Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'esperienza'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 46 results

  1. Ciao a tutti ragazzi, volevo mettervi al corrente che un acquisto di un server dedicato con seflow è diventato un odissea assurda. Fino ieri non c'è stato bisogno (per fortuna), della loro "assistenza" e tutto è andato più o meno liscio. Purtroppo oggi ho dovuto aggiornare il pannello di controllo web e per un errore nel codice del pannello stesso, smanetta tu che smanetto io mi toccava reinstallare tutto il sistema operativo. Voi mi credete che è dalle 17:08 che scrivo papiri di roba all'assistenza e mi rispondono con laconici "cosa le da", "c'è un tastino cosi", "per maggiori info faccia riferimento a", "un url", ecc. ecc. Cose cosi. Ok, adesso verrà fuori qualcuno e dirà: ma hai l'assistenza basic. Embeh?!? Ditelo in che cosa consiste st'assistenza basic cosi uno si regola prima e semmai acquista dell'altro. Cioé ragazzi è vergognoso, sono sei ore che mi dovrebbero dire cosa digitare dopo una procedura di restore e mi rimandano ad un link dove pur eseguendo alla lettera quanto scritto non ne vengo a capo. Chiedo anche il KVM OVER IP e udite udite; prima me lo sconsigliano dicendomi che posso ripristinare anche senza, io chiedo come fare allora, e come risposta ho un bel link. Beh, questo servizio l'ho pagato subito e tra l'altro non è specificato che se lo acquisti lo hai quando piace a loro e soprattutto se lo acquisti per 24 ore lo devi usare per 24 ore continue. Mi date una mano a trovare sul sito di seflow l'informazione sul diritto di recesso che, come prevede la legge, se non presente proroga il diritto stesso fino 3 mesi?. Intanto sono sei ore che ho i servizi down. Scusate ma davvero se la meritano la cattiva pubblicità, è assurdo che possa esistere un servizio cosi. Provate a seguire i link eXtreme Protection .: SeFlow.it Knowledge Base e Ottenere ed installare il Live Boot Remote .: SeFlow.it Knowledge Base e ditemi se non portano ad un vicolo cieco senza possibilità alcuna di venirne fuori se non tramite la pseudo assistenza.
  2. Qualcuno risponderebbe alla domanda sopra "magari", a qualcun altro sarebbe indifferente. Ormai son passati 8 mesi da quando Windows 8 è fra noi, e le vendite sono un disastro. Infatti sembra che gli utenti mal digeriscano la neo versione, basata su metro e più "amica" dei tablet che dei pc. Con Windows 8.1 (alias Blue), ripristineranno per la gioia di molti, il pulsante start, nell'interfaccia desktop di windows, e anche la possibilità di avviare Windows, direttamente con l'interfaccia desktop e non più solo metro. Una correzione di rotta, che potrebbe arrivare forse troppo tardi. Chi di voi ha fatto il passaggio a Windows 8? Chi di voi attende Windows 8.1? Siete soddisfatti? Perchè effettuare il passaggio? Io per adesso rimango con Windows 7, dopo un veloce tour in Windows 8. Perchè? Perchè non ho trovato nulla che mi convinca a passarci. Dell'interfaccia metro non me ne importa nulla, e pur non volendola comparare al menu start, non è di sicuro più pratica, non mi dà nulla di più di Windows 7. Lato desktop, è la stessa grafica di Widnows 7, ma senza più gli angoli smussati. Prestazionalmete, nessuna differenza...
  3. Passare alla cloud, impone un cambio netto di visione della propria infrastrutta, non solo a livello hardware, ma soprattutto a livello applicativo. Infatti, sulla cloud si può contare su sistemi molto più personalizzati (se prima si era su hosting), e con possibilità di espandare dinamicamente in base alle necessità le risorse a propria disposizione. Se prima per assorbire i picchi ci si doveva dotare di costese infrastrutture, o magari di costosi piani hosting, questo oggi può essere evitato, a patto di aver ottimizzato il proprio applicativo per poter trarre tutti i vantaggi da queste piattaforme. Chi ha affrontato il passaggio alla cloud, quale è stata la vostra esperienza? La ripetereste? Avete adattato la vostra applicazione per questo tipo di piattaforma? PS mi rivolgo non solo ai clienti, ma anche ai provider che hanno spostato la propria infrastruttura su cloud.
  4. I pannelli di controllo, sono qualcosa di fondamentale per i server gestiti da utenti inesperti, o sicuramente con poca esperienza in ambito server. Tuttavia anche i professionisti si confrontano con questi software, un pò perchè si trovano ad amministrare server gestiti in parte da utenti meno esperti, oppure perchè se si è un provider, bisogna dare all'utente un modo per gestire il proprio account, soprattutto in ambiente hosting. Il punto è, questi pannelli, per gli utenti più esperti sono utili? li utilizzate? O preferite accedere tramite SSH al server e gestirvi tutto a mano? Se li utilizzate, mettere mano pesantemente alla configurazione dei demoni, o ritenete affidabile la loro configurazione autoimplementata?
  5. Oggi vi pongo una domanda, che si pongono spesso molti utenti, soprattutto coloro che si avviano ad amministrare magari un piccolo VPS ,server o una macchina cloud, o che magari vogliono fare della gestione dei server la propria professione... Come si diventa SysAdmin? Come lo siete diventati voi? Come avete imparato i segreti dell'hardening? (la sicurezza è il problema più grande per un neosysadmin che porta la propria macchina online) Vorrei che questa discussione diventasse una grande raccolta di esperienze e consigli, in modo che chi abbia voglia e soprattutto passione per entrare a far parte di quello che è, a mio avviso, uno dei più affascinanti settori tecnologici, possa farsi un idea di come muoversi.
