Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'email'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 163 results

  1. Ciao a tutti, è da tanto che non scrivo. Gestisco dal 2003 un forum phpbb3 che è passato da vari provider, all'inizio era aruba, poi tiscali, adesso sono su HostingVirtuale. Ho un piano di hosting di tipo condiviso (HostingPersonal). Devo dire di essere piuttosto soddisfatto del servizio, prezzi modici e buona velocità. Downtime nella norma... Ma c'è un problema, ricorrente, che ho solo con questo provider e che davvero non capisco da dove possa scaturire, e per il quale vorrei una vostra opinione. In pratica molto spesso, anche una volta a settimana, l'ip del server su cui sta il forum finisce nella blacklist di vari servizi di email (hotmail, google, tiscali, etc). Me ne accorgo perchè il forum non riesce più a spedire le email di notifica. e mi arrivano messaggi di errore di questo tipo: Generating server: it12.omnibus.net (emailacaso)@yahoo.it (o hotmail, gmail, etc) mx-eu.mail.am0.yahoodns.net #<mx-eu.mail.am0.yahoodns.net #5.7.1 smtp; 553 5.7.1 [bL21] Connections will not be accepted from 151.1.182.225, because the ip is in Spamhaus's list; see http://postmaster.yahoo.com/550-bl23.html> #SMTP# Quello che faccio è segnalarlo al provider, che risponde dicendo che richiederà la rimozione dell'ip del server dalla blacklist dei vari provider di posta. La situazione torna alla normalità per alcuni giorni finchè non ricomincia la solita tiritera, mail che di nuovo non vanno, e io che lo segnalo di nuovo. Ora a me di inviare la solita mail non porta via molto tempo, però oggi, dopo averla spedita per la trentesima volta, francamente inizio a scocciarmi. Anche perchè quando non vanno le email di attivazione degli utenti poi questi spariscono oppure mi rompono per farsi abilitare a mano... Secondo voi quale potrebbe essere il motivo di questo problema? E perchè mi succede solo con questo provider?
  2. Ciao a tutti! Sto cercando di trasferire un dominio .com che a suo tempo fu registrato dalla web agency che si occupò di registrare il dominio e creare il sito. Mi rendo conto che l'agenzia in questione ha registrato il dominio con una loro casella email (nome@nomeagenzia) e non del mio cliente. A parte l'indirizzo emai, il sito .com è registrato con i dati del mio cliente. Dato che il mio cliente ha litigato con questa agenzia e non possono contattarli, possiamo trasferire presso altro mantainer ugualmente il dominio? Come posso cambiare l'indirizzo email dell'admin c del dominio non potendo accedere a questo indirizzo email dell'agenzia? Grazie
  3. Ciao a tutti, volevo chiedere qualche informazione in merito a due trasferimenti di domini. I due siti in questione sono un .net e un .biz, a suo tempo me li sono fatti realizzare da un webmaster che oggi è completamente sparito, da mesi non risponde alle mail e al telefono, i domini scadono tra qualche mese e io mi voglio staccare da questa persona perchè di fatto mi impedisce di modificare i miei siti e non è affidabile. Il problema è che io non ho accesso al pannello di controllo per la gestione del dominio, non ho le credenziali per l'accesso via FTP, niente di niente, tramite Whois sono solo riuscito a capire presso quali provider questi siti sono mantenuti. Sempre tramite Whois ho visto che questa persona ha inserito come Admn-c me, con tutti i miei dati corretti, a parte l'email, che è la sua. Io so che per trasferire un dominio bisogna avere accesso a quella mail, e non credo proprio che lui mi autorizzerebbe il trasferimento dei domini. Quindi volevo chiedere due cose: Ma è normale o usuale che un Webmaster inserisca in admin-c la sua email se il sito l'ho pagato ed è mio? Prima di trasferire i domini devo chiedere di cambiare l'email admin-c ai rispettivi provider? (che tra l'altro sono 2 differenti). Se invio un fax con fotocopia della mia carta d'identità, il provider mi aggiorna l'email anche se non ho alcun accesso al pannello di controllo e io non ho mai avuto rapporti con lui? Insomma, secondo voi qual'è la via più semplice per uscire da questa situazione e potermi riappropriare dei miei siti? Grazie! :stordita:
  4. Ciao a tutti, per diverso tempo ho gestito alcuni domini (in tutto una ventina, tra .it, .eu e i vari ICANN) su vari registrar a basso costo come Godaddy e Websolutions.it, dato che ho sempre avuto bisogno esclusivamente della registrazione; per i DNS e per l'hosting mi appoggio altrove. Da circa un anno ho cominciato a trasferire tutto su DominioFaiDaTe, anche in virtù del fatto che, avendo finalmente aperto la partita IVA, mi conviene più trasferire i domini .it già registrati e contestualmente cambiare l'intestazione rispetto a "convertirli" con Websolutions (su cui registravo solo gli .it, in effetti.) Con DominioFaiDaTe non ho mai avuto problemi – tra l'altro so che il fondatore è la stessa persona che fondò Websolutions, prima che venne ceduta a una società milanese – e anche via email sono sempre stati piuttosto rapidi e gentili. Addirittura più di una volta mi hanno risposto anche in serata. Fatto sta che mi ritrovo con un .it in scadenza il 6 aprile di cui mi ero completamente dimenticato, e anche qui volevo approfittare del trasferimento per cambiare l'intestazione e includere la partita IVA. Websolutions è un MNT e DominioFaiDaTe è un REG; in questi casi non c'è auth code ma bisogna mandare un fax dopo aver fatto generare un ID dal REG di destinazione. L'ho già fatto per un altro dominio. Peccato che stavolta DominioFaiDaTe mi chiedesse un auth code. Lunedì 28 marzo ho interpellato Websolutions che giustamente mi ha risposto che non c'è, e ho girato la risposta a DominioFaiDaTe. Da allora ho scritto altre due volte, senza ricevere alcuna risposta. Oggi ho provato a chiamare anche il NIC, per avere conferma che l'auth code proprio non serva, e una infastiditissima impiegata mi ha risposto che "evidentemente il nuovo registrar è gestito da incapaci che non sanno quello che fanno" (sic!) Inutile dire che all'unico numero di telefono su dominiofaidate.com, ufficialmente disponibile solo per informazioni commerciali, risponda solo una cassetta che dice che non fanno assistenza telefonica. Ho perfino contattato Ucaro.it, che sembra essere partner commerciale di DominioFaiDaTe, ma l'impiegata (più gentile di quella del NIC, almeno) mi ha detto che nemmeno loro possono contattarli per telefono o fargli sapere alcunché. Bella roba. Ciononostante, facendo qualche test, ho scoperto che mettendo una cosa qualsiasi come auth code – io ho usato "nonesiste – si può procedere. Ho completato la procedura, ho pagato con paypal, e ora sono in religiosa attesa che "un operatore effeettui le verifiche e proceda con l'attivazione dei servizi", ma ho un pessimo presentimento. Se non rispondono nemmeno alle mail, come fanno ad attivare il servizio? Tanto più che per generare il nuovo ID per il passaggio da MNT a REG bisogna contattarli in mail, e se hanno problemi con il sistema dei ticket non hanno modo di leggerlo, quindi c'è il rischio che io abbia pagato a vuoto. Ora non è per i 7 euro né in realtà per il dominio, che comunque al limite posso rinnovare su Websolutions e amen, ma su DominioFaiDaTe io ho già 14 domini. Se questi fanno la fine di Areaserver mi sa che è ora di cominciare a pensare di trasferire tutto altrove... (Da Areaserver me ne andai prima che crollò tutto, e vorrei evitare anche stavolta di essere travolto.) Quindi chiedo: qualcuno ha qualche notizia in merito alla situazione attuale di DominioFaiDaTe? Qualcuno ha ricevuto supporto via email nell'ultima settimana? Mi scuso per la lunghezza abnorme del post, ma se non sono più affidabili credo sia il caso che si sappia per evitare che ci cadano anche altri. Ovviamente spero che sia solo un disguido (magari ci sono solo due persone e si sono ammalate tutte e due insieme, chissà) e che si risolva tutto...
