Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'jquery'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 26 results

  1. Claudio.Coco

    Aiuto con le JQuery

    Salve a tutti ragazzi,ho bisogno di nuovo del vostro aiuto! :) In pratica ora mi servirebbe una mano con un codice JQuery! Allora,ora vi spiego: Io oggi ho creato un form con "opzioni" per vendere server minecraft. Quando ad esempio,un cliente clicca su una determinata quantità di RAM(ad es. 1 GB) sotto a questo form ho scritto: Costo: *QUA DEVE COMPARIRE IL PREZZO* €; In pratica,voglio uno script in JQuery che mi permette di far "comparire" il prezzo, in base alla ram(e ai mesi) selezionata... So che il sistema è molto simile alla gamehosting :ciapet:,quindi ne ho preso spunto perchè mi piace come si abbina a MC u.u :banana: Se qualcuno può scrivermi un codice oppure linkarmi un codice con qualcosa del genere gliene sarei eternamente grato :emoticons_dent2020: Ecco in allegato uno screen per capire cosa ho scritto :asd:
  2. Per le librerie e framework lato client più famosi e diffusi, alcune compagnie, hanno deciso di fornirle sulla propria propria piattaforma cloud. Infatti il vantaggio di utilizzare tutti le librerie messe a disposizione da Google, sarebbe la riduzione dei tempi di caricamente, poichè quel file viene messo in cache una volta e basta per tutti i siti. Tuttavia questo approccio, non ha mai accolto troppo favore degli sviluppatori, che si vedono aggiungere un ulteriore dipendenza da terzi. Personalmente non ritengo il vantaggio di avere la libreria già nella cache dell'utente, maggiore delle sicurezze che dà, avere il proprio file in loco. Voi cosa ne pensate?
  3. L'elemento select è uno dei componenti HTML più longevi. Questo elemento è tuttora considerato uno standard, com'era sin nelle prime versioni di HTML. Data l'anzianità del componente, nelle moderne interfacce Web la presenza di una vecchia select rischia di far apparire sorpassata l'interfaccia stessa. Ciò nonostante l'utilità della select resta indiscussa: ogni volta che vogliamo far scegliere ad un utente un elemento all'interno di un elenco possiamo utilizzare una select. Lavorando coi moderni strumenti di sviluppo, come ad esempio jQuery, abbiamo a disposizione valide alternative.... Continua a leggere, clicca qui.
  4. La libreria jQueryUI permette di realizzare notevoli effetti grafici, utili soprattutto nella definizione delle interfaccia utente, con pochissime righe di codice. I risultati sono davvero interessanti, ma non sempre otteniamo ciò che viene promesso dalle demo disponibili sul sito di jQueryUI. Un esempio di possibili problemi riscontrabili nel passare dalla teoria alla pratica è discusso qui in riferimento all'implementazione dei menu accordion. ... Continua a leggere, clicca qui.
  5. Una delle novità recentemente introdotte da jQuery riguarda il paradigma di programmazione asincrona basato sul concetto di promessa. Per capire di cosa si tratta facciamo un passo indietro e ripercorriamo brevemente la storia della programmazione JavaScript. Alcuni anni fa l'unico modo di gestire gli eventi del DOM era quello di aggiungere un event handler come attributo del codice markup, ad esempio scrivendo onClick = funzione(). Col passare del tempo questa sintassi si è dimostrata limitata perché non permetteva di specificare più di un event handler per elemento. Il problema è stato risolto inserendo il metodo addEventListener nelle API del DOM, in modo da poter specificare più di un handler.... Continua a leggere, clicca qui.
  6. I menu accordion, cioè a fisarmonica, sono una tendenza molto apprezzata sul Web 2.0. Si tratta di un'interfaccia che per certi versi rappresenta un'evoluzione dei menu a cascata, noti anche come menu drop-down. Molto probabilmente li abbiamo usati moltissime volte senza nemmeno accorgercene, perché il loro utilizzo è semplice e intuitivo. Per farci un'idea del funzionamento di un menu fisarmonica possiamo dare un'occhiata alla demo disponibile sul sito di jQueryUI. Figura 1 – Accordion con jQuery... Continua a leggere, clicca qui.
  7. Grazie a jQuery possiamo implementare la funzione di trascinamento (drag and drop) con pochissime righe di codice. Un esempio pratico è disponibile qui, dove abbiamo introdotto jQueryUI, e mostrato come realizzare una semplice funzionalità di drag and drop. Il trascinamento degli oggetti è molto interessante ma di solito necessità di un aspetto complementare: la definizione delle aree dove possiamo eseguire il drop dell'oggetto.... Continua a leggere, clicca qui.
