Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'altri'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 20 results

  1. Uso lo ZF dalla v.1 e posso dirti che molto è flessibile e di facile apprendimento. :) Essendo diviso in componenti puoi studiarli man mano che li andrai ad usarli, senza conoscere tutto il framework da subito (cosa che devi fare con altri fw) Se poi vuoi usare anche Zend_Contoller/View hai anche una architettura MVC abbastanza potente e pronta all'uso. Messaggi spostati dal topic: http://www.hostingtalk.it/forum/professione-hosting-provider/12381-shineisp-software-italiano-per-la-gestione-isp-3.html
  2. Ciao, mi capita spesso di vedere e leggere di alcuni a cui hanno sospeso gli account di hosting Web perché avevano creato siti con link a materiale warez ospitato su Rapidshare (e altri). Ora mi chiedo: ma qual è la legge che Italia vieta l'inserimento di questi link nei siti? Ad esempio, Altervista, pur essendo gratuito (si fa per dire), accetta siti con link a Rapidshare (e altri) mentre altri (a pagamento) no. Inoltre, i fornitori di hosting Web potrebbero ugualmente sospendermi l'account se inserissi un link a una pagina su PasteBin contenente i link a Rapidshare (e altri)? Grazie e arrivederci. P.S.: Non voglio creare un sito di warez: non ho né il tempo né la voglia. Voglio solo capirci un po' di più perché ognuno dice una cosa diversa...
  3. Ciao a tutti!!! Elenco alcune possibili soluzioni, ma anche i difetti in base alla loro locazione. Se abbiamo un server X con 1TB, mettiamo che si esaurisce lo spazio(o vogliamo dividere la banda tra 2 server). Potreste aggiungere uno storage, ma se il server fa fatica conviene aggiungere un secondo server(che chiamerò Y) e qui nascono i problemi :) . Idee che potrebbero adottarsi.. Si potrebbe collegare lo spazio di Y via NFS se è collocato assieme,ma così sarà sempre X ad inviare i file e quindi un ulteriore carico per X, secondo me la cosa migliore è che quando si richiede un file che risiede in Y, X non deve essere interpellato, al massimo potrebbe reindirizzare la richiesta a Y, ma nulla passerà attraverso X. Per fare una cosa simile in teoria ogni server deve avere una sua applicazione per amministrare i file, anche se per l'utente sarà tutto trasparente. Premetto che non sono esperto in questa cosa, quindi stavo studiando qualche idea.. secondo voi per utilizzare 2 server sfruttando la loro connessione, così da non pesare tutto al server principale, quale strategia conviene adottare ? Grazie ancora.. Ciaoo! :)
  4. Un bel post di TheWHIR che racconta, per una volta, una realtà del mercato webhosting Europeo, un business spesso completamene diverso da quello USA: ho parlato diverse volte di differenze tra Europa e USA nei servizi webhosting, e tutti concordiamo sul fatto che mentre "disegnare" un prodotto per il mercato USA sia abbastanza semplice, con dei punti fermi sicuri, per il mercato Europeo ci si scontra con costumi e abitudini diverse per ogni singolo paese, rendendo quasi del tutto impossibile proporre una sola offerta a tutti i clienti del continente. leggi tutto Leggi il resto di Il webhosting francese: più possibilità di sviluppo che negli altri paesi Europei sul blog di HostingTalk.it
  5. Vorrei iniziare un attività di reseller hosting, cerco un provider italiano valido. Cosa mi consigliate?
  6. Ciao a tutti, causa sopravvenute vicissitudini mi trovo costretto ad abbandonare il progetto che avrei dovuto avviare a breve con alcuni amici, per chi fosse interessato, offro www postato com /etc.. provvisoriamente online per sola dimostrazione. Sono inclusi nella vendita vari domini (stesso nome ma diverse estensioni) + licenza vBulletin 4.x Publishing Suite (nessuna scadenza, trasferimento di proprietà via vBulletin.com) insomma tutti ottimi elementi per l'avvio di una nuova community. Prezzo Pacchetto: € 260,00 Pagamento: transazione via PayPal, tutti i dettagli da definire in privato se realmente interessati. Per tutte le vostre domande, suggerisco di contattarmi direttamente all'indirizzo: postato(at)postato(dot)com. Inoltre, se non dovessi ricevere richieste per l'acquisto del pacchetto completo (domini + vBulletin) sono disponibile anche alla vendita singola di domini e licenza.. prezzo interessante ulteriori dettagli sempre via email per mancanza di tempo. Saluti
  7. Premetto che sono stato autorizzato da un moderatore ad aprire questo topic. Per chi non mi conosce già, sono il webmaster di un piccolo circuito di siti web (di informazione specializzata, nessuna attività commerciale collegata) in crescita, la cui punta di diamante è un sito sui telefoni cellulari in forte espansione che vanta attualmente circa 75.000 visitatori unici al mese. Tutti sappiamo quanto è importante la promozione, e una delle forme più immediate ed efficaci è rappresentata dai link diretti. Per questo motivo sto cercando altri colleghi webmaster con cui poter scambiare reciproci links. Spero non mi consideriate pretenzioso ma, per poter avere una certa convenienza reciproca, i siti con cui scambiare links dovrebbero avere un traffico di almeno 10.000 visitatori unici mensili, ed occuparsi di argomenti legati con la tecnologia, l'elettronica o le telecomunicazioni. Sono interessato anche ad eventuali scambi con siti che si occupino di tutt'altri argomenti, ma in questo caso, il traffico mensile dovrebbe essere di almeno 20.000 visitatori unici. In caso di scambi "interdisciplinari" potrei essere interessato a promuovere i miei siti meno trafficati (gli argomenti sono, rispettivamente, i telefilm e la Formula 1), offrendo in cambio links sul mio sito più frequentato (sempre quello sui cellulari). Non mi dilungo ulteriormente, anche perchè ogni collaborazione potrà essere discussa e personalizzata adeguatamente. Di seguito elenco la progressione dei visitatori unici mensili del mio sito negli ultimi 12 mesi: 25100, 25559, 33828, 38311, 41122, 41916, 43968, 43403, 55532, 55815, 62048, 67419. Proiezione per gennaio 2010: 75.000 circa. P.S. Il sito è in firma, non metto links nel messaggio per non spammare. Grazie per l'attenzione e un ringraziamento allo staff di HT.