  5. Salve a tutti. Ho un problema con il trasfarimento di un sito e non so proprio come procedere.. Nei giorni scorso ho cominciato le operazioni per trasferire un sito con dominio co.uk da un provider (A) ad un altro (B) B mi ha comunicato il TAG da inviare ad A per consentire il trasferimento. Una volta comunicato il TAG il sito è andato istantaneamente offline e sparito dali miei pannelli (mi chiedo se sia corretto..) Il problema grave è che la mail dell'admin-c era sbagliata o coumunque non più esistente. Mi hanno comunicato dal nuovo provider che mi dovrebbe arrivare un'email a quell'indirizzo per poter procedere ma quella email non arriverà mai a nessuno! Come si può procedere in questi casi? Grazie 1000!!
  6. Salve a tutti. Mi scuso per la prolissità ma preferisco spiegare nel dettaglio (magari serve pure a qualcun altro). Sto cercando di trovare un provider di email professionale, da prendere al posto di Aruba (che comunque non sembra andare malissimo, nonostante se ne dica di solito peste e corna!), per una piccola azienda che ha bisogno di una cinquantina di caselle di posta (prevedibili al massimo un centinaio nei prossimi anni, in caso di crescita). Le esigenze principali sono: 1) caselle da una decina di GB espandibili fino ad una trentina di GB o, in alternativa, spazio di archiviazione aggiuntivo per backup off-line (gestiti dal provider) per almeno 10 GB a casella, meglio se 20 GB. Questo per dover evitare di fare necessariamente backup locali per tenere salvataggi della posta da un minimo di cinque anni fino a dieci anni. Le caselle da espandere sui 25-30 GB dovrebbero essere una ventina sulle 50 complessive. Aruba come standard ha caselle da solo 1 GB e questo è il motivo principale per fare un cambiamento. 2) zero problemi con l'uso di client Outlook e, meglio ancora e se tecnicamente possibile, buona e trasparente integrazione con Outlook (tipo che l'antispam del provider butta le email incriminate direttamente in "Posta indesiderata" di Outlook invece di lasciarle in "Spam" e accessibili solo da interfaccia web, come fa Aruba). 3) filtro antispam del provider almeno parzialmente controllabile da parte del postmaster dell'azienda, nel senso di poter mettere whitelist (e magari pure blacklist) a livello globale (dominio aziendale di posta) invece di lasciar fare tutto al provider e/o dover agire a livello di singola casella e/o dover mettere blacklist sui singoli client. 4) protocollo IMAP (ma questo direi che lo offrono tutti). 5) accesso anche web, sia per gli utenti che per il postmaster (e anche questo credo lo diano tutti). 6) accesso da smartphone, sia Android che iPhone (dubito che ci siano provider che non lo consentono). 7) possibilmente costo annuo complessivo, compreso un dominio aziendale e circa 50 caselle, non molto oltre 1000 euro + IVA. Finora ho visto (più o meno bene) le offerte di: - Qboxmail: mi è sembrata la più vicina alle mie esigenze (caselle di grandi dimensioni, 8 GB, con spazio aggiuntivo fino a 25 GB a 2 euro/mese se richiesto, costo non eccessivo intorno ai 700 euro/anno + IVA per 50 caselle da 8 GB ciascuna; dimensionando invece 30 caselle da 8 GB e 20 da 25 GB sarebbero 840 euro/anno + IVA). - lo stesso Aruba acquistando per 20 caselle 5 pacchetti GigaMail (costo annuo 5 euro + IVA) per portarle ognuna a 25 GB: il costo annuo diventa 530 euro, molto competitivo ma va considerato che 30 delle 50 caselle resterebbero a solo 1 GB (mentre con Qboxmail le stesse 30 avrebbero già di base 8 GB ciascuna, buono per qualsiasi sforamento imprevisto). - Kolst: per le mie esigenze dovrei come minimo dimensionare un server da 500 GB (vale a dire in media 10 GB a casella), che è già il massimo possibile, e