Vai al contenuto

Cerca nel Forum

Mostra risultati per tag 'hosting'.

  • Cerca per Tags

    Tag separati da virgole.
  • Cerca Per Autore

Tipo di contenuto


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Trova risultati in...

Trova risultati che...


Data di creazione

  • Partenza

    Fine


Ultimo Aggiornamento

  • Partenza

    Fine


Filtra per numero di...

Iscritto

  • Partenza

    Fine


Gruppo


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Trovato 1582 risultati

  1. Salve, e grazie a tutti per il supporto. Dovrei migrare il mio sito wordpress hostato su go-daddy su un pacchetto "x", su un altro pacchetto "y" sempre su go-daddy. La procedura che seguo è la seguente: 1. Scarico sul pc tutti i file presenti nel mio host "x" all'interno della cartella "public_html", tramite filezilla, e poi li carico all'interno del nuovo spazio host "y" sempre go daddy e sempre all'interno della cartella "public_html" 2. Faccio backup del database e lo carico e poi lo carico tramite phpmyadmin all'interno del nuovo database 3. Modifico il file wp-config con i dati relativi a db e nome utente (il nome db lo rimango uguale perchè lo chiamo io uguale mentre il nome utente ne metto uno nuovo perchè ho crato un nome nuovo. ... ora qui sorgono i problemi realivi al dominio ... Go daddy appena configuro il nuovo piano host mi dice di scegliere un dominio, naturalmente il www.mionome.it non me lo fa scegliere perchè è associato al vecchio spazio ancora in funzione, e quindi scelgo www.mionome.com (non associato a niente) Ora io vorrei che www.mionome.it punti al nuovo host dove ho carico file e database uguali al vecchio host, quindi ho provato semplicemente a modificare i dns con quelli del nuovo host ma non visualizzo niente. Neanche con www.mionome.com però visualizzo niente (mi esce una pagina bianca)... Quindi oltre i primi 3 punti cosa dovrei fare per far si che www.mionome.it punti al nuovo spazio hosting (sempre go daddy) dove ho copiato tutti i file e database del vecchio spazio hosting e vedere tutto normale?.... poi per il .com vorrei semplicemente reindirizzarlo al .it grazie a tutti....
  2. Salve a tutti del forum, secondo la vostra esperienza tra i fornitori di hosting in Italia per prestazioni (fruibili anche in ambito SEO) con quale avete avuto maggiori riscontri positivi? Ringrazio tutti coloro che interverranno.
  3. Buongiorno a tutti e complimenti per l'ottimo servizio. Se ne è già parlato molto ma vorrei cambiare il mio attuale provider. La web agency che gestisce il mio sito web aveva dei propri server posizionati presso il data center di Serverplan, e non ci sono mai stati problemi. Ora si sono creati un loro data center, ovvero http://www.rackone.ch e da allora sono iniziati i problemi. Sto monitorando il sito con https://anturis.com e spesso da errori di ping e di visibilità. Vi premetto che il sito della mia azienda è relativo ad un corriere, ma un corriere locale, quindi non necessitiamo di una spazio web enorme. Ciò a cui miriamo, è la visibilità, in quanto abbiamo un servizio di ritiri on line ed il sito deve avere pochissimi downtime. Sto analizzando vari provider, tra i quali ovh, dagmaweb, ed Artera. Non è tanto un discorso legato al costo, perchè adesso paghiamo circa 250 Euro l'anno, ma all'affidabilità e possibilmente alla risoluzione di eventuali problemi anche nel weekend. Qualcuno può essermi di aiuto? Grazie. Alberto
  4. Salve a tutti, Voglio portarvi a conoscenza di come il provider di hosting Aruba gestisce il mancato rinnovo di un hosting o database, e magari avere qualche dritta da chi ci è eventualmente passato per recupere il lavoro di anni perso. Intanto partiamo dall'assurda gestione che Aruba applica al database mysql rispetto al dominio, con due procedure di rinnovo differenti, due login, due sistemi diversi per inviare gli alert di rinnovo. Per farla breve gestisco un portale dedicato a ricette di panificazione, nel corso di circa 10 anni è diventato molto popolare con una indicizzazione massiva su tutte le principali keyword riguardanti il mondo della panificazione, un forum molto vivo e frequentato. Un lavoro costato anni, pazienza e dedizione. Negli ultimi 2-3 anni il sito per mancanza di tempo è stato un po abbandonato e l'attenzione sullo stesso è calata, quindi anche relativi rinnovi, Il sito però continuava a raccogliere accessi ed a mantenere una discreta indicizzazione in rete. Fatto sta che scade il dominio, arriva email di alert e lo rinnovo puntualmente Qualche mese dopo scade il mysql (non sono mai riuscito ad abbinare i due rinnovi ne tanto meno allineare le scadenze) e per qualche arcano motivo inviano emails di alert non alla stessa email usata per le comunicazioni del dominio (che tra l'altro è nel profilo) ma all'emal iniziale con la quale il mysql è stato registrato la prima volta. Peccato che questa email non esiste più !!! Ebbene dopo 40 gg di solleciti automatici e senza verificare che gli stessi non venivano recapitati, Aruba per citati problemi di privacy dei dati CANCELLA in modo PERMANENTE tutto il DB mandando a p....e il lavoro di tanti anni. Ora io mi chiedo...a parte l'invio ad una email non corretta e rettificata nel profilo, ma prima di arrivare alla cancellazione irreversibile di un DB che regge un sito ed un forum, poteva magari provare a contattarci per altri canali ? L'email del profilo ad esempio, quella di Aruba stessa dove arrivano le comunicazioni relative a fatture e pagameni, per telefono o in ultima spiaggia per posta raccomandata. A me sembra un comportamento assurdo e credo che Aruba sia in totale difetto. Qualcuno sa dirmi se è normale che un provider si comporti così ? Esiste qualche magica azione che posso fare per recupere il DB che Aruba si ostina a dire essere stato irreversibilmente cancellato per motivi di privacy? Che poi voglio dire....il dominio è ancora attivo e registrato, potevano almeno fare un backup e metterlo sullo spazio del dominio, quale è il problema di privacy ? Grazie a tutti dell'attenzione e degli eventuali consigli che arriveranno.
  5. In molte aziende hosting si legge "illimitato" così non si capisce il limite di performance dei vari servizi. Un CMS con 80 utenti/ora può stare su un hosting da 40 euro/anno oppure serve una VPS? Faccio degli esempi: 1.un e-commerce che in un’ora raccoglie 80 ordini; 2.un forum che in un’ora riceve 80 post come questi; ecc.... Ci sono dei metodi che prevedono si stimare il tipo di infrastruttura necessaria per un dato servizio? Grazie
  6. salve, vorrei sapere le caratteristiche per scegliere tra i vari hosting sulla base di realizzare un sito in grado di far vedere video in diretta, il sito dovrebbe supportare un max di 2000 persone contemporaneamente.
  7. Lorenzo Generale

