Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'fino'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 15 results

  1. Ciao, sto cercando un servizio di hosting con qualche richiesta particolare riguardo agli IP: mi servirebbero una ventina di indirizzi dedicati, da sistemare in classi C separate, e sparsi in italia, (europa) e stati uniti. Vorrei trasferirci alcuni nameserver, parecchi siti in PHP/MySQL, i relativi servizi mail e qualche script. Avrei bisogno di un server Linux a cui accedere da shell, e anche di una mano per sistemare il tutto magari :P In quanto a risorse, 30 GB di spazio fisico e 100 di banda al mese basteranno per iniziare, a patto che si possano aumentare se serve. L'importante è che le performance siano buone in quanto a tempi di risposta. Se servono dettagli tecnici, chiedete pure :) Ah sì: un backup gestito farebbe comodo. E non lesinate le vostre impressioni sull'assistenza, se ne avete (anche le proposte dalle aziende sono benvenute). P.s. il budget è sui 1300$ o 1000€ l'anno, è indifferente se la compagnia è italiana o estera.
  2. Un esempio vale più di mille parole. Sto implementando un editor wysiwyg in javascript (ma il discorso vale anche per altro) e mi sta venendo bene con contentEditable che ormai è standard e compatibile con i browser più moderni (ed anche ufficiale in HTML5) ma non funziona con Firefox 2 per esempio... probabilmente neanche con con Opera sotto del 9 e Safari con i motori webkit più vecchi. Si, potrei usare designMode ma non mi gusta.... Premetto che (per me ed i miei parametri) il codice deve avere una alternativa usabile anche su browser testuali e/o software per ipovedenti Ma se uno può utilizzare un software più moderno devo diventare matto per dargli la stessa funzionalità (che in questo caso è una comodità il wysiwyg) o è meglio che mi limito a supportare bene i browser più recenti e do un'alternativa (per esempio bbcode, markdown, wiki code etc) ai pigri? Tra l'altro uno switch lo metterei comunque perchè il wysiwyg per quanto studiato bene può incantarsi se non si riesce ad uscire da un tag mentre si scrive Ovviamente do anche una textarea nuda e cruda a chi non ha neanche javascript... Io sono giunto alla conclusione che me ne frego altamente :asd: In fin dei conti possono scrivere lo stesso, se non aggiornano il browser problemi loro. Non stiamo parlando di cambiare tutto il S.O. Insomma alla fin fine penso di seguire il modello dell'editor qui di vbulletin, mi pare che sia buono anche se non mi piace il codice che produce ed intendo fare meglio. Che ne pensat? Se vi va anche di allargare il discorso...
  3. Tempo fa avevamo parlato di SeaMicro, giovane startup del settore hardware che in questi giorni è finalmente uscita allo scoperto, portando sul mercato una soluzione server pensata per grandi business e in particolare per infrastrutture di cloud computing, quelle che attualmente necessitano di maggiore potenza e di un numero estero di cores all'interno di poco spazio. Leggi SM10000 Seamicro: fino a 2048 Cpus per rack e 8KW di consumo
  4. All Things D è uno dei più famosi blog di tecnologia al mondo, e nel corso della conferenza D8, ha avuto l'onore di ospitare uno Steve Jobs in ottima forma, con una lunga intervista che ha toccato tutti i punti salienti degli ultimi mesi di vita di casa Apple. Leggi Steve Jobs: dall'iPad, al giornalismo al cambio dell'era dei PC fino all'ADV
  5. Dell ha introdotto una interessante novità sui propri sistemi DAS e sui controller Raid per i dischi SAS, ora capaci di arrivare ad un trasferimento dati fino a 6Gbit/s. Leggi Server Dell: ora più veloci con adattatori SAS fino a 6 Gbit/s