mi costerebbe 1500 euro/anno + IVA. Non c'è competizione con Qboxmail, nè sul prezzo nè sulle prestazioni. - Gmail G Suite: caselle ampie (30 GB) e immagino servizio professionale ma costo elevato (2000 euro/anno + IVA per 50 caselle da 30 GB). Non mi sembra ne valga la pena, a costo doppio. - Fastweb Fastmail: offerta deludente, non costa pochissimo (sui 900 euro/anno per 50 caselle da solo 1 GB) e offre poco di più di quanto offre Aruba standard (la caselle sono da solo 1 GB, come Aruba, e per quanto ho visto non espandibili; nessuna possibilità di avere spazio aggiuntivo neppure per backup offline). Mi sembra un servizio molto più per uso personale che aziendale. Fatta tutta questa lunga e noiosa premessa, faccio alcune domande puntuali: - qualcuno ha esperienza diretta di Qboxmail? - esistono altri provider (italiani o con supporto in Italia) che offrono più o meno quello che offre Qboxmail (vedi sopra)? - c'è secondo voi qualche motivo per cui dovrei riconsiderare anche Kolst o Gmail G Suite, che pure sono fuori dai parametri di scelta ciascuna per diverse ragioni, stante che l'upgrade di Aruba è comunque un'opzione (e pure la più semplice da adottare) e che Fastweb mi pare invece del tutto fuori gioco? Grazie.
  7. Ciao a tutti, ho un grave problema a cui non ho ancora trovato una soluzione. Ho di recente aperto un dominio su NETSONS, e creato una casella di posta. Il problema è che le email che invio da questo account finiscono nello spam di chi la riceve, indipendentemente dal provider (gmail, libero, hotmail ecc). Ho provato sia da webmail che da Thunderbird e Outlook, ho provato diverse porte per la posta in uscita (SMTP) e diversi metodi di sicurezza (SSL/TLS, STARTTLS), ma nulla funziona. L'assistenza di Netsons mi ha dato una risposta generica in cui sostanzialmente se ne lavano le mani, dicendo che non dipende da loro. Certo, perchè io posso senza problemi andare a controllare le impostazioni della casella di posta di tutti coloro a cui voglio inviare una mail...Sicuro! Qualcuno di voi ha idee? Grazie!:062802drink_prv:
  8. Ciao a tutti, mi chiedevo se cambiando provider di posta elettronica, una volta attive le caselle di posta sul nuovo provider, le vecchie email ricevute e inviate che sono su Outlook rimangono i vengono cancellate durante il passaggio al nuovo provider. Bisogna fare un backup delle email o rimane tutto come sempre? Grazie, ciao!
  9. Ciao, gestisco un sito web che fornisce un servizio di informazione ai sui utenti, che ricevono quotidianamente un'email personalizzata. Si tratta di circa 3000 email al giorno, in media di circa 100/200Kb l'una. Ora abbiamo un server SMTP dedicato, ma ha un costo non indifferente e vorremmo verificare quali sono le alternative. E' vitale che le email non finiscano in spam. Ogni email ha un unico indirizzo di destinazione, e ogni utente riceve una email differente. Domande: 1. Quali possono essere le opzioni alternative? 2. E' comunque necessario avere un server "in casa" o ci si può appoggiare a qualche servizio? 3. Quale è la procedura preferibile per cominciare ad utilizzare un altro mailserver? E' meno probabile finire in spam se si fanno convivere i due mailserver (inviando una parte delle email con il vecchio ed un'altra parte con il nuovo) o dalla sera alla mattina utilizzare solo il nuovo? Grazie in anticipo, Mdm