  8. Salve, Alllora, qui si stanno dicendo un sacco di cavolate ... e scusate il termine "sacco" ... Dunque, Windows, al pari di MVS (sistema operativo Mainframe che dubito conoscano in molti a fondo ... e se qualcuno lo conosce, capirà quello che sto per dire ...) è un S.O. che permette personalizzazioni ...e le permette in modo spinto ... Non mi venite a dire che NON è così, perchè CHI asserisce il contrario, NON ha mai avuto a che fare con Windows nè con i Mainframe. Un esempio su tutti : conosco "qualcuno" che , utilizzando i "verbi" della comunicazione 6.2 (APPC Advanced Program to Program Communication) si è praticamente riscritto il protocollo di "Two Phase Commit" ... quindi, per cortesia, non venitemi a dire che con Windows non si possono fare certe cose ... Poi, il discorso bug ... ma che c'entra ... se c'è un bug ... c'è un bug ... e anche qui, occorre distinguere da bug a bug, perchè ci potrebbe essere un Workaround che , per tamponare potrebbe risolvere momentaneamente il problema. Nel mondo Open Source è la Community che risolve (forse) e nell' altro mondo è Microsoft (in collaborazione con i propri partners) Detto questo, giusto per puntualizzare, altrimenti si parla per sentito dire e basta ... Microsoft ha altre colpe ... prime fra tutte quella di far nascere "tecnologie" e poi farle morire quasi subito perchè ritenute non soddisfacenti dal punto di vista "marketing" , oppure, cercare di imporre determinate tecnologie utilizzando posizioni di mercato predominanti (il Browser ne è un esempio ... ma anche il Media Player è un altro esempio ...) Detto questo, personalmente sono favorevolissimo al fatto che i PC (e solo quelli, perchè per i Server è già così) vengan venduti con l' opzione di scelta del S.O. ... però, per cortesia, non andiamo in giro ad alimentare "favole" che poi, puntualmente, possono essere contraddette ... già l' ho fatto altre volte, dimostrando, con i fatti, che quello che la maggior parte della gente crede non possibile, poi lo diventa ... mi riferisco al discorso Visual Basic ... considerato sempre il "cugino povero" del C ... ebbene anche con quel linguaggio di programmazione , si riescono a fare delle cose mooooolto interessanti, se lo si sa padroneggiare ... nè più ne meno come un S.O. E comunque, come spesso accade, siamo pesantemente OT Ciao !!
