Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'computing'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 108 results

  1. Hello fellow Cloud entrepreneurs, ComputeNext.com is the awarded (Up conf winner Cloud Broker Current Standings | UP 2013 - Cloud Computing Conference 2013, Santa Clara, California) & Gartner Cool Vendor in Cloud Service Brokerage. Currently we searching for providers to get on board with their infrastructure to serve international customers which are using ComputeNext to federate their workload on the ComputeNext marketplace. Currently we support infrastructure based on several hypervisors and management solutions like : Cloudstack, Openstack, OnApp, Vmware, Hyper-V and so on. If you would like to be part of this marketplace you are at the right person. ComputeNext is currently serving 35 providers worldwide and has several opportunities available to be part of. If you have any questions, don't hesitate to ask them. marco@computenext.com Computenext presentation
  2. Cosa è Amazon AWS? Amazon, è senz'altro fra i più grandi e famosi provider di cloud computing. Infatti, il famoso negozio universale, ha allargato il proprio mercato di riferimento giungendo a rilasciare AWS, Amazon Web Services, una completa linea di servizi per il cloud computing, che vanno dai server virtuali, ai database, allo storage, ai servizi di ricerca e molto altro ancora. Fra i grandi vantaggi di questa soluzione, vi è la possibilità di tariffazione a base oraria o a consumo, la possibilità di espandere le caretteristiche della macchina in pochi click o via API, l'alta disponibilità del servizio e la disponibilità geografica, visto che amazon ha installato la propria infrastruttura in diverse aree del mondo. Come iniziare? *****ATTENZIONE**** Vi raccomando di fare tutte le operazioni con la massima cautela, dopo aver letto e compreso il listino prezzi di Amazon, così da essere coscienti delle spese che vi saranno addebitate per ogni opzione o servizio e per evitare di incorrere in costi eccessivi o peggio indesiderati. ******************* 1) Per prima cosa dovete registrarvi al servizio, cosa non proprio istantanea, visti i controlli di sicurezza per accertare l'esistenza della persona. È comunque un operazione che non dovrebbe destare particolari problemi. 2) Fatto ciò, potremo finalmente accedere alla "Console" di Amazon AWS. Da qui entriamo nella sezione EC2. 3) Entrati nella sezione, potete notare in alto a destra, che vi indicherà la regione e il datacenter in cui state operando. Lì, potrete selezionare quelle che più vi piace, tuttavia fate attenzione poichè i costi del servizio variano di regione in regione. 4) Clicchiamo a questo punto sul pulsante blu "Launch Instance" che vi condurrà al wizard per la creazione della macchina virtuale. 5) Qui vi sarà chiesto quale tipo di wizard preferite, io vi consiglio di scegliere, almeno all'inizio, per prendere dimestichezza, il "Classic Wizard". 6) Adesso dovrete scegliere la AMI (Amazon Machine Image), cioè l'immagine di sistema da installare. Amazon ne offre diverse di default, ma sono anche disponibili AMI della comunità e altre AMI sul marketplace. Attenzione non tutte le AMI sono gratuite, ma possono avere diverse tipologie di tariffazione come la AMI di Windows (spesso hanno un surplus a base oraria). 7) Scelta la AMI, ci condurrà ad una schermata dove possiamo selezionare il numero di istanze da creare e il tipo di istanze (vi consiglio di consultare sempre il listino prezzi prima di effettuare la scelta). Inoltre potremo scegliere se lanciare normalmente l'istanza con "Launch Instace", oppure se lanciare un istanza spot, con "Request Spot Instance". Quello che cambia è la tariffazione, nel primo caso abbiamo la tariffazione classica di Amazon, nel secondo invece faremo richiesta per avere un istanza dal costo variabile, che essenzialmente dipende dalla disponibilità di risorse inutilizzate da Amazon. In genere hanno un costo più basso, ma possono avere picchi che possono azzerare il risparmio o addirittura costare più dell'istanza normale. Per questo è possibile inserire un limite di budget orario, che al raggiungimento della soglia spegnerà la macchina. Rinvio comunque l'utilizzo delle istanze spot, a quando si avrà più padronanza della piattaforma, quindi scegliamo "Launch Instace", e qui possiamo selezionare la zona di disponibilità. Per adesso possiamo ignorare questo parametro e lasciarlo inalterato. Facciamo quindi "Continue". 