  10. Ciao, sono un web-design (al momento freelance) alle prime armi con all'attivo una decina di siti/portali realizzati ,(alcuni dei quali li devo anche gestire periodicamente), e con altri progetti già in cantiere ( penso di raggiungere i 20 siti entro la fine del 2015). Fino ad oggi mi sono sempre affidato a servizi di hosting acquistati sul momento in occasione della realizzazione del sito (we4bweb,keliweb,sl-hosting,aruba etc...); ben presto mi sono reso conto che questo modo di organizzare i siti sui quali lavoro non è molto intelligente ed economico in termini di tempo; troppe password tra cui districarsi, troppi pannelli di configurazione diversi, troppe scadenza da ricordare etc.. etc... quindi volevo sapere quale soluzione mi consigliereste di adottare in futuro per avere un'organizzazione più snella del lavoro in mondo da gestire più facilmente e velocemente i vari domini. Inoltre avrei anche bisogno di un buon servizio email per il mio dominio personale .net. Grazi
  11. Buongiorno a tutti, avrei necessità di chiarirmi quanto segue, dato che non sono un esperta in hosting condiviso, semidedicato e/o altro. Il mio problema, fondamentalmente, è l'invio e ricezione email. Premetto che non faccio spam ma mi limito a rispondere a richieste. Spiego concretamente di seguito: negli ultimi periodi, ho avuto problemi con ricezioni ed invio email. A volte mi tornavano indietro ( con messaggio Mail Delivery.. )ed altre volte vengono inviate, ma ho la sensazione che non vengano ricevute. Tempo fa, inoltre, ho avuto un dubbio sulle mie mail che finiscono in spam o indesiderata. Questo non è stato riscontrato, ma su 10 persone che mi chiedono qualcosa solo 2 rispondono ed ho anche controllato che nella maggior parte dei casi queste persone sono con email di: gmail. Il mio sito è hostato su un provider ( non so se si può fare il nome ) ed ho l'hosting condiviso, per questioni economiche all'inizio mi sono accontentata di questo. Ho chiesto al mio fornitore e mi è stato detto, che se voglio evitare questi problemi con le email, posso passare al semidedicato. Ho capito bene il fatto che, condiviso, significa avere più siti su quello spazio quindi se qualcuno fa spam ci rimetto anche io. Concludendo, chiedo a voi, secondo la vostra esperienza; per un problema, essenziale di ricezione invio e spam/ indesiderata, di email ( dato che ci lavoro ), cosa mi consigliate ? Il mio lavoro si basa tantissimo sulla risposta alle email. Non posso permettermi di perdere email o avere problemi proprio su queste ultime. - E' essenziale cambiare tipologia hosting? - Se si, quale mi consigliate? Se invece ci sono altre alternative, ben venga, attendo consigli. Grazie mille per la pazienza e chiedo scusa se non mi sono spiegata proprio bene. Francesca
  12. Giovanni Setaro

    Email in coda Server HETZNER

    Salve a tutti, ho da un paio di anni un vps acquistato su Hetzner. tra i vari siti che gestisco ho un cliente che tutti i giorni invia una newsletter a circa 2000 contatti tramite componente joomla che sfrutta PHP mail. Circa un mese fa le newsletter hanno iniziato ad arrivare ai destinatari con 10 ore di ritardo, poi ho scoperto che si era accumulata una coda sul server di quasi 10000 mail che ho ovviamente eliminato. Da allora però, le email con dominio tiscali.it, virgilio.it e altre mi rimangono in coda e non raggiungono i destinatari. Non riesco proprio a trovare una soluzione! questo è il log di una delle mail che mi rimane in coda: Received: (qmail 31333 invoked by uid 10000); 29 Nov 2014 19:00:58 +0100 To: Mimma <nome.utente@virgilio.it> Subject: ccc X-PHP-Originating-Script: 10000:class.phpmailer.php Date: Sat, 29 Nov 2014 19:00:58 +0100 From: test <info@niomedominio.com> Reply-To: test <info@nomedominio.com> Message-ID: <ODUyNzQxMAAC1697Y307BAMTQxNzI4NDA1ODc2ODM2@www.nomedominio.com> X-Priority: 3 X-Mailer: PHPMailer (phpmailer.sourceforge.net) [version 2.0.4] MIME-Version: 1.0 Content-Type: multipart/alternative; boundary="b1_8d7f7d00521e63ea11d576ebe0999f09" Spero di trovare supporto e grazie!