  6. Salve, mi presento mi chiamo Antonio, premetto che non capisco nulla sulla programmazione dei computer e il loro linguaggio macchina,ma è da un pò di giorni che cerco di trovare persone molto capaci per creare un nuovo sistema operativo. Io ho un idea per superare le grandi imprese multinazionali come la Microsoft,Apple però questa grande idea è costeggiada da un ancor più grande problema...... Costruire da zero un sistema operativo che supporti tutti i programmi in commercio. Perciò cerco persone realmente capaci, per creare una nuova società multinazionale. Mi raccomando fatemi sapere e non risparmiatevi commenti e risate... Può sembrare ridicolo questo post ma non lo è. a presto, antonio
  7. Spero di non andare contro il regolamento, e non voglio apparire come uno che vuole pubblicizzare, ma scrivo solo perchè se al tempo quando chiedevo info ( qui e qui ) avessi trovato un topic così mi sarei risparmiato pessime esperienze. Giusto per rendervi partecipi delle differenze arrivavo da un hosting da circa 250 euro annue per 2 giga di spazio, e una volta incassata TUTTA la somma, puntualmente trovavo lentezza, down continui, backup eseguiti alle 23 con relativo down durante il salvataggio... una volta durante l'operazione evidentemente il fatto che gli utenti ancora postavano si è corrotta una tabella di vbulletin..., be l'assistenza è arrivata lunedi mattina, si perche qualsiasi cosa succedeva dalle 17 di venerdì sera niente assistenza fino a lunedi alle 10. Certo, spostarmi di host mi spaventava e mi ha fatto rimanere fermo per più tempo di quanto avrei voluto. Il mio primo trasferimento di un grosso database è sempre un dramma, ma alla fine è un'esperienza che bisogna saper gestire, è stata poi meno complessa di quanto immaginavo e visto poi il risultato attuale ne è proprio valsa la pena. Molto titubante invece di un banner su html.it questa volta mi sono affidato alla firma di un utente del forum, sono finito su questo sconosciuto webhostingperte e visto che il pagamento è mensile mi sono detto: proviamo... Per questo ora mi sento di elogiare questo webhostingperte.com poco conosciuto e dal dominio che si confonde, con loro ho un contratto dedicato pro (massimo 15 clienti per macchina), e non mi sono mai trovato meglio. A parte la macchina performante, i soli 3 down da qualche minuto in 6 mesi, come potete vedere mi offrono tantissimo spazio web, nessun limite di banda (ovviamente sono io che per rispetto VOGLIO mettermi dei limiti e non mi metto a uplodare film e giochi che tutti scaricherebbero) illimitati domini, ip dedicato, pagamento mensile, e sopratutto tantissima professionalità. Mi è capitato di aprire un ticket (per un non funzionamento di un script che IO avevo generato) il 31 dicembre alle 18.00, giusto pensando di accodarmi per le risposte il 3 gennaio, dopo 10 minuti ho avuto assistenza ! cosi come anche i sabati e la domenica. Quindi per farvela breve, sono felice di aver trovato questo hosting e spero che chi si trova nella mia situazione di qualche anno addietro possa risparmiarsi le mie esperienze e distinguere chi lavora bene magari senza pubblicizzarsi da chi invece fa l'opposto.
  8. Salve a tutti, vorrei dare il mio picco contributo al forum. In circa 2 anni ho usato i seguenti provider : joomlahost.it ; hostservicenet.com e joomlaspace.it Joomlahost.it: All'inizo il servizio era abbastanza deludente, continue disconnessione dal database (usando un cms), risolti in breve tempo ma sempre fastidiosi. Acquistai da loro perche' erano i primi a fornire pieno supporto a Joomla.Dopo un po' le cose sono migliorate ma comunque spesso i siti erano irraggiungibili anche se per poco tempo. Il server era in Italia. L'assistenza è discreta sia dal punto di vista della tempistica di risposta che dalla risoluzione del problema. Con loro ho avuto come pacchetto quello base (entry), che secondo me è un po' caro. Comunque ho optato per trasferire i domini dopo l'ultimo down del server. Ripeto non erano prolungati ma continui. In conclusione non lo consiglierei. hostservicenet.com: prezzi sicuramente competitivi, diverse soluzioni per vari usi e costi. L'ho usato per circa un anno e mezzo con il pacchetto VH1000, inizialmente non ho avuto grosse difficoltà, il server era ospitato in una webfarm negli USA ma comunque voloce. L'assistenza è veloce nella risposta ma non sempre esauriente nella risoluzione del problema. A mio (personalissimo) giudizio poco professionale, dando spesso la colpa delle cose alla sfortuna.. Ultimo atto che mi ha fatto scappare è stato il down del server dovuto ad un attacco. Il down si è prolungato per vari giorni e la cosa piu' assurda è che i backup dei siti era su un hd sempre sul server, quindi persi anche quelli. Fino a quel momento lo avrei anche consigliato ma dopo ho decisamente cambiato idea e non lo consiglio. joomlaspace.it: Sono con loro da circa 2 anni prima con il servizio joomla-mercury versione medium e poi il piano reseller-mars con la versione small. I server sono in Italia e la velocità mi sembra molto buona. L'assistenza è veloce sia nella risposta che nella risoluzione dei problemi, sempre cortesi. Ci sono stai piccoli down ma credo siano anche fisiologici, sempre prontamente risolti. Sicuramente il piu' stabile che abbia provato fino ad ora. Danno assistenza per tutte le problematiche anche non legate direttamente ad un problema reale del server (un paio di volte avevo sbagliato io nella gestione dei servizi) I prezzi mi sembrano nella media. Veramente professionali, sicuramente lo consiglio. Mi pare che sia regola del forum fornire un sito per i mantainer che si consigliano: http://www.grandespettacolo.it/ Spero di essere stato utile, considerate che è la prima recensione che scrivo :D
  9. salve a tutti. Mi domandavo se il dropshipping e' una ottima idea tra rischi -benefici per chi prima di imbattersi nell'avventura dell'e-commerce decide di farsi le ossa con questo sistema. Al dropshipping bisogna sposare l'apertura obbligatoria di un proprio sito internet e anche su questo ho i miei dubbi se farmi fare un sito mio o se invece mi conviene aprirne uno di quei siti ecommerce quasi gratis o magari pagando una cifra di circa 100 euro o piu' e allora ti danno la possibilita' di avere piu funzioni con inserimento anche fino a 1000-2000 prodotti. COSA NE PENSATE? ringrazio gia' a chi mi dara' dei consigli.
