Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'apache'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 98 results

  1. Salve a tutti :-) Sul mio Server VPS, basato su CentOS 6.10 e Plesk 17.8.11 mi compare questo messaggio seguito dalla lista dei processi tra cui indico quelli di Apache: Dopo alcuni minuti arriva un secondo messaggio che indica che è tutto tornato come prima: Se non intervengo con un riavvio, ogni 10 minuti (a volte ogni 20 o 30 minuti) circa arriva il primo avviso "Yellow" e successivamente dopo circa 5 o 10 minuti quello "Green"; Se riavvio il sistema sta buono per un mesetto. Chiaramente il riavvio dell'intera macchina, specie per un server, deve essere l'ultima delle soluzioni, ma ho provato a riavviare solo il servizio Apache, senza però risolvere il problema... Ovviamente so che c'è qualche sito che fa aumentare la memoria di Apache, ma secondo me un problema specifico di qualche sito (principalmente sono siti Joomla!, Wordpress e altri statici) perché dopo il riavvio il problema non si presenta più... Come potrei intervenire senza dover riavviare per forza il server? Ringrazio Anticipatamente per le Risposte :-) Edit: Con la pubblicazione mi sono reso conto che era sparita la parte iniziale del Messaggio
  2. Buongiorno. Ormai da qualche giorno mi ritrovo con i log di apache strapieni di righe che puntano a url inesistenti: [www.site.name]/?pgc=1&excmp_id=pgclk1 La solita ricerca su google non ha portato a nessun risultato... Qualcuno sa di cosa si tratta? Saluti...
  3. Ciao, avrei una domanda sul modulo per apache mod_security, che mi sta dando non pochi problemi su un piano hosting di cui sono titolare. Sfortunatamente le risposte ottenute dall'help desk del provider che mi hosta mi sono sembrate, come dire, evasive, per cui chiedo lumi su quanto mi è stato risposto. Ho registrato una eccessiva "invadenza" del modulo nel momento in cui a fronte di azioni assolutamente innocenti degli utenti del sito, iniziavano ad apparire pagine di errore 403 Forbidden, dopo l'invio di form testuali. Sulle prime avevo pensato a un errore nelle funzioni a cui faccio filtrare gli input degli utenti prima di farli accedere al database, ma ho rapidamente individuato la fonte del problema, anzi dei due problemi. 1) Wordlist antispam: La famigerata pagina di errore 403 Forbidden appare appena si tenta di inviare tramite form una qualsiasi parola "proibita". Peccato che il controllo scatta anche su parole di uso comune in italiano, come "casino" (inteso come confusione, non come casa da gioco) o come "poker". Risultato, se un qualunque utente invia un messaggio di testo in cui ha la sfiga di aver scritto "ho fatto casino" oppure "non bluffare come se fossi a un tavolo da poker", mod_security dà per scontato che l'utente sia uno spammer che pubblicizza casinò online e giochi d'azzardo. 2) Codice inviato tramite form: Mi è capitato di dover spiegare a un utente la sintassi base di una banalissima query mysql, nel momento in cui il mio messaggio ha oviamente dovuto contenere un esempio come "SELECT * FROM nome_tabella WHERE nomecampo = valore", mod_security ha dato per scontato che io fossi un hacker che tentava di forzare l'esecuzione di query dannose. E quindi mi ha fatto apparire dopo il submit la famigerata 403 Forbidden, ovviamente con perdita di tutte le spiegazioni che avevo scritto e imprecazioni a corredo che ho pronunciato quando mi è appparsa la pagina di errore Ho quindi chiesto all'help desk del mio hosting se fosse possibile disabilitare alcuni controlli eccessivamente invasivi o quantomeno esaminare la wordlist delle parole proibite per eliminare parole che in lingua italiana e nell'uso comune non implicano alcun tentativo di spam. L'help desk del mio hosting mi ha risposto che 1) Non mi può essere fornita la wordlist delle parole proibite perchè "proprietaria" 2) Che le configurazioni sono attive a livello di server e non possono essere personalizzate 3) Che la mia unica opzione è disabilitare del tutto mod_security tramite cpanel Quindi, riassumendo, secondo loro o mi tengo un modulo di sicurezza che fa apparire una pagina 403 Forbidden appena un utente scrive la parola "casino", e ovviamente rinuncio a qualunque possibilità di spiegare a un mio utente come funziona una query sql, oppure disabilito completamente il modulo mod_security rinunciando a qualunque protezione da esso offerta. Qualcuno mi può confermare che le cose stanno effettivamente così o, come sospetto, qualcuno sta semplicemente tergiverando perchè non ha voglia/tempo di cancellare un paio di righe da una wordlist e/o da un file di configurazione?