  6. Leggendo la comune definizione che viene data di “cloud computing”(Wikipedia), è possibile comprendere come non si faccia altro che parlare di tecnologie già presenti ed impiegate da anni all’interno dei CED aziendali e delle PA. Riprendo in questo articolo la definizione generica da me scritta in questo post sulla community di HostingTalk.it: Leggi il contenuto dell'articolo Cloud Computing: cos’è e quali sono le aspettative attese e disattese fino ad oggi
  7. Tutto parte da un’idea, una nuova avventura online, la scelta del nome per il progetto o per la nostra attività e poi di corsa alla registrazione di un nuovo dominio. Tutto è divenuto così semplice che la registrazione dei domini non si è fermata qui, ha creato nuovi scenari, come quelli delle aste online, del parking, per arrivare ad essere presente su qualsiasi devices, anche su quelli mobili. Un nuovo dominio è quasi sempre l’inizio di un nuovo business, tutti gli utenti partono da questo e con questo giocano gran parte del proprio successo online, della celebrità che raggiungerà il brand e della fiducia che riuscirà a ispirare nei suoi clienti e nei suoi fruitori finali. Leggi il resto dell'intervista: Da ICANN, ai nuovi TLDs fino al mobile web, il futuro passa per i domini
  8. Difficile da credere anche per il creatore Biz Stone, che il suo social network abbia quadruplicato il valore da inizio 2009, arrivando oggi alla quotazione inaspettata di 1 miliardo di dollari. No, ancora nessun acquirente per Twitter, solamente la stima del suo valore all'atto di intraprendere un nuovo fondo da parte dei venture capitals che fino ad oggi hanno consentito a Twitter di vivere e proliferare senza alcun introito, pubblicitario o derivante da altri modelli di business. Leggi Twitter vale 1 miliardo di dollari, ma non si parla di pubblicità fino al 2010
  9. Datacenterknowledge.com pubblica un breve articolo sulla nuova tecnologia brevettata da I/O Data centers, famosa compagnia del settore. La soluzione presentata si chiama ThermoCabinet, e come si può vedere in foto si tratta di un vero e proprio cabinet che racchiude tutto il rack al suo interno e si occupa di dividere aria calda e fredda per migliorare il condizionamento. Leggi ThermoCabinet, un nuovo sistema di condizionamento, per racks fino a 32kilowatts
  10. Windows XP non sembra voler lasciare questo mondo, e nonostante le date annunciate per la sua definitiva dismissione da parte di Microsoft, ogni pochi mesi qualche nuovo annuncio nè ritarda il pensionamento, con gioia degli utenti e delle case produttrici di hardware, che continuano ancora a ricevere richieste di PC con a bordo Windows XP. Leggi Windows XP disponibile ancora fino al 2010
  11. EvoSwitch continua la propria sfida nella riduzione dei consumi energetici all'interno del data center, oggi è una delle strutture più efficienti in Europa e vanta valori di PUE invidiati da molte altre compagnie, la previsione è quella di arrivare ad un risparmio del 70/80% sui consumi, il che consentirà alla compagnia di continuare ad investire. Leggi la News
  12. Un nuovo datacenter sarà allestito da ThePlanet nel Texas, a Plano. Apertura prevista nel Maggio 2009, ospiterà fino a 9000 servers e sarà principalmente destinato ai servizi di colocation. Leggi la News
  13. L'ASR 9000 giunge dopo 5 anni di sviluppo e 200 milioni investiti, la compagnia ha incluso al suo interno tecnologie avanzate per la gestione dello streaming video, in grado di consentire la distribuzione di contenuti annullando ritardi ed errori. Destinato al settore enterprise e alle compagnie che necessitano di gestire flussi di dati nell'ordine di diversi terabytes Leggi la News
  14. Nuova espansione per le linee di Comcast, le residenziali arrivano fino a 50 Mbps in download e 10 Mbps in upload. Permane però il limite di 250 GB di traffico mensile su tutte le offerte residenziali, un compromesso che gli utenti non sempre sono inclini ad accettare. Leggi la News
  15. Il big mondiale crea un ponte diretto fra il sistema operativo oggi più diffuso sui pc e il futuro Windows 7, a discapito di Vista. Leggi la News
×