Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'vps'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 715 results

  1. Ciao a tutti, nella cooperativa sociale in cui lavoro stiamo pensando di dismettere il nostro rack in quanto i costi sono molto alti e, soprattutto, le macchine lì ospitate (linux, di nostra proprietà) sono tutte decisamente datate, sia lato hw che lato sw. La nostra idea è quella di abbandonare le nostre macchine dedicate e migrare i domini dei nostri clienti su VPS messi a disposizione da un fornitore esterno. Prima domanda: secondo voi è una buona soluzione? Potrebbero esserci delle ripercussioni negative nel fare questo passaggio, dal dedicato al virtuale? Come fornitore per i server virtuali avremmo individuato ovh.it. I servizi e le risorse (spazio su disco, processori, RAM, etc.) che offrono sono davvero invitanti e anche i prezzi sembrano decisamente convenienti. Siamo andati a conoscerli a Padova in un meeting da loro organizzato e ci hanno fatto davvero una bella impressione. Rispetto ai più famosi (o più pubblicizzati) provider italiani, sembra non ci sia paragone, in termini di costi, risorse e qualità dell'assistenza. Però vorremmo avere un parere da qualcuno di più esperto. Qualcuno ha mai lavorato con loro? Sapreste darci qualche dritta in merito, in relazione alla vostra esperienza? È gradito anche qualsiasi altro tipo di suggerimento circa altre eventuali piattaforme di hosting provider a vostro avviso solide e, se possibile, convenienti. Chiarisco, non cerchiamo quello che costa meno, ci va bene pagare a patto di avere un servizio affidabile. Grazie in anticipo, Giuseppe
  2. Sperando di non tediarvi, non essendo del mestiere, ma imparando per necessità, vorrei chiedere il vostro aiuto per un problema con i siti hostati sui vps linux di selfserver. La settimana scorsa hanno fatto l'aggiornamento della versione del loro hypervisor (così mi hanno detto) e da allora sui nostri siti, tutti in WP, è un continuo di problemi, abbastanza gravi. Innanzitutto non ci parte più la newsletter quotidiana e poi è impossibile condividere su facebook, per esempio, non carica più l'anteprima. Non siamo ancora stati in grado di venirne a capo. i siti sono http://www.martinanews.it Ostuni News | OstuniNews.it - Homepage San Vito dei Normanni News | Home - San Vito dei Normanni News
  3. Francesco Paua Luciani

    AAA Cercasi VPS Managed

    Ciao, avendo concluso oramai molti progetti web, il serverino dedicato low cost unmanaged non mi è più necessario e vorrei ridurre. Sto cercando di spostare il poco che è rimasto su una vps managed, perchè non voglio problemi e star dietro a mille aggiornamenti / fix e via discorrendo. Devono girare 5/6 blog wordpress (con utenza complessiva di 5 connessi contemporaneamente) e non ho bisogno di alcuna modifica lato sistemistico. Avere una VPS unica è giusto per non impazzire con mille scadenze hosting, rinnovi etc.. Linux: qualsiasi Spazio su disco: max 15gb Banda: 1mb Traffico mensile: < 10gb RAM: max 2 gb Budget: max 40 euro/mese Domini: max 20 Fonitore: anche in America, no problema ;-) Consigli?
  4. Ciao a tutti stiamo valutando di spendere il nostro budget di 90€ mensili prendendo un dedicato aruba 2.3 con 25Tb di traffico 1Gb con firewall zywall usg100 lo scopo è l'hosting di alcuni siti web lamp che portano qualche migliaio di visite giornaliere. secondo voi, potremmo spendere meglio i nostri 90€? come? cerchiamo un miglior compromesso possibile fra sla e prestazioni.
  5. Ciao a tutti sto valutando diverse soluzioni possibili per pubblicare alcuni siti e applicazioni web. ho attivato una macchina virtuale centos con microsoft azure virtual machines, in particolare una d1 linux (1 core 3.5gb ram 10gb ssd) ci ho installato un apache,mysql,php ed ho attivato un piccolo wordpress. secondo siege i risultati sono veramente scadenti, molto molto molto scadenti: siege -c50 -d1 -t1M Transactions: 148 hits Availability: 100.00 % Elapsed time: 59.54 secs Data transferred: 4.41 MB Response time: 11.84 secs Transaction rate: 2.49 trans/sec Throughput: 0.07 MB/sec Concurrency: 29.43 Successful transactions: 148 Failed transactions: 0 Longest transaction: 42.98 Shortest transaction: 0.95 ho sbagliato qualcosa nella configurazione oppure sono prestazioni standard? come è possibile migliorare le prestazioni di questa virtual machine senza aumentare la spesa che ora è intorno ai 40€ mensili (480€ annui) oppure mi sapete consigliare un vps affidabile piu veloce intorno a questi prezzi? grazie a tutti!!