  13. Buongiorno ragazzi, ho un problema da diversi giorni con la spedizione di email. Ho creato un sito su Netsons e ho creato le email personalizzate del cliente. L'invio di prova funziona perfettamente, ma quando vado a rispondere al messaggio inviato ecco che si presenta l'errore. Allego il messaggio: Delivery to the following recipient failed permanently: info@xxxxxxxx.it Technical details of permanent failure: Google tried to deliver your message, but it was rejected by the server for the recipient domain xxxxxxxx.it by aspmx.l.google.com. [2607:f8b0:4003:c05::1a]. The error that the other server returned was: 550-5.1.1 The email account that you tried to reach does not exist. Please try 550-5.1.1 double-checking the recipient's email address for typos or 550-5.1.1 unnecessary spaces. Learn more at 550 5.1.1 http://support.google.com/mail/bin/answer.py?answer=6596 gp2si18533287obb.47 - gsmtp Dal messaggio di errore si capisce che il destinatario non esiste. Ma non è vero dato che ho creato personalmente l'indirizzo e poi ho effettuato l'invio di prova dallo stesso indirizzo... L'assistenza di Netsons mi diche che è un problema di Google... Insomma di chi è il problema? Avete idee su come risolvere questo fastidioso problema? Grazie
  14. Un saluto a tutti. Mi chiamo Luigi e ho trovato il vostro forum cercando di risolvere il mio problema. Ho un problema con la posta di Netsons. In pratica le mail dalla webmail arrivano a destinazione, ma nel momento in cui volessi rispondere alla stessa email o creare una nuova con quell'indirizzo ho il problema del 550-5.1.1 Allego il log dell'errore: [left][color=#2D3338][font=opensans]Delivery to the following recipient failed permanently:[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]info@miodominio.it[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]Technical details of permanent failure:[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]Google tried to deliver your message, but it was rejected by the server for the recipient domain [left][color=#2D3338][font=opensans][left][color=#2D3338][font=opensans]miodominio[/font][/color][/left] [/font][/color][/left] .it by aspmx.l.google.com. [2607:f8b0:4003:c05::1a].[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]The error that the other server returned was:[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]550-5.1.1 The email account that you tried to reach does not exist. Please try[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]550-5.1.1 double-checking the recipient's email address for typos or[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]550-5.1.1 unnecessary spaces. Learn more at[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]550 5.1.1 [/font][/color][/left] [url]http://support.google.com/mail/bin/answer.py?answer=6596[/url] [left][color=#2D3338][font=opensans] gp2si18533287obb.47 - gsmtp[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]----- Original message -----[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]DKIM-Signature: v=1; a=rsa-sha256; c=relaxed/relaxed;[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]d=gmail.com; s=20120113;[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]h=mime-version:in-reply-to:references:date:message-id:subject:from:to[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]:content-type;[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]bh=Wew/Vz0WHetPwKcwaJR3IpkJGMYUZGo3Q/ugguwR4WE=;[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]b=xepowZ134uNMf35u1mPTWrI8XHP0gJMfXoXYtJ6Y0QJDwWej9Yw8E/ej84qadpSEZL[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]RCIBWCfnF66iFa+GctrX/xi33XWJ+pW8UBPfU9thK/y9zVkrRyIgWcCAjzKdQ37nkgoj[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]LKAmMYkWqEoW4vgY8HaVjp79o/c9JlJY2EUxgjZ2OOQYmadlrFvhtpRa1BzwAKV/J/EA[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]BTTOaCy8vTfPis2EdBJgPIlKIb7KC4wVVvPy2uOicVY+vX+8zDgFqGvFe5SiZTpGtO7g[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]xmIb9odjrp0ps4k05GfNqck2lwHi189K4EmWF1K3xFPkzOKs1hGhKiTLc72TYhUSnudF[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]t9IQ==[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]MIME-Version: 1.0[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]X-Received: by 10.182.29.101 with SMTP id j5mr34850374obh.20.1411481191329;[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]Tue, 23 Sep 2014 07:06:31 -0700 (PDT)[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]Received: by 10.76.123.11 with HTTP; Tue, 23 Sep 2014 07:06:31 -0700 (PDT)[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]In-Reply-To: <[/font][/color][color=#2D3338][font=opensans]20140923140532.Horde.Qe7PGOIFEWCkYQkarViDNg2@cpanel.fsistaredil.i[/font][/color][color=#2D3338][font=opensans]t>[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]References: <[/font][/color][color=#2D3338][font=opensans]20140923140532.Horde.Qe7PGOIFEWCkYQkarViDNg2@cpanel.fsistaredil.i[/font][/color][color=#2D3338][font=opensans]t>[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]Date: Tue, 23 Sep 2014 16:06:31 +0200[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]Message-ID: <[/font][/color][color=#2D3338][font=opensans]CAFs1WFp1xbDuTsdZ2UMpCiENdu0tZm__-q3sckJ93vqu4_x+yw@mail.gmail.co[/font][/color][color=#2D3338][font=opensans]m>[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]Subject: Re: prova[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]From: Luigi <emailricevente[/font][/color][color=#2D3338][font=opensans]@gmail.com[/font][/color][color=#2D3338][font=opensans]>[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]To: [/font][/color][color=#2D3338][font=opensans]info@[left][color=#2D3338][font=opensans][left][color=#2D3338][font=opensans]miodominio[/font][/color][/left] [/font][/color][/left] .it[/font][/color] [color=#2D3338][font=opensans]Content-Type: multipart/alternative; boundary=001a11c200ca0436430503bc1396[/font][/color] [/left] L'assistenza di Netsons dice che non è un loro problema ma di Google (in effetti ho da loro altri 3 siti e nessuno presenta questo problema). Ho aperto un topic sul forum di Google ma al momento nessuna risposta. Qualche dritta? Grazie.
  15. SPF e DKIM sono i record DNS che consentono di implementare una tecnologia di autenticazione delle missive elettroniche per superare con successo i filtri antispam Continua a leggere, clicca qui.
  16. MyMailServer aggiunge importanti novità alla piattaforma di gestione email nella cloud e attiva nuovi server per l'invio e la ricezione delle missive elettroniche Continua a leggere, clicca qui.
  17. L'MX Secondario di Hosting Solutions permette di avere Continua a leggere, clicca qui.
  18. Un server virtuale, opportunamente configurato, può essere utilizzato come mail server. Le caratteristiche hardware di un server virtuale sono importanti per poter gestire al meglio le proprie email, vediamo quali accorgimenti prendere in merito. Continua a leggere, clicca qui.
  19. Ecco come configurare le email, inviate automaticamente da WooCommerce agli utenti del portale, per informarli su ogni azione compiuta Continua a leggere, clicca qui.
  20. QBoxMail è una startup italiana che da poche settimane ha lanciato il proprio servizio: elimina la necessità di gestire un mail server sui propri server, si possono creare illimitate email per più più domini e si paga per singola casella.... Continua a leggere, clicca qui.
  21. Secondo una recente ricerca, il miglior veicolo del messaggio pubblicitario per un e-commerce è il messaggio di posta elettronica. Negli Stati Uniti, le email aumentano il numero delle conversioni, mentre i social network risultano ancora poco efficaci Continua a leggere, clicca qui.
  22. In questo articolo vedremo come organizzare una infrastruttura cloud per gestire i servizi più comuni presenti in azienda. Questo articolo rappresenta il primo passo per pensare la propria infrastruttura di cloud computing, sia che si parta da zero, sia che... Continua a leggere, clicca qui.
  23. Yahoo chiude i battenti di Mail Classica e obbliga gli utenti ad accettare condizioni di servizio giudicate lesive della privacy. Chiunque decida di rifiutare la scansione dei contenuti, dovrà scaricare la posta e disattivare il proprio account in modo... Continua a leggere, clicca qui.
  24. Si avvicina un periodo caldo, anzi caldissimo, per la PEC. La scadenza del 30 Giugno 2013 impone alle aziende del settore di accelerare nella proposta di caselle di posta elettronica certificata. A doverla attivare saranno tutte le ditte individuali italiane,... Continua a leggere, clicca qui.
  25. Un nuovo tool online messo a disposizione da Yahoo! rivela anche dove la compagnia ha il maggior numero di utenti nel mondo e l'attività secondo per secondo all'interno del suo network. Yahoo! Mail è il terzo servizio di email più utilizzato al mondo. Continua a leggere, clicca qui.
×