  8. jQuery è apprezzato per diversi motivi. Oltre ad offrire una libreria JavaScript che permette di sviluppare codice cross-browser in maniera semplice e veloce, jQuery è utilizzato come base di partenza da numerosi plugin. Questi plugin sono realizzati dalla comunità di sviluppatori che utilizza jQuery e poi condivisi, versionati e infine ufficializzati. Insieme dei migliori plugin sviluppati negli ultimi anni ha dato origine al progetto di jQueryUI, ovvero jQuery User Interface. ... Continua a leggere, clicca qui.
  9. Lo scrolling “dolce” della pagina (o smooth scrolling in inglese) consiste nello scorrimento verticale automatizzato di una pagina Web. In pratica ciò significa emulare, attraverso del codice, l'azione che l'utente compie agendo sulla rotellina del mouse o trascinandola la barra verticale del browser. Si parla di scrolling “dolce” perché il movimento della pagina avviene gradualmente, con una velocità simile a quella dell'utente che scorre durante una lettura veloce. Questo sistema di movimento si contrappone al “salto” tipico delle ancore HTML, identificate dalla sintassi:... Continua a leggere, clicca qui.
  10. Ogni pagina che presenta un elenco di voci selezionabili per mezzo delle checkbox offre quasi sempre all'utente la possibilità di selezionare (o deselezionare) tutte le voci visualizzate. Tale funzionalità si concretizza nella selezione automatica di ogni checkbox dell'elenco corrente, utile quando l'utente deve sezionare tutte le righe, cosa che altrimenti dovrebbe fare a mano (spuntando le caselle una ad una).... Continua a leggere, clicca qui.
  11. Un'esigenza comune a qualsiasi sito Web che esponga delle immagini riguarda l'organizzazione delle stesse all'interno di una galleria. Fino a qualche anno fa gli utenti erano abituati a dover scrollare col mouse per guardare una serie di immagini: ad oggi una presentazione di questo tipo risulta scomoda, antiquata e bruttina. Con la diffusione dei moderni frameworks, la creazione di una galleria di immagini è un'operazione abbastanza semplice. Una scelta di questo tipo presenta però gli svantaggi caratteristici di tutti framework e/o librerie: il prezzo da pagare per la velocità con la quale mettiamo in piedi la galleria è la minore flessibilità in caso di personalizzazione. ... Continua a leggere, clicca qui.
  12. Realizzare delle animazioni con jQuery è un'operazione molto semplice. Proprio in virtù di tale semplicità, prima di cimentarsi con animazioni piuttosto complesse, è opportuno imparare a sfruttare al meglio le potenzialità offerte dall'architettura di jQuery, come discusso in questo articolo. Una volta imparato a padroneggiare in modo efficiente sia le animazioni fondamentali, sia il meccanismo delle callback per ottimizzare la gestione del timing, possiamo iniziare a pensare ad animazioni più elaborate. ... Continua a leggere, clicca qui.
  13. Nell'architettura client-server esistono dei ruoli ben definiti. Lato server vengono memorizzate le informazioni che non devono dipendere dal client. Il caso più frequente è quello di salvare alcuni dati in un database, oppure nelle variabili della sessione HTTP. La scelta ovviamente dipende dalla persistenza dei dati: se le informazioni sono considerate permanenti, ovvero non cambiano ad ogni collegamento, di solito vanno salvate nel database. Al contrario, se le informazioni descrivono aspetti caratteristici della singola sessione di lavoro, come ad esempio gli ID degli utenti connessi, queste solitamente vanno salvate nelle variabili della sessione HTTP.... Continua a leggere, clicca qui.
  14. La creazione di effetti grafici animati con jQuery un argomento che offre approcci diversi. Questo ovviamente è un merito delle potenzialità di jQuery, che essendo uno strumento molto flessibile consente di ottenere risultati interessanti seguendo strade completamente differenti. Tale molteplicità di soluzioni dovrebbe suggerire che jQuery permette di sfruttare notevoli “sinergie” tra i suoi componenti. Con questo articolo vogliamo approfondire proprio l'argomento delle “sinergie” sviluppabili all'interno di jQuery, perché consentono di ottenere con una o due righe di codice effetti grafici che altrimenti necessiterebbero di qualche decina di righe. ... Continua a leggere, clicca qui.
  15. Grazie a jQuery possiamo realizzare moltissime funzionalità nel browser, che vanno dalla gestione degli aspetti grafici alla ottimizzazione dei contenuti, centralizzando la logica dei vari controller in poche righe di codice. Questo è un enorme vantaggio, che presenta però alcuni rischi: più uno strumento è potente, più aumenta il pericolo di scrivere codice inconsistente con le moderne metodologie di sviluppo. Questo articolo affronta l'argomento cercando di prendere due piccioni con una fava. Inizieremo col mostrare come implementare un filtro sui contenuti di una pagina Web usando jQuery. Al tempo stesso confronteremo due diverse soluzioni, per mostrare quali sono le strategie che andrebbero evitate, a vantaggio di quelle suggerite dalle best practices. ... Continua a leggere, clicca qui.
