Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'cinese'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 9 results

  1. Ciao a tutti, sto cercando un hosting cinese per mettere il sito di un retro-server dato che in italia o estero non è possibile. Devo perforza metterlo su un host Cinese o Giapponese. Ne conoscete? Provo un po a cercare su google.ch e vediamo... Ciau!
  2. Si tratterebbe del più grande attacco hjhacked mai effettuato nella rete Internet, e emerge solo ora, da un documento di 300 pagine redatto dalla US-China Economic and Security Review Commission e presentato al Congresso americano. Difficile spiegare cosa sia accaduto, si tratta di un fenomeno che in passato non è mai accaduto. L'8 Aprile del 2010 per circa 18 minuti, China Telecom, il più grande operatore cinese delle telecomunicazioni, ha annunciato dei routing che hanno portato il traffico Internet americano e di altri paesi a passare, erroneamente, attraverso i server cinesi. Almeno il 15% del traffico è stato dirottato. leggi tutto Leggi Per 18 minuti il 15% del traffico mondiale è passato da un server cinese
  3. Nell'attacco cinese sono stati coinvolti più server, ieri abbiamo citato Linode, ma un articolo del Wall Street Journal ha citato anche il noto Rackspace, uno dei provider scelti come appoggio per intentare l'attacco verso i server Google. La compagnia ha confermato la compromissione di un solo server, subito disattivato, ricordando come sia sempre disponibile alla collaborazione con le autorità per chiarire eventuali modalità o dettagli sull'attacco. Leggi Rackspace: nell'attacco cinese non abbiamo responsabilità, un solo server compromesso
  4. La risposta cinese non ha tardato ad arrivare, nel corso di una conferenza stampa, il ministro degli esteri ha affermato che il governo non ha alcuna responsabilità negli attacchi diretti al popolare motore di ricerca e che l'intenzione del governo è quello di incentivare e seguire lo sviluppo di Internet, ribadendo che qualsiasi attività di hacking è illegale e perseguita, così come non si fa alcuna eccezione per le aziende estere che decidono di non aderire alle richieste governative. Leggi Google: ecco la risposta cinese
  5. Di ieri la notizia di un possibile cambiamento per Google.cn e della politica generale di Mountain View nel paese. Il tutto, secondo il post ufficiale di Google, sarebbe iniziato in seguito al rilevamento di un attacco sui server di casa Google, attacco che non ha mirato direttamente a compromettere l'infrastruttura cloud della compagnia, quanto piuttosto a utilizzare malware per infettare e accedere ai server, in particolare a quelli di Gmail. Leggi I dettagli dell'attacco cinese a Google. Non è stato il primo.
  6. Nei giorni in cui l'autorità cinese si occupa del difficile problema dei domini .CN, vietando la registrazione a registrars esteri e a persone non in possesso di licenza commerciale, sul web cinese si abbatte una nuova "scossa". La censura è l'elemento comune di queste vicende, ma Google è il nome che rende quanto accaduto ancora più importante. Leggi Google: basta compromessi con il regime cinese, fine della censura?
  7. Con la popolazione più numerosa al mondo e il maggior numero di utenti al mondo presenti sulla rete, la Cina sembra voler iniziare a imporre le proprie idee e le proprie richieste nel mondo di Internet. In questi giorni sembra sia stata avviata una campagna per l'adozione di una estensione .CHINA, scritta però in lingua cinese: ?? . I responsabili del registro cinese sarebbero favorevoli alla introduzione di una simile estensione, utile per sviluppare ulteriormente la diffusione del web nel paese. Leggi La Cina vuole una proprio estensione di dominio, in cinese
  8. Ciao ragazzi vi dovrei chiedere 2 cose la prima volevo sapere se conoscevate un free web hosting cinese sicuro . la seconda cosa volevo sapere se io posso postare warez in un sito free web hosting cinese perche in cina mi sembra che la legge del diritto d'autore e diversa e permette il warez.
  9. Nel 2010 arriverà un sistema che si posizionerà sullo stesso livello di potenza di Roadrunner di IBM (un petaflops) e sarà basato sui nuovi microprocessori Godson sviluppati localmente. Leggi la News
×