  4. Ciao a tutti, avendo la necessità di reindirizzare tutti gli accessi "non www" verso "www.miosito.com" e tutti gli accessi a "www.miosito.it" e "miosito.it" verso "www.miosito.com" ho inserito queste regole all'interno di .htaccess : RewriteCond %{HTTP_HOST} ^miosito\.it$ [OR] RewriteCond %{HTTP_HOST} ^www\.miosito\.it$ RewriteRule ^(.*)$ "http\:\/\/www\.miosito\.com\/$1" [R=301,L] RewriteCond %{HTTP_HOST} . RewriteCond %{HTTP_HOST} !^www\. [NC] RewriteRule ^ http%{ENV:protossl}://www.%{HTTP_HOST}%{REQUEST_URI} [L,R=301] La sintassi, soprattutto per il primo set di regole, è corretta? Per completezza, se può tornare utile, nel seguente link ho copia-incollato il mio .htaccess : http://pastebin.com/Ea5gVC8s Grazie Mille.
  5. La nuova caratteristica di ricerca sui petabyte gestiti da Hadoop consentirà di effettuare attività di searching senza l'uso del linguaggio SQL e con la sola digitazione delle parole chiavi di ricerca. La funzionalità è basata sul progetto Apache Solr Continua a leggere, clicca qui.
  6. Una ricerca evidenzia la presenza di un backdoor insidioso per il famoso webserver, tanto più pericoloso perchè molto difficile da tracciare rispetto ai casi precedenti. I sysadmin devono prestare la massima attenzione. Continua a leggere, clicca qui.
  7. Salve a tutti Qualche giorno fa ho comprato una vps su leaseweb perchè voglio imparare a installare i server per ospitare i miei futuri siti web. Appena mi sono arrivati i dati da leaseweb, cioè ip e pass ho effettuato immediatamente la connessione tramite ssh da terminale ssh root@ip e ho seguito questa guida http://www.comelofeci.com/installare-apache-e-php-su-centos/ andando nel browers e inserendo l'ip ho notato che la pagina di Apache non mi compare, quindi ho provato a cambiare la directory da /var/www/html a var/www/nomesito (come indicato nella guida che ho seguito) e ovviamente ho modificato il file /etc/httpd/conf/httpd.conf alla riga DocumentRoot inserendo il mio nuovo percorso. MA IL PRROBLEMA NON SI È RISOLTO. Ho provato a cercare su internet dei rimedi ma non sono riuscito a risolvere questo problema, Ho provato a riavviare il server e ho controllato che il firewall sia disattivato. Mi potete dire cosa devo fare per risolvere il problema?? Questa è la prima volta che provo a configurare un server, quindi chiedo consiglio a voi Grazie in anticipo
  8. Il progetto CloudStack - basato sul codice Citrix CloudStack che è diventato progetto Apache sette mesi - ha avuto la sua prima uscita ufficiale, dall'interno dell'incubatore Apache in cui viene ora ... Continua a leggere, clicca qui.
  9. La scorsa settimana Microsoft ha annunciato una nuova anteprima sia di Windows Azure HDInsight Service che di Microsoft HDInsight Server for Windows. Le nuove anteprime presentate alla conferenza O’... Continua a leggere, clicca qui.
  10. Google ha appena rilasciato la prima versione stabile di mod_pagespeed, il modulo open-source della compagnia per Apache che può automaticamente ottimizzare le vostre pagine web per migliorare il dow... Continua a leggere, clicca qui.
  11. Il magazine networkworld ha pubblicato una lista davvero interessante delle maggiori iniziative open source in campo Big Data, ovvero quegli strumenti informatici che consentono di gestire e manipolar... Continua a leggere, clicca qui.
  12. Ciao, ho un cliente con un VPS con licenza cPanel in scadenza. Visto che non usa cPanel vorrei utilizzare apache a mysql senza cPanel. E' possibile disistallare cPanel e lasciare apache e mysql? Se la licenza scadra' c'e` qualche cosa/script che fermera` il normale funzionamento di apache2
  13. Salve a tutti, ho un dedicato presso ovh con le seguenti caratteristiche: Intel Xeon i7 W3520 4x 2.66+ GHz 12 GB DDR3 Centos 5.4 ogni tanto ho dei picchi di connessioni su un sito(wordpress purtroppo) che arrivano anche a 800 contemporanee(in 1-2 minuti), il che fa aumentare il load del server fino a 8-9, e anche l'utilizzo della cpu da parte di apache a oltre il 350%. Ho configurato apache in questo modo: Dato che nelle ultime settimane mi è caduto apache un paio di volte, vorrei sapere se la configurazione proposta è corretta o se si può intervenire ancora in termini di ottimizzazione. Grazie anticipatamente. :)
  14. Salve a tutti, sono nuovo del forum, lo trovo veramente interessante e pieno di know-how (difficile per quello che si vede in italia), spero di dare anche io qualche contributo! Oggi scrivo perchè cerco un consiglio: vorrei sapere se c'e' un modulo di apache (o altro) per controllare il traffico usato da un Vhost su base giornaliera/settimanale/mensile. Non è necessaria l'integrazione con mrtg/rrdt/nagios, sarebbe sufficiente avere un txt con i byte passati dal Vhost. Su Freenode mi hanno già suggerito mod_cband, ma non è sviluppato da molto, buggato ed il codice è ingarbugliato. Grazie per la disponibilità!