    Problemi con SOLODOMINI

    Buonasera, qualcuno definirà questo post come un tentativo di diffamazione per SOLODOMINI ma non è certo questa la mia intenzione. Io semplicemente in data 15/12/2016 ho effettuato il pagamento per il rinnovo del servizio di Hosting presso di loro; alla Banca Sella (la loro) risulta il pagamento ma non risulta l'accettazione da parte del destinatario che deve avvenire entro 25 giorni. Sta di fatto che tramite WhoIs ho anche visto che, in maniera non credo del tutto regolare, il signor Simonini Matteo in nome di TeleSave si è intestato il mio dominio regolarmente pagato ogni anno. Ai numeri di telefono forniti nel sito ed al cellulare non risponde nessuno; alle mail non risponde nessuno; ho contattato il registar che ovviamente non può fare nulla perchè il dominio non è più intestato a me. Qualcuno si è trovato già in questa situazione e può consigliarmi come procedere ? Ovviamente dispongo di tutti i pagamenti precedenti e della transazione del 15/12/2016; dispongo di tutte le mail inviate ed sms ovviamente non calcolati. Cordiali saluti
  8. Buongiorno a tutti, sono nuovo sul forum e scrivo perchè mi sono ritrovato in una situazione non poco intricata. Ho realizzato in html scss il nuovo sito riabilab.com totalmente in locale. Una volta terminato io e il cliente ci siamo fatti mandare i dati di accesso ad Aruba (sui cui ci sono dominio e hosting) dal vecchio web designer. Però ho scoperto che l'hosting è un SuperSite (una sorta di visual composer che non permette accesso FTP nè filemanager), ora quindi mi trovo con un sito modificabile solo tramite visual composer, e in locale tutti i codici del nuovo sito. Vorrei fare il passaggio da supersite ad un hosting che permetta ftp. La mia esperienza con Aruba è pari a zero, qualcuno saprebbe dirmi come cambiare l'hosting? Grazie in anticipo.
  9. Ciao a tutti ! Premetto che capisco ben poco di hosting, dominii e quant altro, cercherò di spiegarmi in maniera chiara, sperando di riuscirci ;) Per qualche anno mi sono occupata della gestione di un sito ( in realtà mi limitavo a caricare contenuti tramite wordpress) con dominio .it e ospitato dal provider spaziorc (mai sentito nominare ma, come dicevo, me ne intendo molto poco) . Nell ultimo anno e mezzo il sito è stato aggiornato di rado e le persone che collaboravano con me sono passate ad altro e , per una serie di motivi, mi sono accorta solo ora della scadenza del dominio+hosting in questi giorni e il provider mi ha proposto di rinnovare il contratto annuale con un abbonamento un pelino più conveniente Le mie domande sono queste: 1 Considerato il bassissimo traffico e gli aggiornamenti sporadici, mi sarebbe sembrato più intelligente abbandonare il dominio e passare a una piattaforma gratuita . E' possibile senza dover necessariamente rinnovare il contratto di hosting per un altro anno? 2 nel caso debba necessariamente farlo, e scusatemi per la domanda probabilmente assurda, il fatto che lo gestissi da wordpress c entra con l eventuale "ritorno" a uno spazio gratuito (come wordpress appunto)? L unico motivo per cui non sto lasciando semplicemente scadere il tutto è perchè vorrei salvare i contenuti caricati durante gli anni.. Grazie per l attenzione :)
  10. Eritreo Cazzulati