  10. Salve ragazzi, vorrei mettervi a conoscenza di un fatto spiacevole che mi è capitato con TopHost. Ho acquistato un nome a dominio .it, con il servizio topname. Successivamente ho inviato tramite mail la richiesta di cambio dei dns autoritativi. Ho ricevuto risposta (preconfezionata) dove mi negavano la possiblità di cambiare i dns, e mi spiegavano come aggiungere add A e CNAME (passo per passo). Mi hanno consigliato di cambiare maintainer. Ora mi chiedo è possibile che in tutto il mondo si possano cambiare i NS senza problemi, e qui in Italia sia cosi difficile mandare un modulino tecnico? L'innovazione guarda all'IPV6, e noi siamo qui a bisticciare per un cambio di NS? Ma dove siamo? Vi consiglio di stare alla larga da Tophost, non per il piccolo accadimento in se, ma perchè in un momento di crisi come questo va premiato chi lavora e si impegna nelle piccole cose di ogni giorno..nel progresso e nello sforzarsi di fare due click anche per chi ha bisogno di un esigenza particolare (a tophost non costa niente fare il cambio NS). Saluti, Thomas
  11. buongiorno, possiedo un piano micro con i suddetti hoster, ieri ho avuto un problema abbastanza serio con un cliente che ospito altrove e ci tengo a sottolineare che il problema è stato per colpa di tiscali non per colpa di chi hostava o per colpa di w4w. ad ogni modo il senso di questa mail è un altro, volevo spezzare una lancia in favore della disponibilità e della competenza del servizio assistenza (via ticket) di w4w, sono molto precisi e soprattutto ti seguono, cosa che in Italia sinceramente, nella mia esperienza almeno, è avvenuta, in questi termini, solo con Seeweb (dove ho tutti i miei siti). insomma da oggi su w4w ospiterò i progetti meno impegnativi come risorse e come occupazione ma di sicuro avrò al mio fianco un partner sul quale poter contare. grazie a tutti.
  12. Spero torni utile questa mia esperienza. Sento la necessita` di parlarne perche` il servizio in oggetto ha un certo costo e impelagarcisi e` un danno che nessuno poi ripaghera`. Dopo aver usato Aruba ed aver visto nel 2005/2006 cose allucinanti, tipo ritardi di risposta ai tickets di 1 settimana con dominio completamente paralizzato o semi-paralizzato per loro problemi ADO (quindi su asp), nel 2006 li ho mandati completamente a quel paese trasferendo tutti i domini (una 30ina) su piano business 2 di Consultingweb (il top disponibile con loro). Sono stato contentissimo perche` i ticket avevano come tempo di risposta robe da fantascienza tipo 15 minuti e tutto viaggiava alla velocita` della luce. Con la nascita del provider Rubalo vengo contattato da una persona le cui iniziali sono A.M :) che mi spiega che Consultingweb sta diventando l'Aruba da cui ero gia` fuggito!:mad: Ma subito non notavo differenza e non avendo voglia di fare casini resto li'. La differenza e venuta col tempo... e che differenza!!!! Stato attuale Consultingweb (ormai full Aruba 100% in tutti i sensi!) - Tempo medio di risposta ai ticket: 2 giorni! (da ex max 20 minuti a 2 giorni!!!) Grandi! :approved: - I nuovi hosting non sono piu` raggruppati su macchina singola, tutti assieme, stesso IP, raggiungibili con 1 solo ftp unico, ma sono sparsi sulle macchine del momento. Non e` un grande problema, ma se uno faceva affidamento su quello... ad esempio un dialogo inter-sito cambia prestazioni. - Config precedenti non vengono aggiornate e quando la macchina non ce la fa piu` (O FINGONO CHE NON CE LA FACCIA per forzare al cambiamento), si e` semplicemente costretti a passare su macchine che sono praticamente Aruba (si vede anche col trace route). Nel mio caso la macchina dove sono, ha iniziato ad avere blocchi che durano ore e ore in cui pagine che usano ADO vanno in script timeout per un semplice open o creazione dell'oggetto. - A peggiorare il tutto, hanno tolto il reset notturno che prima veniva fatto ogni notte per sistemare eventuali (onnipresenti) memory leaks di IIS/Windows e quindi e` anche peggio... e non lo mettono piu` perche` dicono non essere possibile causa procedure di backup (nel 2010 con la tecnologia presente sara` difficile fare un batch che a fine backup di una macchina gli imponga un riavvio?:cartello_lol:) - Problemi di posta a cui ho ormai rinunciato e non li segnalo neanche piu`. Ogni tanto provando ad inviare in SMTP si ha il messaggio che il server e busy e di riprovare piu` tardi o cose simili. Cosa fantastica se si pensa che ho acquistato il servizio top della gamma. Ultimo caso pratico di assistenza PARANORMALE: Dato che le uniche soluzioni ai problemi terminano dopo qualche ticket in "Se vuole gli spostiamo il sito su altra macchina", ho accettato perche` sulla macchina attuale non sta piu` funzionando una mazza (e c'ho 34 domini!). Inizio a trasferire il 1' dominio. Segue magicamente un botta e risposta via ticket da soli 20 minuti l'uno (probabilmente ci tengono a passare tutto su Aruba). Arriva il momento finale in cui devono solo essere aggiornati i DNS. Mi confermano che e` avvenuto e che tra 2 ore il dominio puntera` alla nuova macchina. Dopo 2 giorni mi faccio risentire col ticket perche` di DNS variati non c'e` ombra. Mi dicono: "Ehm... fatto... tra 2 ore ci sono". Sono passati 6 giorni e di DNS aggiornati non c'e` ancora ombra. Gli ho scritto un nuovo ticket e sto aspettando da altri 2 giorni. Immaginate se per ognuno dei 34 domini dove fare queste scene: quando finisco nel 2020? Morale: Ormai non c'e` piu` alcun motivo di usare Consultingweb per avere un servizio migliore di Aruba, anzi c'e` il caso che tra variazioni amministrative (e anche li' e` un casino: paghi col B.B. e ti mandano comunque comunicazioni e bollettini postali. Annulli un dominio e lo lasciano attivo. Paghi ma non vedono il pagamento) Piano piano sto abbandonando Microsoft in tutti i sensi (os in ufficio, sviluppo software desktop e server) per cui gia` con questo cambiamento migliorero` tanti problemi, ma nel frattempo, per mantenere i precedenti situcoli web asp, mi sa che me ne ritorno dal buon Andrea Margiotta dove so di che morte si muore, perche` che che se ne dica (o letto alcune note negative qui e alcune sue mosse pubblicitarie da furbetto censurate :) ) se su Rubalo si comporta come in precedenza sulla ex Consultingweb del 2006 per me e` un servizio piu` che accettabile e miliardi di volte migliore di Aruba e Consultingweb attuale. E io non sono Margiotta che fa finta di essere un utente soddisfatto, parlo per esperienza vissuta con Aruba dal 2002 quando era ancora casereccia e vendeva anche internet nelle scatole Technet, passando per l'Aruba spa, Consultingweb Margiotta e l'attuale Consultinweb Aruba!:) ). Quindi penso che a questo punto daro` una chance di nuovo a Margiotta/Rubalo, tanto peggio di cosi` e` impossibile. Se qualcuno ha un'idea migliore senza dover spendere cifre per hosting che costano piu` che comprare un server, mi avvisi. Tra l'altro avevo anche pensato di mettere un server in ufficio e gestirmi tutto da solo, togliendomi dai maroni qualsiasi altro problema esterno... solo che abito all'Elba e l'HDSL qui non ha le cifre di Milano Caldera: siamo sull'ordine di 2mbit = 1200 euro al mese (ho un amico qui nell'ufficio al lato al mio che ce l'ha perche` offre servizi via radio e gli serve per forza). Con la cifra di un 1 mese solo ci viene un server a noleggio in una webfarm per tutto l'anno! Ciao a tutti.
  13. In data 28 dicembre 2009 procedo all'acquisto di due domini sul sito di ServerUp.it, provider nuovo sulla scena italiana che credo si appoggi (da cliente?) alle strutture di ServerPlan. Eseguo la procedura online e procedo al pagamento a mezzo bonifico bancario con il mio account di online banking Unicredit. Per accelerare l'espletamento delle formalità invio la schermata della ricevuta del bonifico all'apposito indirizzo e-mail del provider. La mail mi torna indietro. Provo ad inviarla a tutti e 4 gli indirizzi presenti sul sito. Mi torna indietro. Forse è l'allegato... invio una mail senza allegati. Mi torna indietro. Apro la finestra dell'helpdesk ma c'è solo un form per l'inserimento di un messaggio. Invio il mio messaggio e ricevo una risposta automatica, ma nessuno risponde alla mia richiesta di aiuto. Il 30 dicembre ricevo questa risposta: Bene! Rispondo confermando i miei dati. La mail mi torna indietro. Invio un altro messaggio attraverso l'helpdesk. Nessuna risposta. Il giorno 4 gennaio ricevo dal nic (badate bene, direttamente da nic.it, non dal provider) una mail che mi annuncia l'attivazione dei domini (in verità mi arriva due volte la mail dello stesso dominio, ma fa niente) ed effettivamente i miei domini (frkweb.it e lotusf1.it) risultano attivi. Decido di configurare i dns dei miei domini... ma sul sito di ServerUp non c'è nessun link al pannello di controllo! Ovviamente non ho ricevuto nessuna mail da loro con i dati utili alla amministrazione dei domini... Provo a entrare nell'area clienti: Firefox mi restituisce un errore di "license failed" o qualcosa di simile. Richiedo l'invio della password per l'area clienti: me ne arrivano due, diverse, a distanza di un minuto l'una dall'altra! Dopo svariati tentativi riesco ad esntrare nell'area clienti cambiando browser. Nessuna traccia del pannello di gestione DNS. Apro due tickets a distanza di 3 ore l'uno dall'altro. Nessuna risposta. Oggi, 5 gennaio, ancora nessuna risposta. Posseggo due domini che non posso configurare nè reindirizzare verso i miei spazi web, pur avendo regolarmente pagato la registrazione e risultando titolare degli stessi. Cosa posso fare? Ho notato che come registrar è indicato ServerPlan... provo a rivolgermi a loro pur non avendo nessun rapporto commerciale con tale azienda? Contatto ICANN?
