Vai al contenuto

Cerca nel Forum

Mostra risultati per tag 'dns'.

  • Cerca per Tags

    Tag separati da virgole.
  • Cerca Per Autore

Tipo di contenuto


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Trova risultati in...

Trova risultati che...


Data di creazione

  • Partenza

    Fine


Ultimo Aggiornamento

  • Partenza

    Fine


Filtra per numero di...

Iscritto

  • Partenza

    Fine


Gruppo


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Trovato 326 risultati

  1. thewebsurfer

    dns con porta

    Salve, scrivo qui per info generali, poi non sarò io ad operare. Un server Debian ha diversi processi e porte occupate, tra cui la 80. Si dovrebbe installare un'applicazione in Node.js su questo server. Essendo l'applicazione nei fatti un sito web, dovrebbe rispondere alla porta 80. Quali possono essere le possibili soluzioni? Un record DNS che risolve www.miodominio.it -> 1.1.1.1:3000 (ip con porta)?
  2. Salve amici, Sto attivando un server Postfix/Dovecot di backup su vps. Vorrei un vostro parere: Avendo gia un server di posta (operativo) associato a dominio per esempio "pippo.com" è preferibile associare il nuovo IP (quello del server di backup) ad un ulteriore nuovo dominio per esempio "pluto.com" oppure associarlo a dominio di terzo livello tipo "backup.pippo.com"? Questo anche alla luce della gestione dei certificati digitali come per esempio Letsencrypt. Grazie infinite Davide
  3. Per il blog della mia associazione in wordpress, vorrei acquistare un dominio con cinque estensioni: .it .com .eu .org .net Accogliendo il suggerimento di Ste, penso di prendere solo il dominio e poi agganciare lo spazio web così da rischiare meno in caso di down del provider che gestisce lo spazio web. Chiaramente, come suggerito da Ste, il provider deve avere il pannello per gestire il DNS e di poterli modificare. Che provider mi consigliate di non eccesivamente costoso?
  4. Salve, una settimana fa abbiamo acquistato uno dei tanti pacchetti di cloud presenti su internet da una nota società italiana. Arrivando al punto dopo aver settato tutto e caricato i vari domini ci siam resi conto che altri domini hanno dns puntati al medesimo indirizzo ip della nostra macchina (un indirizzo ip specifico). Nulla di grave se non fosse che tutte le pagine del nostro dominio principale si visualizzano sui loro domini in maniera pressochè perfetta -.- Al che dopo aver tentato di avere lumi dalla societa di hosting l'unica cosa che ci è stata risposta è "servizio unmanaged per cui sta al cliente risolvere il problema relativo a dns". Il che è giustissimo e ci pare di capire che il problema è nei dns... insomma che abbiam saltato un passaggio in base al quale l'indirizzo ip è realmente bindato alla nostra macchina e altri non possono puntare a quell'ip o quantomeno anche facendolo dovrebbe uscire pagina bianca invece che le pagine del nostro dominio principale quasi come se stessero utilizzando un curl sul dominio. Ringraziando chiunque sappia indirizzarci verso la risoluzione del problema invio i miei piu cordiali saluti P.S: sistema operativo Centos 6 / Apache. Ovviamente accesso ssh P.P.S: avevo già postato un altro messaggio poco fa ma visto che non mi ha visualizzato nessun messaggio di corretto invio etc. lo posto nuovamente. Gli amministratori mi perdonino se quello precedente era stato ricevuto :D
