, ma bensì da bot che hanno fini benevoli, come nel caso dei motori di ricerca, o malevoli, come nel caso delle centinaia di botnet che effettuano tentativi di intrusione. ... Continua a leggere, clicca qui.
  23. I ricercatori che si occupano di sicurezza chiedono aiuto contro Duqu: è stato, infatti, scoperto che il trojan opera attraverso un linguaggio di programmazione fino a questo momento sconosciuto. La scoperta è stata fatta dal Kaspersky Lab: Duqu altro non è che un trojan sofisticato, creato probabilmente dallo stesso gruppo che sta dietro al famigerato worm Stuxnet. A differenza di questo, Duqu è stato progetto per agire in modalità backdoor e si caratterizza proprio per la capacità di sottrarre dati ai sistemi di controllo industriali e informazioni alle attività di intelligence. ... Continua a leggere, clicca qui.
  24. Prima Twitter, poi Facebook e poi chissà quante altre ancora: è la pubblicità sui dispositivi mobili la nuova frontiera del guadagno. Gli Ads mobili sono sempre più in crescita e sono messi al centro della strategia finanziaria da un numero sempre maggiori di aziende impiegate nel settore. Un ambito,quello della pubblicità online, molto particolare con decine di algoritmi che si intrecciano tra loro, in una struttura sempre più complessa che ha l’obiettivo di capire ciò che piace o non piace agli utenti del web. ... Continua a leggere, clicca qui.
  25. Con eBay si diventa ricchi: dal 2007 ad oggi, sono 25 gli utenti che sono riusciti a raggiungere il milione di fatturato l’anno con le vendite su eBay. Una crescita importante registrata negli ultimi anni se si pensa che nel 2007 erano appena 7 i venditori che erano riusciti a tagliare l’importante traguardo. Tra gli ‘eBay-milionari’ figurano però solo quattro donne, divise tra Lazio, Lombardia e Sicilia; gran parte del fatturato totale dei 25 venditori deriva da vendite all’estero e sono riferiti in particolare al settore ‘Moto: ricambi e accessori’ e ‘Vini e Gastronomia’. ... Continua a leggere, clicca qui.
×