  14. Preambolo: In questo periodo da casa uso umts per collegarmi ad internet tramite cellulare. Il mio sistema Linux riconosce automaticamente la chiavetta bluetooth quando l'inserisco, ma non mi fa altrettanto automaticamente il bind in rfcomm sul cellulare. Potevo inserirlo negli script di avvio, ma non volevo una cosa fissa che si avviasse anche quando mi collego via rete normale (adsl). Stufo di aprire il terminale ed inserire la password di root decido di scrivere due righe in tk ed expect. Una finestrella minimale con due pulsanti (apri e chiudi) ed un led verde quando è aperto il bind. Roba da 10 minuti... ed infatti tanto ci ho messo. Il "bello" è che non avevo mai usato expect come package di tcl, l'ho sempre usato standalone semmai richiamandone lo script da altri programmi. (in questo modo funzionava, ma volevo far tutto insieme per due righe di roba) E non funzionava..... non prendeva la password in automatico e si bloccava. Il bello è che ho il libro sui fondamentali di Tcl, Tk e buona parte delle estensioni, expect compreso, ma era una cosa talmente stupida che non pensavo mai di dover guardare. Debugga e ridebugga, non riesco a capire perchè non prende la password in automatico... alla fine mi decido a vedere il libro. Alla voce Send (comando usato per inviare password e successivi comandi in maniera automatica): "si osservi che send è in conflitto con il comando Tk con lo stesso nome. Utilizzare exp_send." :062802drink_prv: Lavoro di 10 minuti (ad esagerare) mi ha rubato un'ora solo perchè non mi sono deciso prima a leggere il libro Meditate gente...
  15. Dopo la richiesta di consigli di pochi giorni fa, ho iniziato ad usare seriamente il servizio di Messagenet, per avere un proprio numero fisso e abbinarlo ad un cellulare. Il sw su iPhone è piuttosto "scarno", il motivo è che non avendo la possibilità di lavorare sotto 3g (colpa di Apple), bisogna per forza di cose lavorare con una connessione wifi, e quindi vincolati ad essere a casa o in ufficio. Discorso totalmente diverso se avete un cellulare con So Symbian, nel mio caso un e61i, su cui ho installato il sw di casa Messagenet: pochi minuti ed era tutto attivo, conversazioni perfette e garantite anche in umts dalla Super Internet di H3G che con 3 GB di traffico mese dà buoni spazi di manovra! Devo dire che finalmente ho trovato una soluzione VOIP che funziona egregiamente e senza costi esuberanti, utilissimo avere il fisso sempre con se anche quando si è in giro. Vivamente consigliata Messagenet, tra l'altro vedo che i fondatori sono gli stessi di KPNQwest del dc milanese a Caldera ed entrambi attivi da tempo nel settore tlc e voip :) Come per i servizi hosting dovrebbero esserci maggiori informazioni in merito a questi servizi, penso possa essere utilissimo per un libero professionista o per un'azienda anche di questo settore che deve lavorare anche in mobilità, continuando a fornire ai propri clienti un numero fisso! Un grazie ad Archimede che mi ha consigliato la soluzione!
  16. L'altro ieri, girovagando in cerca di domini liberi e di registrar, mi sono imbattuto in una offerta su Godaddy che "svende" domini .info a soli 62 centesimi. Dato che non avevo ancora provato tale registrar, decido di registrare un dominio e procedo alla compilazione di tutti i campi necessari, fornendo i miei dati personali e fiscali. Arrivato alla fase di pagamento, seleziono PayPal e vado avanti. Sulla loro pagina di pagamento mi viene richiesta una carta di credito che non ho: sul mio account PayPal c'è già del credito che provvedo a ricaricare dal mio conto corrente bancario. Ho già effettuato acquisti all'estero e in Italia con tale account senza problemi. Anche i piani di hosting che ho attivi presso un provider presente su questo forum li ho pagati con PayPal senza avere nessuna carta di credito. Invio un messaggio (in inglese) al supporto tecnico, specificando il problema e gli estremi dell'ordine e il sito mi informa che riceverò risposta entro 2 ore. Ricevo subito una e-mail automatica che mi informa che il mio problema sarà vagliato entro 24 ore. Sono passate, al momento, ben più di 24 ore e non ho ricevuto risposta alcuna, nè so che fine abbia fatto la mia prenotazione del dominio o il mio nuovo account godaddy, che non è stato evidentemente perfezionato, dal momento che non mi è stato fornito nessun dato per il login. So bene che godaddy è uno dei registrar più gettonati e noti anche su questo forum, e proprio per questo volevo segnalare un comportamento che non mi pare affatto serio ne degno della fama di tale provider. Secondo voi, cosa dovrei fare? Loro i miei dati se li sono presi (dati anagrafici, indirizzo, telefono), io non li avrei mai diffusi senza la "contropartita" del dominio... e la mia prenotazione? Se qualcuno registrasse il dominio mentre io aspetto risposta dall'assistenza? ...ci sarebbero quasi gli estremi per una azione formale...
