Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'cina'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 9 results

  1. Divide et Impera

    Cloud Server in Cina

    Ciao a tutti, vi spiego la mia necessità: dopo aver saputo che la Cina rallenta enormemente i siti hostati su server non risendenti in loco, sono alla ricerca di una società di web hosting cinese. Mi hanno detto che alibaba ha una soluzione di cloud server simile ad amazon, ma non riesco a trovare informazioni in merito. Voi avete esperienze di hosting in cina? Grazie
  2. E' divenuto un tormentone, ma mai quanto in questo momento il passaggio a IPv6 si rende necessario: gli indirizzi IPv4 sono in rapida diminuzione e già nel 2012 il sistema potrebbe essere completamente saturo, richiedendo il passaggio forzato a IPv6. Il fatto che Cina e India stiano progettando il passaggio delle loro reti al nuovo protocollo, i cui indirizzi ricordiamo saranno a 128 bit (oggi un IP è composto da 32 bit). In India entro il 2012 si dovrà necessariamente effettuare lo switch al nuovo sistema, per tutti i data center e i centri che operano nel settore pubblico e governativo, mentre la Cina ha tempi probabilmente più lunghi, ma altrettanto ben definiti per il passaggio a IPv6. Leggi India e Cina guardano a IPv6: lo switch necessario per tutti
  3. Da sempre primo fra i ccTLDs, poco tempo fa il popolare .de era stato sorpassato dai domini .CN, frutto di una crescita strabiliante che aveva raggiunto le 14 milioni di registrazioni a Febbraio 2009. Ora, grazie ad un'impennata nelle registrazioni di domini .de, il ccTLD tedesco torna ad essere il primo al mondo per numero di domini attualmente registrati. Il calo nelle registrazioni di domini .CN è stato sensibile, una perdita di quasi 2 milioni a fine Luglio, fenomeno causato dal mancato rinnovo da parte di molti utenti: i domini .cn erano stati offerti al prezzo 1 yuan per un anno, ma al momento del rinnovo, a prezzo intero, molti clienti hanno deciso di lasciare scadere il proprio dominio. Leggi La Germania batte la Cina, il TLD .de è ancora il più popolare
  4. Alcuni cavi sottomarini, danneggiati in seguito ad una scossa di terremoto, avrebbero causato gravi interruzioni alla rete in Cina; il terremoto di Lunedì ha danneggiato ben nove cavi sottomarini, a largo delle coste di Taiwan, coinvolgendo China Unicom e China Telecom, i due più grandi operatori di telecomunicazioni del paese. Leggi Comunicazioni a singhiozzo in Cina, danneggiato più cavi sottomarini
  5. L'ultimo meeting di ICANN, conclusosi pochi giorni fa, non ha portato con se solo un nuovo CEO per l'associazione, ma anche l'ingresso di due importanti nazioni all'interno del board, parliamo di Cina e Russia. Entrambe sono due punti cardine per l'attuale situazione di ICANN, il problema della espansione del sistema dei domini anche alle lingue con alfabeti e caratteri diversi da quello latino, è molto sentito all'interno dell'associazione ed è uno dei traguardi da raggiungere nei prossimi anni. Leggi Cina e Russia nell'ICANN
  6. Ciao Sto cercando dedicato in USA e Cina anche se al momento è più urgente quello in USA. E' qualche settimana che cerco e chiedo in giro ma non vorrei capitare in qualche struttura in overselling. Fino ad ora i datacenter papabili sono: 1) Dallas Datacenter. Sono già loro cliente da quasi 1 anno e mi sembra serio ma potrei sbagliarmi visto che non ho mai provato un dedicato 2) The Planet. La qualità è nota ma i prezzi non sono molto competitivi 3) 1&1. Pare che solo i residenti US e Canada possano acquistare i loro servizi anche se procedendo all'ordine ci sono tutti i paesi quindi non saprei 4) Lineahosting. Servizio Italiano con server in USA ma quando procedo all'ordine l'unica location disponibile è l'Olanda. I prezzi comunque non mi convincono. Sono nuovo all'hosting oltre oceano e non so a chi posso affidarmi. I sopra citati sono in overselling? Ne conoscete altri? Grazie
  7. Con la popolazione più numerosa al mondo e il maggior numero di utenti al mondo presenti sulla rete, la Cina sembra voler iniziare a imporre le proprie idee e le proprie richieste nel mondo di Internet. In questi giorni sembra sia stata avviata una campagna per l'adozione di una estensione .CHINA, scritta però in lingua cinese: ?? . I responsabili del registro cinese sarebbero favorevoli alla introduzione di una simile estensione, utile per sviluppare ulteriormente la diffusione del web nel paese. Leggi La Cina vuole una proprio estensione di dominio, in cinese
  8. La Cina potrebbe presto trovarsi in difficoltà sul fronte web, gli indirizzi disponibili nel protocollo IPv4 scarseggiare ed entro il 2010 il paese dovrà adottare necessariamente l'IPv6: operatori poco interessati al passaggio e la scarsa diffusione del nuovo protocollo rappresentano un ulteriore dilemma. Leggi la News
  9. SWsoft aumenta la propria presensa sul mercato cinese grazie ad un accordo con una nota azienda produttrice di server. La mancanza di VMware sul mercato cinese rende l'occasione particolarmente interessante. Il CEO, Beloussov, pensa anche a quella che sarà la virtualizzazione di casa MIcrosoft, il progetto Viridian. Leggi la News
×