  6. Buongiorno a tutti! :ciao: Apro il primo topic sul vostro bel forum per farvi alcune domande generali riguardo alla gestione di un VPS. Non sono un sistemista, sono un fisioterapista, ma da diversi anni oramai mi occupo di siti web "per divertimento". Ho creato diversi siti web su piattaforme condivise, e da un annetto circa ho fondato un forum emergente sugli acquari. Se volete poi, se vi interessa, metto il link. Mi è capitata sotto mano un' offerta che reputavo molto utile al fine di fornire uno spazio più "ampio" al crescente forum, ed ho preso un vps su "hostinger" ad un prezzo stracciato. Purtroppo qui viene il "quid", ovviamente è un server unmanaged, e per quanto sia già presettabile con diverse distro e io in realtà sia già riuscito a far girare il tutto senza grossissimi problemi (se si esclude il server mail che funziona solo in ricezione), mi accorgo che le mie conoscenze di base sono largamente insufficienti per permettermi di sfruttarlo appieno. Per questo motivo, chiedo a voi esperti una mano. Non per settarmi il vps, ma per consigliarmi su cosa può essere utile leggere e studiare per capire effettivamente come farlo. Uso ubuntu da anni ormai, per cui sono sicuramente in grado di effettuare la manutenzione ordinaria, non mi spaventa affatto il terminale (da ragazzino ho fatto un sacco di macelli col dos e le bbs, quando ancora non c'era internet) ed imparo in fretta. Quello che mi manca, è il bagaglio tecnico relativo all'ambiente "server". Cioè non capisco granchè di apache, php e faccio fatica a districarmi fra i loro files di configurazione, a capire le loro possibilità e come sfruttare al meglio la macchina. Premesso che: - le immagini di distro disponibili sull'hosting sono varie, prevedono distro "minimal" (ubuntu, centos, debian, e altri) e altre con già installato l'ambiente LAMP, virtualmin, ispconfig etc.. - il server ha 20 gb di HD (200.000 inodes soltanto, però) e 2 gb di ram - Ho registrato un dominio di primo livello .com e già punta al server - Sul server vorrei idealmente far girare più di un sito, con "piattaforme" diverse (phpbb, joomla, wordpress), ma tutti con carico medio-basso Vi chiedo: - Quale distribuzione sarebbe la vostra prima scelta, tenendo conto dell'uso che vorrei farne, e della semplicità d'uso e manutenzione - Su quali siti online (anche internazionali, parlo e leggo 4 lingue correntemente, l'inglese per me è come l'italiano) potrei iniziare a imparare le basi della gestione di un ambiente server - Quali sono gli aspetti chiave da "sapere meglio" e quali invece possono essere affidati abbastanza in sicurezza ai vari frontend (ispconfig, webmin, virtualmin) - Dove posso recuperare e studiare in particolare le funzioni dei mailserver, in quanto le immagini fornite dall'host danno grossi problemi di funzionalità. Ringrazio tutti per l'attenzione. Capisco che il vostro primo istinto sarà di dirmi "ma chi te l'ha fatto fare, se ti affidavi ad un host managed era meglio" o "se continuavi a fare il fisioterapista ti evitavi un sacco di mal di testa" o "cercati le cose da solo come abbiamo fatto tutti". E lo capisco. Ma spero che comunque possiate aiutarmi ad entrare in questo mondo molto affascinante e a capirne, se non altro, i rudimenti. E chissà, magari in futuro ad essere in grado di aiutare a mia volta persone che con entusiasmo vi si avvicinano. Buona domenica a tutti, e scusate il post chilometrico!
  7. Salve a tutti ci troviamo a dover fare una scelta ed in questo mare di offerte VPS, Cloud, Dedicati, VPS Cloud siamo parecchio confusi perchè ad onor del vero.. sembra che chi offre i servizi usi queste nomenclature per fare confusione e non spiegare con chiarezza cosa offrano... aiutateci per cortesia! quello che cerchiamo è ambiente web dove pubblicare diversi siti web con ecommerce sviluppati con .net, quindi sql server e iis non ci serve una potenza di calcolo esagerata, al momento siamo su un server con due xeon 2.66Ghz, 8 Gb ram e 50 Gb di disco, e stiamo molto comodi. l'unico neo è la connettività che salta spesso e ci troviamo con dowtime di diversi minuti da diverse parte di italia. al momento spendiamo 70€ al mese, vorremmo qualcosa di simile con maggiori tutele e garanzie sulla connettività. cosa ci consigliate?