  17. Scrivo questo post per evitare che altri prendano la stessa fregatura che ho preso io con il servizio di www.eastitaly.com . Nel 2007 ho registrato un dominio che ho utilizzato per un anno fino al 2008 dopo di che non ho confermato nessun rinnovo in quanto non ero interessato a rinnovarlo.. Oggi mi chiamano freschi e belli quelli della Eastitaly dicendomi che mi cercano da mesi e finalmente riescono a contattarmi ( se avevano il mio numero bastava chiamrmi prima...e poi io non ho mai ricevuto una loro mail... ) comunque dopo questi mesi di finte inutili ricerche secondo loro sono riusciti a trovarmi :banana: e ora vogliono che gli pagi 47 euro e spicci per il servizio utilizzato dal 2008 al 2009 il quale loro stessi dicono di avermi sospeso perchè non pagavo... ( semplicemente non sapevo di dover pagare ... poi non avendo + visto il dominio on-line di certo non andavo a pensare una cosa del genere ) altrimenti procederanno per vie legali ( no comment a questa affermazione... ) In ogni caso gli ho dato i 47 euro Però sono da evitare !! Saluti
  18. Bonsoir Messieurs :sbonk: Stasera vi voglio parlare della mia esperienza con OVH. Innanzi tutto vi annuncio che l'esperienza è più che soddisfacente. Tutto inizia circa il 6 settembre, quando acquistai un kimsufi ... attivazione in circa 1 oretta... mi hanno consegnato il server "sporcaccione" ovvero con la versione 9.0 di plesk e il sistema non aggiornato. Provvedo ad aggiornare tutto, tutto funziona a meraviglia..... Sto monitorando l'uptime con PINGDOM, e fino ad ora a parte un buco di 15 ore (ho combinato un casino col server e l'ho buttato giù per 15 ore quindi ME CULPA :cartello_lol:). Fino ad ora quindi, l'uptime della banda è al 100%, non ci sono rallentamenti e tutto fila liscio (nn voglio parlare assai). Oggi compro un altro kimsufi e mi è stato attivato in circa 40 minuti :approved: Ho provato a utilizzare il tool di ripristino sistema operativo, che consiste in una specie di interfaccia ajax con la quale vi informa passo passo sullo stato del ripristino, tutto in tempo reale! In linea di massima OVH è fantastico, nonostante siano in francia anche i tempi di risposta (ping) sono soddisfacenti..... Una cosa che secondo me non brilla in OVH è l'assistenza ITALIANA.... Non sono pienamente soddisfatto, ai ticket rispondono dopo circa 5 ore e la risposta è molto vaga... (ho aperto 4 ticket diversi)... L'assistenza telefonica è abbastanza cordiale e sono anche dei simpaticoni... Insomma io sono rimasto soddisfatto !
  19. E' ormai da qualche mese che sono su Linode e subito sono rimasto impressionato da quanto questo servizio sia valido. Con soli 14€ mese che si abbassano a 12.60€ con abbonamento annuale, Linode fornisce dei VPS ben piazzati e superaccessoriati molto lontani sia per qualità che per prezzo ai VPS che troviamo in italia. Il VPS di cui parlo è il Linode 360 con processore Xeon Quad Core a 2.5Ghz, 360MB di RAM, 16GB disco, 200GB di banda mensile. La convenienza è la stessa anche per i tagli superiori che raggiungono taglie maestose per la maggior parte di noi. Fra le caratteristiche più interessanti troviamo: Full ssh and root access Guaranteed Resources 4 processor Xen instances Out of band console shell Dedicated IP address, premium bw Four datacenters across the US HA and Clustering Support Bandwidth pooling Managed DNS with API Praticamente impossibile essere tagliati fuori dal nostro linux node grazie a LISH, una potente shell raggiungibile in ajax da web o da client ssh, che redireziona l'output video del server sul nostro monitor. In questo modo è possibile vedere il boot del server, lo spegnimento ecc. ecc... Le distribuzioni supportate? Praticamente tutte. Assistenza impeccabile con risposte che si aggirano intorno alle 2 ore, upgrade hardware frequenti e totalmente gratuiti. Il carico complessivo del mio VPS è praticamente quasi sempre in zona verde e monitorabile con dei tool messi a disposizione dalla società stessa dove è possibile controllare il carico di CPU, I/O disco, BandWidth. Molto interessante è la possibilità di Backup. Praticamente mai più paura di lunghi downtime dovuti ad aggiornamenti o prove maldestre. Basta creare un backup della configurazione funzionante, e qualora si presentino problemi, ripristinarla in 1 minuto con la semplice interfaccia web. E' presente anche la configurazione a pagamento in downtime 0 che prevede due VPS in parallelo, va giù uno ed entra l'altro e viceversa. I PING nonostante siano oltreoceano (USA) sono spesso paragonabili ai VPS che ci offrono qui in italia, sicuramente meglio della già più costosa e 100 volte meno competitiva aruba. Insomma, io non ci guadagno niente da questo post, cerco solo di aiutare chi è in cerca di un VPS economico ma non vuole rinunciare alla potenza e alla scalabilità di un VPS di qualità. Se siete alle prime armi, la possibilità di restore e backup è quello che fa per voi, se siete più esigenti e già con un pò di esperienza, c'è di meglio a questo prezzo? ;) LINK: http://www.linode.com Ciao!
