Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'gestire'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 42 results

  1. Dopo le peripezie capitate con Netjaguar mi sono domandato se per caso non sia una soluzione migliore gestire i domini in maniera separata rispetto all'hosting. E' una cosa difficile per un "amatore"? Riuscirei lo stesso a creare sottodomini, email e compagnia? Ed eventualmente, a quale servizio potrei appoggiarmi?
  2. Salve ragazzi, chiedo anticipatamente scusa se la mia domanda può risultare banale. Vi spiego la situazione. Ho da tempo un dominio nomedominio.it. Si tratta di un dominio DNS ed è collegato al mio server dedicato sul quale gira plesk dove ho ovviamente provveduto a creare altrettanto dominio fittizio "nomedominio.it". Ora ho la necessità di creare un sottodominio del tipo "sub.nomedominio.it". Non ho ancora ben capito se devo acquistare un dominio di terzo livello e gestirne i DNS (no so se esistono cose del genere) oppure gestire questo sottodominio tramite un CNAME sui record DNS del mio dominio principale "nomedominio.it". In tal caso come dovrei fare? Grazie mille a tutti!
  3. Ho da pochissimo acquistato un servizio VPS presso Aruba di tipo Basic. Come potete immaginare, mi sono trovato subito con tutti i problemi di configurazione e di managed. Non sono un novellino. Da tempo gestisco domini in hosting. Eppure sto avendo un sacco di problemi. Soprattutto perché l'help-desk di assistenza è veramente insufficiente. Credo che la costruzione di un vademecum che spieghi i primi passi da fare, sia per quanto riguarda la configurazione che per quanto riguarda la gestione, possa essere utile non solo a me. Ecco perché propongo di costruire un vademecum strutturato che consenta di essere guidati in questa esperienza che ritengo molto interessante e stimolante. Innanzitutto, per quello che ho imparato nel mio piccolo, sono a disposizione di quanti si trovano nella mia stessa situazione. Poi, mi farebbe piacere che qualche Guru ci seguisse in questo percorso finalizzato a farci le ossa nella configurazione e nella gestione di un perfetto VPS. Concludo qui questo primo intervento passando già dal prossimo thread a porre delle domande strutturate che possano servire allo scopo. Ringrazio "Ste" per avermi stimolato ad avviare un apposito Topic.
  4. Cos'é un "consorzio per creare e gestire un NAP"? Potreste spiegarlo ad un ignorante come il sottoscritto? Qui sotto trovate un esempio... VSIX Nap del Nord Est Grazie
  5. bonzer1

    Gestire Dem

    Ciao da quasi otto anni gestico una serie di siti e blog nei quali ho collezionato un totale di quasi 300.000 iscritti. Per lo più non ho mai inviato newsletter agli utenti mentre adesso volevo una volta la settimana inviare a tutti i miei utenti una newsletter. Con quale programma o con quale metodologia mi consigliereste di inviarla, meglio con programmi via web o con programmi desktop ? Inoltre che risorse dovrebbe avere il mio VPS per gestire una newsletter così consistente ? Grazie
  6. Ciao a tutti, abbiamo comprato un server presso GameServerLand : : Quality GameServers for all Budgets per giocare a Call of Duty Moder Warfare 2, ma da come abbiamo capito ci serve un programma per gestirlo, cioe per cambiare mappe, modalità, kick ecc. Non siamo riusciti a trovarlo ci sapreste indicare un programma non molto difficile e che soddisfi le nostre esigenze? Vi ringrazio per l'attenzione, attendo una vostra risposta. Ti ho cambiato il titolo della discussione, leggiti il regolamento che alla prossima sarà direttamente chiuso ;) Saluti, Antonio
  7. Ciao a tutti, ho acquistato una licenza di WHMCS e avrei bisogno di qualche info sulla gestione delle VPS. Per la precisione volevo capire come gestire le VPS, create in Wmware, (crezione, reset, spegnimento e via dicendo) in WHMCS. Tra i moduli supportarti dal pannello non vedo nulla che si riferisca a Vmware e googlando ho trovato solo questo link: WHMCS Forums Qualcuno sa darmi qualche dritta??? Grazie a tutti....... Ciao
  8. Ciao a tutti, questa è la prima discussione che apro, ho visto che siete persone molto competenti e vorrei sottoporvi una domanda. Sono un programmatore PHP e realizzo siti principalmente per piccole e medie aziende, ristoranti, b&b etc etc... Ad oggi mi trovo a dover gestire circa 40 siti, alcuni con hosting linux o windows su Aruba ed altri con housting linux su Hosting per te. Avevo pensato di acquistare un server dedicato su cui spostare tutti i miei siti (tutti con db mysql) in modo da poterli gestire meglio ed offrire maggiori servizi ma soprattutto in modo da risparmiare ed ottimizzare gli aggiornamenti degli script in jquery. Il mio badget è di circa 100-150 €/mese. Le mie necessità sono principalmente queste: database illimitati; caselle di posta illimitate; installazione di ffmpeg; i siti non sono molto frequentati, hanno una media di 100 visite al giorno (complessivamente 4000 visite al giorno con un tempo di permanenza medio di 5 minuti). Vorrei rimanere su dei server italiani, che Piano Dedicato mi consigliate? QUali sono gli indici veramente importanti per fare una scelta di questo tipo? I server dedicati di aruba mi sembrano un pò datati.