  5. Un pò di teoria Il servizio DNS (Domain Name System), nasce dall'esigenza di fornire un indirizzo più umano per raggiungere i server presenti sulla rete. Infatti i server sono individuati su internet con un indirizzo univoco, detto IP, che non è affatto facile da ricordare come 192.232.123.190 oppure peggio ancora, con la nuova versione del protocollo, diverranno simili a questo 1111:2435:2f4:a45:5cd2. Chiaramente sarebbe scomodo fornire alle persone un indirizzo del genere da digitare sul computer. I DNS sono come un elenco telefonico. Associano ad ogni dominio, tipo "example.com" l'indirizzo del server da raggiungere, tipo "192.168.1.123". E come un elenco telefonico, lo stesso nome, può contenere più indirizzi per spefici utilizzi, un indirizzo ip per il sito, un indirizzo per i server che ricevono la posta, o un campo con informazioni aggiuntive. Oltretutto uno stesso indirizzo può avere più nomi, per esempio, sia "example.com" che "test.it" possono puntare allo stesso indirizzo 192.145.134.111. Tuttavia in questo caso sarà compito del server fornire il sito giusto, in base al nome dominio richiesto. Infatti quando visitate un sito, il browser nella richiesta al server, gli invia anche il nome del dominio che si desidera. Passiamo alla pratica Dopo aver acquistato il proprio dominio, il provider vi fornirà un pannello di controllo, dove potrete inserire gli indirizzi IP da associare al nome dominio acquistato. Non esiste una procedura passo passo valida per tutti i provider, tuttavia concettualmente le operazioni da fare sono le medesime e quindi valide per tutti, quindi dovrete adattarle al pannello che vi trovate davanti. Per prima cosa, accediamo al pannello. Qui troveremo le configurazioni dei "records" o "campi". Questi hanno la seguente forma: Nome, Tipo, Valore. Il "nome", sarebbe il nome del dominio o del sottodominio. Il "tipo" indica la tipologia di "record" che si sta inserendo. Ne esistono diversi tipi, quelli più utilizzati sono: A - Indica che questo record, deve puntare il parametro inserito in "nome", all'indirizzo IP, inserito nel campo "valore". AAAA - Hanno lo stesso utilizzo del tipo A, solo che indicano che l'indirizzo IP inserito, è un IPv6 (tipo 1111:2435:2f4:a45:5cd2). Diciamo che allo stato attuale possiamo disinteressarci di questo tipo di campo, vista la poca diffusione nel mondo di questo standard. MX - Questo è un record particolare, perchè qui nel campo "nome" dobbiamo inserire l'IP, o un nome a dominio (seguito da un punto "." ), e nel campo "valore" la priorità. Questo campo serve per indicare ai server di posta, a quale server devono consegnare le email. Dato che possono esserci più record MX, per indicare più server, come fail over per quando magari un server per qualche ragione è irraggiungibile, bisogna impostare la priorità, in modo che chi invia l'email, contatti i server nell'ordine delle priorità impostate. CNAME - Indica che il parametro del campo "nome" è un alias di un altro nome a dominio inserito nel campo "valore" che può essere interno o esterno. Interno o esterno, nel senso che può puntare allo stesso nome di un campo A inserito nello stesso dominio, o a quello di un altro. Può essere utile quando si vuole che magari test.example.com, punti allo stesso server del record A esperimento.example.com, o magari di un dominio totalmente