8) Giungeremo adesso alla schermata "Instance Details", anche qui possiamo lasciare per adesso tutto inalterato, e fare di nuovo "Continue" fino a raggiungere alla schermata "Create Key Pairs". 9) Qui, se non abbiamo mai eseguito la procedura, sarà necessario scegliere "Create a new key pair". Inseriamo nella prima casella il nome che vogliamo dargli e poi facciamo "Create & Download your Key Pair". Adesso scaricherete la chiave, da conservare in un posto sicuro, che sarà necessaria per accedere alla vostra macchina tramite SSH. 10) Fate di nuovo "Continue" e vi troverete alla configurazione del firewall. Assicuratevi che la porta 22, per l'SSH, sia aperta in modo da poter accedere al server, e fate di nuovo "Continue". 11) Ricontrollate adesso il riepilogo per la creazione della macchina mostrato a questo punto della procedura, e se va bene, potete fare "Launch", inizializzando così l'istanza. Adesso dovrete attendere la generazione della macchina che impiegherà qualche minuto, fino a quando vi dirà che l'istanza è in esecuzione. A questo punto nei dettagli potrete vedere l'indirizzo IP. 12) Non vi resta che aprire, supponendo avete scelto una AMI linux standard, Putty (che potete scaricare cercando su Google). Inserite l'indirizzo del server. Poi prima di fare "Open", andate nel menù ad albero a sinistra in Connection->SSH->Auth e selezionate il file con la chiave che avete scaricato prima nel campo "Private key file for authentication". Tornate indietro e fate "Open". Adesso dovreste essere finalmente riusciti ad accedere alla vostra macchina EC2. Complimenti! NB: Il nome utente per il login, varia da AMI ad AMI. Per ulteriori approfondimenti: http://www.hostingtalk.it/it/c_0000062S/amazon-aws-e-levoluzione-dal-commercio-elettronico-al-cloud-computing
  3. Il Cloud Computing ha ricevuto molto dalle tecnologie per i VPS, tant è che gran parte delle piattaforme su cui viene servita questa tiplogia di servizio inizialmente erano create proprio per i vps. Oggi le soluzioni sono diventate ben più specifiche e abbiamo diverse piattaforme, su cui sono basate gran parte dei servizi cloud al mondo. Annoveriamo fra le principali, il conosciutissimo XEN, utilizzato sulla piattaforma Amazon EC2, la piattaforma OpenStack utilizzata da Rackspace, la piattaforma Hyper-V, alla base di Windows Azure, e infine Vmware, utilizzato ad esempio da Aruba. Visto che fra noi vi sono molti provider (ma anche chi non lo è, può dare la sua opinione), che offrono servizi cloud, sarebbe interessante avere un parere sul perchè hanno optato per una piattaforma, e non per un altra, cos'hanno di vantagioso, o svantagioso?
  4. Sembra che OVH stia per entrare nel campo del cloud computing, ne parliamo in questo articolo di oggi: OVH pronta ad entrare nel settore del cloud computing? | HostingTalk.it Dato che in questo caso difficilmente si parlerà di una offerta di alto livello, con un target professionale, chiedo a voi utenti, acquistereste oggi un servizio cloud? Quali sono la percezione o i dubbi che si presentano? :approved:
  5. Buongiorno a tutti! Scusate se intervengo subito con una richiesta, ma non so a chi altro rivolgermi. Il titolare della mia azienda sta pensando di rivolgersi a un servizio di cloud computing (in particolare Telecom e Microsoft). Mi è stato chiesto di occuparmene, però non ne ho le competenze... a naso direi che non mi sembra opportuno. Siamo un'azienda piuttosto piccola (8 postazioni) che si occupa di editoria; i programmi che utilizziamo sono principalmente di grafica e impaginazione e non tutti i software che utilizziamo hanno la licenza. Temo che, vista l'offerta piuttosto limitata, il tutto si trasformi in un aumento esponenziale delle spese anziché in un risparmio e credo che sarebbe meglio investire quei soldi in un server (il nostro si è fulminato qualche mese fa e da allora archiviamo tutto su un HD!!!). Insomma, io sono confusa, vorrei un consiglio da chi di voi utilizza il cloud o ha intenzione di farlo o semplicemente sa di cosa sto parlando, perché io non lo so affatto! Vi ringrazio anticipatamente!
