Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'guida'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 28 results

  1. Un pò di teoria Il servizio DNS (Domain Name System), nasce dall'esigenza di fornire un indirizzo più umano per raggiungere i server presenti sulla rete. Infatti i server sono individuati su internet con un indirizzo univoco, detto IP, che non è affatto facile da ricordare come 192.232.123.190 oppure peggio ancora, con la nuova versione del protocollo, diverranno simili a questo 1111:2435:2f4:a45:5cd2. Chiaramente sarebbe scomodo fornire alle persone un indirizzo del genere da digitare sul computer. I DNS sono come un elenco telefonico. Associano ad ogni dominio, tipo "example.com" l'indirizzo del server da raggiungere, tipo "192.168.1.123". E come un elenco telefonico, lo stesso nome, può contenere più indirizzi per spefici utilizzi, un indirizzo ip per il sito, un indirizzo per i server che ricevono la posta, o un campo con informazioni aggiuntive. Oltretutto uno stesso indirizzo può avere più nomi, per esempio, sia "example.com" che "test.it" possono puntare allo stesso indirizzo 192.145.134.111. Tuttavia in questo caso sarà compito del server fornire il sito giusto, in base al nome dominio richiesto. Infatti quando visitate un sito, il browser nella richiesta al server, gli invia anche il nome del dominio che si desidera. Passiamo alla pratica Dopo aver acquistato il proprio dominio, il provider vi fornirà un pannello di controllo, dove potrete inserire gli indirizzi IP da associare al nome dominio acquistato. Non esiste una procedura passo passo valida per tutti i provider, tuttavia concettualmente le operazioni da fare sono le medesime e quindi valide per tutti, quindi dovrete adattarle al pannello che vi trovate davanti. Per prima cosa, accediamo al pannello. Qui troveremo le configurazioni dei "records" o "campi". Questi hanno la seguente forma: Nome, Tipo, Valore. Il "nome", sarebbe il nome del dominio o del sottodominio. Il "tipo" indica la tipologia di "record" che si sta inserendo. Ne esistono diversi tipi, quelli più utilizzati sono: A - Indica che questo record, deve puntare il parametro inserito in "nome", all'indirizzo IP, inserito nel campo "valore". AAAA - Hanno lo stesso utilizzo del tipo A, solo che indicano che l'indirizzo IP inserito, è un IPv6 (tipo 1111:2435:2f4:a45:5cd2). Diciamo che allo stato attuale possiamo disinteressarci di questo tipo di campo, vista la poca diffusione nel mondo di questo standard. MX - Questo è un record particolare, perchè qui nel campo "nome" dobbiamo inserire l'IP, o un nome a dominio (seguito da un punto "." ), e nel campo "valore" la priorità. Questo campo serve per indicare ai server di posta, a quale server devono consegnare le email. Dato che possono esserci più record MX, per indicare più server, come fail over per quando magari un server per qualche ragione è irraggiungibile, bisogna impostare la priorità, in modo che chi invia l'email, contatti i server nell'ordine delle priorità impostate. CNAME - Indica che il parametro del campo "nome" è un alias di un altro nome a dominio inserito nel campo "valore" che può essere interno o esterno. Interno o esterno, nel senso che può puntare allo stesso nome di un campo A inserito nello stesso dominio, o a quello di un altro. Può essere utile quando si vuole che magari test.example.com, punti allo stesso server del record A esperimento.example.com, o magari di un dominio totalmente diverso tipo http://www.google.it. Tuttavia se il server non è configurato per rispondere a quel dominio, probabilmente non riceverete risposta. Allora poniamo che abbiamo acquistato il dominio, example.com, e abbiamo un server già configurato per rispondere a questo dominio, all'IP 192.168.123.123. Quel che dobbiamo fare è, creare un nuovo record e inserire nel campo "nome" il valore "example.com." (attenti al punto finale). Poi selezioniamo come "tipo", "A", e inseriamo come valore "192.168.123.123". E salviamo la configurazione. Adesso se scriviamo nel browser example.com, punterà al nostro server. Tuttavia noi vogliamo che anche quando gli utenti scrivono www.example.com, punti sempre al nostro server. "www" è da trattare come un dominio di terzo livello. Infatti dopo ogni punto, si scende di un livello. Per esempio "com" è un dominio di primo livello. "example.com" è un dominio di secondo livello. Quindi per far puntare il dominio www.example.com al nostro server, dobbiamo aggiungere un altro record. Qui dobbiamo stare attenti, poichè ci sono provider che nel campo "nome" vogliono venga inserita tutta la stringa "www.example.com." (attenti al punto finale), e provider a cui basta inserire solo "www". In genere se sbagliate, il pannello dovrebbe indicarvi l'errore, oppure dovrebbe fornire una configurazione di esempio. Poi come prima procedete, selezionando il "tipo" "A", e indicando nel "valore" l'indirizzo IP. Quest'ultima operazione è valida quando si vorrà aggiungere qualsiasi terzo livello, tipo "forum.example.com". NB - quando inserirete e modificherete record dns, queste modifiche non saranno subito disponibili, ma potranno impiegare fino a 24/48 ore, per essere visibili. Questo perchè bisogna attendere che le cache dei vari sistemi scadano, e che rifacciano la richiesta al server DNS. Per approfondimenti sui DNS: Guida alla creazione e gestione dinamica dei sottodomini Guida Domini - Lezione 1: Domini, DNS e Hosting. Quali differenze?