  20. In un momento in cui tutto il mondo tecnologico è alla ricerca di nuove soluzioni per diminuire i consumi energetici, i data center giocano un ruolo centrale nella sfida di abbattere emissioni di CO2 e tagliare i costi energetici, spingendosi verso tecnologie green, che riguardano l'alimentazione, gli UPS e i sistemi di condizionamento. Leggi il resto dell'intervista: Come si realizza un data center green, EvoSwitch racconta la sua esperienza
  21. Salve a tutti, apro questo thread per parlare della mia pessima esperienza avuta con Seflow. Premetto che sono stato cliente di tale azienda per più di due anni versando nelle loro tasche migliaia di euro ogni anno. Come tutte le storie l'inizio è dei più rosei: il loro Capo dell'Area Tecnica mi contatta privatamente su un forum proponendomi con una gentilezza sicuramente non disinteressata una soluzione a tutte le mie esigenze. Inizia così la mia avventura. Inizialmente è tutto perfetto: servizio d'assistenza disponibile e gentile, hardware perfetto, banda veloce. Dopo circa un anno iniziano i problemi, ad un mio ticket aperto per non ricordo quale prestazione, in seguito ad un ritardo risposi in maniera infastidita, mi telefonò quindi il signor Capo dell'Area Tecnica che, con mio sommo stupore, mi sgridò praticamente al telefono rimproverandomi ed alzando la voce come se io fossi suo figlio o un suo amico. Rimasi sconvolto, ma pazienza, continuo con loro pur legandomi questo evento al dito. I mesi passano, fortunatamente raramente avendo bisogno del loro supporto tecnico. Nonostante l'amministrazione nel corso del tempo si fosse mostrata sempre disponibile (anche una riduzione sul prezzo sul canone e diverse gentilezze), l'aspetto tecnico andava invece sempre a peggiorare. Ad una gentilezza e disponibilità iniziale cominciava a rimpiazzarsi un fastidio ed addirittura una sorta di maleducazione nei miei confronti. Arriviamo quindi a qualche settimana fa. Il mio server viene preso di mira da un gruppo di hacker stranieri, che riescono ad utilizzare una falla in uno script e caricandomi sù varie porcherie (tra cui uno scanner) che rendono necessaria la formattazione della mia macchina. Contatto quindi il supporto in serata, dopo aver cancellato gran parte delle porcherie caricate dagli hacker, chiedendo l’attivazione immediata del servizio backup e la formattazione del server. Il mio sito era già offline dalla mattina, quindi chiedo possibilmente un intervento celere (a costo di pagare anche il doppio) in quanto la sera successiva avrei avuto una pianificazione pubblicitaria. Il tecnico mi dice che prima di tale attivazione (dal costo di 6 Euro!!) è necessario che io prenda accordi con i commerciali, ma essendo tardo pomeriggio, i commerciali non sono più in ufficio quindi se ne sarebbe riparlato l’indomani mattina. Fatemi capire, io pago puntualmente e sistematicamente ogni mese centinaia di euro, e adesso ci sono dubbi che io possa versare 6 Euro per l’attivazione del servizio backup? Sarà prassi, pazienza. Aspetto l’indomani mattina, mi viene attivato il servizio backup, contatto l’amministrazione per accordarmi sulla formattazione del server, anche a loro ribadisco che mi sarei accontentato di pagare di più purchè tale intervento fosse fatto immediatamente a causa delle scadenze pubblicitarie che avrei avuto in serata, la risposta è che avrebbero agito tempestivamente! Provvedo quindi al salvataggio ed al trasferimento di tutti i dati, si fanno le 16 del pomeriggio. Do il via alla formattazione. Rimango in attesa… silenzio. Ore 21:00: mi chiama lo sponsor pubblicitario (dopo 2 giorni offline), disdice la campagna sul mio sito. Si parla di una perdita di una cifra a tre zeri. Potete immaginare il mio stato d’animo. Alle 21.30, molto arrabbiato, rispondo al ticket in cui chiedevo la formattazione dicendo che se non mi avrebbero formattato la macchina entro le 22, potevano anche evitare di formattarla perché mi sarei trasferito presso un’altra azienda. Il tecnico mi risponde secco che non formatterà la macchina e che posso anche liberamente andarmene. Oltre al danno la beffa. Con una maleducazione immensa il signor Capo dell’Area Tecnica mi dice su MSN poco dopo che sono un “gran rompicoglioni”. Mi viene detto che, non avendo una macchina MANAGED, il loro tempo di intervento era garantito entro le 48 ore. Adesso dico io: non faccio altro che ripetervi continuamente che ho delle scadenze pubblicitarie, che mi accontento di pagare un po’ di più pur di avere una minima priorità (non credo che ogni giorno questi signori abbiano degli interventi di una tale urgenza per tutti i loro clienti). Questo è il trattamento che invece mi viene riservato, dopo due anni, praticamente abbandonato a me stesso con totale disinteresse e con la ciliegina sulla torta: insultato. Alla fin fine devo pure sentirmi dire che a loro non frega niente di perdere un cliente che non sa gestirsi la macchina. E dove è finito il rapporto interpersonale? Il rapporto di fiducia collaborativa che dovrebbe instaurarsi tra due aziende? E’ così che si trattano i clienti? A voi la risposta.
