Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'futuro'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 38 results

  1. E' un po' di tempo che me lo sto chiedendo e ci sto riflettendo. C'è un futuro per la paravirtualizzazione o verrà completamente soppiantata a favore di tecniche più promettenti? Sembra che inizino a farsi più pesanti i limiti di questa maniera di virtualizzare e software come KVM stanno migliorando notevolmente.
  2. Sarà Larry Ellison a gestire la patata bollente di casa Oracle, ovvero a definire quale sarà il futuro di Java, uno degli asset di maggiore successo acquistati con Sun Microsystem e per il quale non ci sono solo milioni di sviluppatori interessati a conoscerne le sorti, ma anche grandi compagnie che utilizzano Java in maniera diffusa all'interno del loro lavoro. Leggi JavaOne: toccherà al CEO di Oracle parlare del futuro di Java
  3. Salve a tutti avrei bisogno di un consiglio per un hosting che mi permetta di far girare joomla con 30 video di durata media 15 minuti ciascuno, il formato dei video che pensavo di inserire è FLV, in futuro dovro' inserire un app che permetta agli utenti di inserire video e quindi di essere convertiti automaticamente in flv (tipo youtube), credo che serva ffmpeg. Budget pensavo di non superare 100 euro anno. Grazie mille in anticipo
  4. L'ultima versione di Chrome, per ora rilasciata solamente agli sviluppatori del progetto Chromium, presenta quello che per molti è apparso subito come un bug: elimina il prefisso "http://" da qualsiasi URL. Non un bug grossolano ma una scelta decisa del gruppo di Mountain View, un passo che ha portato a centinaia di critiche nei forum del progetto, tutte dirette in una contestazione di tale scelta: l'indicazione del protocollo http è utile e va mantenuta negli URL. Leggi Http:// non c'è nel futuro di Google. Via da Chrome e scatta la polemica
  5. Quale è il futuro dei pc desktops? Nei giorni del CES di Las Vegas è un'azienda per lo più sconosciuta a proporre una visione del futuro in cui saranno i devices "stupidi" a dominare, quelli che consentiranno di collegarsi alla cloud e "recepire" tutti i servizi e le funzionalità da quest'ultima. Veri e propri pc o portatili quasi privi di potenza computazionale, se non quella necessaria per rendere disponibili i servizi online agli utenti. Leggi Un device da 99$ dollari per accedere ai sistemi cloud, questo il futuro dell'hardware?
  6. Nel futuro di Intel ci potrebbe essere un processore dotato di 48 cores, un numero fortemente elevato che avrebbe però interessanti risvolti nel comportamento della cpu e nelle possibilità offerte. Non si tratta di un progetto che verrà commercializzato a breve, Intel infatti ha in previsione la distribuzione di un centinaio di questi prototipi alle università e a quelle realtà in cui la potenza di calcolo può fare la differenza. Leggi Intel: nel futuro un chip a 48 core, anche per il cloud computing
  7. Il noto provider di soluzioni hosting PEER 1 e GigaOM saranno uniti nella presentazione di un live stream sul futuro dell'hosting, in programma per il 3 Dicembre. La tavola rotonda, organizzata dal team di PEER 1, si pone come obiettivo quello di discutere, insieme a nomi noti del settore hosting, quale sia il futuro per questo mercato, quali sfide lo attendano e soprattutto quale sia attualmente la migliore tecnologia acquistabile dagli imprenditori che avviano una attività nel settore hosting. Leggi Peer 1 e GigaOM in un live stream online sul futuro dell'hosting
  8. Xen Cloud Platform è la risposta di Xen, il noto sistema di virtualizzazione opensource, alla richiesta di tecnologia che permetta di realizzare piattaforme per l'offerta di servizi cloud. Giunta a inizio Novembre con l'annuncio sul blog di Xen.org, Xen Cloud Platform 0.1 va incontro a VMware vSphere, il prodotto della compagnia di Palo Alto che, per primo, ha demarcato la volontà di passare dalla virtualizzazione al cloud computing. Leggi Xen Cloud Platform raggiunge la versione 0.1: perchè il futuro è cloud
  9. Ste

    Il futuro degli hard disks?

    What Comes After Hard Drives? Bell'articolo, su una delle tecnologie che dovrebbe mutare più rapidamente, nel 2020 il costo per TB sarà inferiore a qualsiasi altra tecnologia, per cui di fatto non avremo problemi a salvare centinaia di GB di video, documenti, foto ecc. La conseguenza diretta è che tutto ciò dovrà e vorrà finire sul web, qui quindi ci dovranno essere tecnologie adatte, server che saranno più consistenti nella parte di storage, e probabilmente una rete che oggi non immaginiamo! Cosa cambierà in questo settore?