  2. Siamo quasi pronti per avviare il portale di e-commerce. Ultimo passo da compiere, prima di procedere con l'inserimento dei prodotti, è quello di inserire le informazioni relative ai Produttori e ai Fornitori. In questo tutorial vi spiegheremo come fare passo... Continua a leggere, clicca qui.
  3. Seconda lezione tutta dedicata al download, all'installazione e alla prima configurazione di WordPress, il più famoso CMS dedicato ai blog. Nulla di complicato: con la guida giusta e alcuni consigli tattici, in men che non si dica la piattaforma è... Continua a leggere, clicca qui.
  4. PrestaShop è un CMS per e-commerce dalle innumerevoli funzioni e dalla semplicità d'uso strabiliante. Inizia così un viaggio alla scoperta di tutte le caratteristiche del CMS d'oltralpe per comprenderne il funzionamento e imparare ad utilizzarlo come professionisti, iniziando dalle fondamenta Continua a leggere, clicca qui.
  5. Tutti parlano di cloud computing, ma i nostri lettori, da sempre appassionati anche di programmazione e sistemistica, ci chiedono spesso come andare poi a tramutare tutto questo in qualcosa di più co... Continua a leggere, clicca qui.
  6. Nella prima puntata di ieri abbiamo visto come eseguire il setup della configurazione del nostro ambiente di cloud computing all'interno del servizio Cloud di Aruba.it (qui la recensione di HostingTal... Continua a leggere, clicca qui.
  7. Ciao a tutti, per una volta tanto faccio io una domanda a voi :) Sono curioso di sapere quali sono i migliori sw commerciali e non che offrono la possibilità di creare aree guida online, FAQ. Ovvero qualcosa di simile ad un Wiki con alcune funzioni magari già preimpostate come la condivisione delle pagine, pubblicazione su social network e così via! Qualche nome? Grazie!
  8. Ciao a tutti ragazzi, Gestisco da qualche tempo un server dedicato di piccole dimensioni per una WebRadio di mia proprietà. Il tutto comprende server Apache + Mysql + Php + Shoutcast. Durante la configurazione non mi sono mai addentrato nella gestione di un server mail per il mio dominio perchè in rete ho trovato numerose guide, spesso obsolete, con pareri contrastanti e mai chiare al 100%, per questo avevo deciso di puntare ad un redirect smtp verso gmail, escludendo così alla radice il problema. Vorrei sapere se c'è qualcuno di voi in grado di consigliarmi una buona guida / manuale che mi permetta di configurare un server mail multidominio con una interfaccia web per la gestione delle mail che comprenda sia la gestione (creazione nuovi utenti) sia la webmail classica. Vi ringrazio per l'aiuto :emoticons_dent2020: p.s. Dimenticavo, attualmente uso Debian come sistema operativo
  9. Guest

    [GUIDA] LxAdmin - Free

    Come molti sapranno, ed altri no. LxLabs ha un proprio pannello di configurazione per il webserver che, personalmente, uso sui tutti i miei server. Il metodo di installazione è alquanto semplice e veloce. Andiamo passo passo. Requisiti Un web server con Sistema Operativo Linux Minimo 128-256 mb di Ram Minimo 1 gb di Spazio Accesso A SSH Funzioni Web server: apache pure-ftp awstats [*] Mail server: qmail courier (imap pop) webmail httpd (for webmail) [*] Nameserver: bind bind-chroot [*] Database Server: mysql-server postgresql LxAdmin riesce a lavorare in webserver o vps che hanno anche poca ram o poco spazio su disco, infatti è stato provato su un Pentium 3 con 128 MB di Ram ed è stato un successo, perchè il webserver funzionava alla perfezione. Passo 1: Download Dalla vostra shell SSH lanciate il comando wget http://download.lxlabs.com/download/lxadmin/production/lxadmin-install-master.sh Passo 2: Installazione Dalla vostra shell SSH lanciate il comando sh ./lxadmin-install-master.sh Durante l'Installazione vi verranno chiesti dei dati, inseriteli e procedete. Mail Home XP Style Theme Domain Home File Home Client Home Server Home Disk Usage Graph Top Menu Domains List Processes Login History Appearance
  10. freehostingman

    [guida] zimplit

    Ho avuto occasione di provare zimplit un semplice cms che suppongo sia scritto il php dato che tutti i dati sono raggiungibili tramite http://www.tuonome.com/zimplit.php dopo aver mandato sul server l'intero pacchetto scompattato ! Il file è molto piccolo : 32kb se non ricordo male, stando poi a quanto dicono quelli del sito è possibile modificare , tramite tale piccolo programma anche i templates gratuiti presenti in : http://www.freecsstemplates.org/ http://www.openwebdesign.org/ http://www.oswd.org/ http://www.opendesigns.org/
  11. Questa guida illustra come amministrare in remoto (via Lan WLan), un Firewall IPcop ver. 1.4.x, senza essere necessariamente di fronte fisicamente all'apparecchio. Inoltre viene illustrata una piccola procedura su come installare gli addons, senza l'ausilio dell'interfaccia GUI web. Tutte le nostre Video Guide sono certificate da IPCOp Italia. XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX
  12. Scegliere una soluzione di hosting diventa sempre più complesso. Esistono diverse tipologie di servizi offerti: Dedicato, Condiviso, Virtuale, Gestito, Co-Located e Cloud. Bisogna quindi sapersi orientare e capire quale di queste formule faccia al caso proprio. Leggi il contenuto dell'articolo Guida alla scelta della soluzione hosting dedicata, VPS o Server dedicato
  13. Ciao a tutti! Qualcuno ha delle istruzioni oppure una guida ben fatta per configurare google apps con WEB4WEB? Giustamente loro preferiscono se si utilizzano il loro servizio quindi nessuna guida :-) Grazie!