    Consiglio Hosting

    Buogiorno a tutti, vengo al dunque senza troppi giri. Mi servirebbe un consiglio spassionato per decidere tra serverplan (reseller/apache) e siteground (multidominio/nginx). Osterei la maggior parte dei siti wordpress e un paio in php custom. Ho letto un sacco di recensioni positive su siteground (prezzo decisamente inferiore) ma temo siano ruffianate da affiliazione. Come server email poi quale funziona meglio? I registrar li terrei comunque altrove menter hosting ed email assieme. Grazie.
  11. webquadro

    Disperazione Kolst

    Negli ultimi mesi sono stato più volte tentato di aprire questo post ma ho sempre desistito un po' per prigrizia e un po' perché quando i problemi di hosting rientrano solitamente cerchi di non pensarci più. :) Oggi che ho quasi concluso la migrazione verso un altro provider ho deciso quindi di raccontare la mia storia con Kolst. Ho scelto Kolst 4 anni fa dopo aver letto molto sia qui che altrove e trovando la loro offerta economica ma di valore. Al tempo scelsi l'hosting super da 50 domini (un condiviso chiaramente) considerando che avevo in carico una ventina di domini tutti a bassissimo traffico. Per i primi due anni e mezzo tutto è filato quasi bene. Prestazioni accettabili, assistenza tecnica non eccelsa ma comunque sopportabile. Poi nell'ultimo anno il naufragio. Cito in ordine sparso: Prestazioni letteralmente crollate. Risorse tagliate molto di frequente con pochissimo traffico. Due downtime di più di mezza giornata con risposte (non divulgabili) piuttosto approssimative Gestione dei ticket incredibilmente poco professionale. Risposte evasive non complete e con diverse ore di ritardo. Qualcuno potrebbe obiettare che se vuoi prestazioni le devi pagare. Il problema prestazionale è infatti minore. I downtime è l'assistenza però non sono accettabili.Si tratta comunque di un hosting da 150+IVA. Volutamente non cito il provider a cui sono passato. Spendo il doppio è vero ma ho prestazioni 10 volte superiori e un'assistenza che risponde anche la domenica con l'unico scopo di risolvere un problema e non di chiudere un ticket. Spero che la mia esperienza possa essere utile a qualcuno e sono a disposizione del provider per riportare a voce la mia esperienza (non esiste un numero da chiamare, nemmeno commerciale) per migliorare questi aspetti
  12. Buonasera a tutti, avrei un piccolo quesito da porvi. Ho necessità di creare un forum preferibilmente in phpBB3. Il forum vedrà utenti caricare diverse immagini e files, che quindi occuperanno man mano parecchi giga di spazio, inoltre vorrei tenermi un po' largo nel caso la community crescesse e ci fossero un certo numero di accessi contemporanei tra users ed ospiti. Che soluzione di hosting posso scegliere? Non vorrei spendere una cifra astronomica e ho letto che i servizi garantiti come banda e spazio illimitati non sono molto affidabili... Grazie in anticipo.
  13. Buonasera! Ho avuto difficoltà a trovare l'hosting adatto. Vorrei prendere un piano hosting di fascia bassa in cui installare soltanto wordpress per fare test su woocommerce I requisiti dovrebbero essere: - Come da titolo, possibilità di ospitare almeno 5 domini .it e .com - Che il plugin WooCommerce per Wordpress funzioni = avere PHP aggiornato + GET REMOTO + POST REMOTO - Una banda NON vergognosa, giusto per reggere una manciata di visite giornaliere Per ora ho preso in esame Register, di cui non mi piace affatto l'abuso del termine "infinito" (spazio infinito e balle varie, voglio sapere quanto posso usare). Tophost, col servizio topweb non c'è scritto nulla. Non so quanti domini accetti o quanta banda ci sia. Consigli :) ?
  14. Buongiorno. Da poco ho scoperto questa nuova azienda italiana, tantrahost, che offre servizi di hosting a prezzi interessanti. Dopo aver utilizzato la versione prova per qualche giorno ho deciso di acquistare un dei loro servizi (al momento offrono solo due pacchetti) ma, a parte qualche sito personale di prova, non ho ancora avuto modo di utilizzare i loro servizi per dei clienti. Per quanto sia convinto che spendendo poco non si possa pretendere molto devo dire che il servizio offerto mi sembra, finora, più che buono rispetto al prezzo. Qualcuno di voi ha avuto modo di testare i loro servizi per siti più o meno grandi o comunque qualcosa che vada al di la dei test? Qualunque esperienza riportata è bene accetta.
  15. Rickyzpro92