  6. mi piace questa discussione..... c'è un servizio che per definizione non dovrebbe mai andare giù.. e siamo qui a contare i "microdown" senza apparente spiegazione... :) Da oggi se un server va giù posso sempre dire di avere un uptime di livello cloud :D
  7. Negli ultimi mesi abbiamo discusso più volte di cloud computing e della possibilità di utilizzarlo a dovere per quello che attualmente viene realizzato con soluzioni virtuali/shared o dedicate. Qui una serie di topic e risorse per capire cosa è il cloud computing e avere una idea generale su quello che pensano gli utenti al suo riguardo: Cloud Computing: cos?è e quali sono le aspettative attese e disattese fino ad oggi | HostingTalk.it http://www.hostingtalk.it/forum/cloud-computing-cloud-hosting/11876-quanto-e-affidabile-la-cloud.html http://www.hostingtalk.it/forum/cloud-computing-cloud-hosting/11828-qualche-dato-su-amazon-ec2-cosa-ce-dietro-il-servizio-di-amazon.html In particolare vorrei ora soffermarmi sul mercato italiano e capire quanti di voi hanno intenzione di provare in futuro una soluzione cloud e cosa ne pensano a riguardo! Sentitevi quindi liberi di rispondere a questo sondaggio e cercare di spiegare il vostro voto, se volete, nei commenti! :approved: Grazie a tutti per il vostro contributo!
  8. Microsoft e Google si preparano ad una guerra nel mondo del cloud computing, nel frangente di interesse per entrambi: i servizi di gestione di documenti online, un mercato in rapida espansione soprattutto per la clientela business di entrambe le aziende. Tutto nasce dal plugin rilasciato da Google, Cloud Connect, che consente di portare nella cloud di Google i documenti elaborati tramite la suite Microsoft Office, permettendone poi la modifica direttamente online, tramite Google Docs.* leggi tutto Leggi Google e Microsoft: è guerra sul fronte del cloud computing
  9. Secondo la ricerca di IDC dal titolo "Accelerate Hybrid Cloud Success: Adjusting the IT Mindset", i prossimi due anni costituiranno il punto di svolta per l'adozione del cloud computing in Europa, dove un'azienda su tre considera il cloud come una componente essenziale per la propria strategia IT. Stando alle stime rilasciate da IDC, gli investimenti in servizi di cloud pubblici a livello EMEA sono destinati a raggiungere i 18,8 miliardi di dollari entro il 2014. leggi tutto Leggi Cloud Computing in Europa: VMware pensa siano decisivi i prossimi 2 anni
  10. Cresce l'interesse per il cloud computing, la tecnologia che ha rappresentato uno dei temi caldi nel 2010 continuerà ad avere ampio spazio nelle testate di tutto il mondo anche nel corso del 2011, forte di un interesse che giunge tanto dal mondo della piccola e media impresa quanto da quello enterprise. Le società di webhosting stanno rivedendo in ottica Cloud gran parte dei loro servizi, e alcuni gruppi a livello mondiale si preparano ad entrare nel settore del cloud computing pubblico, al pari di servizi come Amazon EC2 e Rackspace Cloud Server. leggi tutto Leggi Spenderemo 13 miliardi di dollari entro il 2014 per il Cloud Computing
  11. Citazione: Se google entrasse nel settore hosting... Andrea una cosa è pretendere il 100% di up senza SLA una cosa sono i down giornalieri. Io aspetto che arrivi Google nell'hosting. Darà il servizio migliore del mondo a 10 dollari l'anno e a quel punto giù tutti a pedalare. -------------------------------- Io invece mi son sempre chiesto cosa succederebbe se fosse DELL ad entrare nel settore dell'hosting o del cloud computing. In fondo, Google non mi fa paura perché ha una cultura dell'innovazione (-->dei margini alti) ed entrare in un settore di commodities (-->Hosting o Cloud Computing con i margini risicati che conosciamo) vorrebbe dire cambiare tutta la cultura aziendale. Invece DELL ha: 1) Una forte esperienza nell'operare in maniera profittevole nei settori a margine risicato 2) I server, i call center per la vendita ed il supporto e la base clienti già qualificata Gli basterebbe costruire o rilevare qualche datacenter strategicamente piazzato o riorganizzare le infrstrutture (le fabbriche) già esistenti e sparse per il mondo.