  14. Si potrebbe verificare che in un server vps che avete scelto si ha il sistema operativo nudo e crudo. Quando il server è basato su windows non c'è problema: windows server ha già tutto (o quasi...) per gestire applicazioni web. E comunque l'installazione di eventuali software aggiuntivi (come microsoft sql) è semplice ed intuitiva. Diametralmente opposto è il discorso su server con distribuzione linux. Tuttavia, installare un pannello di controllo su distri linux non è così complicato come si possa pensare, anche per chi non è espertissimo su ambiente linux (saranno facilitati gli utenti che hanno avuto esperienze con il famigerato Dos... ) Uno dei pannelli di controllo più potenti ed intuitivi è sicuramente ispCP di Omega, ed è ,soprattutto, completamente gratuito. Al pari di Cpanel, Plesk Panel, ed altri software a pagamento, offre un interfaccia semplice ed intuitiva in grado di gestire infiniti siti web, con relativi db mysql, accounts ftp, email, etc. Prima cosa, accedere al terminale SSH, aggiornare il sistema, creare la directory, scaricare e scompattare l'ultima versione di ispCP Omega. Questi i comandi: Andiamo ora nella directory creata digitando: Dovremmo ora editare il file sources.list ed aggiungere una linea a fine lista: Dovremmo ora scaricare il pacchetto specifico per debian 5: Importante: alle domande rispondete: "NO" per quanto riguarda il courier "screen", mentre nel "postfix" mettete "internet site". Inserite ora il dominio principale del sito senza www e con estensione .tlc (quindi vostrosito.tlc). Alla domanda sul modo di installazome do PROFTPD rispondete "standalone". A questo punto occorre copiare i file nella directory principale del server: Una volta fatta questa operazione, bisogna configurare mysql: Ricordate di inserire una password che non dimenticherete!!! Spostiamoci ora nella directory contenente l'installazione del pannello di controllo e lanciare l'installazione: Abbiamo ora terminato l'installazione. Possiamo cancellare le directory create in precedenza: A questo punto possiamo accedere al pannello di controllo del server digitando l'ip nel browser. Buon lavoro a tutti!
  15. ciao a tutti, dove posso trovare una guida per l'utilizzo di WHM? grazie
  16. Linee guida HostingTalk.it: la via migliore per una partecipazione proficua alla community Di seguito una serie di regole e informazioni che ti possono aiutare ad avere una partecipazione proficua all'interno di HostingTalk.it. La violazione delle norme esposte porta alla chiusura di account o discussioni inerenti. L'obiettivo di HostingTalk.it è quello di fornire informazioni di qualità e discussioni di interesse per privati e aziende, seguendo questo obiettivo chiediamo ai nostri utenti cinque minuti di tempo per leggere le regole generali qui esposte e iniziare a partecipare attivamente alla community. Eventuali dubbi, richieste o informazioni possono essere inviati a info@hostingtalk.it. Forniremo risposta in meno di 48h lavorative. Nel caso ciò non avvenga aprite liberamente una discussione per la richiesta di contatto. REGOLE GENERALI Gli utenti devono attenersi alle regole specificate nel seguente regolamento, qualora ciò non accada verranno applicate sospensioni degli account decise da moderatori e amministratori L'accesso a HostingTalk.it è completamente gratuito in ogni sua forma, e in qualsiasi sezione della community e del portale Gli utenti sono tenuti a mantenere toni calmi ed educati, eventuali flames o insulti diretti ad altri utenti o provider accreditati non verranno tollerati. La discussione verrà chiusa e lo staff rimuoverà le parti di messaggi non accettatte. Gli utenti con meno di 20 messaggi non possono in alcun modo esprimere pareri negativi o positivi su un hosting senza specificare (anche in privato) il dominio in loro possesso o una prova del legame con la società citata E' gradito un post di presentazione all'interno della community dopo la registrazione Non è consentito l'uso di toni scortesi e provocatori nei confronti di provider o altri utenti del forum: non verrà tollerata alcuna violazione, si tratti di utenti nuovi o registrati da tempo. Gli utenti sono chiamati a rispettare il regolamento delle sezioni che ne espongono uno particolare. Le norme esposte si sommano a quelle qui descritte. L'operatore dei moderatori di HostingTalk.it deve avvenire secondo il regolamento presente, l'utente può richiedere informazioni direttamente agli amministratori tramite info@hostingtalk.it. Il pensiero espresso dai moderatori è del tutto personale, non necessariamente in linea con quello degli amministratori di HostingTalk.it e con la linea editoriale del portale. I moderatori possono esprimere giudizi o riportare esperienze nel settore hosting personali, non in linea con il portale e non attribuibili come contenuti prodotti per conto di HostingTalk.it L'operato dei moderatori è da considerarsi sempre valido secondo il presente regolamento, eventuali problemi possono essere riportati direttamente a info@hostingtalk.it APERTURA THREAD ED ESPOSIZIONE ARGOMENTI: I titoli dati ai nuovi thread devono essere chiari e non generici (es. non consentito scrivere “ho un problema”), ove possibile inserire le parole chiave nel titolo che aiutano a identificare argomento e problema da discutere. Se possibile viene apprezzata una corretta indicazione dei tags, a fondo thread, che descrivono meglio la discussione. Il linguaggio utilizzato nei thread deve essere chiaro: non verranno accettati thread scritti con abbreviazioni o sostituzione di lettere che li rendano poco comprensibili e eleganti nella lettura. Qualora si dovesse individuare una discussione già avviata, ma di vecchia data, è utile aprire un nuovo