    Consigli su Hipsia24

    Salve, Ho una società di Hosting reseller e vorrei chiedere un parere ai più esperti nel settore. Circa 1 settimana fa mi è arrivata una mail da Hipsia24 (www.hipsia24.com), è una compagnia che si sostituisce al team di supporto di un azienda e fornisce assistenza 24 ore su 24 ai clienti della stessa azienda. Mi hanno suggerito di dare un occhiata al sito e vidi che i loro prezzi erano cose fuori dal mondo, dato i servizi che offrono e i software inclusi. Mi hanno offerto un periodo di prova del loro pacchetto "più importante" ed ho accettato, mi verrebbe a costare 250€ al mese e i vantaggi di utilizzare il loro servizio sono tantissimi. Ad oggi sono ancora coperto dalla loro prova gratuita, ma dal momento che hanno soddisfatto tutte le richieste dei miei clienti, rispondono alle telefonate al posto mio e posso accedere ad uno storico delle chiamate per ascoltarle sto valutando la proposta di acquistare il pacchetto. C'è da fidarsi? Qualcuno lo ha già provato? Vi ringrazio in anticipo
  16. Buonasera a tutti, scrivo per la prima volta in questo forum e spero possiate darmi una dritta! :) Devo creare un nuovo sito in wordpress su un nuovo hosting effettuando il collegamento ad dominio già esistente. Il problema è che mi è stato chiesto di tenere l’hosting e il dominio già esistenti attivi fino quasi al momento del cambio e magari di poter vedere gli sviluppi del sito online. Al momento ho considerato 3 opzioni: 1) creo il sito sul nuovo hosting con un nuovo dominio (es .net) e a lavoro finito effettuo il passaggio di dominio (come rendo il dominio .com il principale?); 2) creo il sito sul nuovo hosting senza dominio (si può con wordpress? come può essere visualizzato dal cliente?) e a lavoro finito associo il dominio; 3) creo il sito in una sottocartella sul mio hosting personale, e a fine lavoro acquisto il nuovo hosting e trasferisco il dominio spostando tutto lì manualmente o con plugin. Una di queste opzioni è valida? Voi come procedereste? Grazie di cuore in anticipo.
  17. Quando ho iniziato la ricerca per trasferire il mio sito per un servizio hosting migliore, ho visto moltissime opzioni, tante aziende, tanti piani ecc., e ho anche provato diversi. Tra questi ho scoperto, proprio su Hostingtalk, anche Netimax hosting (netimax.it). Avevo deciso di provare l'ennesimo provider, quindi ho iniziato con un piano hosting base per verificare l'uptime, la rete, l'hardware, le prestazioni, l'assistenza ecc., e il risultato è che dopo 2 anni, da quei giorni di prova, li uso ancora e sono davvero molto soddisfatto. Ecco una mia recensione, e di come sono passato da un hosting condiviso a un server virtuale (VPS cloud): Servizio/hardware/software/prezzo In genere è molto difficile distinguere in base all'hardware un servizio hosting condiviso, perchè le prestazioni possono variare molto per tante ragioni, però ci provo.. Con l'hosting condiviso, ho chiesto all'assistenza che configurazione hardware avevano e mi hanno risposto "hardware server fatti per i server". Dunque, decifrando quello, poi con le altre informazioni, hanno server con intel E5 con molti Ghz ecc, moltissima RAM e solo server con spazio/storage SSD.. tanta roba insomma, che ho visto sono uno standard per server di alte prestazioni, almeno per l'uso di siti. Poi, i pacchetti condivisi hanno tante funzioni, antiSpam avanzata, softaculous per installare e gestire wordpress e altro velocemente, backup automatici giornalieri più snapshot che posso gestire direttamente da cpanel! e davvero tant'altro, ma focalizzo su questi detti perchè li uso di più. C'è anche Litespeed che è davvero fantastico! Io sul VPS ho iniziato per un periodo senza litespeed, e poi quando ho deciso di installarlo (beh hanno fatto loro per me), il sito è cambiato sensibilmente..molto più veloce! Devo dire che il mio sito, che è in 3 lingue, è stato sempre veloce per gli utenti, anche negli USA, dove abbiamo 30-40% di vendite. Nessuno si è mai lamentato, anzi alcuni ci chiedevano del design del sito (merito mio IMHO) e del provider, perchè era sempre super veloce. Non so qual'è il motivo preciso per questo, ma una stretta combinazione di hardware-software è sicuramente da ringraziare. Mi sono trovato fin da subito molto bene col servizio, anche se mi è capitato un periodo, davvero brutto, con l'hosting condiviso, che avevano continui problemi con i server (mi dicevano che erano errori dai server backup), che aveva rallentato tutto e tutti ed è stato un periodo nel quale li stavo anche per lasciare e trasferire il sito altrove. Però, l'assistenza che sempre esaustiva e veloce, mi rassicuravano che avrebbero risolto quanto prima, e mi hanno dato un bonus "rimborso", quindi ho dato un altro po' di fiducia. Alla