  12. Giusto per ribadire che anche questi servizi, ovviamente, presentano dei downtime, ecco un sito web molto utile per monitorare tutti i downtime dei più grandi provider internazionali: da Amazon a EngineYard e così via :) CloudFail.net
  13. Ciao a tutti, prendo spunto dal post che ho scritto sul mio blog e che vi invito a leggere :asd: Dal convegno del Corriere delle Comunicazioni emerge che anche l’Italia è pronta al cambio di passo dell’informatica. Vi riporto alcune dichiarazioni Ma nonostante le criticità emerse, il cloud è già qui, pronto a mettere in discussione l’IT e il web, come fino ad ora li abbiamo pensati. Voi come la pensate?
  14. In questa serie di post parleremo di Amazon EC2 e di come utilizzare la piattaforma di cloud computing, mostrando come si muovono i primi passi per la creazione di un account e l'utilizzo e la gestione dello stesso. Non parto in quarta con qualche screenshots ma vedo di fare un passo indietro e spiegare cosa è Amazon EC2, chi è Amazon e perchè ho scelto proprio questo servizio per un esempio esplicativo di cloud computing. Sostanzialmente parlerò di perchè scegliere una soluzione di cloud computing, quando farlo e come iniziare a muovere i primi passi, fornendo prima una panoramica tecnica di come funziona EC2 e in generale gli Amazon AWS. leggi tutto Leggi il resto di Amazon EC2: dall'introduzione all'utilizzo del cloud computing -prima parte sul blog di HostingTalk.it
  15. Continuo a parlare con persone che credono poco nel cloud, almeno non al momento e non lo vedono come un business così redditizio. Eppure leggendo articoli come questo viene da pensare: http://www.mediaweek.com/mw/content_display/news/magazines-newspapers/e3ieae2fa145a05b6f7b9de4c1f6d4d6ba1 Amazon ha rubato e sta rubando una buona parte del mercato, e anche Rackspace fa vedere di saperlo fare bene, eppure i ricavi non sono ancora pari a quelli dell'hosting managed, come mostra anche quel che dice la stessa http://www.hostingtalk.it/news/hosting-oltreoceano/6383/rackspace-raggiunge-quota-100000-clienti-molto-del-merito-e-del-cloud- Insomma vendere ai clienti una soluzione cloud porta meno ricavi che vendergli un bel pacchettone di servizi tutto incluso: io ci vedo una mancanza dell'attuale modello di business e lo dicevo anche in quell'articolo, ma non ho dubbi che il cloud porrà dei grossi problemi in futuro, almeno all'hosting tradizionale. Forse la soluzione è seguire la scia e provare a usare uno di questi sistemi?
  16. Complice una richiesta di un amico l'altro giorno, stavo pensando che al momento come cloud computing "strutturato" vi è solamente la soluzione di Seeweb a livello italiano. Ancora niente di pari livello da provider anche grandi o da aziende che vogliano entrare in questo settore, quali sono i motivi? Mi pare che cloudhosting e seeweb stiano riscuotendo successo, per cui difficile capire perchè non vi siano altri investimenti da parte dei restanti provider nel mercato. Almeno di quelli "grandi" che hanno tutto il necessario per una simile infrastruttura. A breve dovrebbe arrivare NGI con una offerta cloud del suo VirtuoPro, ma si tratta sempre di una offerta diversa da quella del cloud hosting.