thread e non continuare in quello individuato. Ove possibile è consigliato il QUOTE dei messaggi di altri utenti, in modo da rendere chiara la discussione e leggibile agli altri utenti. Le discussioni devono rimanere per quanto possibile in linea con il titolo e il messaggio iniziale, eventuali discorsi non inerenti vengono eliminati o spostati in nuove discussioni. La segnalazione di questi episodi per lo spostamento delle discussioni da parte di un amministratore o moderatore, è gradita. RICHIESTA CONSIGLI HOSTING E SOLUZIONI PROFESSIONALI L'apertura di thread per richiesta di informazioni generiche e consigli su una nuova soluzione di hosting devono seguire questo schema: http://www.hostingtalk.it/forum/shared-managed-hosting/2481-come-chiedere-consigli-per-la-scelta-dellhosting.html . Un moderatore o admin interverrà nel caso e chiuderà il thread fino a che non verrà specificato come richiesto. Gli utenti interessati alla visione diretta di offerta possono far riferimento alle aree Offerte: http://offerte.hostingtalk.it e Providers: http://providers.hostingtalk.it Il titolo dei thread di richiesta consigli devono essere dettagliati, riportando quindi il più possibile dati e informazioni ricercate. Non sono ammessi titoli come “Cerco hosting”, “Consiglio hosting”, “Nuovo hosting” o simili. Gli utenti possono citare senza alcun problema società italiane ed estere, inserendo link ad offerte e siti web e chiedendo pareri in merito. L'apertura di thread al solo scopo promozionale verrà ovviamente punita con cancellazione e ban. Gli utenti di HostingTalk.it sono sempre disponibili all'aiuto nella scelta di soluzioni hosting e servizi professionali, perchè la discussione si svolga nel massimo dell'interesse è gradito un riscontro in merito ai servizi una volta acquistati. Gli utenti possono aprire nuovi thread per esporre la propria esperienza positiva, nominando il provider e i fatti interessati. E' gradito l'indicazione pubblica del proprio dominio associato. Gli utenti che non abbiano esperienza nel campo hosting e servizi possono richiedere consigli e aiuto alla community: utile fare domande e partire già da dubbi presenti, chiedere l'indicazione di post e thread di aiuto e risorse in rete. Non è consentito inserire link contenenti codici di affiliazione ai servizi, nei thread come nella firma. Qualsiasi utente verrà invitato alla rimozione degli stessi. RICHIESTA INFORMAZIONI E AIUTI TECNICI: HostingTalk.it non è un helpdesk, e non ha come obiettivo lo svolgimenti di simili funzioni; l'obiettivo della community è quello di fornire aiuto agli utenti che mostrano di aver ricercato informazioni e intrapreso lo studio di quanto richiesto. Non si accettano thread di richiesta informazioni che presentino diciture nel titolo o nel thread come “urgente”. Il thread verrà chiuso senza alcuna risposta. Non si accettano thread che chiedano unicamente come svolgere una determinata operazione senza alcuna specifica o argomentazione da parte dell'utente. Non si accettano thread nei quali l'utente chieda ripetutamente come svolgere operazioni dettagliatamente, anche in seguito alle risposte ricevute che possono essere considerate esaurienti Saranno maggiormente aiutati dai moderatori e dagli admin quegli utenti che hanno dimostrato di partecipare attivamente alla community, fornendo il proprio aiuto reciproco anche in altri thread. HostingTalk.it non sostituisce in alcun modo un servizio di server management, gli utenti possono chiedere aiuto liberamente, senza pretendere lo svolgimento di attività per le quali sono previste conoscenze approfondite. Solamente moderatori e amministratori possono intervenire per far notare la violazione di una di queste norme. Eventuali utenti che riprenderanno o interverranno ironicamente verranno puniti con le sospensioni decise dagli amministratori. Non sono consentiti flames o discussioni in merito a queste violazioni, sarà compito di moderatori e amministratori chiudere la discussione e indicare cosa fare agli utenti. Chi dovesse riscontrare una discussione non valida può liberamente segnalarla ad un moderatore o amministratore. PROVIDER e UTENTI Gli utenti di HostingTalk.it possono riconoscere le aziende del settore accreditate ad HostingTalk.it tramite la scritta “provider” sotto lo username. Questi account sono stati verificati da HostingTalk.it e vengono utilizzati da un amministratore o un dipendente verificato dell'azienda accreditata. Gli utenti possono far riferimento alle offerte delle aziende accreditate nella sezione http://offerte.hostingtalk.it Gli utenti possono aprire nuovi thread di richiesta pareri in merito alle aziende accreditate su HostingTalk.it Si richiede un comportamento sempre idoneo anche nell'esposizione di problemi nei confronti di un'azienda. Provider e utenti non possono in alcun modo scrivere riferimenti a comunicazioni intercorse privatamente tra le parti. Eventuali citazioni verranno cancellate alla prima segnalazione. Thread diffamatori non sono consentiti, eventuali thread per esperienze negative devono esporre con toni sereni e argomentati i fatti accaduti e le motivazioni I provider non possono intervenire nei thread per attaccare gli utenti che hanno aperto segnalazioni negative: ad entrambe le parti viene dato diritto di replica con toni sereni e civili. I provider di HostingTalk.it sono aziende professionali del settore, gli utenti possono quindi rivolgere domande o curiosità direttamente al gruppo provider, aprendo threads per richiesta informazioni sul settore o sulle modalità tecniche utilizzate L'invio di messaggi privati con offerte, se non richiesti, possono essere segnalati ad un amministratore di HostingTalk.it Gli utenti che lo