diverso tipo http://www.google.it. Tuttavia se il server non è configurato per rispondere a quel dominio, probabilmente non riceverete risposta. Allora poniamo che abbiamo acquistato il dominio, example.com, e abbiamo un server già configurato per rispondere a questo dominio, all'IP 192.168.123.123. Quel che dobbiamo fare è, creare un nuovo record e inserire nel campo "nome" il valore "example.com." (attenti al punto finale). Poi selezioniamo come "tipo", "A", e inseriamo come valore "192.168.123.123". E salviamo la configurazione. Adesso se scriviamo nel browser example.com, punterà al nostro server. Tuttavia noi vogliamo che anche quando gli utenti scrivono www.example.com, punti sempre al nostro server. "www" è da trattare come un dominio di terzo livello. Infatti dopo ogni punto, si scende di un livello. Per esempio "com" è un dominio di primo livello. "example.com" è un dominio di secondo livello. Quindi per far puntare il dominio www.example.com al nostro server, dobbiamo aggiungere un altro record. Qui dobbiamo stare attenti, poichè ci sono provider che nel campo "nome" vogliono venga inserita tutta la stringa "www.example.com." (attenti al punto finale), e provider a cui basta inserire solo "www". In genere se sbagliate, il pannello dovrebbe indicarvi l'errore, oppure dovrebbe fornire una configurazione di esempio. Poi come prima procedete, selezionando il "tipo" "A", e indicando nel "valore" l'indirizzo IP. Quest'ultima operazione è valida quando si vorrà aggiungere qualsiasi terzo livello, tipo "forum.example.com". NB - quando inserirete e modificherete record dns, queste modifiche non saranno subito disponibili, ma potranno impiegare fino a 24/48 ore, per essere visibili. Questo perchè bisogna attendere che le cache dei vari sistemi scadano, e che rifacciano la richiesta al server DNS. Per approfondimenti sui DNS: Guida alla creazione e gestione dinamica dei sottodomini Guida Domini - Lezione 1: Domini, DNS e Hosting. Quali differenze?
  6. Salve ho acquistato un server dedicato presso hostingperte.it, ho optato per un server linux con a bordo centos6 64bit. Ho evitato plesk e ho deciso di compilare da zero ispconfig 3, ho installato il tutto compreso le dipendenze, tutto funziona almeno a vista, nel senso che accedendo a https://mioserver:8080 navigo nella GUI, creo clienti, account ftp, email dns ecc. Ma almeno per i dns crea i record nel database ma non registra le info nel file di configurazione di bind, infatti non funzionano i dns e non riesco a far puntare il dominio al mio server. Qualcuno può aiutarmi grazie. cristian
  7. Salve a tutti. So che questa domanda è stata fatta molte volte sul web ma io ho ancora qualche dubbio. Ecco la mia situazione: ho creato un server casalingo sistema Debian 8 Stable (Jessie) e configurato i vari apache, mysql e php e il server funziona. Ora, volevo cercare di collegare il mio dominio gratis noip al mio server. Ho già creato il dominio e ho anche configurato il router affinchè supporti questa impostazione di DNS Dinamico. Quello che mi manca è collegare il dominio in modo tale che giunga alla directory di lavoro del mio server. Come fare? Ho letto (a quanto ho capito) di configurare i "CNAME" in modo tale che ci sia un redirect verso la mia area di lavoro del mio server.. ma non ho la più pallida idea di come si faccia.
  8. grey-apple

