Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'hosting condiviso'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 16 results

  1. Ciao a tutti, ho più quesiti da porVi in quanto inesperta. Ho un sito su sitonline.it precedentemente acquistato in quanto come pacchetto includeva vari servizi ( per i non professionisti ) di creare un sito in pochi passi con varie scelte senza sapere nulla di programmazione etc. Ora però, non mi basta più e vorrei apportare varie modifiche, ma sitonline non da accesso ftp ( come neanche a dns ) e dunque vorrei passarlo ad un hosting condiviso. Il mio dubbio e problema principale è il posizionamento, dato che il sito attuale ha anzianità ed è abbastanza posizionato. Vi chiedo: - a parte le tipologie di servizi diversi ( preimpostato / più opzioni manuali ), come posizionamento andrei a perderci facendo il cambio? - come servizi si equivalgono? Mi è stato detto che di posizionamento non si perde tanto, oppure lo re acquisti basta che i servizi sono simili, ma non so come controllarli e non so neanche se sia vero. - quanto e cosa serve per cambiare da sitonline ad hosting condiviso ( authcode )? Il mio contratto scade più avanti quindi recederei prima. Ovviamente chiedo a voi veri esperti e vi ringrazio anticipatamente. A presto.
  2. Pasquale Xander Chieco

    Cerco hosting linux, 800€/anno

    Ciao a tutti, chiedo subito scusa per non aver specificato la tipologia di servizio ma ora capirete il motivo e mi scuso nel caso in cui abbia commesso errori nella scelta della sezione, ma ora mi spiego. Ho sempre lavorato con hosting condiviso Aruba ma ora devo creare un sito che permetta: - l'upload di file video di massimo 100MB di dimensioni (dovranno essere prelevati in backoffice, quindi risiederanno solo per poco tempo, ma pensavo ad uno spazio web di almeno 100GB e PHP.ini personalizzabile) - utilizzo del https - cronjob o scheduled task (come vogliamo chiamarli?) - mysql Il server potrebbe essere collocato sia in Italia che in altri paesi della comunità europea. Non posso ancora giudicare il traffico mensile essendo un nuovo progetto ma un competitor ha realizzato 700 visite simultanee all'apertura. Non so se optare comunque per un hosting condiviso (non saprei quale) o altro (di qui l'indecisione nella scelta della sezione del forum). Avevo pensato ad un dedicato ma, per quanto sia smanettone ed ho già dato un'occhiata a plesk e cPanel, non me la sento di rischiare con servizi unmanaged, ma il mio cliente non vuole spendere più di 800/900euro annui. Se optassi per una VPS? Grazie in anticipo a chiunque mi dia qualche consiglio/soluzione.
  3. Buongiorno a tutti, avrei necessità di chiarirmi quanto segue, dato che non sono un esperta in hosting condiviso, semidedicato e/o altro. Il mio problema, fondamentalmente, è l'invio e ricezione email. Premetto che non faccio spam ma mi limito a rispondere a richieste. Spiego concretamente di seguito: negli ultimi periodi, ho avuto problemi con ricezioni ed invio email. A volte mi tornavano indietro ( con messaggio Mail Delivery.. )ed altre volte vengono inviate, ma ho la sensazione che non vengano ricevute. Tempo fa, inoltre, ho avuto un dubbio sulle mie mail che finiscono in spam o indesiderata. Questo non è stato riscontrato, ma su 10 persone che mi chiedono qualcosa solo 2 rispondono ed ho anche controllato che nella maggior parte dei casi queste persone sono con email di: gmail. Il mio sito è hostato su un provider ( non so se si può fare il nome ) ed ho l'hosting condiviso, per questioni economiche all'inizio mi sono accontentata di questo. Ho chiesto al mio fornitore e mi è stato detto, che se voglio evitare questi problemi con le