Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'bloccato'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 6 results

  1. salve possedevo il dominio geniusmagazine.net da 2 anni il primo anno era registrato su godaddy ma visto che mi serviva l'hosting l'ho trasferito nello stesso anno su netsons per un altro anno adesso il dominio è scaduto da 90 giorni e nel whois risulta ancora bloccato e registrato a mio nome dal Registration Service Provided By: SUPERNOVA SRL adesso chiedevo per helpdesk a netsons il quale mi ha risposto che dovevo guardare nel pannello ed aprirlo ma non vedendo alcun pulsante gli ho risposto e ricevo questa risposta: il suo dominio è ormai scaduto in data 15 giugno 2010 e pertanto non può essere trasferito. ma allora perchè risulta bloccato da loro? e mi rispondono: Salve, il dominio è ormai scaduto avendo lei NON effettuato il pagamento del rinnovo. Possiamo provare a recuperare per lei il dominio presso l'ICANN/EURID. Il costo di un tentativo di recupero è di 80€ + IVA Qualora avesse associato al dominio anche un servizio di Hosting possiamo tentare il recupero dati, il cui costo e' di 25€ + IVA. In attesa di un suo riscontro in merito. Cordiali Saluti cosa posso fare per trasfire il dominio?
  2. Questi in breve i fatti: dominio.com registrato con i dati del cliente ma la mail del registrant è quella del mantainer. Il cliente interpella direttamente il registrar e chiede che tale mail sia cambiata con la sua. Il registrar esegue ed invia, come da richiesta del cliente, l'authcode per il trasf. A questo punto il mantainer ricambia la mail e rimette la propria vanificando il trasferimento. la cosa avviene per 3 volte. Adesso il registrar dice che non può più far nulla senza l'autorizzazione del mantainer. risultato dominio bloccato. Il registrar ha avuto come richiesto visura camerale del cliente e fattura pagata del dominio al mantainer. Assurdo ma è realta. Non esiste altra strada??? non c'è una legge che tutela il cliente? Il mantainer è libero di cambiare questa mail??? grazie
  3. ciao a tutti, sono nuovo su questo forum e, anche lavorando come webmaster freelance, ogni volta che ho a che fare con la registrazione dei domini web sono dolori. In questo caso il problema e' con un trasferimento di dominio, da due gestori italiani (non credo che si possano fare i nomi, vero?) Ho dovuto spostare un dominio .com, dal gestore A (molto buono e che utilizzo per vari altri portali web) al gestore B. Ora il gestore B, di un noto gestore telefonico, dal 19 febbraio (data della richiesta e del pagamento del trasferimento) non mi da alcuna notizia in merito. Ho scritto già varie mail e ho chiaramente perso la pazienza. Ed il mio cliente ancora di più, visto che per problemi di spazio non può più utilizzare il portale web per l'inserimento dei dati. A prescindere dalle vie legali che dovrei intraprendere (che al momento non mi interessano), vorrei sapere se, posso utilizzare lo stesso codice del gestore A per passare ad un gestore C, senza avvertire il gestore B. E' possibile? Inoltre, mi consigliate, per questioni di comunicazione, che C sia italiano oppure andrebbe bene anche un provider spagnolo (dove risiedo attualmente)? Grazie in anticipo per qualsiasi risposta. Ciao
  4. Ciao a tutti, oggi dal pc della scuola, ho tentato l'accesso al mio sito (QuixoBlog.com), con mia meraviglia ho scoperto che il sito è stato bloccato, come anche FaceBook, msn e affini. Ora mi chiedo, come posso far superare questo blocco anche agli altri studenti che si vogliono collegare? Avevo pensato ad inserire un Redirect su un mio secondo Dominio inutilizzato, solamente, che una volta fatto il redirect, appare il dominio originario e quindi viene bloccato (almeno penso non ho fatto prove), quindi mi chiedo come posso fare? Aprire una porta sul server? Nascondere il dominio con una pagina con un Frame?
  5. andrea.paiola

    Il gioco bloccato

    a me sta storia che non fanno vendere un videogioco perchè secondo loro è troppo "cosaacaso" mi fa girare moooooolto le balle http://webnews.html.it/news/leggi/5607/rule-of-rose-ora-la-questione-e-europea/ http://webnews.html.it/news/leggi/6261/diversi-paesi-chiedono-il-bando-di-manhunt-2/ a voi? ( io non gioco eh... è una questione di principio )
  6. Sono quelli che offrono giochi d'azzardo senza aver sottoscritto un'apposita licenza con i Monopoli di Stato. Dal 24 febbraio sarà impedito agli utenti nostrani di accedere a quelle pagine web. Lo ha stabilito la Finanziaria, lo prevede un decreto del ministero dell'Economia ed ora anche il provvedimento assunto dai Monopoli di Stato: dal prossimo 24 febbraio cliccando sulla URL di uno qualsiasi di 517 siti gli utenti italiani non potranno accedervi. La drastica decisione, quella di impedire agli utenti nostrani di agire come meglio credono in rete, si deve al fatto che per l'ordinamento italiano solo i Monopoli possono autorizzare giochi d'azzardo: poco importa se questi si svolgono all'estero se a giocare sono italiani. Da qui dunque al blocco tout-court dei siti, quelli elencati in 11 pagine di provvedimento pubblicato dall'Azienda autonoma dei Monopoli. Da qui al 24 febbraio, dunque, gli utenti italiani che avessero delle vincite da ritirare faranno bene a provvedere, oppure dovranno dotarsi da quel giorno in poi di appositi sistemi di aggiramento del blocco. I provider collaboreranno perché le nuove disposizioni lo impongono con estrema severità: gli ISP che alla data stabilita non avessero aggiornato i propri filtri potrebbero incorrere in multe comprese tra i 30mila e i 180mila euro. Di interesse segnalare come, alle polemiche suscitate dalla censura dei siti stranieri, i Monopoli ribattano con una dichiarazione della Direzione Generale secondo cui, tra le altre cose, il provvedimento "non è oscurantista in quanto tende a non rendere accessibili i siti di quegli operatori che hanno deciso scientemente di oscurare – loro sì! – il sistema delle regole che ogni Paese democratico si dà e deve darsi per salvaguardare i consumatori, l'ordine pubblico ed il sistema competitivo". Non una parola, apparentemente, sulla libertà dell'utente italiano di navigare a proprio piacimento su Internet. Fonte: punto-informatico.it
×