  17. Cloud.bg è il primo provider di cloud computing dell'Est Europa, una regione dell'Europa che ha visto in questi anni un notevole sviluppo del webhosting e del mercato ad esso collegato. Cloud.bg è di fatto il primo provider di cloud computing a lanciare una offerta basata su una piattaforma di questo tipo: l'azienda ha alle spalle Dimitar Avramov, imprenditore bulgaro che ha creato pochi mesi fa Fuscan, un sistema di cloud computing il cui target sono le compagnie di webhosting. Leggi Cloud.bg, prima piattaforma di cloud computing Bulgara, ora punta all'Europa
  18. A quasi tre anni di distanza torniamo a ospitare su HostingTalk.it, Antonio Baldassarra, CEO di Seeweb. Antonio è alla guida di una delle compagnie storiche del webhosting italiano, ed è lui stesso a farmi notare quanto tempo sia passato dall'ultima intervista, risalente ormai alla fine del 2007. Leggi il resto dell'intervista: Seeweb: ecco perchè il cloud computing è un approccio innovativo al webhosting
  19. Girovagando su PI ho trovato questo interessante articolo promozionale: Punto Informatico di Register.it. Mi sembra che il tentativo sia spiegare l'hosting e il cloud computing, a me sembra tutto leggermente confuso, ma vorrei un parere da parte di altri lettori :)
  20. L'alleanza con VMware ha permesso a Cisco di affinare i propri prodotti anche per il mondo del cloud computing. L'introduzione della soluzione hardware UCS ha fatto il resto, dando alla compagnia la possibilità di vendere non solo apparati per il networking ma anche server. Ora l'annuncio di un ingresso completo nel mondo del cloud computing, con l'offerta di una soluzione completa per chi intende avviare una infrastruttura IaaS. Si tratta di una soluzione che include, ovviamente, tutti componenti Cisco, sia nella parte computazionale sia nel networking, e si affida invece a Netapp per quanto riguarda lo storage. La virtualizzazione avverrà tramite VMware vSphere 4. Leggi Cisco fornirà una soluzione completa per il cloud computing
  21. L'articolo di ieri di Rich Miller torna a parlare della possibilità che gli attuali hosting provider si spostino nella cloud. Alcune considerazioni, personali, che mi vengono in mente e che avvalorano da un lato quanto scrive l'ottimo autore di DK, e che dall'altra pongono dei dubbi legittimi sullo spostamente dal solito data center milanese o romano ad un ambiente di cloud computing. leggi tutto Leggi il resto di Webhosting: il cloud computing cambierà davvero tutto? sul blog di HostingTalk.it
  22. Per ogni nuova tecnologia nascente solitamente si crea un indotto di aziende che producono servizi e prodotti direttamente collegati a quella tecnologia, a utilizzarla meglio, a renderla maggiormente controllabile, o semplicemente a modificarne degli aspetti apparentemente complessi. Il cloud computing ha così visto nascere intorno a se una serie di piattaforme che rispondono ad una sola esigenza: monitorare i server che ho presso un fornitore di cloud computing potendo raccogliere, da una unica schermata, tutti i datti essenziali nel lavoro di tutti i giorni. Leggi Cloudkick, il business nella gestione dei sistemi di cloud computing online
  23. Qualche mese fa Giorgio mi ha detto di aver apprezzato notevolmente questo libro di Nicholar Garr, best seller negli USA. Il titolo Big Switch: rewiring the world, from Edison to Google, racchiude di fatto tutto quello che l'autore intende esprimere in meno di 250 pagine. leggi tutto Leggi il resto di The Big Switch: una lettura consigliata per capire cosa sarà il cloud computing sul blog di HostingTalk.it
  24. Proprio in questi giorni un utente di HostingTalk.it domandava cosa fossero i CDN, effettivamente si tratta di un termine sconosciuto ai più ma di sicura importanza nella rete di oggi: il compito delle aziende che offrono questo servizio è semplice quanto complicato, distribuire contenuti, con la minore latenza possibile, in tutto il mondo, facendo si che l'utente ne possa usufruire sempre con il massimo delle performance (pensate al video online ad esempio). Leggi Cloud Computing e CDN, un incontro perfetto
  25. Nei giorni scorsi OVH ha inviato ai suoi clienti una newsletter in cui si parla del lancio, a breve, di nuovi servizi cloud. Nella newsletter si leggono i nomi "miniCloud, coreCloud, myCloud" e l'invito a seguire i forum della compagnia per avere maggiori informazioni sui betatest che verranno attivati nei prossimi giorni. Leggi OVH pronta ad entrare nel settore del cloud computing?
×