email, posso passare al semidedicato. Ho capito bene il fatto che, condiviso, significa avere più siti su quello spazio quindi se qualcuno fa spam ci rimetto anche io. Concludendo, chiedo a voi, secondo la vostra esperienza; per un problema, essenziale di ricezione invio e spam/ indesiderata, di email ( dato che ci lavoro ), cosa mi consigliate ? Il mio lavoro si basa tantissimo sulla risposta alle email. Non posso permettermi di perdere email o avere problemi proprio su queste ultime. - E' essenziale cambiare tipologia hosting? - Se si, quale mi consigliate? Se invece ci sono altre alternative, ben venga, attendo consigli. Grazie mille per la pazienza e chiedo scusa se non mi sono spiegata proprio bene. Francesca
  4. Salve a tutti, leggendo questa guida Magento - Knowledge Base - Tutorial: Multi-Site, Multi-Domain Setup - eCommerce Software for Growth non capisco se la modifica al file di configurazione di Apache httpd.conf è strettamente necessaria in hosting di tipo condiviso. La modifica indicata dalla guida è quella dei virtual-hosts, che vengono aggiunti in automatico quando viene aggiunto un dominio tramite, ad esempio, un pannello Plesk. E' possibile quindi che non sia necessaria? Nello specifico ecco la modifica richiesta nella guida: // Now we re-configure the Apache configuration file, httpd.conf, for all domains to set the DocumentRoot to our Magento directory. //In this case, the directory is /var/www/http <VirtualHost *:80> ServerAdmin webmaster@domain1.com DocumentRoot /var/www/http ServerName domain0.com </VirtualHost> <VirtualHost *:80> ServerAdmin webmaster@domain2.com DocumentRoot /var/www/http ServerName domain1.com </VirtualHost> <VirtualHost *:80> ServerAdmin webmaster@domain3.com DocumentRoot /var/www/http ServerName domai2.com </VirtualHost>
  5. Ciao a tutti, sono alla ricerca di un semplice piano entry level shared italiano per un sito costruito su piattaforma wordpress. Assolutamente niente di troppo esoso come risorse, visto che è creato da zero da me (template grafico e vari plugin inclusi), e visite non eccessive (è per un libero professionista). Almeno 2 giga di spazio e una decina di banda. Preferisco Cpanel, ma va bene anche DirectAdmin o Plesk. Si tratta di richieste molto basilari che tutti offrono, lo so. Ciò che a me serve è un servizio SOLIDO e stabile. Una azienda della quale al cliente possa dire "vai pure da loro, che non ti fanno scherzi e funzionano, garantito". E' l'unica cosa che mi interessa. Il budget è attorno ai 20/30 euro all'anno. Quindi lanciatevi pure in suggerimenti e consigli. Con chi siete voi? Chi consigliereste? Ah, è per me importante che sia solo un piano HOSTING, il dominio lo voglio gestire col mio registrar per i fatti miei. :) Graaazie! Jacko :stordita:
  6. Salve, come da titolo vorrei avere dei consigli per l'acquisto di un hosting per un sito di recensioni (con rating) e annunci. In questo sito gli utenti potranno caricare immagini (un massimo di 4 per ogni annuncio e di dimensioni ridotte), recensire eventi e postare annunci. Inoltre ognuno degli utenti avrà a disposizione un profilo personale (in parte pubblico) con i propri dati e una foto. Ho già avuto esperienze con l'acquisto di hosting ma con altre tipologie di siti..sinceramente, per la tipologia di sito che ho appena descritto sono alle prime armi. Calcolando che bisogna vedere se il sito funziona e viene visitato, non credo sia necessario spendere subito grandi quantità di denaro, giusto? Potrebbe funzionare il discorso di partire da un hosting condiviso professionale per poi spostarsi a qualcosa di molto più performante? Avete consigli da darmi in merito? Come si procede per questo tipo di siti?