  22. Ciao a tutti, ho fatto delle ricerche su questo forum ma non ho trovato nulla che sappia rispondere alle mie esigenze che sono: Vorrei prendere un server su OVH, un SP Mini, ma ho necessità di DNS personalizzati tipo ns1.dominio.com e ns2.dominio.com questo ci pensa l'assistenza al momento dell'acquisto? Oppure è a mio carico anche se prendo un pannello tipo cpanel? Ho necessità di avere alcuni siti con IP spagnolo, ho letto che tramite il pannello di gestione di OVH si posso richiedere IP di altre nazioni, qualcuno di voi ha mai avuto esperienze del genere? Grazie!
  23. Ciao ragazzi, volevo condividera la mia esperienza con uno dei famosi hoster Americano: HostGator.com. Allora, avevo ed ora ho di nuovo, necessità di un piano reseller con cPanel, per ospitare dieci domini, con una buona banda in uscita verso tutto il mondo, stabilità ecc. Attualmente sono su GoDaddy, ma da sei mesi è diventato un mulo, moooolto lento. Quindi mi sono messo alla ricerca ed ho trovato HostGator. Allego qui l'offerta che ho preso: Reseller Hosting Plans - Web Hosting Packages with cPanel and WHM Dopo 10 minuti avevo tutto funzionante, dominio, dns configurati e pannelli di controllo. Fantastico!!!! Comincio a configuarare il pannello per tutti i nuovi utenti, ci carico un mio gestionale e.......velocità quasi pari ad una serverfarm in Italia. Carico Carico ed ecco la brutttttissima sorpresa. Ho dei siti e dei blog che usano il famoso script TimThumb che fa il resize delle immagini al volo, scrivendo un file temporaneo dentro una cartella "cache" che deve essere con permessi 0777. Niente non va, cambio i permessi a tutte le cartelle possibili, file ecc, ma nulla. Faccio una ricerca su google e guarda un pò... Già l'autocompilazione di google mi suggerisce "timthumb hostgator" d'ho!! Una sfilza di persone con la stesso problema che consigliano di contattare l'assistenza e farsi mettere in whitelist il dominio, perchè questa problematica è data dal safe_mode di tutto il piano. Quindi questo è uno dei problemi che può causare questa impostazione. Contatto l'assistenza con il mio inglese maccheronico e devo dire che sono formidabili, con la live chat ti rispondono in pochi secondi e sono tutti gentili e allegri (prendiamo esempio). Dicono che hanno risolto, vero, ma se gli passi il path assoluto la funzione ti tira dietro l'immagine :( Conclusione, non posso perdere tempo a riscrivere tutto TimThumb, quindi a malincuore, devo dichiarare buttati i miei 35 verdoni, (25 hosting e 10 di dominio) Spero che vi possa servire la mia esperienza.
  24. Essendo il mio primo sito e sto imparando tutto da zero, posizionamento,gestione e creazione mi sono imbattuta in un sacco di offerte assai variabili anche a parità di servizio. Leggendo il forum mi sono fatta un idea dell'overseller...e pensavo che fosse una cosa riguardante a chi offrisse banda e spazio illiminitato. Cmq sia, sono una studentessa e non volevo spendere molto nel host anche perchè non so quando avrebbe potuto durare questa mia esperienza acquisto da 3ix 16 euro l anno, penso WOW...fa x me!:approved: Compro quasi immediatamente l host, entusiasta del mio acquisto creo il mio sito...ma gia nei primi mesi "accusavo" malori..ovvero spesso accadeva che quando accedevo vedevo una fastidiosissima pagina bianca..nonostante le sollecitazioni e minacce questa cosa sembra esser sparita...sito off lien anche una giornata e nonostante l assistenza dicevano che era un problema della mia connessione..cosa al quale credevo dato che mi connetto con internet key. Dopo qualche mese, sembrava filar liscio come l'olio tranne un mese fa..che ancora non ho capito se fosse colpa mia o meno ma il sito è stato down ben 6 ore e io mi disperavo....tutto questo per un cambio di CHMOD di un file...NON effetuato da me...ma da chi? :confused::confused: Il sito è sempre stato un po lentino ma da quando ho messo il forum ci mette un eternità. Quindi il mio giudizio è: ni Ora dopo 6 mesi d'avventura da web master, con un sito che sta andando anche mediocramente...penso che sia l'ora di lasciare 3ix...ma dove vado? non voglio spendere moltissimo e odio aruba:61: anche un hosting usa mi va bene...cosi imparo nuovi vocaboli x insultare! :asd:
  25. Avendo davanti il periodo natalizio. Considerando che con quella cifra non ci si compra nemmeno una pizza e birra... Mi sono deciso ed ho attivato un RPS OVH base... quello da 9 euro e dispari... giusto per cazzeggiarci nei giorni liberi di Natale. Nota positiva rispetto a quanto letto fino ad ora... Richiesta e pagamento alle 14,49, server attivo alle 16,09 :approved:
×