  9. Google ha lanciato nella giornata di ieri un nuovo tool specificatamente designato per aiutare webmaster e grafici nella realizzazione dei loro siti web, prestando molta attenzione a come vengono disposti contenuti e link sulle pagine. Leggi Browser Size Google: come gli altri vedono il tuo sito
  10. Un articolo da leggere per chi cerca di avviare una attività nel nostro paese: Starting a business in Italy is even harder than it is in Spain A parlare è Varsavsky, per chi non lo conoscesse è un famoso imprenditore, a capo del progetto Fon, investitore in Skype e in tante altre startup...il suo blog ha circa 20/25000 visitatori al giorno, ed è un punto di riferimento per molti. Un passaggio che dovrebbe far riflettere e che ricalca quanto detto piu volte:
  11. Facebook, il gigante da 300 milioni di utenti, oggi è disponibile in 65 lingue, merito soprattutto dei suoi utenti che tramite un tool reso disponibile sulla piattaforma del servizio Connect, hanno potuto suggerire al social network le giuste traduzioni dei singoli termini. Leggi Facebook offre un tool di traduzione agli altri siti
  12. Sto facendo una veloce ricognizione in rete partendo dal progetto Cloudera | Apache Hadoop for the Enterprise, qui parliamo di hadoop, uno degli altri progetti famosi per l'implementazione di cloud private o ibride è Eucalyptus Systems Inc ....qualcuno ha altri nomi nel mondo opensource? O esempi di utilizzo? Grazie :approved:
  13. Alla precedente edizione di HostingCon (ne parleremo a breve per l'edizione 2009) fu presentato un progetto interessante per tutto il settore webhosting, l'ennesimo tentativo di creare un'associazione che si occupasse di tutelare compagnie e clienti in questo mercato, istituendo un organo internazionale, con delle regole e degli incarichi specifici. Viene presentato sotto il nome di AIHSP, su HostingTalk.it pubblicammo una intervista, abbastanza lunga, a Paul Hirsch, responsabile dell'iniziativa e presentatore all'edizione 2008 di HostingCon del nuovo progetto. leggi tutto Leggi il resto di Associazione hosting: il fallimento di AIHSP e di molti altri progetti simili sul blog di HostingTalk.it
  14. Nonostante la mancanza di un modello di business, la crescita di Twitter sembra convincere nuovamente gli investitori della bontà del servizio di microblogging che è cresciuto del 900% nell'ultimo periodo. TechCrunch, tra i primi a riportare la notizia e un commento alla stessa, afferma che la compagnia non ha ancora speso i fondi ricevuti dai precedenti investitori e questo nuovo investimento dovrebbe consentire a Twitter di sostenere la sua spaventosa crescita, andando però anche alla ricerca di un modello di business che porti i primi guadagni nelle casse della compagnia. Leggi Twitter ricevere altri 35 milioni di dollari dai propri investitori
  15. Salve, buongiorno a tutti. Cerco un rivenditore a cui affidarmi per l'acquisto di domini di qualsiasi tipo (it, com, org, net e via dicendo), possibilmente in Italia, che mi permetta di variare i nameserver. Pensavo che con TopHost fosse possibile e ho da poco registrato due domini, ma solo successivamente mi sono accorto che non è possibile. Vostre esperienze in proposito? Cari saluti a tutti.
  16. Ho fatto una ricerca in forum e credo che non ci sia una tale discussione. L'argomento mi interessa sul vivo perchè a breve ho intenzione di cambiare server. Per questa volta ho già pensato di adottare un sistema indolore, ma ora posso permettermelo perchè ho poca roba su quel server, vorrei però studiare, con i consigli di chi ne ha, come sia possibile farlo con sistemi più complessi. In sostanza, per quello che so io, poi dite la vostra, il collo di bottiglia è il cambio dei dns se questi non sono separati completamente e lasciati fissi in un posto. Io ho il dns principale sullo stesso server dove ho i siti, quindi cambiando server (e IP) si devono spostare i dns e mi dovrei trovare (immagino a fronte della mia inesperienza) il famoso buco nero della propagazione. Per ora il problema non sussiste, ho pochi siti, di cui uno solo dinamico e gli altri per ora statici, quindi ho pensato che replicando tutto sul nuovo server e collegando il db dell'unico sito dinamico al nuovo server quando trasferirò l'utente non dovrebbe quasi accorgersi a parte quei pochi minuti in cui sposto il db. Finchè i loro nameserver li mandano al vecchio server usano quello ma se inviano contenuti vengono registrati sul nuovo db, quando la propagazione arriva a loro tutto è completato Ma se avessi più siti dinamici? Si teoricamente si potrebbe fare la stessa cosa, ma in pratica mi pare macchinosa la cosa, avete altre idee? Specifico che per indolore intendo che renda i siti oscurati il meno possibile. Non ditemi cose tipo cluster, dns messi su server a parte etc... stiamo parlando di piccole realtà. Venghino siori e siori, partecipate numerosi ed elargite saggezza ad un buon ascoltatore :emoticons_dent2020:
  17. In collaborazione con Microsoft una casella postale sul dominio Milanosemplice e tutti i servizi di Windows Live. Ad aprile la Posta Elettronica Certificata. Leggi la News
  18. Un piccolo tool per scoprire chi sono i vicini di casa del vostro sito in shared hosting ;) http://www.yougetsignal.com/tools/web-sites-on-web-server/ Non so quanto sia accurato, ma con alcune veloci prove parecchi dei miei vhost li ha beccati :stordita:
  19. La società ha potenziato i tool di sviluppo di OpenSuse, in modo che si possano scrivere applicazioni anche per ambienti rivali Leggi la News
  20. Salve, ho problemi con la posta. Uso il client di posta thunderbird con l'account email per aruba sia per la ricezione per l'invio, avendo come connessione l'adsl libero posso usare come smtp solo mail.libero.it però mi sono accorto e chiedendo a vari destinatari che molto spesso la posta inviata con l'account di aruba del tipo info@dominio.com non viene ricevuta! Per me è un vero problema per la gestione del sito, volevo sapere se c'è una risoluzione per usare in qualche modo altri smtp o quello di aruba. Grazie
×