  7. Ciao a tutti, mi chiamo Alessandro e sono un web designer. Circa due settimane fa, anche grazie all'offerta del "Giorno del ringraziamento" in USA, ho acquistato un pacchetto di hosting condiviso con dischi SSD presso "a2hosting" con server in Islanda. Prima di questo servizio avevo IlTuoHosting, e la differenza in termini di velocità l'ho vista tutta, nonostante il server in Islanda (ping intorno ai 100ms) rispetto a quello in Germania de IlTuoHosting Al momento mi trovo bene con a2hosting, però è anche vero che ho caricato appena 3 siti che hanno totalizzato in questi primi 12 giorni di Dicembre soltanto 600 visite e 40.000 hits (fonte AWStats). TOS di a2hosting non pone limiti di siti ospitati sull'hosting condiviso, gli unici due limiti sono quelli relativi alle risorse: 35 processi concorrenti (entry processes) e 300.000 inode, che costituiscono dei limiti molto elevati e che fanno pensare che il mio attuale servizio possa ospitare senza problemi anche una 50ina di siti web, se ben ottimizzati: utilizzo sempre W3 Total Cache, compressione gzip, immagini compresse con SmushIt e caricamento LazyLoad, Cloudflare oppure Google Page Speed. Chiaramente questi numeri sono riferiti salvo una crescita vertiginosa delle visite di ogni sito e mi sono stati confermati ufficiosamente anche dal supporto tecnico di a2hosting. Ora ho un dilemma: stamattina ho visto l'offerta delle VPS WPLinux di Selfserver, che mi ha stuzzicato non poco, soprattutto perché il prezzo rimarrebbe quello (6 euro al mese) per tutta la durata del contratto e anche al rinnovo. Questi VPS sembrano adatti ad un uso tranquillo con Wordpress: da 2GB di RAM (ma temo che sia comprensivo di SWAP), 1 vCore, 20GB di HD (di cui 13 disponibili all'utente). Ho già letto la recensione di Selfserver di HostingTalk, e mi è parso di capire che ne parlano bene. Secondo voi è meglio rimanere su a2hosting, con un hosting condiviso di discrete prestazioni con server in Islanda oppure passo al VPS di selfserver? :stordita:
  8. Backup hosting condiviso, tempi, modalità di accesso e costi: ecco tutti gli aspetti da verificare prima di scegliere un provider che supporti il servizio di backup Continua a leggere, clicca qui.
  9. Ciao a tutti, attualmente ho due domini registrati con Web4Web. In realtà uno è un sito personale statico e semplicissimo. Traffico zero. L' altro punta direttamente al primo. Una banalità. Ho il pacchetto Standard (500 MB), che è anche troppo per le mie necessità: zero problemi. Il problema è nella posta elettronica: diversi miei corrispondenti si lamentano che ricevono messaggi di errore inviandomi mails (che ovviamente io non ricevo). Finora quello che ho capito è che Web4Web rimbalza le mails più disparate perchè, basandosi su chissà quali blacklists, le considera provenienti da servers non affidabili. Così io perdo mails importanti senza saperlo. Ho aperto un ticket all' assistenza Web4Web e dopo una prima risposta molto ermetica che assomigliava a "cavoli tuoi", appena ho espresso le mie rimostranze per il disservizio mi hanno mandato al diavolo invitandomi ad andare altrove, cosa che farò. Ora mi trovo per lavoro in Cina e nessuno dei due account hostati su Web4Web funziona in modalità POP3, ne' in input ne' in output e non so il perchè, dato che Firefox mi dice semplicemente che il server non risponde. La cosa più assurda è che i miei account gratuiti funzionano benissimo, mentre quelli che pago sono quelli che vanno peggio ...... Mi potete dare un consiglio per un provider che sia soprattuto affidabile (soprattutto nella posta), esauriente nell' assistenza ad un "niubbo" come me, e relativamente low-cost (20-30 euro)? Aggiungo che è per me importante che mi dia anche il server SMTP. Register, con cui ero prima, ancorchè più caro, nemmeno me lo dava. Grazie