    Grave problema con Solodomini

    Salve a tutti All'incirca un mese fa, controllo il mio sito (www.grey-apple.com) e invece di visualizzarlo normalmente veniva indirizzato a uno di quei siti-directory piene di link, scoprendo poi che succedeva solo da pc ma non da mobile dove invece si visualizzava correttamente. Contatto solodomini dal quale ricevo due risposte, da due persone diverse: una dice che probabilmente mi hanno hackerato il sito perchè non avevo aggiornato il cms (wp), l'altra che dovrebbe essere un problema di DNS e che fra un paio di giorni sarebbe tornato tutto alla normalità. Dopo quasi un mese la situazione è questa: il sito non si vede, non risolve l'host e non pinga nemmeno, sparito nel nulla. E Solodomini non mi risponde più. Cosa posso fare?
  9. Ciao a tutti, sono Stefano. Questo è il mio primo messaggio su HostingTalk... ma vista la miniera di persone competenti che ho trovato leggendo il forum... sono sicuro che sarà il primo di una lunga serie... Detto questo, passo alla mia richiesta di "aiuto". Da anni uso per alcuni progetti minori DreamHost. Come sapete non è possibile registrare con loro direttamente i domini .it per cui come tutti anche io li registro con un registrar italiano e poi modifico i DNS inserendo i soliti n1.dreamhost.com e ns2.dreamhost.com; Tutto questo è filato liscio come l'olio fino a qualche mese fa: da allora sia con domini .it registrati con misterdomani.eu sia con domini .it registrati con websolutions.it (che ne frattempo sono passati alla registrazione "automatica" del dominio, senza i fax) è impossibile utilizzare i NS di DreamHost. Il problema: da quanto riportato dall'assistenza di MisterDomain, i NS di DreamHost non superano i test di configurazione del NIC. Ho provato, come detto, varie volte, con domini diversi, con 2 registrar differenti, a distanza anche di qualche mese ma l'esito è sempre lo stesso. Come detto, almeno fino al 2009 non ho mai avuto questi problemi. Ovviamente nè il registrar nel DreamHost sono stati in grado di aiutarmi a risolvere, anche se entrambi molto disponibili. Siete a conoscenza di problemi di questo genere? Sono io che "ho perso un pezzo" e sto sbagliando (probabile, faccio lo sviluppatore web, le mie competenze in questo campo sono limitate)? Ecco di seguito l'esito dei check del NIC per quanto riguarda l'ultimo dominio per il quale ho tentato di impostare i NS di DreamHost: Vi ringrazio si d'ora delle dritte che saprete darmi, sperando di poter contraccambiare al più presto Stefano
  10. Salve a tutti vi spiego la mia situazione ho acquistato recentemente su Aruba 2 domini: 1) miosito, ho preso dominio + hosting linux e ci caricherò tutto il sito, 2) Miosito.it - Home page, ho preso solo la gestione del DNS, in pratica voglio che la versione inglese del sito sia su ww w.miosito.com e la versione italiana sia su Miosito.it - Home page, ma per non gestire due siti distinti, ho preso solo la gestione del DNS per Miosito.it - Home page. Per questo dominio ho impostato il record CNAME in modo che puntasse al dominio miosito, in questo modo per controllare il funzionamento, ho caricato un file, test.html, su miosito (dove ho lo spazio l'hosting) e ovviamente è visibile all'indirizzo http://www.miosito.com/test.html, ma se vado all'indirizzo http://www.miosito.it/test.html, mi aspettavo