fine della recensione capirai perchè sono contento di aver rimasto, ma intanto dico che ci hanno messo un po' di tempo per risolvere, forse troppo, ma alla fine la mia pazienza ha ripagato alla grande. Hanno risolto il problema e andava anche meglio di prima e mi hanno regalato (anche se userei il termine ridato) 3 mesi di hosting gratuito e anche il dominio pagato per un altro anno. Credo che questo sia un segnale di un Host davvero eccellente..poteva finire che li lasciavo e in questo momento potevo scrivere l'opposto, ma hanno risolto, migliorato, e ci ho anche guadagnato qualcosa su! Grande :) Con il mio VPS, invece, per l'hardware in uso ho controllato via WHM e in effetti vi erano solo componenti di ultima generazione (come CPU) ecc. Vi sono tante configurazioni che puoi scegliere, e danno assistenza su installazioni di software, come all'inizio ho fatto Nginx e Varnish per poi passare a Litespeed che mi gestiscono tutt'ora. Anche come VPS mi sono trovato subito bene, dalla migrazione da hosting condiviso a VPS, che si sono occupati Netimax; all'installazione di LiteSpeed e configurazioni di Google Apps ecc. tutto. Il VPS è stato lanciato subito in pochi secondi, letteralemente! E la configurazione è stata fatta abbastanza rapido (direi che potevano metterci un po' meno per farlo, ma alla fine m'hanno fatto un bel lavoro). Per il prezzo, io li metterei nella fascia medio-alto..anche se dicono che sono economici. E' vero che hanno diverse opzioni, quindi puoi incominicare "economico" come ho fatto io, e pian piano fare upgrade che comunque ti costano qualcosa in più, forse più di quanto volevo spendere. Poi, il VPS stiamo nella fascia alta, troppo alta. Forse vogliono che fai questa scala verso su, ma dico sinceramente che alla fine qualità/prezzo ci vado benissimo io.. Direi che la qualità si paga. Assistenza Non uso molto l'assistenza, o almeno non con una certa frequenza (per fortuna), ma quando li ho utilizzati, si sono sempre trovati pronto ad aiutarmi, mi rispondono velocemente, e mi aiutano a risolvere qualsiasi questione, anche nelle mie richieste e seccature più noiose..oh, stanno li per me eh :P Aggiungerei, però, che qualche volta ci vogliono 2-3 risposte per allinearci su una questione, come se le prime risposte siano per "solo rispondere" in tempi veloci e farmi contento, per poi mandarci qualche messaggio in più per finalmente capirci e trovare la via ad una soluzione definitiva. Anche nei momenti più difficili, come il periodo del sito "lumaca", mi hanno assistito (o sopportato) bene. Hanno sempre migliorato dopo un problema, quindi senti che se va storto qualcosa, ci lavorano su e non pensano ad altro (o peggio, si disinteressano) una volta che è stato risolto un problema. Cosa che mi dà piu garanzie e pazienza in certe situazioni (che va bene quando si parla di un'attività online). Come ho detto prima, se non fosse stato per quello, a un perto punto li avrei già lasciati. D'altronde, sono famosi per l'assistenza, quindi non puoi sbagliare li. Davvero ottima. Rete/uptime Per i test, ho usato Pingdom, un ottimo servizio di monitoraggio dei server in termini di tempi di risposta e uptime dei server, e vari strumenti di Google. Come velocità di caricamento, Pingdom mi da' molto spesso "più veloce di 90% dei siti" (hanno uno strumento online gratuito per testarlo tools.pingdom.com oltre all'account gratuito che puoi fare), e come uptime sempre al di sopra di quello garantito che è 99,9%, e ad esempio, l'anno scorso, in tutto il 2015, il 99,99% !! Che non avevo mai visto :) Capivo perchè i provider mettevano 99,9.. ma mai mi era capitato il 99,99%. Comunque, scusate per l'euforia (lol), però lo trovo davvero grande come risultato. :lode: chissà se riusciranno a fare 100%, soprattutto visto che ora ho un VPS! Conclusione Netimax Hosting, seppure con qualche noia nel mezzo, come i backup server che mi avevano causato rallentamenti continui per del tempo, in conclusione mi ha dato molte soddisfazioni. Mi ha fatto iniziare la mia azienda online in modo sereno, e ora mi stanno aiutando anche a crescerlo. Credo che il provider sia una cosa molto importante, perchè hai bisogno di uno che ti dia prestazioni, e soprattutto sicurezza. Sono un loro cliente da 2 anni, provenivo da più hoster nel passato in quanto dovevo cambiare spesso, quindi netimax è stata l'unica a tenermi per tanto tempo. Li posso solo ringraziare ancora, e sperare che continui così, anche se sono molto confidente che così sarà. Ho lanciato un servizio CDN con loro, di cui non conoscevo tanto le funzionalità, per arrivare meglio a tutti i miei clienti nel mondo (vediamo come sarà), e non posso fare altro che lasciare questa recensione che spero sia utile ad altre persone.
  18. vitaliano86