  10. Salve a tutti, leggendo questa guida Magento - Knowledge Base - Tutorial: Multi-Site, Multi-Domain Setup - eCommerce Software for Growth non capisco se la modifica al file di configurazione di Apache httpd.conf è strettamente necessaria in hosting di tipo condiviso. La modifica indicata dalla guida è quella dei virtual-hosts, che vengono aggiunti in automatico quando viene aggiunto un dominio tramite, ad esempio, un pannello Plesk. E' possibile quindi che non sia necessaria? Nello specifico ecco la modifica richiesta nella guida: // Now we re-configure the Apache configuration file, httpd.conf, for all domains to set the DocumentRoot to our Magento directory. //In this case, the directory is /var/www/http <VirtualHost *:80> ServerAdmin webmaster@domain1.com DocumentRoot /var/www/http ServerName domain0.com </VirtualHost> <VirtualHost *:80> ServerAdmin webmaster@domain2.com DocumentRoot /var/www/http ServerName domain1.com </VirtualHost> <VirtualHost *:80> ServerAdmin webmaster@domain3.com DocumentRoot /var/www/http ServerName domai2.com </VirtualHost>
  11. Allora intanto comincio con il salutare tutti, e spero che qualcuno mi possa consigliare bene o almeno togliermi un po' dalla confusione che mi sto creando da solo.. vi spiego brevemente cosa mi serve poi elencherò qualche dettaglio per farvi capire meglio le caratteristiche... allora, attualmente ho un hosting shared oltreoceano (webhostingpad) di quelli "unlimited" dove ho attualmente due siti con due differenti domini creati su wordpress (non sono blog) pochi plugins e poche pagine, anche la grafica non è che sia così importante.. poche immagini (già ottimizzate)tanto per spiegarmi.. allora sono alcuni anni che li ho con la suddetta azienda ed alla fine per parecchio tempo non mai avuto troppi problemi... finchè qualche mese fà è cambiato tutto.. siti lentissimi, spesso down, email che non funzionano.. pagine che non si aprono oppure dopo 20/30 secondi.. e così ho iniziato a provare ad ottimizzare i siti, testarli quotidianamente.. insomma sono entrato in paranoia.. e visto che non ne esco infatti ho problemi quotidianamente, ho deciso di cambiare.. ho letto centinaia di offerte sia italiane che straniere.. SSD, shared, vps, cloud.. alla fine ho una grossa confusione, quindi (scusate il lungo prologo ma era necessario per farvi capire) vi chiedo dopo che vi elencherò i dati fondamentali, se mi potete consigliare qualcosa che realmente mi possa sevire.. BASE: WORDPRESS (non sono blog ma praticamente siti statici se non per qualche pagina dinamica) PIATTAFORMA: Linux LINGUAGGIO: PHP + MySql TRAFFICO MENSILE: 2-5GB (penso di arrivare massimo a 2) SPAZIO: 2-5GB (Attualmente uso 1GB) VISITATORI: 40-80 (giornalieri in entrambe i siti qualche picco quando invio la mailing list con 400 iscritti) VISITATORI: da tutto il mondo ma 50% ITA DOMINI: 2-5 ( a volte necessito di inserire un nuovo dominio ma mai più di 5 in totale) EMAILS: >20-illimitate DATABASE: almeno 5 PANNELLO: CPANEL (o similare io conosco solo cpanel ma qualcosa di simile mi andrebbe bene l' importante è poter configurare nuove email, editor dns, domini e subdomini.. e magari avere tipo softaculous per installare eventuali nuovi wp) CONNETTIVITA': Europea?? non saprei.. ripeto i miei visitatori sono 50% ita altro 50% mondo (25%europa-25%restodel mondo) BUDGET: attualmente spendo poco circa 40$ annui.. mi è andata bene per un bel po'.. potrei spendere fino a 100€ annuali +o- NOTE: vorrei che i miei siti fossero veloci, con un tempo di risposta del server buono, e con un discreto/ottimo uptime NOTE2: ho spesso usato i tools di pingdom piuttosto che quelli di google.. il risultato è sempre lo stesso (i siti sono ben ottimizzati a livello di script, css, html ed immagini ma hanno tempi trooppo lunghi sul ping, sul server responce eccetera.. ) ho notato anche tramite il mio attuale cpanel che spesso la cpu ed il virtual memory vanno in giallo/rosso.. prima non succedeva.. Vi ringrazio in anticipo già se vi siete letti tutto questo post :-) grazie mille Edo