  9. Salve ragazzi, sono nuovo di Ht e vorrei un aiuto da chi ne sa più di me. Ho notato nei vostri post un linguaggio molto tecnico quindi rendendomi cmq disponibile, penso di offrire poco visto il mio basso livello di conoscenza della materia. Ora però l' aiuto serve a me (se vorrete darmelo) e precisamente devo scegliere un vps per automatizzare un sistema automatico di trading (cioè un Expert Advisors) su una piattaforma forex, nello specifico la MT4. Sinceramente anche se sottoscrivo l' abbonamento mensile o annuale non so proprio cosa mi trovo di fronte e come funziona. Qualcuno può darmi un piccolo suggerimento o indicazione ??? Grazie a tutti e a buon rendere. Maxgnc
  10. Salve, vorrei segnalare un nuovo progetto, si chiama NginxTray, permette di gestire comodamente Nginx + PHP direttamente dalla Tray bar di Windows. Il progetto è rilasciato sotto GNU GPL2, quindi open source. Adesso è allo stato di Release Candidate, se riscontrerò feedback positivi sul suo funzionamento, probabilmente diventerà stabile. Questo è il sito del progetto: NginxTray Lì potete scaricare i binari e il codice sorgente. L'ho creato per semplificarmi la gestione di nginxe ho pensato potesse esser utile anche ad altri. È abbastanza scomodo avviare .bat ecc.. per gestirlo e volevo qualcosa di più pratico, una trayicon. Aspetto commenti e segnalazioni di bug. :approved: Ovviamente, vista la natura opensource, chi vuole può collaborare liberamente a questo progetto. :zizi:
  11. Ciao, sono nella situazione che mi porta ad acquistare un servizio di server virtuale per hostare i siti dei miei clienti (per ora circa 50), fin qui tutto apposto, il problema nasce ora nel dover scegliere la configurazione ideale ed i vari pannelli di controllo per la gestione, la domanda a questo punto è: Che OS Linux utilizzare? Che pannello utilizzare per la gestione del server? Che pannello utilizzare per creare i vari domini e servizi accessori? Grazie a tutti.
  12. Apro questa discussione come "provocazione" (nel senso buono) in risposta a questo thread dove siamo andati davvero sul versante più tecnico della questione. Quale conoscenze è giusto che abbia, per voi, un utente che gestisce un piccolo sito web e acquista un servizio di hosting? Dove è il limite che dovrebbe portarlo a conoscere tutti i dettagli della sua "struttura"? Non sono domande retoriche, solamente lo spunto perchè ognuna possa dire la sua in merito e possa confrontarsi con chi ci lavora o con chi usa tutto ciò come hobby. Altrimenti si riduce sempre a parlare degli utenti che cercano pappa pronta e non vogliono affrontare problemi e studio (e sicuramente è una parte consistente), ma non si forniscono discussioni costruttive in merito. Chi vuol dire la sua è il benvenuto come sempre, sperando di tirar fuori una discussione utile
  13. Grazie alla progressiva diffusione di internet, avvenuta negli ultimi anni, alla quale abbiamo assistito anche nel nostro paese, la base di potenziale utenza alla quale una community si può rivolgere è aumentata notevolmente. Questo ha sicuramente contribuito alla crescita di persone convinte che bastino due minuti per creare un forum con qualche sezione e “qualcuno arriverà” (basta farsi un giro per forum free o simili e contare i forum con meno di 10 post per avere una conferma a questa tesi). Beh, purtroppo (o per fortuna), non è esattamente così che funziona. Leggi il contenuto dell'articolo Avviare e gestire una Community online - Prima parte
  14. Ciao, ho sempre utilizato spazi di hosting shared, ora però ho la necessità di un'alto traffico di dati e velocità di calcolo. Ho pensato quindi che gli shared hosting non fossero più sufficienti. 1.Siccome non me ne intendo molto di server linux, mi chiedevo se comprando un vps avrei dovuto installare apache, mysql, etc.. io, o trovo già tutto installato come x gli shared? 2. Quali sono le differenze tra un VPS e un dedicato? Le uniche necessità per il mio server sono: Piattaforma: Linux (apache + mysql) Buona potenza di calcolo Banda veloce Possibilità di creare più account FTP e di dare ad ognuno un accesso autorizzato su una cartella(chmod 777) del server. Essendo abituato sempre a lavorare su shared, potrò passare a un vps senza molti problemi? PS: Elencatemi anche qualche servizio di VPS consigliato.