desiderano possono specificare la richiesta di offerte in privato dai provider accreditati ad HostingTalk.it. La dichiarazione deve essere specificata chiaramente nel thread. I provider non accreditati non possono esporre link alla propria attività nella firma I provider interessati all'accreditamento su HostingTalk.it possono inviare una email a info@hostingtalk.it con oggetto “Informazioni accreditamento”. FAQ (aggiornate al 15 Gennaio 2009) Cosa accade alle discussioni che non rispettano il regolamento? Vengono chiuse e cancellate solamente nel caso siano lesive nei confronti di una o più parti coinvolte, nonché della stessa community Perchè non consentite la richiesta di informazioni in stile “helpdesk”? Pensiamo che HostingTalk.it possa offrire molto di più, gli utenti che si pongono cordialmente e con interesse nei confronti della community vengono favoriti e viene dato loro modo di crescere nelle proprie conoscenze tecniche e commerciali. Al contrario, i thread diretti solamente alla risoluzione di un problema, senza alcuna informazione o sforzo di documentazione, non sono considerati idonei al target di HostingTalk.it e di poca utilità per la crescita delle informazioni della community. Provider? Quale vantaggio? Le aziende accreditate ad HostingTalk.it forniscono informazioni e interventi direttamente proveniente da responsabili, dirigenti e dipendenti interni. Gli utenti possono chiedere informazioni o consigli direttamente e partecipare attivamente alle discussioni inerenti il settore servizi hosting. Con quale spirito affrontare HostingTalk.it? Gli utenti che si pongono cordialmente e educatamente sono sempre ben accetti, la community è formata in gran parte da professionisti del settore, ma sono ben accetti anche utenti con scarse o nulle conoscenze che desiderino ricevere consigli e partecipare attivamente, per accrescere la propria preparazione tecnica e fornire un concreto apporto alla community. Posso proporre nuove sezioni e discussioni? Certo, HostingTalk.it è sempre aperta ai nuovi consigli, puoi esprimere i tuoi consigli in qualsiasi momento, o aprire discussioni su argomenti che reputi poco trattati o trattati in modo non opportuno all'interno della community. Specifica chiaramente quali sono i tuoi intenti e fornisci degli spunti iniziali. Sono stato bannato, come recuperare? Puoi richiedere agli amministratori una valutazione di riammissione prima dei tempi previsti, nel caso ciò sia possibile l'account verrà riattivato. Informazioni o chiarimenti in merito a HostingTalk.it e alle linee guida possono essere richieste a info@hostingtalk.it. Grazie per la lettura e per il tempo dedicato, buona permanenza su HostingTalk.it!
  17. La seguente documentazione è concepita per tutti coloro che vogliono avvicinarsi al mondo dello shell scripting. Ho iniziato a scrivere con l'esigenza di presentare un documento facilmente comprensibile anche ai novizi, laddove molta della documentazione presente in rete falliva sotto questo aspetto. Tuttavia la presente non può e non vuole essere una complete reference. Gli argomenti sono trattati in modo molto elementare, per dare la possibilità a tutti di cogliere i concetti senza difficoltà; tuttavia è richiesta una conoscenza minima della riga di comando e delle basi di funzionamento, anche se non mancheremo di introdurre, insieme ai concetti di scripting, anche i fondamenti della shell bash. La trattazione sarà focalizzata soprattutto su quest'ultima, una delle più diffuse attualmente. I due argomenti, fondamenti shell bash e di scripting, si svilupperanno di pari passo nel corso dei capitoli. Raccomando al lettore di sporcarsi fin da subito le mani, ricopiando con l'editor di testo preferito gli esempi proposti, esercitando le conoscenze acquisite. Alcuni aspetti più criptici e meno utilizzati dello scripting sono stati tralasciati per rendere la lettura più piacevole e comprensibile. Guida allo shell scripting, parte I | # calabriaunix.org Guida allo shell scripting, parte II | # calabriaunix.org Guida allo shell scripting, parte III | # calabriaunix.org
  18. In un periodo di forte popolarità per il cloud computing e tutti i servizi annessi, compagnie specializzate nella consulenza come CloudScaling pensano a diffondere guide e informazioni relative alla realizzazione di servizi di cloud computing di vario genere, dallo IaaS (in stile Amazon) fino al PaaS (come il cloud hosting di Seeweb). Proprio CloudScaling.com ha pubblicato negli scorsi giorni un whitepaper di 12 pagine relativo alla realizzazione tecnica di una infrastruttura IaaS. Leggi CloudScaling.com pubblica una guida alle infrastrutture di cloud computing IaaS
  19. Segnalo che da ieri, con l'uscita del primo articolo, a cura di Dimitri De Franciscis (megadix.it) sarà presente ogni settimana un nuovo articolo dedicato al noto CMS Drupal, divenuto famoso in questi anni per la sua adattabilità e usabilità in portali complessi. Portiamo direttamente la nostra testimonianza, dato che l'abbiamo utilizzato per il restyling di HostingTalk.it. leggi tutto Leggi il resto di Guida a Drupal su HostingTalk.it sul blog di HostingTalk.it
  20. Ciao, forse ho sbagliato sezione ma non ho trovato una sezione più opportuna. Cerco una persona che conosce bene linux per scrivere una guida sul mio blog. La guida sarà divisa in più "Puntate" e dovrà insegnare a utenti che non conoscono linux a installare il sistema operativo e a utilizzarlo. Posso pagare circa 50-60 euro per la guida completa. Sottolineo che deve essere assolutamente ORIGINALE non copia incolla da altri siti!! è possibile usare fonti come siti, libri ecc.. ma la stesura deve avere un taglio originale. Chi è interessato può contattarmi in PM. Grazie.