  12. Buongiorno a tutti, devo scegliere un hosting come dicevo nel titolo e chiedo cortesemente un consiglio. Leggo spesso hostingtalk e grazie alle vostre recensioni e indicazioni sono riuscito a restringere il campo delle infinite proposte che circolano sul web, ma non del tutto.. Di solito non scrivo, ma sono registrato per chiedervi un aiuto, ora avrei in lista register.it, kolst e siteground; Le mie necessità sono la gestione di uno o più siti (5-6) con hosting linux, su cui installare wordpress. Ho letto nelle caratteristiche di siteground ottime, ma in rete molti scrivono che poi ci sono problemi sui costi, di register ho letto che è caro e lento, mentre klost non conosco bene le caratteristiche anche se mi pare offra meno sulla carta, sono un po confuso... aggiungo che non sono molto esperto, per questo se avete anche altri nomi da suggerire vi ringrazio! Inoltre ho visto il cpanel in azione e mi pare ottimo (piu che altro per la possiblita di effettuare i backup completi, db mysql compreso), so che register non lo permette, mentre klost non saprei e di farli manualmente non saprei proprio, vi ringrazio in anticipo per i consigli.
  13. Salve gente, sono nuovo da queste parti e mi scuso se per caso sbaglio sezione o titolo, ma soprattutto mi scuso in anticipo per tutte le cose che sto per chiedervi e mi auguro che sarete clementi a rispondermi e comprendermi :) Veniamo al dunque però: Gestisco un bel po' di siti Web su server Linux e struttura LAMP su hosting shared e fino ad ora registravo il tutto su Aruba, però, ultimamente mi sono affacciato anche al mondo delle altre aziende di hosting e sin da subito ho notato che, mentre su Aruba prendevo dominio e hosting assieme, su molti altri siti di hosting posso fare questa operazione separatamente. Ciò quindi mi porta a farvi la prima domanda (e le altre di seguito): - se io prendo più domini per clienti diversi, posso ospitare i loro siti Web in modo diviso su un solo hosting? - se io devo ospitare più siti su un hosting solo, quale soluzione e presso quale sito mi potete consigliare, parlando però sempre di hosting shared e non VPS o altro? - sento sempre parlare di Register.it, può fare al caso mio, oppure loro non permettono il hosting multidominio e se lo permettono, quale delle loro offerte lo permette? - dove posso acquistare soltanto i domini, senza hosting (quindi da far puntare poi al mio hosting), con estensione ".com" e ottimo rapporto "qualità del servizio/prezzo"? Scusate il numero di domande che vi ho posto, ma ho cercato risposte in lungo e in largo, confrontato hosting veramente tante volte, eppure, queste informazioni non sono riuscito a trovarle e/o capirle per bene. Vi prego datemi delle lucidazioni sulle questioni chieste e se potete anche qualche informazione in più sull'utilizzo di un hosting con domini multipli. P.S: i siti che gestisco non hanno chissà quali grandi pretese, sono per lo più siti vetrina e altri di medie dimensioni, utilizzano MySQL e PHP, ma non in modo massiccio. Infine, ho pure bisogno delle cronjobs e php.ini personalizzabile.
  14. Il marchio di Guest Srl, specializzato in soluzioni di shared hosting, da oggi raddoppia il traffico disponibile su tutti i piani senza costi aggiuntivi. Continua a leggere, clicca qui.