    hosting web agency

    Buongiorno a tutti e buon anno. Prima di tutto vorrei fare i complimenti per il portale, ricco di contenuti aggiornati e interessanti. Entro aprile, insieme a mia moglie, ho in programma di aprire un web agency dedicata alla valorizzazione della piccola media impresa italiana attraverso gli strumenti offerti dal web (siti responsive, applicazioni per smartphone, siti e-commerce e commercio online, campagne di indicizzazione, marketing e social media) e una mirata attività di web editor: ovvero la creazione di contenuti testuali e multimediali associati alle campagne pubblicitarie online e alla promozione sul sito web. E' un progetto lungo e complesso, ma abbiamo tutte le intenzioni di farcela :). Il nostro obiettivo a breve e medio termine è quello di gestire 15 clienti (almeno 2 ecommerce) per poi raddoppiarli il secondo anno e così via. La domanda che vorrei sottoporre alla vostra attenzione è (seppur scontata): per la mia agenzia qual è la miglior soluzione hosting per gestire i siti dei miei clienti, sia da un punto di vista economico, contabile e affidabilità/efficenza? Premetto che lavoro principalmente con joomla (in rari casi con wordpress) per la realizzazione dei siti web. Vi ringrazio in anticipo. Vitaliano e Maria
  19. Salve di nuovo, cercavo un hosting .net e un utente mi ha detto che ma io non so nemmeno da dove iniziare. Potreste indicarmi un hosting gratuito che permetta di collegare un dominio già acquistato e che permetta anche di passare ad un piano a pagamento (max 100/120€ annui) quando sarà il momento? Non voglio però nessun costruttore di siti, desidero creare da zero il mio codice. Però qui sorge il problema: io sono pratico (sì, insomma, pratico si fa per dire) di DOT NET, JS, VBS e basta... quindi avrei bisogno anche di sapere come si fa, da zero, ad iniziare a sviluppare un sito per un hosting linux lavorando però in ambiente windows (non ho alcuna macchina che monti linux), con consigli su quali programmi usare per creare il codice e magari su dove trovare una guida "primi passi per zucconi" per PHP che non ho mai (e dico mai) usato. Non ho fretta, se l'hosting che mi consigliate è gratuito a tempo indeterminato ho tempo per fare le prove ed imparare... anche con .NET alla fine ho fatto così, da autodidatta. Grazie a tutti
  20. Dopo l'ennesimo utente che ho trovato richiedere i motivi di questa distinzione, ho deciso di aprire un mini howto relativo al perchè è consigliabile agire in questo modo. Dominio e Hosting separati, come attivarli? Molte persone associano la possibilità di avere un proprio sito web online alla necessità di farlo corrispondere ad un dominio www. hostingtalk .it per esempio), tutto ciò è vero, ma dopo aver registrato il nome a dominio serve necessariamente uno spazio web dove i contenuti sono ospitati, qui entra in gioco il nostro caro "hosting", niente altro che uno spazio dove andiamo ad operare, e al quale "punta" il nome a dominio registrato. Oggi la maggior parte delle compagnie consentono di acquistare il solo spazio web, dandoci così la possibilità di registrare il dominio presso un altro fornitore, o ospitarlo dove meglio crediamo, anche su un nostro server. Basta controllare che in fase d'ordine questa possibilità sia dichiarata, nel caso richiediamolo esplicitamente all'assistenza. Che dominio mi serve? Nessun dominio particolare, puoi registrare un .com, un .it o qualsiasi altra estensione presso una azienda italiana o estera, ma assicurati che essa