  15. salve, mi trovi come tanti nei guai con tiscali perchè hanno cambiato il pannello di controllo mettendo apache webmin. ho provato ma senza esito a configurarlo. qualcuno può darmi una mano eventualmente anche a pagamento?mi necessità attivazione alcuni domini + ftp+ email.grazie
  16. Cerco un hosting linux (con php e mysql)per poter creare un network di blog in Wordpress che si basi su sottodomini (blog1.dominio.com, blog2.dominio.com, ecc... - inizialmente saranno solo 5/6 ma col tempo potrebbero arrivare anche a 50+) MOLTO IMPORTANTE: Mi interessa quindi che siano supportate le wildcards e che sia possibile configurare l'httpd di apache per poter installare un network Wordpress. Il budget è di circa 150€/anno (possibilmente con opzione di pagamento tramite Paypal) Vorrei trovare un hosting serio che non sparisca dall'oggi al domani (brutta esperienza con NetJaguar) e che garantisca un buon uptime dei server. Spazio richiesto: almeno 2gb (possibilmente il db mysql non dovrebbe avere limiti di spazio all'interno di questi 2gb) Banda richiesta: almeno 20gb Non mi interessa che abbia conntettività in Italia. Il sito sarà abbastanza "internazionale" con accessi da diverse parti del mondo e mi interessi che sia generalmente veloce in ogni angolo del globo :D Esiste qualcosa che fa al caso mio? :fagiano: Grazie mille!
  17. salve ho installato mono su ubuntu perchè devo far andare dei siti asp.net qui in locale se faccio xsp2 --root /home/nexus6/www/mono funziona ma io volevo farlo andare con apache... ho installato varia roba, ho cercato di seguire le guide online (tutto piuttosto datato) ma quando cerco di vedere le pagine invece che eseguirle mi chiede di scaricarle... attualmente il virtualhost è configurato così <VirtualHost *:80> ServerName local.mono DocumentRoot /home/nexus6/www/mono/ <Directory /home/nexus6/www/mono/> Options Indexes FollowSymLinks MultiViews AllowOverride All Order allow,deny Allow from all SetHandler mono DirectoryIndex index.aspx default.aspx index.html </Directory> </VirtualHost> e non funzia help me
  18. Salve, Long story short: Ho un portale con drupal molto grosso (ancora in sviluppo e non pubblico per il momento) che mi da' tante noie col carico della macchina che quando si effettuano i test con apache benchmark arriva anche a tipo 45-46. Esiste un modo server-side per """debuggare""" il collo di bottiglia che porta Apache a consumare un botto di risorse? La storia un po' piu' lunga: Il cliente che sta sviluppando il portale ha in sede due server dedicati identici (moooolto entry level ma che suppongo voglia utilizzare anche in produzione) con CPU Intel Dual Core E2160, 4Gb di ram e 2 HD in raid1 software da 1Tb; la distribuzione installata e' CentOS 5.5 a 64bit. Su uno dei due c'e' solo MySQL, sull'altro c'e' Apache. A parte che ho dovuto ripulire le installazioni standard, avevano lasciato i file di configurazione praticamente di default. In questa situazione anche la semplice navigazione del portale era estremamente lenta, con una forte occupazione di risorse e carico che sale. Ho messo mano prima a MySQL e con questa specie di tuning che ho fatto il carico della macchina e' sceso moltissimo ed ora e' quasi a posto, ma resta il problema del server con Apache. Prima c'era mod_php e avevo beneficio solo se oltre alle cache di Drupal mettevo anche APC (con relativo modulo, che altrimenti non verrebbe utilizzato): ho utilizzato anche mod_deflate e mod_pagespeed, ma con quelli il carico in alcune situazioni aumentava invece che diminuire. Ho quindi tolto mod_php e installato mod_fcgid, utilizzando worker al posto di prefork: ho avuto vari vantaggi in termini di carico anche solo con le cache di Drupal attive, ma resta sempre il fatto che i vari processi di php-cgi ogni tanto li vedi schizzare al 45-50% anche per fare il rendering di una pagina. Visto e considerato che io di programmazione so veramente poco e non so giudicare se il problema e' puramente di programmazione o di sistemistica, volevo sapere se esiste qualche tool che aiuti "server-side" a fare una specie di debug per capire dove cappero e' sto collo di bottiglia. Se volete altri file di configurazione ve li metto :) Grazie in anticipo, Alfredo
  19. Ciao a tutti, spero qualcuno possa aiutarmi a risolvere questo (piccolo...spero) problema. Stavo cancellando i logs di Apache (quelli processati dalla rotazione di Apache) e per sbaglio ho rinominato il file error_log. Risultato: al riavvio di Apache, con il comando "service httpd restart", ricevo l'errore: Unable to open logs Sul mio dedicato gira Plesk 9.0 e CentOS 5: ho provato ad accedere a Plesk e a disabilitare e abilitare nuovamente l'opzione per i logs specifici per ciascun vhost (nella sezione Web Hosting Settings), ma il problema è rimasto. Forse la situazione è anche strana: nonostante l'errore in fase di riavvio, Apache sembra funzionare normalmente (i siti ospitati sul server funzionano correttamente). Qualcuno per caso potrebbe darmi qualche dritta per risolvere il problema? Grazie mille per il vostro supporto!