  15. Ho provato il servizio di Hosting condiviso offerto da Webperte per circa 3 anni, sin da subito sono iniziati i problemi di lentezza con Joomla, nonostante avessi acquistato il pacchetto dedicato proprio a tale CMS e non avessi installato praticamente nessuna estensione o pligin aggiuntivo. Comunque il problema tecnico imputabile a loro, anche se in maniera non rapida, successivamente è stato parzialmente risolto. Ultimamente c’erano dei problemi temporanei e di breve durata con il Database MySql e, visto che non offrono un server smtp, e che nel frattempo ho trovato un servizio di hosting condiviso o mio avviso migliore, ho deciso di trasferire il dominio....e quì sono iniziati i problemi. Invio tramite Ticket la richiesta per avere l’authcode, mi rispondono abbastanza celermente indicandomi solo l’authcode senza nemmeno un salve, ma vabbè, nemmeno io sono uno molto socievol, o forse è semplicemente una risposta automatizzata. Avvio la procedura di trasferimento presso il nuovo provider e appena la procedura ha inizio ed il dominio va nello stato di PendingTransfer, il sito va subito offline, mi accorgo che probabilmente hanno immediatamente tagliato la zona DSN…. viewdns.info riporta un laconico: “Sorry, I couldn’t seem to find that domain. Perhaps you entered an invalid domain name? Please check the spelling and try again later.” Contatto il nuovo provider e mi confermano che il problema dipende da WebPerte (in effetti avevo fatto il nuovo ordine solo da 10/15 minuti ed avevo appena confermato la volontà di trasferire il dominio cliccando sul classico link che arriva via mail all'Admin-c). Quindi ricontatto Webperte chiedendo che il tutto venisse ripristinato sino a trasferimento concluso, ricordando che il dominio è pagato ancora per altri 12 giorni… nessuna risposta, il sito è sempre offline e perdo tutta la posta entrante. Dopo 2 giorni rimando un ulteriore ticket con alta priorità e l’esito è il medesimo, vengo completamente ignorato. In definitiva sono 5 giorni che il sito è offline, non posso ricevere la posta e non si degnano di darmi nemmeno una risposta, che è la cosa che sinceramente mi da più fastidio. Quindi se volete un mio parere, come Hosting condiviso è un servizio senza infamia e senza lode, con prestazioni e servizi spesso al disotto dei concorrenti (sovraccarico DB MySql, assistenza che non rispnde e mancanza di server smtp). Ma quello che mi da più fastidio è che attuino quelle che, non rispondendo ai ticket di assistenza, sembrano delle ripicche nei confronti dei clienti che per un motivo o per l’altro decidono legittimamente di andarsene…e per cosa? Solo per creare al cliente che se ne va 5 giorni di disagio? Mah. Ho trasferito anche altri domini in passato e non sono mai stati 5 giorni offline.
  16. Siccome so fare in programmazione e so come funziona un server e relativi pannelli avrei deciso per un futuro (spero non molto lontano) di creare un servizio webhosting gratuito. Il problema dove sta? Sta nella scelta del server perchè non so proprio per quale optare in aprtenza. I miei occhi sono caduti su questa scelta: Processore: Intel Bi Xeon Quad 8x 2.00+ GHz - 12 MB L2 - FSB 1333 MHz 45nm Architettura: 64 bits Memoria RAM: 4 GB DDR2 HardDisk: 2x 750 Gb (RAID 1) Connessione a internet a 100 Mb a 30 TB al mese vi pare buono per cominciare e come performance? PS: Lo spazio che vorrei dare per ogni sito sarà di 1 GB con frazioni di: - 700 Mb di spazio - 200 Mb di detabase - 100 Mb per posta elettronica PS: scusatemi ma sta sottolineatura non sono risucito a toglierla proprip nemmeno spuntando il pulsante apposito
×