fornisca un pannello dove gestire i dns (domain name server) utili a far puntare le richieste che arrivano al dominio al tuo spazio web! Potrei avere la necessità di modificare anche i name servers, per cui oltre al puntamento, assicurati che anche questi valori siano modificabili in completa autonomia. Il prezzo non deve essere superiore, hai richiesto delle funzioni che offrono il 99% delle aziende. Quali sono i vantaggi nel tenere separati dominio e hosting? Pensaci bene. Se il tuo sito web non è raggiungibile perchè il tuo provider ha un danno al proprio server, anche il tuo dominio, essendo sui suoi server è bloccato. Questo significa che non puoi fare nulla, neanche tentare di dirottare altrove il tuo traffico, che magari proprio in quei giorni aveva raggiunto dei buoni livelli! Con una gestione separata di dominio e hosting, quel che ottieni sono due entità distinte, se il tuo shared hosting non è raggiunigibile, allora vai nel pannello di controllo del nome a dominio e modifichi gli ip del server a cui farlo puntare: puoi allestire un altro spazio dove portare i tuoi visitatori, o semplicemente una pagina web che li avvisa del disguido in corso, senza farti perdere visite. Si tratta di un sistema che può tornare utile anche nel caso il tuo spazio web non sia più raggiungibile per problemi legati all'hosting provider, se tu hai un backup puoi ripristinare il tuo servizio in qualsiasi momento da un altro gestore, semplicemente modificando il puntamento dei dns. Il tuo dominio deve essere affidato a chi, possibilmente, si occupa di gestirlo con tecniche di clustering dei servizi, in modo tale da scongiurare un downtime che renda irraggiungibile il dominio. Ma questo è un secondo passo, il primo, più importante, è tenere distinto il tuo nome a dominio e lo spazio che ospita i contenuti. Un ultimo vantaggio è la possibilità di mantenere tutti i domini registrati presso un solo gestore, nel migliore dei casi usufruendo anche degli sconti quantità che vengono applicati da diverse compagnie. Qualsiasi domanda o commento aggiuntivo a questa piccola introduzione è ben accetto :approved:
  21. Salve, premetto che sono nuovo e inesperto. Gestisco il sito di un'associazione, registrato a nome di uno dei nostri da parte di una società che adesso è scomparsa. Dopo due anni, questa volta nessuno ci ha ricordato di rinnovare né il dominio né l'host e adesso il sito è irraggiungibile. Informandomi da alcuni amici mi è stato suggerito di trasferire il dominio su l'host aruba, anziché dominiofaidate (quello che è stato fino ad oggi). Ho scaricato tutto il contenuto del FTP e richiesto al referente di quella società - dopo lungo insistere sono riuscito ad avere una comunicazione, seppure breve - di inviarmi il database, avendo lui solo l'accesso al pannello di controllo dell'host. Adesso il database dovrebbe essere in arrivo, ma la domanda è: mi basta? quali sono i passaggi da fare per trasferire il sito su aruba? Mi conveniva rinnovare su quell'host e poi pensarci più tardi (ormai non avendoci pensato prima)? Grazie mille in anticipo. Luca
  22. Salve, avrei bisogno di un consiglio perchè ho bisogno di affidarmi ad un nuovo servizio di Hosting ed è da un po' che non seguo e non so cosa offra il mercato. In realtà "nell'immediato" avrei bisogno di un configurazione molto minima: - Poco spazio (avrò bisogno di hostare non più di 10 pagine in php) - almeno 3 indirizzi email ma meno di 5 - un supporto in italiano Grazie, Alberto
  23. SpersoTraLeOfferte