  15. Slave, ho già anticipato una parte del messaggio in un precedente thread dove criticavo il mio attuale servizio di hosting. Scusatemi, spero di non ricevere risposte doppie. Voglio cambiare gestore. Il mio sito occupa poco spazio e ha un traffico limitato (tranne le eccezioni che dirò più avanti). Dunque sto cercando un servizio di hosting che offra le seguenti caratteristiche: - server linux - gestione DNS (per poter utilizzare la posta di gmail con il mio dominio, dunque impostare i CNAME etc.) - possibilità di attivare un certo numero di sottodomini protetti con un account FTP proprio. Lo scopo è utilizzare questi sottodomini per lo scambio file con alcuni miei clienti: ogni cliente un sottodominio. In queste occasioni si verificano delle punte di traffico Per quanto riguarda le altre piccole necessità, credo che rientriamo nello standard (php, mysql etc.) Budget annuale: ora spendo poco (30€) a fronte di un servizio scadente. Sarei disposto ad arrivare a 60€-120€, in base a quello che offre il mercato. Grazie Max
  16. Con il crescere della potenza computazionale, siti web e archivi contengono sempre più dati, siano essi da elaborare o già elaborati, con la conseguenza che lo storage diviene un punto cruciale all'interno di qualsiasi compagnia che decida di fornire servizi di hosting, soprattutto se basati su infrastrutture virtuali. Leggi Cisco, un webcast su come gestire lo storage in ambienti virtuali
  17. Devo dire che le parole di Uno mi hanno terrorizzato!!! Io ho un Server dedicato e un sistemista che me lo mantiene. Abbiamo parlato della questione sicurezza. Gli ho chiesto se esisteva un software capace di comunicare gli attacchi o roba del genere. Perché invece di terrorizzarci non ci dai una spiegazione su come si tiene sotto controllo una roba del genere? Anche un link a qualche tutorial andrebbe bene. Potrei valutare anche un corso on line a pagamento se non mi spenni. Rispondimi, ci tengo!!! P.S. Pensa che gestisco anche un VPS per conto dell'azienda per scambio file via FTP.
  18. Un saluto a tutti, sono nuovo di questo forum, conosciuto girando in rete visto che sul altri non ho avuto risposta in merito ad un mio problema con la creazione di un server Zimbra per la posta elettronico della mia Azienda. Parto dicendo che con linux ho poco a che fare, ma sto imparando a furia di sbagliare e riformattare, sbagliare e ripartire... :-) Quindi... ho installato la versione di Zimbra Collaboration Suite, su Ubuntu 8.04 Dopo varie peripezie ho superato l'installazione creando un dominio ecomail.local Fin qui non ci sono problemi, gli utenti riescono ad inviare in locale le email e gestire il tutto. Il mio problema ora risulta che ho degli inidirizzi registrati su Register come ecomail.it Sto cercando disperatamente di creare un utente che possa in zimbra inviare le email e non ci riesco, ho provato di tutto, creando anche un nuovo dominio nel pannello di gestione di zimbra. Qualcuno di buon cuore sa darmi una risposta? :lode::lode::lode: Oltre a pregare non saprei più cosa fare... Grazie.