  8. Salve a tutti, mi chiamo Mario e sebbene non abbia mai scritto su questo forum, vi leggo e seguo da diverso tempo. Scrivo questo thread perché mi è appena accaduta una cosa che non mi era mai successa nel corso della mia professione di sviluppatore web. L'azienda per la quale lavoro ha acquistato nel corso del mese di luglio scorso un hosting condiviso presso VHosting. Devo riconoscere che con l'hosting condiviso, a parte qualche lieve ritardo in fase di risposta a qualche ticket (in genere però sono stati molto puntuali) non ho mai riscontrato alcun problema. Ultimamente ci siamo avvalsi dell'aiuto di uno stagista in azienda, il quale ha inserito una query per il db mysql palesemente errata che ha richiesto l'impiego di eccessive risorse per l'hosting condiviso, tanto da "costringere" il backend di Vhosting a sospendere tutti i servizi, compreso il pannello plesk e la connessione FTP, inviandoci un messaggio lapidario in cui veniva riportata la query incriminata, con dei toni che, a mio parere erano leggermente minatori ma alla fine dei conti comprensibili; se impiego tutte le risorse di un server condiviso è giusto che io venga bloccato, anche se esistono modi e modi. Da quel momento in poi sono iniziati i problemi. Dispiaciuti per l'accaduto, abbiamo chiesto scusa e abbiamo deciso di acquistare un servizio VPS "VPS PSK Fully Managed - VHS-2048L-PSK" al costo di 47,14 € mensili, sia per evitare uteriori spiacevoli episodi sia perché prevediamo che il traffico dei nostri siti da qui a breve aumeterà in maniera sensibile. Abbiamo acquistato e pagato il servizio il giorno 10/02/2014 cioè 9 giorni fa ma questo non è stato mai attivato. Dopo diversi ticket di richiesta di chiarimenti, oggi abbiamo inviato un ticket di rimostranza dai toni decisamente forti chiedendo di avere una certezza in termini di tempi consegna o altrimenti ci saremmo visti costretti a disdire l'ordine e richiedere il rimborso. Dopo neanche 5 minuti ci arriva una mail che ci notifica dell'avvenuto rimborso e dopo altri 5 minuti la risposta di VHosting. Ci hanno invitato a non acquistare mai più i loro servizi e a disdire quelli in essere! Cioè si trovano dalla parte del torto, non ci scrivono nel corso della nostra corrsipondenza una sola parola di scuse per il ritardo nell'attivazione del VPS e alla prima lettera, dai toni forti (che riporto di seguito per correttezza), ci chiedono di non avere più a che fare con loro. Ma che serietà è mai questa?!? E' così che risolvono i loro problemi di organizzazione? Purtroppo sono molto deluso dal loro comportamento. Non so se il loro modo di operare è lo stesso con tutti (mi auguro di no), mi è sembrato comunque giusto condividere la mia esperienza affinché prima di eventuali acquisti da parte di altri utenti, venga tenuto in conto anche ciò che mi è accaduto. Testo della nostra lettera: Spett.le Assistenza VHosting, Vi scriviamo la presente perché rimaniamo a dir poco basiti dallo scarso livello di efficienza del vostro back-office tecnico. Ci riferiamo in particolare al fatto che 9 giorni or sono abbiamo acquistato, con regolare pagamento documentato, il vostro servizio "VPS PSK Fully Managed - VHS-2048L-PSK" ma questo risulta a tutt'oggi inattivo. Nel 2014 questi tempi ce li aspetteremmo per la consegna di un pacco proveniente dal Nepal, non sicuramente per un bene elettronico, la cui consegna, difficoltà tecniche a parte, avviene in pochi decimi di secondo da qualsiasi parte del mondo essa venga fornita. Questa nostra rimostranza è dovuta, non tanto al fatto che la scadenza di pagamento indicata è errata, dato che ci avete risposto esaurientemente a tal riguardo già un paio di volte, quanto piuttosto al fatto che ieri allo stesso orario in cui vi scriviamo la presente lettera avete affermato che "state installando"; abbiate pazienza, ma 24 ore di installazione (più 8 giorni già trascorsi) ci sembrano davvero eccessivi. Prima di scrivervi queste parole ci siamo documentati sui tempi medi di attivazione da parte degli altri fornitori di servizi, vostri concorrenti, sia italiani sia stranieri e al massimo i tempi di consegna per l'attivazione di VPS fully managed raggiungono le 48 ore! Come da link sotto riportati. Ci avete anche comunicato che siete in attesa dell'hardware necessario per effettuare l'installazione. Ma questo cosa vuol dire? Se non siete attrezzati per l'erogazione dei vostri servizi in tempi certi e congrui, dovreste quanto meno indicarlo sul vostro sito, affinché si possa decidere con consapevolezza dei Vs. tempi elefantiaci di consegna e scegliervi o meno come provider di servizi di hosting. Vi chiediamo pertanto con la presente di comunicarci con certezza i tempi di attivazione, in mancanza di ciò saremo costretti a chiedervi la disdetta di quanto ordinato e già pagato, con conseguente rimborso da parte vostra della spesa da noi sostenuta. Distinti saluti. How Long Does it Take to Setup My Account? « HostGator.com Support Portal https://www.namecheap.com/support/knowledgebase/article.aspx/516/48/how-long-will-it-take-to-activate-my-vps-account Virtual Private Server with one hour activation SunShell™ Hosting - Master Reseller Hosting , Reseller Hosting, Shared Hosting Provider http://www.hostingtalk.it/forum/vps-virtual-private-server/4792-tempi-di-attivazione-vps-aruba.html Qual è il tempo di attivazione di un servizio V.P.S.?