  10. L'ottimo Virtualization.info segnala il rilascio da parte di Parallels, negli scorsi giorni, del noto hypervisor baremetal, prodotto annunciato già nel 2005 che doveva far transitare la compagnia dalla soluzione di Virtuozzo/Containers, basata su virtualizzazione software, alla virtualizzazione hardware. Il prodotto si chiama Parallels Server 4 Bare Metal Queste le principali caratteristiche: Architettura hypervisor bare metal Supporto per estensioni di accelerazione assistite da hardware come Intel® Virtualization Technology (Intel VT-x) e AMD-V Leggi Parallels: finalmente pronto l'hypervisor baremetal, quale futuro per Containers?
  11. Tutto parte da un’idea, una nuova avventura online, la scelta del nome per il progetto o per la nostra attività e poi di corsa alla registrazione di un nuovo dominio. Tutto è divenuto così semplice che la registrazione dei domini non si è fermata qui, ha creato nuovi scenari, come quelli delle aste online, del parking, per arrivare ad essere presente su qualsiasi devices, anche su quelli mobili. Un nuovo dominio è quasi sempre l’inizio di un nuovo business, tutti gli utenti partono da questo e con questo giocano gran parte del proprio successo online, della celebrità che raggiungerà il brand e della fiducia che riuscirà a ispirare nei suoi clienti e nei suoi fruitori finali. Leggi il resto dell'intervista: Da ICANN, ai nuovi TLDs fino al mobile web, il futuro passa per i domini
  12. Vinton Cerf torna a parlare del passaggio a IPv6 per ricordare che bisogna agire ora, onde evitare di arrivare al 2011 con gravi problemi dovuti alla fine degli indirizzi IPv4 disponibili. Il guru, oggi dipendente in casa Google, ha ricordato nuovamente la necessità di questo passaggio al Computer History Museum in Mountain View, in occasione dell'evento per festeggiare i 40 anni trascorsi dal primo collegamento su rete ARPAnet. Leggi Nuovo appello di Cerf per IPv6: la rete del futuro sarà ovunque
  13. Vinton Cerf torna a parlare del passaggio a IPv6 per ricordare che bisogna agire ora, onde evitare di arrivare al 2011 con gravi problemi dovuti alla fine degli indirizzi IPv4 disponibili. Il guru, oggi dipendente in casa Google, ha ricordato nuovamente la necessità di questo passaggio al Computer History Museum in Mountain View, in occasione dell'evento per festeggiare i 40 anni trascorsi dal primo collegamento su rete ARPAnet. Leggi Nuovo appello di Cerf per IPv6: la rete del futuro sarà ovunque
  14. E' un argomento che ho trattato tante volte sul nostro blog, ma che sul forum non abbiamo discusso, quale è il futuro che pensate possa avere il settore VPS? Si parla di cloud computing e di servizi come Amazon o Rackspace (in Italia Seeweb con il cloud hosting), per cui saranno inglobate da queste nuove forme di virtualizzazione? Un secondo punto che invece merita di essere discusso più "informativamente", cosa è possibile fare per far capire ai clienti che lo shared hosting rimane spesso una soluzione migliore alle vps? Spero in una bella discussione che tocchi tutti i punti :sisi:
  15. Pochi mesi fa si parlava di Yahoo! come una società con l'acqua alla gola, stretta nel morso di Microsoft, che fino all'ultimo ha cercato di comprarla per poi rinunciare e intraprendere altri progetti. La cura di Carol Bartz, nuovo CEO in carica, è servita e sta mostrando ottimi risultati. leggi tutto Leggi il resto di Yahoo ha ancora un futuro roseo, anche nella ricerca sul blog di HostingTalk.it
  16. Negli ultimi giorni ho monitorato la sezione Reseller Hosting di Webhostingtalk.com, negli USA questo genere di servizi è la base di partenza per qualsiasi hosting provider, è raro che chi ha già qualche decina di clienti o sviluppa siti per questi decida di iniziare con un server dedicato o una vps, si pensa quasi subito alla possibilità di un piano hosting reseller, quasi tutti in versione white label. leggi tutto Leggi il resto di Reseller hosting, il futuro dello shared hosting potrebbe essere qui sul blog di HostingTalk.it
  17. Tempo fa dicevo (http://www.hostingtalk.it/forum/professione-hosting-provider/7667-il-futuro-dei-provider-funzione-della-banda-crescente.html) che con connessioni domestiche a 100 mbits i provider saranno costretti a rivedere qualcosa, però ora ho altri dati che fanno ancora salire di livello il discorso. Sapevo già da tempo di test su internet2 ma non avevo ancora letto i report Internet2 Land Speed Record Awards che sono impressionanti e hanno già 3 anni. Ovviamente prima che questi risultati possano diventare concreti nella rete delle reti ci vorranno degli anni, ma pensiamo agli scenari che aprirà. Come dicevo nell'altra discussione 100mibts per l'utenza domestica consentiranno (consentirebbero) di gestirsi autonomamente siti informativi, personali e simili... ma una rete che consentirebbe di scaricare un dvd in pochi secondi (se fossero i 9.08 gb al sec del test basterebbe 1 secondo) rivoluzionerebbe notevolmente il tipo di contenuti usufruibili ma anche i problemi connessi. Quindi i servizi professionali saranno ancor più chiamati a gestire storage ed elaborazioni in cluster di un certo tipo.