  21. Scarica la versione PDF della brochure sul concorso HT 2007 Concorso HT 2007 : Una guida per il web ! Soddisfatti del successo del primo concorso realizzato da HostingTalk.it : Concorso HT 2006 Miglior sito , è con grande piacere che vi presentiamo il nuovo concorso HT 2007 : Una guida per il web. Il primo concorso HT 2006, aveva come obbiettivo quello di premiare i migliori siti degli utenti di hostingtalk.it. Il secondo concorso HT si sposta su un argomento e una tematica diversa : l’apprendimento e la didattica del web. I tutorial e le guide sono infatti uno strumento essenziale per qualsiasi utente dal web, dal semplice navigatore al professionista IT, che può trovare in essi una valida risorsa per la conoscenza di nuovi argomenti o semplicemente un aiuto per la realizzazione o svolgimento di alcuni progetti. Per questo motivo abbiamo deciso di improntare il concorso su un argomento che fosse allo stesso tempo sufficientemente impegnativo, per chi partecipa al concorso, e interessante per osservare i processi e le modalità di creazione di un tutorial o di una guida per il web. Il concorso prevede infatti la creazione da zero di un tutorial/guida che verrà poi giudicata secondo diversi criteri da uno staff scelto di HostingTalk.it I premi in palio riguardano come il precedente concorso dei pacchetti e dei servizi hosting shared, virtuali e dedicati. A chi è rivolto il concorso HT 2007 e chi può partecipare? Questo concorso è rivolto come il precedente a tutti i nostri utenti, e non c’è alcuna limitazione se non la necessità di essere utenti registrati presso HostingTalk.it . Come il precedente concorso la partecipazione è gratuita e aperta a tutti, in quanto riteniamo che qualsiasi utente, indipendentemente dal suo livello di conoscenze, sia in grado di poter realizzare un tutorial, che non miri solamente alla spiegazione di passaggi e procedimenti complessi, ma che incorpori una serie di caratteristiche, come la semplicità di consultazione e la correttezza delle spiegazioni, che lo possano rendere un tutorial veramente di uso didattico. Premi del concorso HT 2007 Il concorso HT 2007 offre 10 premi in palio ! I premi, possiamo dirlo, sono ancora più belli del nostro primo concorso ; come sempre i premi hanno validità di un anno di servizio, non richiedono alcun costo di attivazione e possono essere poi rinnovati dopo il primo anno di servizio a discrezione del vincitore . Ecco i premi in palio : 1° premio Server dedicato by ServerLabs Pentium 4, 3.06 ghz 775 1 gb ram 2*80gb sata in raid1 10 mb flat 2 mb garantiti un anno di servizio 2° premio VPS by SPS-HOST 10gb/30gbtraffico > http://sps-host.it/vmware.html con licenza cpanel inclusa 1 anno di servizio 3° premio REGISTER - Hosting Business Linux o Windows http://we.register.it/hosting/hostin...ess_linux.html 1 anno di servizio 4° premio Infinytech.net - Piano linux Advance http://www.infinytech.net/webhosting.php 1 anno di servizio 5° premio InternetPower - Piano reseller Plus 10 http://www.internetpower.it/plus10_reseller.php 1 anno di servizio 6° premio Flamenetworks - Flame web premium http://www.flamenetworks.com/webhosting.php?l=i 1 anno di servizio 7° premio Hostwebservice - Host 300 http://hostwebservice.com/it/shared.php 1 anno di servizio 8° premio HostingLab - Hosting Condiviso Linux 50mb http://www.hostinglab.it/hosting_con...ting_linux.asp 1 anno di servizio 9° premio VirtualSite - Hosting Linux 100 mb http://www.virtualsite.it/hosting/hostingunix.asp 1 anno di servizio 10° Premio Solodomini - Reg.Dominio + Spazio Illimitato html + 6 email http://www.solodomini.com/ 1 anno di servizio Date del concorso L’inizio del concorso è fissato per il giorno 15 Gennaio 2007 e la sua scadenza avverrà il 15 Aprile 2007, per una durata complessiva di 4 mesi . Allo scadere della data ( tale data può essere soggetta a modifiche previa comunicazione ) non si potrà più iscriversi al concorso o modificare la propria adesione. Lo staff può decidere in ogni momento di posticipare o anticipare la scadenza del concorso, con relativa comunicazione sul portale di HostingTalk.it Argomenti e tematiche consentite per la creazione dei tutorial / guide Obbiettivo del concorso è quello di fornire la possibilità di condividere le proprie conoscenze; è ammessa la realizzazione di tutorial o guide che trattino svariati argomenti : Categoria Hosting Questa sezione risulta sicuramente la più privilegiata, è possibile realizzare un tutorial che riguardi direttamente il settore hosting e le più svariate tematiche, dalla gestione di un server dedicato all’hosting, alla configurazione, sino alla realizzazione di tutorial che spieghino tecniche di vendita/realizzazione o progettazione di hosting . In questa categoria rientrano per cui anche tutorial sulla gestione di pannelli di controlli, addon o software dedicati all’hosting. Categoria Server Rivolta alla gestione di macchine server dedicate all’hosting o ad altri servizi. Sono ammessi tutorial che spieghino la configurazione/installazione di ambienti server nei diversi sistemi operativi disponibili ; vengono inclusi nella categoria anche