  19. Ottimo spunto di GigaOM, per chi lavora nel web non dovrebbe essere una novità, per altri invece molti nomi usati dai "grandi" del titolo potrebbero essere una piacevole novità. Google sta riscrivendo il proprio file system per migliorare la gestione di centinaia di petabyte di dati, ma compagnie come Amazon o Yahoo non rimangono a guardare, anche loro devono gestire milioni di file (pensate a Flickr o S3). leggi tutto Leggi il resto di Google, Amazon, Yahoo e Facebook: gestire grandi quantità di dati è la sfida sul blog di HostingTalk.it
  20. Al giorno d'oggi esistono moltissimi software per creare e gestire forum. Alcuni sono molto maturi e stabili, altri hanno molte funzionalità, altri ancora propongono soluzioni innovative. I più celebri sono sicuramente vBulletin (a pagamento), PhpBB, JForum (open source), e la lista potrebbe continuare a lungo. Anche in questo campo Drupal ha qualcosa da offrire, ma adottando come sempre il suo approccio minimalista: funzionalità di base, ma grande spazio per la personalizzazione e l'integrazione con il resto della piattaforma e moduli di terze parti. Questo articolo è offerto da Aruba.it Leggi il contenuto dell'articolo Creare e gestire forum in Drupal
  21. HostingTalk.it ha avuto la possibilità di testare il servizio di VPS di ServerPlan, società che dal 2002 è nel settore dei fornitori di servizi Internet offrendo hosting dedicato, VPS e server dedicati. Il piano fornito in prova è denominato "VPS Extra" ed offre disco da 20GB, 512 MB di RAM, 3 slot per immagini di backup e ben 3 indirizzi ip risorsa che sempre più spesso è lasciata ampliare come "opzione" ad un prezzo non sempre economico. Per quanto riguarda la connettività, la VPS è fornita con 10 Mbit senza limiti di traffico su rete I.NET, partner infrastrutturale di ServerPlan. Leggi l'articolo
  22. Prendo spunto da un post per introdurre l'argomento Capita in ogni professione, io faccio altro per vivere e mi capita sempre il cliente che mi dice: "perchè non mi fa così?" e robe del genere solo perchè magari lo ha letto su una rivista in un articoletto scadente o perchè in tv su una trasmissione piuttosto superficiale hanno detto delle cose. Sia chiaro che il post (e la successiva argomentazione che porrò alla vostra attenzione) che uso per l'introduzione non vuole essere denigratorio o offensivo verso Gughi che era assolutamente in buona fede ed è persona per bene, ma vuole porre l'accento sui limiti di controlli effettuati sul "si dice". In questo caso è il monitoraggio delle linea, ma non cambia nulla su altri tool che girano, per esempio quelli che verificano quanti siti ci sono su un server. Anche in quel caso potrei avere un pentium, a cui un giorno si e uno no va dato un giro di manovella, su cui sono caricati 500 siti medi e quindi con prestazioni assurde.... oppure potrei avere un superserver con 2000 siti di cui magari 1500 statici e quindi il tutto funziona più che bene. Però l'utente che legge "2000 siti sullo stesso server" subito pensa che lo stanno fregando. Solo un esempio, ma potrei farne diversi altri... Alla fin fine questo "esser tutti bravi", poi con tool spesso piuttosto dubbi, si rivela una perdita di tempo, oltre poi a crear incomprensioni e a deteriorare rapporti in cui si perde la fiducia per nulla di concreto. Il provider deve giustificare cose che non hanno bisogno di giustificazione e per far questo perde tempo... tempo che potrebbe esser impiegato per dare nuovi servizi o per migliorare quelli che ci sono. La situazione è che se io fossi un provider vorrei come clienti o l'incapace totale che si fida e a cui cercherei di dare il meglio possibile, oppure vorrei l'esperto vero, che se dica una cosa la basa su proprie misurazioni e verifiche, che ha un'idea precisa di cosa sia la gestione di un server, ma oggi nei tempi della falsa conoscenza la fetta più grande credo sia proprio l'utente medio, lo smanettone che però vuole solo cliccare selvaggiamente. Voi provider, se potete/volete esporvi, attuate delle politiche per cercar di selezionare in questo senso l'utenza? Se si con che risultati? Etc....
  23. Ho trovato un bel post su WHT, in sostanza si parla di come comportarsi con una compagnia che ha un migliaio di domini, clienti soddisfatti, ma prezzi molto alti, e risorse inferiori alla media, come si va avanti con una simile situazione? Leggendo mi sono venuti in mente due o tre esempi italiani che, sullo stesso modello, funzionano, e alcune stanno affrontando lo stesso problema :) Che ne pensate? il thread: http://www.webhostingtalk.com/showthread.php?t=860666
  24. Parlavo con un amico che è anche hosting provider (abbastanza noto) e chiedevo informazioni in merito ad un possibile passaggio delle soluzioni della sua azienda da hosting shared a VPS. Insomma, dico io, mi sembrava che gli shared stessero andando bene e i piani non fossero male, come mai la scelta di staccarsi piano piano dallo shared hosting? leggi tutto Leggi il resto di Gestire le personalizzazioni nello shared hosting sul blog di HostingTalk.it
  25. Più volte abbiamo parlato della necessità, per qualsiasi azienda di questo settore, di fare marketing utilizzando strumenti come i blog, i forum o i social networks. Per i primi, i blog, molti hosting provider italiani hanno intrapreso la giusta via e devo dire che alcuni di quelli che ho visto da vicino danno anche soddisfazioni! Purtroppo, in Italia, le compagnie non sono così aperte a questi esperimenti come altrove e spesso nel blog trovate semplici comunicati formali, niente di paragonabile a qualche blog estero, come The Inner Layer per intenderci. leggi tutto Leggi il resto di Utilizzare Twitter per gestire il rapporto con i clienti in hosting sul blog di HostingTalk.it
×