  18. Il San Francisco Chronicle ha pubblicato una bella intervista all'attuale CEO di ICANN, Paul Twomey; i punti toccati nell'intervista sono veramente tanti, dalla dichiarazione del commissario europeo, alla quale Twomey risponde che la posizione nei confronti degli USA verrà regolarizzata a breve e il G12 proposto dalla Reding non è necessario, non al momento almeno. Leggi Paul Twomey, CEO di ICANN, parla del futuro dell'associazione
  19. Sembrava che le trattative con IBM potessero continuare sulla via di un accordo, e invece giunge la notizia shock dell'acquisizione di Sun Microsystems, la mamma di Java e, da poco, di MySQL, da parte di Oracle, il gigante specializzato nel trattamento dei dati e nei database. Leggi Sun Microsystems finisce nella mani di Oracle, quale futuro per MySQL?
  20. Provision users not devices. La vision di VMware è chiara e il VMworld Europe 2009 della scorsa settimana è stato l'evento ideale per far luce sul futuro della virtualizzazione e sul perchè VMware è ancora oggi leader in un campo dell'IT sempre più affollato dai vendors. leggi tutto Leggi il resto di VMworld Europe 2009: "provision users not devices", il futuro del computing è la virtualizzazione sul blog di HostingTalk.it
  21. Non ho moltissimo tempo ora, ma intanto accenno l'argomento. Ho letto che in Svezia (se non erro) hanno già in alcune zone la fibra ottica domestica a 100mbit, ma anche qui in Italia (come intenzioni) qualcosa si sta muovendo http://it.biz.yahoo.com/17072008/26/banda-larga-romani-via-task-force-per-fibra-ottica-nelle.html Ora sappiamo benissimo che prima che qua in Italia arrivino veramente 100mbit in casa, e soprattutto prima che la cosa sia diffusa decentemente a livello nazionale (a me a casa se va bene installano l'adsl nei prossimi mesi) ma mettiamo pure di ragionare in un range di 3/5 anni (forse anche più per come vanno le cose)... cosa cambierà per l'hosting provider? Io ipotizzo alcune cose: l'hosting provider, mestiere giovane tutto sommato, è destinato ad evolversi. Con 100mbit in casa e il reale avvento dell'IPV6 molti faranno il sitino personale in casa, sopportando blackout e altro.... Vedo anche nascere piccole webfarm ad uso personal-aziendale.... In sostanza chi ora fornisce spazio hardware e assistenza in tal senso credo dovrà specializzarsi in consulenze, manutenzioni etc.... Non credo neanche che le webfarm finiranno completamente, piccole aziende continueranno ad aver bisogno di servizi professionali etc.... però ad occhio sicuramente moriranno del tutto i low cost, i freehosting e gli improvvisati con il serverino...... a meno che non trasformino questo (hardware e banda) in un servizio aggiunto, cioè io mi occupo della gestione del tuo o dei tuoi siti ma lo faccio sul mio per comodità, in realtà tu mi paghi il servizio più che il ferro e i cavi. Chi ora sta lavorando (per esempio la famosa Ovh che in questo periodo nominiamo spesso) sul metto là campi di server che devono lavorare e rendere quasi da soli, dovrà cambiare registro. Mi fermo, credo che ci sia già abbastanza per discutere anche se non ho esposto bene i concetti (fretta)
  22. Tempo di novità per i filesystem che supporteranno le distribuzioni Linux del futuro, due i candidati, Ext4, successore dell'attuale versione 3 e Brtfs, nato in casa Oracle e ora seguito da diversi colossi del settore IT. Leggi la News
  23. Al Symposium americano di Gartner, Chambers (Cisco) dichiara la sua visione del cloud computing come evoluzione di Internet. Leggi la News
  24. PostPath sviluppa un avanzato sistema di e-mail e agenda che andrà a completare la piattaforma 'software-as-a-service' WebEx Connect. Leggi la News
  25. A San Francisco gli ingegneri Google discutono del futuro dei servizi e della rete, tra i grandi protagonisti ci sono Android, Gears, ma anche nuovi attori del cloud computing in grande evoluzione, la neonata AppEngine di Google sta diventando sempre più grande. Leggi la News
×