  9. Buongiorno a tutti, da qualche giorno ho acquistato un server VPS Aruba con l'intento di sfruttare i 30 domini del pacchetto e potenzialmente pubblicare altrattanti siti web. Premetto che sono un programmatore web, ma non ho mai avuto a che fare con i VPS. Nella configurazione del server, dopo l'installazione della licenza, ad un certo punto mi chiedeva di specificare il mio dominio...valore di default: localhost.localdomain e che ho sostituito con il mio dominio (esempio pippo.it) Tramite PLESK sono riuscito a creare un nuovo cliente, un dominio (tipo pippo.it) con l'IP a me assegnato e uno spazio web sul quale ho caricato il mio sito (nella cartella https). A questo punto ci sono alcune cose che mi sfuggono: 1. tramite ip da internet posso accedere al sito, ma non tramite nome (esempio pippo.it)...è un problema di propagazione? 2. questi 30 domini a disposizione non richiedono nessuna sottoscrizione a server di hosting/ domini web veri e propri? Secondo me è un problema di configurazione dei DNS. Ricordo che, una volta, se volevo un mio spazio web, dovevo attendere tutta una procedura burocratica per la registrazione e l'attivazione del dominio...possibile che con un VPS possa farne a meno? Qualcuno può suggerirmi i passi o qualche guida per configurare il mio vps, i diversi domini e gli spazi web? Grazie a tutti
  10. Ciao a tutti, Mi sono registrato per avere un parere terzo su un provider italiano, conosciuto tramite questo sito, che mi ha deluso. Siccome so di poter sbagliare (non necessariamente tutta la colpa è del provider, non per forza ho ragione io) vorrei chiedere lumi a altri utenti per poter vedere la situazione da altri punti di vista. Ho ordinato una vps managed, con pannello plesk. Effettuo il login nel pannello e mi se presenta il warning del certificato auto-firmato. Siccome uso firefox e l'estensione certificate patrol, accetto il certificato che mi viene memorizzato e contemporaneamente chiedo al provider se mi invia l'impronta del certificato (md5 e sha1) in modo da poter verificare che quel certificato era autentico. Per tutta risposta il provider mi invia tramite mail non cifrata la chiave pubblica e ***privata*** del certificato. Immagino non ci sia bisogno di spiegare perché questo rappresenti un problema di sicurezza. Senza considerare che da informatico ho studiato questa roba, compresi i processi matematici che ci sono dietro. Dopotutto la chiave privata è privata perché deve garantire l'autenticità del server. Se diventa pubblicamente disponibile chiunque può spacciarsi per il server. Abitualmente compro i certificati da gandi.net, gli faccio la domanda stupida chiedendo se sia opportuno inviarmi per mail la chiave privata e loro mi rispondono Per non parlare della documentazione relativa ai certificati What is SSL and what are Certificates? La tesi del provider è che PLESK usa LO STESSO certificato in ogni installazione e quindi quel certificato non offre nessun tipo di sicurezza. La mia tesi è che ogni installazione di PLESK genera un certificato diverso, che dal punto di vista tecnologico da le stesse garanzie di uno commerciale a parte che non è già presente nel browser, quindi ho avuto bisogno di qualche altra informazione per stabilirne l'autenticità (sha1). Di certo compromettere la chiave privata non è una buona pratica di sicurezza. Scusate se non sono stato breve, ma non volevo fare la parte di chi dice di aver sempre ragione e se mi fate capire che sbaglio sono pronto ad ammetterlo, ma non voglio essere trattato dal mio provider come se fossi un'impreparato a cui si possono raccontare favole. Vi ringrazio per l'aiuto a capirne di più
  11. Ciao a tutti. Vorrei sottoporvi un problema nel quale sono incappato...tempo fa, ho trasferito un dominio da servizio hosting ad un server VPS, entrambi acquistati presso Aruba. ho configurato tutti i parametri correttamente e il sito funziona, ma non mi arrivano più le mail inviate dai form del sito e non capisco il motivo! Su Record MX ho lasciato "Usa Mail Server di Aruba". C'è sicuramente un problema di settaggi, ma non capisco dove possa essere l'errore. Su Record A, ho questi parametri: admin 95.110.xxx.xx ipv4 95.110.xxx.xx localhost 127.0.0.1 ns 95.110.xxx.xx [vuoto] 95.110.xxx.xx webmail 62.149.xxx.xx webmail 62.149.xxx.xx Qualcuno può darmi una mano? Grazie mille in anticipo!
  12. Salve a tutti, Ho letto un pò di thread sull'argomento in oggetto ma sono tutti un pò datati e sul discorso VPS in particolare non ho trovato niente. Io ho un VPS aruba basic (CentOS 6).Da terminale ho provato ad installare il pacchetto mod_pagespeed.Per fare ciò ho prima installato un pacchetto chiamato at che serve ad aggiungere i repository Google che ha mandato in tilt tutti i siti su quel VPS.Per fortuna ho risolto rimuovendo il pacchetto. Volevo sapere: qualcuno è riuscito ad installare mod_pagespeed su VPS aruba? Conoscete un servizio VPS che lo integri di default?