di vedere lo stesso file siccome Miosito.it - Home page è un alias di miosito, e invece mi da errore 404! un altra cosa strana che ho notato, è che aruba di base mette nella root un file che si chiama ver.php che visualizza le info sulla versione del PHP installato sul server, e se vedo questo file su miosito è diverso da Miosito.it - Home page credo che il record CNAME non stia funzionando come mi aspettavo non capisco perchè, eppure mi sembra di aver configurato tutto correttamente qualcuno sa dirmi dove sto sbagliando? grazie
  11. Ciao a tutti, ho un problema, ho registrato un dominio su Tophost con Topname e voglio che venga ospitato su Hostinger. Sono tutto il giorno che provo a mettere sti DNS ma niente: se andavo sul sito prima mi dava la pagina di benvenuto di Tophost e ora 404. Ho messo tutto gli Ip di Hostinger modificando i record tipo A mettendo le @ e i www (cioè: @ A ip) e niente.. sono andato un pò a caso perchè non ho trovato nessun aiuto su come collegare un dominio pagato su Tophost a Hostinger. Prima per provare avevo un dominio .tk, e i dns li ho collegati in un attimo con i namesarver e il sito in 5 minuti era online.. Come devo fare?
  12. Salve a tutti, volevo chiedervi un aiuto sulle configurazioni dei dns in VHosting. Qualche giorno fa ha acquistato spazio su VHosting, il sito è online solo che il dominio di terzo livello non c'è. Io non ho modificato nulla dei dns, essendo la prima volta per me, non so cosa devo modificare e se devo modificare. Potete aiutarmi?? Grazie mille a tutti.
  13. Salve a tutti, come da oggetto sto cercando di far puntare un dominio (.it) registrato su TopHost verso il nuovo hosting HostGator. TopHost ha la bellissima idea di non farti modificare i record NS del dominio mentre il "resto del mondo" usa i NS come metodo veloce e meno soggetta problemi per far puntare un dominio ad un determinato server. Di TopHost non mi hanno ancora fornito gli accessi per aprire un ticket mentre di Hostgator ho tutto ma quando gli ho tutto ma non mi hanno mai risposto. Leggendo differenti guide online ho seguito la seguente procedura: - eliminato il record A su TopHost e creato il seguente : @ A IP_FORNITO_DA_HOSTGATOR - altrettanto per il record www : www CNAME NOME_DOMINIO Ora, tralasciando che TopHost non ti lascia inserire il "punto" finale nei CNAME e questo già mi da noia assieme al discorso dei NS, perché quando punto il server di HG ( HostGator ) mi va su una pagina a caso invece che sullo spazio di hosting?! Cosa sbaglio? Sbaglio io? Se nell'URL http://NOME_DOMINIO.IT aggiungo /~NOME_FORINTO_DA_HG si apre il sito.... Hostgator sulle sue FAQ dice tutto e nulla: dipende da chi ti gestisce i DNS del dominio come vanno impostati i DNS, ma meglio se usi i NS TopHost non dice nulla se non di mettere l'IP nel record A e poi dettagli tecnici a caso senza una guida chiara generica.
  14. Ciao a tutti, ho questa necessità ma non so se e come si può fare. Ho un solo indirizzo IP pubblico, e 3 domini 1111xxx.it, 22222xxx.it, 3333xxx.it Ogni dominio deve puntare ad una server specifico interno alla rete. In questo caso si usa un dns? potri mettere un server dns dull'indirizzo IP pubblico, e instradare in base al nome di dominio su macchine diverse ? se si, se dovessi fare anche un ftp, che sistema dovrei usare ? Grazie
  15. sampei

