Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'analisi'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 9 results

  1. Ricevo e pubblico con piacere una email di un nostro lettore che ha raggiunto HostingTalk.it via email e che ci chiede gentilmente consigli dopo aver letto qualche post del blog scritto da me e da Nicola. Di seguito la email di Claudio I ringraziamenti per i complimenti sono d'obbligo, ma veniamo ai consigli, cerco di dettagliarli il più possibile e divido il tutto in piu punti partendo pero dal punto '0' e poi continuando con i punti di Claudio. Punto 0, chi fa il sito e il sistema di ecommerce scelto Claudio, dici di avere un gran lavoro redazionale in atto per la creazione del tutto, ma non dici se il sito web verrà sviluppato da voi o meno, e nel caso su quale piattaforma di ecommerce. Al giorno d'oggi vi sono diverse soluzioni come sw di ecommerce, come OsCommerce, Magento ecc, è importante sapere da subito quale sceglierete, perchè la soluzione hosting a cui farete affidamento deve avere un supporto completo per questa applicazione. Inoltre, io penso che un sito di ecommerce che fa un investimento consistente nello studio e analisi del settore debba anche investire una buona somma nell'affidare la realizzazione ad una azienda professionista che possa mettere online un buon prodotto e aggiornare la piattaforma nel tempo :) Quindi su questo punto aspetto tue info per dare maggiori consigli! Punto 1, il dominio La questione è banale, la cosa migliore è prevedere un dominio .it per il vostro sito web italiano fin da subito, e registrare preventivamente anche la versione .com per vendere direttamente all'estero un domani. Tieni conto che entrambi è meglio registrarli contemporaneamente, avendo la certezza che il .com sarà in tuo possesso quando ne avrai bisogno. Entrambi i domini potranno poi puntare al tuo sito, facendo si che questo riconosca i visitatori italiani (sul .it) e quelli non italiani, portandoli sul .com e sulla versione in inglese del sito :) Direi per ora che queste estensioni sono più che sufficienti e non orientarti su altre Punto 2, pacchetto hosting Qui potrebbe essere utile una ricerca sulla nostra community con la parole "ecommerce hosting", vedrai che consigliamo sempre di affidarti ad un pacchetto che offra caratteristiche ben note e abbia uno SLA, ovvero delle garanzie. In questo caso il consiglio è di affidarti ad una azienda italiana che abbia pacchetti professionali, e scegliere direttamente con loro quello a te adatto in funzione dello spazio e funzionalità richieste (vedi punto 0). Per intenderci, evita aziende che offrono spazio illimitato, o che non hanno assistenza telefonica o tempi di intervento noti: questo per il semplice fatto che tu avrai un sito di ecommerce, nel caso di problemi devi poter parlare con qualcuno senza attendere troppo tempo. Una soluzione shared hosting va più che bene per iniziare, in futuro, se il sito crescerà potrai valutare altre soluzioni: diffida di chi parla di soluzioni dedicate, per un sito che va online da zero non servono e non ti garantirebbero la stessa qualità ad un costo maggiore. Punto 2, costi di gestione Per il solo hosting puoi partire da un pacchetto che costi intorno ai 200/300 Euro annuali, ottenendo già un ottimo servizio, ovviamente questo esclude eventuale gestione degli aggiornamenti del sito, che sono a tuo carico o dell'azienda a cui ti affidi per la creazione + gestione. Punto 3, richieste E' bene che tu esponga chiaramente le tue esigenze alla società a cui ti affidi, chieda loro i tempi di intervento stimati in caso di problemi e quali garanzie hai. Inoltre chiedi di avere un contratto leggibile e in cui siano dichiarate tutte le clausole inerenti il servizio: assicurati ad esempio che ci sia un backup (almeno settimanale) previsto e che il restore non sia vincolato al pagamento di alte somme o solo in determinate occasioni. Se la società ha un numero di telefono alza la cornetta e chiedi di parlare con un commerciale per fare tutte le domande del caso, se l'azienda ha un target professionale non avrà alcun problema a passare 15 min con te e spiegarti il tutto. Ricorda che la tua attività porta denaro, per cui è importante assicurarti di avere un'azienda solida, su cui puoi contare, nel caso di problemi. Pochi minuti fa un sito di ecommerce che gestisco non era raggiungibile su alcune linee, ho aperto un ticket e il tecnico ha appurato un problema loro interno da un x carrier. Questo è avvenuto in circa 10 min, ma non succede per caso, semplicemnte perchè la società offre un servizio professionale e il canone richiesto è per questa tipologia di target. Un esempio banale e reale per dirti che è importante in questo contesto avere una assistenza rapida e utile. Punto 4, altri consigli Il consiglio è quello di fare una analisi attenta prima di ordinare il tuo hosting, contattare diverse società e tornare eventualmente a discuterne con noi. Oltre a questo, direi che attendiamo tue maggiori informazioni per fornirti (non solo io :) ) altri consigli ;)
  2. In caso di malfunzionamento, ThousandEyes riesce ad offrire agli amministratori IT una serie di report derivanti dall'analisi dell'intero percorso networking fra l'azienda e il provider cloud SaaS, aiutando così tutti i player coinvolti a scovare il problema e a velocizzarne... Continua a leggere, clicca qui.