  13. Ciao a tutti, premetto che ho già inviato gli screen a Ste, vorrei con questo post parlare positivamente di Aziende Italia. Da circa un mese cercavo un VPS per gestire una 50ina di domini (alcuni anche con richieste pesanti di MySql) con un prezzo intorno ai 40€ mensili (oltre iva). L'esigenza era anche il managed e quindi trovare in Italia un prezzo simile non è facile. Alla fine abbiamo contattato Aziende Italia, subito pronti a dare consigli e rassicurazioni anche prima di attivare il servizio. Il servizio scelto è quello presente su Cloud Computing | CloudPerTe.it nella versione base: 10gb di hdd, 1 cpu e 2 gb di RAM. Avevamo già una VPS unmanaged con le stesse caratteristiche. Mi piace però dire "ognuno deve fare il suo lavoro": io non sono un sistemista, non saprei come reagire velocemente ad un kernel panic oppure ad un fsck da lanciare con partizioni smontate. Avevo quindi bisogno di poter dormire sonni tranquilli. La cosa che mi ha sorpreso è la reattività del sistema. Molto spesso la CPU è allo 0.05, contro lo 0.50 dell'altro VPS (stessi siti, ormai [quasi] tutti migrati). Velocità di risposta elevata all'apertura dei siti e alle richieste PHP/MySQL. Ram occupata a volte per il 30%, ha swappato solo durante una migrazione di 4 domini tutti insieme (da plesk a plesk), per il resto è placida e tranquilla. Il tutto "condito" da un'assistenza tecnica di prim'ordine: a ticket con priorità bassa ho ottenuto risposte in media in mezz'ora. Ad un ticket di priorità media (non mi funzionava la posta ma era stato un mio errore, o meglio una mia scarsa conoscenza di una particolare configurazione DNS) ho avuto risposta in 10 minuti (alle 22.30 circa aperto il ticket, alle 22.40 risposta), con la procedura passo passo per sistemare quanto non ero capace a fare. Non ho mai avuto (per fortuna) la possibilità di provare il ticket urgente :emoticons_dent2020: Inoltre alcuni di questi ticket, tra priorità bassa e normale, vertevano sopratutto su richieste di consigli per la migrazione. Non essendo di loro competenza, avrebbero potuto non aiutarmi o non seguirmi passo passo, invece ho ottenuto sempre aiuto. Di solito sui forum si trovano recensioni negative di questo o di quell'altro provider: ci tenevo a dire la mia su Aziende Italia, visto che quando qualcuno lavora bene è giusto che sia premiato. Questa è la nostra esperienza attuale: da venerdi scorso ci stiamo lavorando quasi 12 ore su 24 su quel mostriciattolo di cloud VPS. Spero di non dovermi mai contraddire!
  14. Ciao a tutti, mi chiamo Alessandro e sono un web designer. Circa due settimane fa, anche grazie all'offerta del "Giorno del ringraziamento" in USA, ho acquistato un pacchetto di hosting condiviso con dischi SSD presso "a2hosting" con server in Islanda. Prima di questo servizio avevo IlTuoHosting, e la differenza in termini di velocità l'ho vista tutta, nonostante il server in Islanda (ping intorno ai 100ms) rispetto a quello in Germania de IlTuoHosting Al momento mi trovo bene con a2hosting, però è anche vero che ho caricato appena 3 siti che hanno totalizzato in questi primi 12 giorni di Dicembre soltanto 600 visite e 40.000 hits (fonte AWStats). TOS di a2hosting non pone limiti di siti ospitati sull'hosting condiviso, gli unici due limiti sono quelli relativi alle risorse: 35 processi concorrenti (entry processes) e 300.000 inode, che costituiscono dei limiti molto elevati e che fanno pensare che il mio attuale servizio possa ospitare senza problemi anche una 50ina di siti web, se ben ottimizzati: utilizzo sempre W3 Total Cache, compressione gzip, immagini compresse con SmushIt e caricamento LazyLoad, Cloudflare oppure Google Page Speed. Chiaramente questi numeri sono riferiti salvo una crescita vertiginosa delle visite di ogni sito e mi sono stati confermati ufficiosamente anche dal supporto tecnico di a2hosting. Ora ho un dilemma: stamattina ho visto l'offerta delle VPS WPLinux di Selfserver, che mi ha stuzzicato non poco, soprattutto perché il prezzo rimarrebbe quello (6 euro al mese) per tutta la durata del contratto e anche al rinnovo. Questi VPS sembrano adatti ad un uso tranquillo con Wordpress: da 2GB di RAM (ma temo che sia comprensivo di SWAP), 1 vCore, 20GB di HD (di cui 13 disponibili all'utente). Ho già letto la recensione di Selfserver di HostingTalk, e mi è parso di capire che ne parlano bene. Secondo voi è meglio rimanere su a2hosting, con un hosting condiviso di discrete prestazioni con server in Islanda oppure passo al VPS di selfserver? :stordita:
  15. Salve a tutti! piacere! :approved: causa scadenza di hosting con Bluehost (che usavo insieme a CloudFlare) mi avventuro con un cambio provider. letto un pò di topic nel forum, gira e rigira la mia scelta è caduta su OVH con il suo nuovissimo piano Hosting Shared Pack Performance. mi presento un pò e metto subito in chiaro che non lavoro per nessun provider! e tanto meno ho alcun interesse di far pubblicità! ho una ditta individuale, vendo online, ho uno store online in eBay con ottimi risultati, ed ad anno nuovo parto con il vero e proprio store online basato su Wordpress + WooCommerce , sia per la facilità d'uso che di configurazione. non sono un sistemista, però neanche un principiante, conosco le cose basiche ed essenziale per così dire. All'inizio avevo valutato anche di prendere una VPS , orientato e propenso per SelfServer (Enter) che danno praticamente una macchina già pronta con panello Webuzo (non male! ho sempre utilizzato Ampps in Locale) , anche DigitalOcean avevo valutato, ma poi non avendo così tanta esperienza non volevo avere a che fare con configurazioni/aggiornamenti/sicurezza ecc ecc. anche se visto il costo , un pensierino di prenderne una per far pratica e magari per averla come muletto / backup .... ci può stare (un pò perplesso dei ALERT di down riscontrati da EvolutionCrazy postati in un topic che ho letto sempre su questo forum). come Hosting italiani avevo valutato vHosting Professionale , KeliWeb e 1&1 (anche se Italiano non è) , oppure rimanendo all'estero A2hosting. come già detto, la scelta alla fine è ricaduta su questa interessante nuova proposta da parte di OVH (avevo già avuto presso di loro una VPS per server TeamSpeak ed altre sciocchezze in passato, molti anni fa, sempre funzionato egregiamente senza problemi, di conseguenza ho voluto ridare la mia fiducia a loro. cose che mi hanno fatto scegliere questo piano, oltre al prezzo contenuto di euro €12/mese (iva inc.) e la geo-localizzazione in Italia: Risorse Garantite (dicono & spero sia così!): 1 CPU vCore + 2gb Ram (praticamente come se fosse una VPS managed #credaghe ) Banda Traffico Illimitato (ormai quasi tutti) CDN OVH con 17 pop (se non mi sbaglio, loro con CloudFlare non ci vanno molto d'accordo) SQL Server Privato con 128mb di RAM (Mysql 5.5) (Separato dal server hosting) <- Spazio Disco 500 gb (anche se sinceramente per ora me ne bastano 3-4gb) Backup/Snapshots giornalieri IPv6 & Cloud ready e per ultimo OVH per quanto mi riguarda e ne so io, ha sempre avuti pochissimi problemi di DOWN. il mio traffico maggiore attualmente proveniente da tutti i contenuti statici (ovveri immagini) che vengono richiamate dal codice html nelle inserzioni eBay, ho creato anche una specie di template grafico, così mi basta modificare i file nel host, et voila, si aggiornano tutte le inserzioni, e per questo sinceramente un normalissimo hosting condiviso bastava e avanzava. sto sviluppando (per così dire) da solo la piattaforma ecommerce, basata su Wordpress + WooCommerce , i prodotti da gestire saranno circa 100 per ora, ma ovviamente spero di crescere ed arrivare ad usare i Droni Air tipo Amazon, l'importante è crederci :emoticons_dent2020: consigli? opinioni? critiche? :fagiano: questo SQL Privato che tanto promoziona OVH ? praticamente un SQLserver hosting privato dedicato con 128mb di ram che in qualunque momento si può fare upgrade a 256 o più. tutte le caratteristiche/dettagli del piano hosting Performance le trovate QUI <------ due le cose che per ora non mi piacciono proprio: 1) nel piano ci sono 3 SQL Personali x 800mb ognuno ed 1 SQL Pro di 4 gb (tutte con 30 connessioni simultanee) ma la versione di MySql per questi qui è limitata a solo la versione 5.1 (un pò indietro credo? o no ? ). L'SQLprivato invece decidi tu che versione usare (5.5 ma 128mb non sono pochini per la ver 5.5 ? ) 2) OVH ti da accesso solo ad una cartella MAIN DIRECTORY (non quella Root del sistema come Bluehost o altri hosting) con dentro la cartella pubblica "www" e basta. Il tutto configurato tramite file config... (es. .ovhconfig ) nessun'altra cavolata da sparare :ciapet: grazie per l'attenzione e buona giornata a tutti!
  16. Salve a tutti! piacere! causa scadenza di hosting con Bluehost (che usavo insieme a CloudFlare) letto un pò di topic nel forum, gira e rigira la mia scelta è caduta su OVH.it con il suo nuovissimo piano Hosting Shared Pack Performance. mi presento un pò e metto subito in chiaro che non lavoro per nessun provider! e tanto meno ho alcun interesse di far pubblicità! ho una ditta individuale, vendo online, ho uno store online in eBay con ottimi risultati, ed ad anno nuovo parto con il vero e proprio store online basato su Wordpress + WooCommerce , sia per la facilità d'uso che di configurazione. non sono un sistemista, però neanche un principiante, conosco le cose basiche ed essenziale per così dire. All'inizio avevo valutato anche di prendere una VPS , orientato e propenso per SelfServer (Enter) che danno praticamente una macchina già pronta con panello Webuzo (non male! ho sempre utilizzato Ampps in Locale) , anche DigitalOcean avevo valutato, ma poi non avendo così tanta esperienza non volevo avere a che fare con configurazioni/aggiornamenti/sicurezza ecc ecc. anche se visto il costo , un pensierino di prenderne una per far pratica e magari per averla come muletto / backup .... ci può stare (un pò perplesso dei ALERT di down riscontrati da EvolutionCrazy postati in un topic che ho letto sempre su questo forum). come Hosting italiani avevo valutato vHosting Professionale , KeliWeb e 1&1 , oppure rimanendo all'estero A2hosting. come già detto, la scelta alla fine è ricaduta su questa interessante nuova proposta da parte di OVH (avevo già avuto presso di loro una VPS per server TeamSpeak ed altre sciocchezze