Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'aspetti'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 5 results

  1. Quesiti giuridici circa i domini internet Vi scrivo per un problema giuridico che di solito investe i provider di servizi ed i webmaster, ma che, credo abbia un vuoto legislativo. Pertanto è molto importante SE mi aiuterete sul da farsi per non incappare, ahimè, in una procedura civile durevole secoli. 1) primo quesito: Ho un cliente, esso ha un dominio su cui io ho fatto un sito, il dominio è registrato presso il mio provider di registrazione. Il cliente ha, a sua volta, clienti che pagano per la pubblicità. Il mio cliente riceve soldi dai suoi clienti per la pubblicità sul sito che è registrato presso un register (tipo aruba.it) da me. Io ho la capacità di tenerlo in lock o meno. Il caso numero uno riguarda il mio cliente che riscuote i soldi di pubblicità e non paga il rinnovo a me che lo gestisco come webmaster. Se non mi paga io dovrei non rinnovare il dominio. Ma se non rinnovo il dominio i suoi clienti chiederanno i danni. Il mio cliente potrà dire che i danni devono essere chiesti a me che gli ho fatto scadere il dominio. Certamente il dominio all’improvviso si fermerebbe e tutti andrebbero dall’avvocato. Non sò se io sia obbligato a comunicare la cessazione del dominio essendo tale data di dominio pubblico. Riassumendo: posso lasciar scadere il dominio o sono responsabile del mancato servizio? Il fatto che non sono stato pagato è evidente. 2) secondo quesito Lo stesso cliente non mi paga né il rinnovo del suddetto dominio, né la fattura dei miei costi di attivazione servizi. Cioè non è solvente. Ma si accorge che il dominio è in scadenza. A quel punto, non volendo pagare, chiede il trasferimento ad altro provider. Posso mantenere il dominio in lock fino a che esso non viene saldato e poi lasciare seguire il trasferimento? Riassumendo: posso mantenere lo stato del dominio in lock se il cliente non paga? Vi prego vivamente di non rispondere se non sicuri. Per vari motivi. Il primo è che si sporca un bel thread con risposte tipo: mi sa che .....; non sono sicuro ma credo che ....; ma ti sei convinto di ....; se lo sapete scrivete sennò vi prego di ignorarmi. Tenete presente che certe esperienze negative capitano a tutti e che sarebbe bello avere delle soluzioni secche e pulite senza fronzoli. GRazie.
  2. Lunedi avremo online un articolo che parla della impossibilità, anche per le infrastrutture di cloud computing, di fornire risorse "illimitate", o meglio di farlo facendo si che tutto vada liscio. Ma penso che molti dei professionisti qui presenti avranno piacere di leggere un post davvero interessante sul perchè anche il cloud computing condivida dei limiti simili allo shared hosting: Cloud: Over Subscription vs. Over Capacity – Two Different Things | Rational Survivability Si tratta sempre di discorsi teorici, ma penso che molti dei punti affrontati siano un ottimo spunto per capire dove i limiti fisici dell'hardware moderno non possano essere scavalcati :) Il post è in inglese, se ci sarà interesse potremo pensare ad una traduzione con il consenso dell'autore e ad un approfondimento
  3. Cercando informazioni sulla registrazione di un sito .eu (e a questo punto estendo la domanda anche ai .it e .com) mi è sorto un dubbio. E' necessario che chi registra il dominio sia anche l'intestatario dei servizi professionali offerti nel sito a cui il dominio fa' riferimento?
  4. Se è vero che una beta è già in mano ad alcuni betatester e che ne verrà rilasciata una definitiva entro l'anno, è utile chiedersi cosa bisogna aspettarsi da Windows 7 e da un aggiornamento così vicino a quello avvenuto con Windows Vista. Le novità dovrebbero riguardare touchscreen e integrazione con i Live Services, ma ancora nulla di certo. Leggi la News
  5. Prima domanda: Velocità Cosa cambia a livello di velocità, nel caso in cui l'utenza sia italiana? E' più veloce un sito i quali server risiedono in Italia o uno i cui server sono negli USA? Qual'è la migliore posizione geografica per il server sul quale risiederà il mio sito insomma? ^^ Seconda domanda: Permessività E cosa cambia a livello di "permissività"? Nel senso di eventuali problemi con la legge.. a quanto ho letto se un forum ha un server in Italia è più facile che possa avere problemi nel caso in cui qualche utente posti certi contenuti (su punto-informatico lessi qualche giorno fa il caso dei forum dell'aduc..). E' vero? Un server negli USA è più sicuro di un server in Italia? E che mi dite dei server in Germania e in Olanda? Mi sembra che un famoso sito "estremo" che ora non ricordo si spostò in una di queste due (o da quelle parti insomma) proprio perchè un server lì è più "permissivo".
×