  3. Uno dei termini più citati dagli articoli informatici del prossimo anno sarà probabilmente Software Defined Network, immortalato tra gli hype del 2012, il prossimo anno acquisirà sempre maggior sen... Continua a leggere, clicca qui.
  4. Le performance di un sito Web sono un argomento che riguarda sia gli aspetti commerciali che tecnici. Solitamente le esigenze commerciali stabiliscono quali sono le performance minime di un sito Web. Il processo è mediato dall'analisi dei casi d'uso, la definizione dei requisiti del software e il design finale dell'applicazione. Questo vale soprattutto in fase di avviamento di un'attività o di una nuova applicazione. Ad esempio, se vogliamo offrire un servizio che preveda un carico di circa 10.000 utenti al giorno, significa che l'applicazione deve poter gestire in media 6-7 utenti al minuto. In realtà dobbiamo tener conto che l'uso di un servizio di solito presenta delle fasce di picco, ovvero un orario preferenziale durante il quale affluisce la maggior parte delle richieste.... Continua a leggere, clicca qui.
  5. La configurazione di Google Analytics come strumento per monitorare il successo di un sito è un'attività semplice e veloce. Dopo appena 24 ore dalla “installazione” dello snippet JavaScript di Google avremo a disposizione i primi rapporti. A questo punto gli utenti che utilizzano Google Analytics per la prima volta potrebbero trovarsi a disagio per l'imbarazzo della scelta. I rapporti proposti dallo strumento sono numerosi, molto più dei normali (o meglio vecchi) strumenti di monitoraggio. Con questo articolo vogliamo aiutare chi ha appena iniziato ad usare Google Analytics ad orientarsi tra i rapporti a disposizione. In particolare vedremo come muovere i primi passi tra i rapporti solitamente più richiesti e capire meglio la terminologia utilizzata da Google.... Continua a leggere, clicca qui.