la scrittura di tutorial che riguardino la configurazione di singoli applicazioni destinate all’uso server ( esempio configurazioni apache, moduli, implementazioni software di statistiche, backup ecc ). Rientrano in questa categoria anche tutti i tutorial inerenti la sicurezza di server e reti. Categoria Programmazione Sezione dedicata ad accogliere tutorial, guide o articoli inerenti la programmazione ( nessun limite nei linguaggi trattati ) ; i tutorial di questa sezione devono logicamente riguardare la programmazione lato server o lato client che non trova spazio nella sezione Server . Categoria Miscellanea La sezione miscellanea accoglie i tutorial e le guide che non trovano spazio nelle altre 3 categorie ; i tutorial creati devono in ogni caso essere inerenti al campo informatico. Come sapere se l’argomento del proprio tutorial è adatto ? Obbiettivo del concorso è quello di lasciar esprimere gli utenti nel miglior modo possibile, pertanto le quattro categorie sopra elencate cercano di coprire tutti i campi di interesse . Nel caso non siate sicuri che il vostro tutorial o l’argomento trattato rientri nelle categorie sopra elencate o vogliate avere conferma, potete descrivere l’argomento e l’idea che avete con una email all’indirizzo : tutorial@hostingtalk.it . Riceverete conferma o delucidazioni sull’idoneità dell’argomento scelto riguardo al concorso. Svolgimento, realizzazione e consegna dei tutorial : Passiamo ora a spiegare i punti chiave da seguire per la realizzazione dei tutorial, delle guide o degli articoli da proporre per il concorso . I tutorial potranno essere scritti come nuovi topic all’interno del forum dedicato al concorso su www.hostingtalk.it . Ecco un esempio di come andrà intestato il topic contenente un tutorial : Come si vede nell’immagine, andrà indicato : a)fra parentesi la sezione di appartenenza del tutorial ( le sezioni come riportato sopra sono : Server, Hosting, Programmazione, Miscellanea ) b)indicare di seguito il titolo o argomento del tutorial, cercando di essere il più chiari e sintetici possibili Ogni tutorial può contenere immagini o filmati : per le immagini, queste dovranno essere caricate o tramite upload sul server di HT, oppure avere link validi e funzionanti nel momento della consultazione . I filmati, qualora presenti, dovranno essere consultabili in streaming o essere allegati tramite url validi. Tutto il materiale allegato non deve essere coperto da copyright e liberamente utilizzabile La lunghezza di ogni tutorial non deve essere inferiore alle 3000 battute. Nel caso non venisse rispettato, il tutorial potrà essere escluso dal concorso a discrezione dello staff. Non è ammessa la partecipazione al concorso con tutorial/guide tradotti da altre lingue o esplicitamente copiati da altre fonti. Tali tutorial verranno eliminati ed esclusi dal concorso HT ; ogni tutorial deve contenere eventuali fonti o dispense utilizzate per la stesura. Ogni utente ( regolarmente iscritto al forum www.hostingtalk.it/forum ) può consegnare e realizzare non più di un tutorial, guida o articolo con il quale partecipare al concorso . Gli utenti partecipanti al concorso visualizzeranno solamente il proprio topic inerente il concorso e potranno modificarlo a piacimento fino al termine del concorso. I titoli dei tutorial iscritti al concorso potranno essere consultati tramite un’apposita sezione del forum Nel caso si abbiano dei problemi, è possibile chiedere aiuto via mail all’indirizzo : tutorial@hostingtalk.it o direttamente sul forum di HostingTalk.it Valutazione dei tutorial e premiazioni : Come per il precedente concorso, HostingTalk sceglie uno staff di persone atte a giudicare i singoli tutorial, in modo da poter fornire un punteggio per ognuno e decretare i 10 vincitori del concorso. I tutorial verranno valutati secondo diversi criteri : -Attinenza dell’argomento trattato e livello di approfondimento contenutistico Staff assegnato : Siggy , Ceccus -Bontà delle scelte stilistiche Staff assegnato : Ste -Semplicità nella consultazione Staff assegnato : Ceccus, Netjaguar -Presenza di esempi ed esplicazioni dei concetti Staff assegnato : Kunyo, Niko -Rispetto delle norme del concorso Staff assegnato : Ste, Luca I tutorial non riceveranno valutazioni secondo le loro categorie di appartenenza, pertanto ogni tutorial, indipendentemente dall’argomento trattato e dalla categoria di appartenenza, verrà giudicato sulla base degli stessi criteri sopra indicati. La comunicazione dei vincitori del concorso verrà effettuata sempre tramite il portale www.hostingtalk.it e con comunicazione privata ai singoli vincitori, che in tal caso dovranno fornire le proprie generalità per l’attribuzione del premio vinto. Proprietà dei tutorial realizzati : Ogni utente che partecipa al concorso HT 2007 può decidere a fine concorso, dopo la pubblicazione dei vincitori, se lasciare o meno sulla community di HostingTalk.it il proprio tutorial . Questa decisione per permettere ad ogni utenti di rimanere l’effettivo proprietario della realizzazione. Per chiedere l’eliminazione del proprio tutorial sarà sufficiente inviare una mail a tutorial@hostingtalk.it con i propri dati e dalla casella email con cui è stata effettuata la registrazione a HostingTalk.it . Buon concorso e buona permanenza su HostingTalk :approved:
  22. http://www.freewebhostingtalk.com/index.php? (sito inglese interamente dedicato al free hosting d'oltreoceano ) http://www.webhostingtalk.com/ (a parte la sezione free che viene reindirizzata su freewebhostingtalk.com ; webhostingtalk è un forum dove si parla esclusivamente di servizi di hosting, server, reseller d'oltreceano ) http://hostingtalk.com/ (un'altro sito in inglese sull'hosting in generale sia esso free o pay) http://www.freewebspace.net/forums/ (freewebspace.net oltre ad avere un motore di ricerca per free hosting, contiene un forum simile a hostingtalk ed al nostro : non a caso si parla di free hosting , pay hosting ,servers etc, anch'esso in inglese) ----------------------------------------------------------- ho scritto questi brevi appunti perchè ognuno di noi possa averne beneficio
  23. Prima parte di una guida per capire cosa è una server farm, come funziona e quali sono le caratteristiche da osservare e valutare nel momento in cui decidiamo di andare a collocarvi all'interno i nostri server. Dalla connettività fino alla continuità di servizio. Leggi l'Articolo
  24. Ultimamente ho fatto il "salto" da apache2 a lighttpd. La cosa non è stata traumatica se non per un vhost con un'applicazione un po' particolare: Trac. Questa piccola guida descrive come creare un virtual host dedicato a Trac su lighttpd. Ho dato per scontato che sappiate come installare e configurare un ambiente trac, in caso contrario vi conviene studiare la documentazione ufficiale e poi continuate a leggere. Il sistema di riferimento è Debian Etch, ma la cosa può funzionare tranquillamente (forse) su altre distro/sistemi operativi. Prerequisiti: - Lighttpd 1.4.1x - Trac 0.10.x Non è strettamente necessario, ma vi consiglio di utilizzare AccountManagerPlugin (e quindi WebAdmin) per gestire l'autenticazione e gli utenti. Se volete utilizzare l'autenticazione standard di Trac dovrete aggiungere le righe relative nella configurazione di lighttpd. Il primo passo da effettuare è anche quello più spinoso e che farà arricciare il naso a molti puristi: patchare /usr/share/python-support/trac/trac/web/main.py. Purtroppo, mod_fastcgi di lighttpd non imposta correttamente PATH_INFO e SCRIPT_NAME se l'url a cui è associato l'handler termina per "/" - nel nostro caso è proprio "/" - e dal canto suo, trac onora TRAC_URI_ROOT solo come opzione di mod_python e non come variabile d'ambiente (al contrario di quanto dichiara la documentazione). Cercate queste righe (intorno alla riga 325): environ.setdefault('trac.template_vars', os.getenv('TRAC_TEMPLATE_VARS')) environ.setdefault('trac.locale', '') ed aggiungete subito dopo (mi raccomando, rispettate gli spazi!): uri_root_path = os.getenv('TRAC_URI_ROOT') if uri_root_path: root_uri = uri_root_path.rstrip('/') request_uri = environ['REQUEST_URI'].split('?', 1)[0] if not request_uri.startswith(root_uri): raise ValueError('TracUriRoot set to %s but request URL ' 'is %s' % (root_uri, request_uri)) environ['SCRIPT_NAME'] = root_uri environ['PATH_INFO'] = urllib.unquote(request_uri[len(root_uri):]) Salvate e ricompilate main.pyc (dipende dalla vostra distribuzione, su debian basta un dpkg-reconfigure trac). Risolto questo problema, passiamo a lighttpd. Create un file dentro /etc/lighttpd/conf-available (ad esempio 99-devel.conf - il nome deve essere nn-NOME.conf) con contenuto simile a questo: # Se usate mod_fastcgi anche in altri contesti caricatelo direttamente # da lighttpd.conf ed omettete la riga successiva server.modules += ( "mod_fastcgi", ) $HTTP["host"] == "vhost.dominio.tld" { server.document-root = "/path/to/trac/env" alias.url = ( "/chrome/common/" => "/usr/share/trac/htdocs/", "/chrome/site/" => "/path/to/trac/env/htdocs/", "" => "/usr/share/trac/cgi-bin/trac.fcgi", ) $HTTP["url"] =~ "^/chrome/(common|site)/" { # Bypassa trac per il contenuto statico } else $HTTP["url"] =~ "^/" { fastcgi.server = ( "/" => ( ( "bin-path" => "/usr/share/trac/cgi-bin/trac.fcgi", "socket" => "/tmp/trac-vhost_name.sock", "check-local" => "disable", "disable-time" => 1, "min-procs" => 1, "max-procs" => 1, "bin-environment" => ( "TRAC_ENV" => "/path/to/trac/env", "TRAC_URI_ROOT" => "/", ), ), ), ) } } dove /path/to/trac/env è il percorso assoluto dell'ambiente trac da esportare. Se usate un wrapper (ad es. uno script che invoca trac.fcgi tramite suexec) sostituitelo ad ogni occorrenza del CGI. L'alias per /chrome/site/ ed il relativo branch nel conditional successivo vanno definiti solo se avete delle risorse personalizzate (modifiche al template, immagini, ecc. ecc.). Fatto questo, abilitate il conf e riavviate lighttpd (sostituite a devel NOME): # lighty-enable-mod devel # invoke-rc.d lighttpd force-reload Happy trac-ing :)
  25. Una guida completa all'installazione del nuovo sistema operativo server di casa Microsoft. Vediamo passo passo l'installazione di PHP e MySQL corredata da tutti gli screen dei passaggi. Leggi l'Articolo
×