  20. Salve su un server ho configurato nginx sulla porta 80 e apache sulla porta 8080... il problema è dovuto ad uno script che crea un immagine .jpg in modo automatico e il rewrite dell'url è basato sull' htaccess. Giustamente l'immagine viene processata da nginx che non leggendo il file htaccess correttamente mi restituisce l'errore 404. Non c'è un modo per escludere un determinato percorso e far processare lo script ad apache??? Grazie.
  21. Continua la discussione interna al JCP (Java Community Process) tra Apache Software Foundation e Oracle, dopo che alcune settimane fa i primi screzi avevano messo in luce ancora una volta la volontà di Oracle di dettare le proprie preferenze sullo sviluppo del linguaggio Java, negli scorsi giorni la situazione è andata peggiorando, tanto che Apache Software Foundation ha annunciato il suo abbandono all'interno del Comitato Esecutivo, un colpo basso che potrebbe avere gravi ripercussioni. leggi tutto Leggi Apache e Java ai ferri corti, possibile la rottura
  22. Ciao a tutti, ultimamente si parla molto di Nginx, dato che in questo forum sono presenti molti provider che offrono servizi di web hosting, volevo sapere se qualcuno sta utilizzando Nginx per erogare detto servizio. Come vi siete trovati in varie situazioni di traffico? Personalmente ci ho avuto a che fare e mi sono trovato discretamente, anche se inizialmente ero un po' a disagio dato che, naturalmente, chi è abituato a Apache deve "ristudiarsi" tutto. Buona serata!
  23. Google conosce l'importanza della velocità sul web, e si sta adoperando per rendere più facile anche ai gestori dei siti il miglioramento delle loro pagine al fine di aumentarne la velocità di caricamento. Pagespeed nasce come tool di Google per migliorare la composizione delle pagine e la loro compressione, oggi viene annunciato anche come modulo del webserver Apache, mod_pagespeed, in grado di apportare significativi miglioramenti alla velocità anche senza alcuna modifica alle pagine del proprio sito, ma semplicemente con l'impostazione dei parametri di cui è composto il modulo. Leggi Google crea Pagespeed, un modulo Apache per rendere i siti web più veloci
  24. Apache e Nginx continuano a crescere, e anche se per motivi diversi, entrambi lo fanno su consiglio di migliaia di hosting provider che continuano a preparare macchine, per il web o meno, con a bordo questi webserver. Il survey di Netcraft per il mese di Ottobre 2010 riporta quindi una crescita dell'1% circa per Apache, forte di poter aggiungere circa 5.5 milioni di nuovi hostnames, e una crescita dello 0,5% per Nginx, un webserver che sa farsi apprezzare e che in questi ultimi tempi ha riscosso successo anche in Italia: sono stati diversi gli utenti che hanno chiesto come installarlo e come configurarlo anche nella nostra community. Leggi Netcraft Survey: la crescita di Apache continua
  25. Salve, sto testando l'installazione di APC 3.1.4 (alternative php cache) su un server Ubuntu 10.04 con php5.3 e apache2. Il problema è che dopo aver spostato il file temporaneo di cache di APC (che di default è in /tmp) in un tmpfs (sia mettendolo in /dev/shm che rendendo la stessa cartella /tmp un tmpfs) il server Apache ora per scrivere e modificare i file del mio host ha bisogno che cartelle e file siano "www-data" come Owner e come Group. La stessa cosa mi è capitata su un server Debian (ma non di prova, quello mio reale) con php 5.2 e APC 3.0.19 (stable). Dai log di apache non trovo errori che giustifichino tale cambiamento. Adesso anche disabilitando APC il server apache vuole sempre usare www-data come credenziale per scrivere i file. Come posso ritornare alla situazione di partenza iniziale? In questo modo posso poi ritentare i passaggi e vedere da dove inizia l'errore e questo strano "cambio" delle credenziali. Grazie
×