  6. Uno

    "Analisi" di un pishing

    Ho messo da parte la mail da qualche giorno perchè volevo provare a vedere un pò di cose, purtroppo il sito civetta è già sparito e non ho fatto neanche in tempo a vederlo. Ecco la mail che mi è arrivata (metto la versione normale ed il sorgente) Maschero i dati del mio indirizzo mail e del mio server e anche di quel povero cristo di cui hanno usato il dominio (e forse anche il pc, visto che passa per il cliente The Bat, a meno che abbiano usato solo l'identificativo di tale client) Quindi come possiamo vedere questa fantomatica mail delle poste italiane ci manderebbe ad aggiornare i nostri dati sul sito che probabilmente c'era su http://grumaxx.com e che probabilmente simulava esteticamente il sito di poste italiane.Per chi non fosse pratico un minimo dico qualcosa che sicuramente sarà banale ai più: Primo sulla mail non ci sarebbe stato "gentile cliente" ma il mio nome e cognome, perchè poste italiane lo conosce, questi, che poi vedremo cinesi, no. Questo fa già capire al volo che c'è qualcosa di strano, prima ancora di verificare tutto il resto. Secondo ci vuole poco a vedere la barra degli indirizzi dove ci viene chiesto di aggiornare i nostri dati, inoltre in quella pagina i nostri dati sicuramente non ci sarebbero stati (anche se non ho visto, so per certo che non potevano averli, se no non avrebbero messo in piedi tutto il teatrino) mentre sul sito di poste italiane sicuramente ci sono se ci chiedono una cosa del genere. Terzo guardando i sorgenti scopriamo che la mail ci sarebbe stata inviata (non lo è realmente) da qualcuno che usa un dominio che con poste italiane non ha nulla a che fare. Andiamo avanti, ci mandano su http://grumaxx.com, un whois ci dice Mentre provando a caricare il sito sul browser non si carica (opendns che io uso mi dice subito che Il post è già lungo e mi fermo, ma mi affascina (anche se penso che sta gente potrebbe guadagnare bene se lo stesso tempo ed ingegno lo spendesse per far cose legali) vedere alcuni particolari, tipo le mail di contatto :asd: (che mi fa pensare che bisognerebbe usare un altro tipo di validazione, tipo bayesiana e/o su vocabolario, per alcuni servizi) etc... poi ho continuato con il whois sui nameserver (da li escono dei cinesi anche se potrebbero non c'entrare nulla) gibuhqar.com, viene fuori che questo è a sua volta con un nameserver ns1.dns.com.cn e qui mi fermo perchè non capisco il cinese e quello probabilmente è un comune provider cinese Ah, due ultime cose, notare che spamassassin ha già un punteggio di 4.6, vuol dire che quando è arrivata a me era già un pò che girava e stava quasi per essere messa in black list. Le date di registrazione dei domini hanno poco tempo ed i domini sono già bruciati.... chissà che mole di domini gira su questi sporchi affari....
  7. Buongiorno, vi allego le statistiche di un mio sito.. è un forum in phpBB Ora, ultimamente sta andando down molte volte perchè TopHost mi blocca le connessioni simultanee al database. Sto quindi cercando un piano hosting valido su cui appoggiarlo.. Consideriamo che a breve questo forum triplicherà iscritti e visite, quindi le statistiche che vi ho fornito sono basse.. Tipologia servizio : Shared o Reseller Piattaforma : Linux Informazioni sul sito : Immaginate una community con 2000 utenti iscritti e circa 20/30 utenti online contemporaneamente Linguaggi e database utilizzati : Usa SOLO phpBB 3 Mb di spazio disco: Mha pochi, gli utenti non possono fare chissa quali upload quindi... Traffico mensile : Immaginatelo dalle statistiche :asd: Connettività e Locazione server : Conosce perfettamente l'inglese e quindi non mi preoccupa l'assistenza in english :) Preferirei all'estero perchè mi costa meno.. sapete con il cambio che abbiamo ora :) Uptime e SLA : Mha, una volta (anni fa) avevo Aruba e matematicamente alle 16:00 si bloccava e andava offline.. io gradirei un buon livello, ora garantito o meno non mi interessa, basta che non sia una super-sola! Budget : MASSIMO 150euro l'anno Che dite si può fare qualcosa per me? PS: mi scuso per l'altro post che ho messo dove non ho rispettato lo schema di richiesta:lode: status.pdf
  8. Gli attacchi distribuiti eseguiti per bloccare l’accesso ad un servizio (DDOS) sono un minaccia significante per la disponibilità di sistemi e reti di aziende. Negli ultimi 18 mesi, la stampa ha riportato che i DDoS di “alto livello” hanno portato costi per centinaia di migliaia di euro. Leggi l'Articolo
  9. Salve, Vi volevo segnalare questo ottimo software open source per l'analisi del traffico di rete all' interno di una LAN ... anche di dimensioni molto vaste (quelle di una banca con oltre 35.000 client, per esempio ... :asd: ) ... Tale software è stato perfezionato grazie anche all'apporto di miei colleghi di lavoro che mio sono molto vicini sia come settore di appartenenza che come locazione fisica ... tantè che c'è anche la citazione nella pagina dei credits ( http://www.ntop.org/credits.html )... A mio avviso è consigliabile perchè realizzato molto bene ... molto parametrizzabile e veramente efficace. Link al sito per il download : http://www.ntop.org Ciao !!
×