    host e dominio separato

    salve a tutti sono nuovo sul forum vengo subito al sodo: se io ho dominio e host separati, come si procede? - soluzione 1: nel dominio inserisco i nameserver dell'host - soluzione 2: mantengo i nameserver di dove ho acquistato il dominio e lavoro sui "record" questa, se ho capito bene, dovrebbe essere come funziona la cosa in teoria... nella pratica devo dire che mi trovo in seria difficoltà... - soluzione 1: ok, ho cambiato i name server... ma su lato hosting non dovrei impostare qualcosa? - soluzione 2: anche qui ci ho smanettato parecchio... ma l'unica cosa che mi è riuscita è la seguente (ma non è la cosa che voglio...), ho messo 2 record: @ - IP(dell'host) - A www - indirizzo del sito url - redirect url che ovviamente è un semplice reindirizzamento... mi è anche venuto il dubbio che forse l'host non permette questa cosa... cercando ho letto diverse cose, ma la confusione aumenta... se ad esempio vorrei fare una cosa come descritta qui, come si procede nella pratica: https://www.facebook.com/tophostlive/posts/137096666328762 semprerebbe la soluzione 1, però mi manca un passaggio credo :062802drink_prv: grazie e scusate la mia incompetenza
  16. Buongiorno a tutti, da qualche giorno ho acquistato un server VPS Aruba con l'intento di sfruttare i 30 domini del pacchetto e potenzialmente pubblicare altrattanti siti web. Premetto che sono un programmatore web, ma non ho mai avuto a che fare con i VPS. Nella configurazione del server, dopo l'installazione della licenza, ad un certo punto mi chiedeva di specificare il mio dominio...valore di default: localhost.localdomain e che ho sostituito con il mio dominio (esempio pippo.it) Tramite PLESK sono riuscito a creare un nuovo cliente, un dominio (tipo pippo.it) con l'IP a me assegnato e uno spazio web sul quale ho caricato il mio sito (nella cartella https). A questo punto ci sono alcune cose che mi sfuggono: 1. tramite ip da internet posso accedere al sito, ma non tramite nome (esempio pippo.it)...è un problema di propagazione? 2. questi 30 domini a disposizione non richiedono nessuna sottoscrizione a server di hosting/ domini web veri e propri? Secondo me è un problema di configurazione dei DNS. Ricordo che, una volta, se volevo un mio spazio web, dovevo attendere tutta una procedura burocratica per la registrazione e l'attivazione del dominio...possibile che con un VPS possa farne a meno? Qualcuno può suggerirmi i passi o qualche guida per configurare il mio vps, i diversi domini e gli spazi web? Grazie a tutti
  17. Buongiorno hostingtalker, spero di non essere off topic, dato che in realtà non necessitiamo di hosting, ma chiedo a voi consiglio sulle possibili soluzioni alla nostra esigenza. LA SITUAZIONE Siamo una nuova società che porta in Italia una piattaforma web di una grossa società americana. Il CMS che rivendiamo sarà hostato su server ad amsterdam. Stiamo pensando di operare le registrazioni dei domini direttamente per i nostri clienti. Prevediamo di registrare per il primo anno non meno di 100 nuovi domini. Abbiamo escluso l'ipotesi iniziale di diventare registrar per costi e tempi, per cui stiamo valutando di diventare reseller. Principalmente dovremo registrare domini .it con gestione DNS, ma non escludo che alcuni dei nostri clienti possano volere anche il servizio di posta collegato ai singoli domini. DOMANDA Quali registrar consigliate che possano soddisfare le nostre esigenze ? Al momento stiamo valutando register.it (anche se sovradimensionato per servizi offerti, ma da quello che leggo affidabile e brandizzabile nella rivendita) e aruba.it (economico e mirato al solo dominio+DNS con o senza posta), che potrebbero soddisfare Valutiamo anche altri servizi purchè affidabili nel tempo, ho letto spesso di servizi economici che poi però spariscono nel nulla, lasciando domini locked con grosse difficoltà per recuperarne la gestione. in attesa dei vostri consigli, a cui seguiranno eventuali nuove domande. Grazie zap
  18. lulu0407