in passato, molti anni fa, sempre funzionato egregiamente senza problemi, di conseguenza ho voluto ridare la mia fiducia a loro. cose che mi hanno fatto scegliere questo piano, oltre al prezzo contenuto di euro €12/mese (iva inc.) e la geo-localizzazione in Italia: Risorse Garantite (dicono & spero sia così!): 1 CPU vCore + 2gb Ram (praticamente come se fosse una VPS managed #credaghe ) Banda Traffico Illimitato (ormai quasi tutti) CDN OVH con 17 pop (se non mi sbaglio, loro con CloudFlare non ci vanno molto d'accordo) SQL Server Privato con 128mb di RAM (Mysql 5.5) (Separato dal server hosting) <- Spazio Disco 500 gb (anche se sinceramente per ora me ne bastano 3-4gb) Backup/Snapshots giornalieri IPv6 & Cloud ready e per ultimo OVH per quanto mi riguarda e ne so io, ha sempre avuti pochissimi problemi di DOWN. il mio traffico maggiore attualmente proveniente da tutti i contenuti statici (ovveri immagini) che vengono richiamate dal codice html nelle inserzioni eBay, ho creato anche una specie di template grafico, così mi basta modificare i file nel host, et voila, si aggiornano tutte le inserzioni, e per questo sinceramente un normalissimo hosting condiviso basta e avanza. sto sviluppando (per così dire) da solo la piattaforma ecommerce, basata su Wordpress + WooCommerce , i prodotti da gestire saranno circa 100 per ora, ma ovviamente spero di crescere ed arrivare ad usare i Droni Air tipo Amazon, l'importante è crederci :emoticons_dent2020: consigli? opinioni? critiche? :stordita: questo SQL Privato che tanto promoziona OVH ? praticamente un SQLserver hosting condiviso e dedicato con 128mb di ram che in qualunque momento si può fare upgrade a 256 o più. tutte le caratteristiche/dettagli del piano hosting Performance le trovate QUI <------ due le cose che per ora non mi piacciono proprio: 1) nel piano ci sono 3 SQL Personali x 800mb ognuno ed 1 SQL Pro di 4 gb (tutte con 30 connessioni simultanee) ma la versione di MySql per questi qui è limitata a solo la versione 5.1 (un pò indietro credo? o no ? ). L'SQLprivato invece decidi tu che versione usare. 2) OVH ti da accesso solo ad una cartella MAIN DIRECTORY (non quella Root del sistema come Bluehost o altri hosting) con dentro la cartella pubblica "www" e basta. nessun'altra cavolata da sparare :ciapet: grazie per l'attenzione e buona giornata a tutti!
  17. Salve a tutti sono un programmatore PHP e sto sviluppando un motore di ricerca per contenuti pornografici. Vorrei sapere quale soluzioni sarebbe l'ideale adottare inizialmente tra web hosting, VPS e server dedicato managed. Ho la necessità di eseguire delle operazioni pianificate (crawler) ogni tot di tempo (circa ogni 10/20 minuti). Il progetto è suddiviso in tre parti: front-end, back-end (nel caso vi sia la necessità di eliminare contenuti o di gestire alcune opzioni del motore di ricerca) e crawler. Il contenuto non risiederebbe sul server ma vi sarebbero esclusivamente i link alle risorse archiviate nel database. La ricerca non avverrebbe su tutto il web ma sarebbe selettiva. Suggerite un servizio straniero o italiano (nessun "razzismo" per l'acquisto da hosting esteri)? Deve essere garantita la possibilità di espansione: aggiunta IP, espansione spazio per database, ecc. Non ho alcuna intenzione per il momento di acquistare o gestire personalmente il server (installazione moduli, gestione sistema operativo, manutenzione MySQL, ecc.) ma poter controllare e modificare il sistema tramite pannello dedicato. Per il momento, la disponibilità economica massima è di circa 100 euro al MESE (euro in più, euro in meno). Grazie a tutti per l'attenzione e per il tempo che mi vorrete dedicare
  18. Ciao, sto cercando un server dedicato per ospitare una web application... Non è molto esosa di risorse (si tratta sostanzialmente di un gestionale) ed attualmente è ospitata su un vps server (se volete faccio il nome) con cui mi trovo bene, eccezion fatta per i frequenti down. Per questo sto cercando soluzioni alternative e stavo pensando, per partire, al server dedicato Basic 2.2 Tabella Comparativa - Server Dedicati | Aruba.it Le caratteristiche sulla carta sono simili a quelle del mio vps, con la differenza che si tratta di un server dedicato e quindi dovrebbe essere più "sicuro". Quello che mi interessa è l'affidabilità in termini di uptime: qualcuno ha esperienza? Com'è l'assistenza? Ovviamente trattandosi di un server unmanaged lo daremmo in gestione a un sistemista.
  19. Salve a tutti, Qualcuno di voi ha provato la cloud VPS di KeliWeb? (VPS Cloud Keliweb- perchè scegliere il cloud per le proprie attività sul web Sembra molto interessante, qualcuno di voi può mandarmi qualche screen del pannello utente, cosa si può fare, cosa non si può fare... ecc... Insomma, qualcuno che l'ha provato può darmi maggiori info e recensioni, pro / contro, ecc ? Grazie anticipatamente =) Ciauz!
  20. Utilizzare un pannello di controllo per gestire il nostro server virtuale potrebbe essere la migliore soluzione per evitare lunghe ore di operazioni direttamente dalla console. Vediamo quali sono i pannelli più comuni e i motivi per cui installarne uno. Continua a leggere, clicca qui.