    Scelta hosting DOT NET

    Salve a tutti, dopo estenuanti ricerche online ho deciso di affidarmi a voi, dato che questo forum continua a comparire nei risultati di ricerca come fosse un segno... Vi racconto qual'è il problema, cercando di essere breve: ho intenzione di acquistare un dominio che sarà nomecognome.??? per crearvi dietro un sito personale che esponga i miei lavori ed anche le mie passioni, in modo da sostituire i diecimila spazi che apro e chiudo via via in base ai ban che mi vengono imposti, alle cookie law che vengono fuori, ed altri problemi. Ho deciso, quindi, di comprare il dominio e rimandare sempre il mio "pubblico" allo stesso indirizzo che avrà dietro un hosting. Che potrebbe anche cambiare di volta in volta, se trovassi condizioni migliori nel corso del tempo. L'importante sarà mantenere il mio dominio sempre uguale da qui a cent'anni. Detto questo, la domanda che vorrei porvi è la seguente: Per iniziare, esiste un servizio di hosting gratuito a tempo indeterminato che mi permetta poi di passare ad un piano a pagamento? Non mi riferisco però ai semplici WIX o cose simili, io desidero avere un hosting DOT NET in modo da poter creare il sito da zero e poter gestire tutto da HTML, JAVASCRIPT e VBSCRIPT contando quindi su di un servizio che carica ESATTAMENTE quel che io stesso carico, senza aggiungere niente alle pagine (pubblicità, cookies, banner, niente di niente). Secondo voi esiste? Io non riesco a trovarlo! Complice forse anche il fatto che in inglese non sono ferratissimo. Vi ringrazio sin d'ora per tutto l'aiuto che potrete darmi, sono proprio sperso!
  24. Sono un cliente Seeweb in Cloud Hosting da anni, ormai esasperato dai disservizi e da un pannello di controllo obsoleto. L'ennesimo down di oggi mi ha fatto decidere di migrare in altri lidi. Ho un sito basato su Wordpress che ha in media 5000 utenti al giorno, ma talvolta ci sono anche picchi di 15-20mila persone. Deve quindi reggere eventuali picchi di traffico ed essere managed. Credo che una soluzione in cloud hosting sia la migliore per me, quali aziende italiane (o con supporto in italiano) mi consigliate?
  25. Inizio questa discussione perché a mio avviso sarebbe importante conoscere qualche servizio che offra un Hosting gratuito affidabile. Premetto che ne ho trovati alcuni e qualcosa di buono ho trovato. Invito chi partecipa alla discussione di raccontare le sue esperienze in modo di dipingere per bene il quadro della situazione. Inizio io a raccontare la mia storia: ho iniziato a utilizzare i servizi di Altervista, credo che tutti la conoscano, ma ben presto mi sono reso conto di due limitazioni: il sottodominio obbligatorio, la pubblicità e le limitazioni dei server. Ho abbandonato subito. Sono passato a Netsons ma i server hanno delle limitazioni incredibili. Altro giro su Hostinger e altra delusione: qui addirittura i server sono spesso offline anche per dieci ore consecutive e la pagina del tuo sito viene sostituita momentaneamente da una loro pagina pubblicitaria. Nello stesso loro Forum gli amministratori dell'Hosting ti invitano a passare a un hosting a pagamento perché, e cito testualmente, "i server gratuiti ospitano anche fino a 20.000 siti" Ogni commento è superfluo. Poi casualmente ho trovato poco tempo fa un hosting che offre un servizio gratuito perfetto: cioè è più limitato nella quantità di spazio disco ( che tra l'altro con una richiesta mi è stato raddoppiato) ma le caratteristiche gratuite sono identiche a quelle a pagamento: non ci sono limitazioni di nessun tipo, né pubblicità né crediti da ottenere. Si chiamano Mylefthosting per chi volesse provarlo. Sarebbe interessante conoscere altri servizi gratuiti e soprattutto se ne esistono altri di affidabili come quello che ho trovato io dopo aver peregrinato un bel pochetto. Spero che partecipiate alla discussione.
×