    dominio.it e dns

    ciao a tutti, ho un problema con un dominio .it e il cambio dei dns. ho letto gli altri messaggi in questo forum ma non ho ancora capito bene cosa devo fare. ho trasferito un dominio.it da register a mr domain. quando il trasferimento è stato effettuato e il dominio attivo su er domain (appariva la pagina di cortesia) ho puntato i dns al mio spazio su hostgator. il risultato è che il mio sito è irraggiungibile da 10 giorni. il dominio era in pending uptade. ora, impostando i dns di mr domain il dominio è in stato ok, ma cambiando i dns (es nsXX.nomehost e ip) e inserendo i dati di hostgator il dominio torna in pending uptade. i servizi di assistenza si rimpallano le colpe. io non so più cosa fare, tipo, dove e come devo configurare la zona (su hostgator è configurata ). qualcuno mi può aiutare? grazie
  19. Un server DNS personalizzato per la risoluzione dei nomi a dominio? Ecco come implementarlo in pochi passi su un apposito cloud server Continua a leggere, clicca qui.
  20. Una raccolta degli articoli tra i più rilevanti disponibili in Rete che potranno aiutare neofiti del settore e non solo, nella configurazione DNS del proprio nome a dominio Continua a leggere, clicca qui.
  21. Hosting Solutions ha rinnovato da poco il pannello di controllo per la configurazione dei DNS, allo scopo di facilitare la gestione anche agli utenti meno esperti. Grazie all'interfaccia grafica semplice, chiunque potrà configurare DNS con estrema semplicità, limitando al minimo... Continua a leggere, clicca qui.
  22. Salve a tutti, premetto che non sono molto esperto in gestione hosting ma ultimamente ho studiato molto. ho un problema con la gestione del mio dominio, ho preso un server per la gestione aziendale in quanto stiamo fornendo servizi cloud e hosting ai nostri prodotti utilizziamo cPanel e se utilizziamo le porte :2087 o :2083 per accedere al WHM o cPanel , non abbiamo problemi. Mentre se vogliamo accedere al sito web tramite l'indirizzo ip con la porta :80 o con il nome dominio bhè qui sorgono i problemi . penso che l'errore sta nel httpd.conf del mio Server , e quindi ne riporto un pezzo. NameVirtualHost **.**.**.**:80 <VirtualHost **.**.**.**:80> ServerName mio-d-ominio.it ServerAlias www.mio-d-ominio.it DocumentRoot /home/user/public_html ServerAdmin webmaster@mio-d-omionio.it in SFTP riesco ad accedere e la cartella /user/ , riesco a caricare e scaricare i file .... l'unico problema rimane quando digito www.mio-d-ominio.it esce una pagina dove mi dice " Safari non può connettersi al server " , mentre se digito www.mio-d-ominio.it:2087 esce tranquillamente WMH aiuto questo problema mi sta facendo passare nottate in bianco P.S. per tutelare il server ho preferito inventare il dominio mio-d-dominio.it e non mettere il vero dominio
  23. Ciao a tutti. Sono nuovo e mi complimento per il vostro forum che frequento da "visitatore" da qualche tempo, dove ho trovato molte informazioni utili, spero di poterlo presto essere anche io. :icon_wink: Ho un sito su hosting OHV e da ieri ho voluto provare ad utilizzare Cloudflare per svariati motivi, il primo velocizzarne il caricamento. :emoticons_dent2020: Mi compare però nella pagina di hosting questa schermata da quando ho cambiato i puntamenti DNS che spero di aver fatto nel modo corretto. Il Vostro nome a dominio -------- è configurato su 'dora.ns.cloudflare.com, ken.ns.cloudflare.com'. Il Vostro servizio di hosting ---------- è attivo su 'ns105.ovh.net, dns105.ovh.net'. Soltanto se volete utilizzare questo servizio di hosting, dovete configurare il Vostro nome a dominio su 'ns105.ovh.net, dns105.ovh.net'. Non capisco se mi segnala un errore oppure se è solo un'avviso. :stordita: Grazie a chi potrà aiutarmi.
  24. Ho trasferito un buon numero di domini da Aruba a Godaddy, tutto liscio per 7 mesi, da qualche giorno con la mia connessione Telecom Italia li vedo a singhiozzo, gestire siti che mentre funzionano non funzionano è demotivante, ho scritto all'assistenza Godaddy, mi hanno chiesto un tracert, da ciò che risulta dal tracert (si blocca al secondo step) mi dicono che dipende dal gestore, infatti quando non vedo i siti dalla connessione Telecom riesco invece a vederli da cellulare. Da qualche ricerca su internet mi pare di aver letto che è un problema di DNS. Ma di chi? Di Godaddy, di Telecom, mio? Cosa posso fare, grazie in anticipo.
  25. Ciao a tutti, scusate per il titolo poco chiaro. Abbiamo una VPS e per un Cliente (che ha il proprio personale dominio + spazio su un importante provider, non so se posso fare il nome, fatemelo sapere nel caso non devo parlarne male :D ) ho fatto cambiare gli NS affinchè puntassero al VPS. "Ovviamente" funziona tutto. Ora però, dato che ha necessità di diverse email e non vorrei creargliele (lasciamo stare i motivi ;) mi sono trovato con utenti che come password della propria casella mettono "Password" :( ) vorrei creare una situazione simile: 1) dominio presso "provider A", con gestione DNS / NS 2) sito presso il mio VPS (che sta su "provider B") 3) caselle email su "provider A". Sulla VPS ho Plesk 11, ammesso che commercialmente possa lui farlo (non ho letto le politiche del provider) quali sarebbero le operazioni da fare? Deve "semplicemente" riattivare il suo pannello DNS, "spegnere" io il mio e che altro? Questa per capirci la configurazione attuale sulla nostra VPS: Grazie a tutti!
×