  21. Ciao, volevo solo segnalarvi la mia positiva esperienza con un server cloud su DigitalOcean, magari potrebbe essere utile a qualcuno di voi. EDIT Pago 20$/mese per un server da 2GB di ram, 40GB di disco SSD, 2 core. Ho attivato i backup automatici (una vera figata) e le prestazioni sono da top di serie.
  22. Nell'ottica di espandere la nostra offerta di hosting al pubblico, siamo oggi a presentare il nuovissimo servizio VPS. Primi in Italia ad introdurre nel mercato dei VPS la tecnologia SSD RAID-10 con il chiaro obbiettivo di offrire ai nostri Clienti sempre il massimo delle prestazioni, pur mantenendo dei prezzi ragionevoli, a partire da 15€ al mese. Offriamo un'ampia scelta di VPS: da 512MB di RAM e 10GB di spazio disco fino a configurazioni con 4GB di RAM e 40GB di spazio disco, sempre SSD. Tutti i VPS SSD godono di accesso root completo, oltre al comodissimo pannello di controllo SolusVM che consentirà di effettuare le più comuni operazioni di manutenzione con semplicità. Utilizziamo la Virtualizzazione KVM, questo significa risorse garantite al 100% e nessun overselling. Tutti i server dedicati che ospitano le VPS SSD sono potenti e affidabili server SuperMicro, con processore Intel Xeon E3-1230 e 4 Hard Disk Corsair Force 3 in configurazione RAID-10, con 32GB o più di RAM, e sono connessi alla rete internet con Uplink a 1000Mbps (1Gbps) in location Milano(Via Caldera), con un Uptime di rete garantito del 99,8%.. I VPS SSD PRO includono gratis il backup giornaliero della VPS (fino a 10 punti di ripristino), effettuato nelle ore notturne, con il software professionale Idera R1Soft Enterprise CDP Bare Metal, che consente di recuperare anche un singolo file o di ripristinare integralmente il server in caso di necessità. Perchè scegliere il nostro servizio VPS? Connettività 100% Italiana, datacenter in via Caldera, a due passi dal MIX. Virtualizzazione KVM. Tecnologia RAID10 SSD. Le VPS sono create automaticamente alla ricezione del pagamento, senza intervento umano, in meno di 2 minuti. Uptime di rete garantito al 99,8%, il tuo server sarà sempre disponibile. Supporto nativo IPv6 ...e molto altro Scopri tutti i dettagli dell'offerta sul nostro sito: https://www.server.it/vps-ssd.php --- CODICE SCONTO 10%: 7UEV622RYR --- (valido dall'1/07 al 08/07)
  23. I server virtuali sono da diversi anni una delle possibili soluzioni per ospitare i propri siti e le proprie applicazioni. Sono solitamente una soluzione più semplice e più sicura da utilizzare rispetto a server dedicati e server che vengono mantenuti... Continua a leggere, clicca qui.
  24. Buongiorno a tutti, ho letto diversi post per chiarirmi le idee, ma mi rimangono alcuni dubbi sulla scelta tra un hosting reseller o multidominio e VPS managed. Attualmente gestisco una decina di siti tutti con Joomla, che sono situati su vari provider. Li gestisco interamente io, i clienti non accedono al pannello di controllo, quindi aggiornamenti, creazione email, verifica traffico, ecc lo faccio io. Volevo portarli in un unico servizio o meglio forniglielo io ed anche per i futuri fornire in servizio completo, hosting, sito, manutenzione, ecc. Ho letto, come ripostato sopra, delle soluzioni Hosting Reseller, Multidominio e VPS managed (Full managed perchè non sono in grado gestire una VPS) Le necessità sono: Acquisto e trasferimento domini Acquisto indirizzi IP aggiuntivi, ho letto che per il Certificato SSL da usare con ecommerce si attiva sul'IP supporto CMS e software ecommerce (Prestashop, Magento, ecc) possibilità di modificare i parametri necessari. Avere PHP e MySQL aggiornati, Joomla 3 utilizza, se non sbaglio, PHP 5.3 e MySQL 5.1 con InnoDB che il mio attuale Hosting non ha ancora aggiornato. Possibilità di definire per ogni cliente/dominio lo spazio che voglio, assegnare numero indirizzi email, db e accessi ftp I dubbio sono, tra le tre soluzioni Hosting Reseller, Multidominio e VPS managed posso avere pop3/imap su ogni cliente/dominio assegnato? avere un server smtp per ogni cliente/dominio, mi basterebbe averne uno legato al mio dominio che uso per la mia attività. la webmail con il mio brand o al massimo senza quella del provider. il backup sulla VPS è fatto sull'intera VPS immagino e non sui singoli domini è possibile farlo sui domini così se uno ha problemi con la posta e sito recupero il singolo e non devo ripristinare il tutto. Perdonatemi se faccio domande stupide, ma a queste non ho trovato risposte nei post. Vi ringrazio Davide
  25. Nei giorni scorsi, SolusVM è stato vittima di una SQL injection capace di offrire accesso al database e di lasciare in mani poco raccomandabili i server VPS master, prendendone il controllo con i privilegi di root per eseguire codice malevolo... Continua a leggere, clicca qui.
×