  16. Un'esigenza comune a molte piattaforme editoriali sul Web è la pubblicazione programmata dei contenuti. Ciò può risultare necessario sia se il software è sviluppato su misura, con soluzione custom, sia quando si ricorre ad un sistema CMS, come ad esempio WordPress o Drupal. In quest'ultimo caso la tecnologia per la pubblicazione programmata dei contenuti potrebbe già far parte del CMS, perciò non dovrebbe essere necessario sviluppare del codice ad hoc. Il caso che ci interessa è quindi il primo: se la piattaforma editoriale non prevede la possibilità di programmare la pubblicazione dei contenuti, può essere necessario intervenire manualmente, in modo specifico, per raggiungere, implementare, o adattare questa caratteristica. ... Continua a leggere, clicca qui.
  17. Il modo di gestire le tabelle HTML è cambiato moltissimo negli ultimi 10 anni. All'inizio del nuovo millennio le tabelle erano spesso utilizzate per definire il layout delle pagine: l'adozione come best practice del layout tramite elementi div e opportuni fogli stile è tutto sommato abbastanza recente. Oggi possiamo assumere che tabelle siano usate solamente per organizzare dati realmente strutturati in tabella. Nonostante ciò capita ancora di trovare sul Web dalle tabelle gestite per mezzo delle proprietà HTML. Per fare un esempio eclatante, non è ancora scomparsa l'abitudine di usare align=center per centrare una tabella o i suoi contenuti. ... Continua a leggere, clicca qui.
  18. L'implementazione di un menu drop-down è un'esigenza comune a molte pagine Web. Prima dell'avvento di librerie come jQuery la realizzazione dei menu a cascata richiedeva parecchie righe di codice JavaScript. Grazie a jQuery possiamo ottenere ottimi risultati in pochissimo tempo. L'aspetto forse più interessante della questione, data la flessibilità e potenza dello strumento, non è tanto il risparmio del codice, quanto la possibilità di scegliere tra decine di soluzioni diverse. ... Continua a leggere, clicca qui.
  19. Una caratteristica comune alla maggior parte delle testate giornalistiche presenti sul Web è la sintesi delle diverse notizie in un'unica pagina. Ciò permette all'utente di cliccare sul tipico tastino “Leggi...”, o semplicemente sul titolo, per visualizzare il contenuto della notizia. Questa sorta di “contenuto a comparsa” è un effetto grafico che trova vasta applicazione anche in altri contesti, non solo giornalistici. La funzione può essere usata su un sito di e-commerce, per visualizzare i dettagli di un prodotto, o su una generica Web application, per mostrare o nascondere i dettagli delle informazioni trattate.... Continua a leggere, clicca qui.
  20. JQuery è una delle librerie JavaScript più apprezzate dagli sviluppatori Web. I vantaggi della libreria sono: uno sviluppo più semplice e veloce rispetto a JavaScript, risultati cross browser e un ricco set di funzioni e plugins utilizzabili per gestire praticamente qualsiasi aspetto dinamico di una pagina HTML. La ricchezza di possibilità offerta di jQuery è però un'arma a doppio taglio: chi si avvicina alla libreria la prima volta rischia di perdersi tra le numerose API, per quanto ben documentate. Del resto questo è il problema di qualsiasi framework o libreria: prima di usare uno strumento di questo tipo, dobbiamo valutare se lo sforzo richiesto per acquisire famigliarità con la libreria verrà ripagato dei vantaggi della stessa. ... Continua a leggere, clicca qui.
  21. Uno dei vantaggi di jQuery è la possibilità di aggirare molte delle problematiche dello sviluppo cross browser. Ciò è possibile perché jQuery offre un set di API che si collocano tra il motore JavaScript del browser e lo sviluppatore. Da questo punto di vista possiamo pensare a jQuery come ad un bundle di tecniche cross browser. In realtà jQuery è molto di più, perché permette di realizzare gradevoli effetti grafici con relativamente poco codice.... Continua a leggere, clicca qui.
  22. La gestione degli eventi con jQuery è uno degli aspetti più complessi per chi non conosce i meccanismi di creazione, propagazione e cattura degli eventi. Approfondire l'argomento può essere utile sia se lavoriamo già con jQuery, ma non abbiamo preso confidenza con i cosiddetti event handler, sia se stiamo muovendo i primi passi nel mondo jQuery. Per questo motivo tratteremo l'argomento senza dare per scontate conoscenze avanzate di jQuery, cercando di introdurre brevemente i concetti propedeutici necessari.... Continua a leggere, clicca qui.
  23. A volte l'utilizzo quotidiano di jQuery costringe a concentrarsi sui dettagli tecnici, dimenticando i concetti fondamentali della libreria. Finché tutto funziona, questo è l'approccio giusto. In alcuni casi però, di fronte ad un banale problema di debug, rischiamo di romperci la testa (sprecando ore ed energie) perché non ricordiamo o conosciamo nel dettaglio i meccanismi che stanno alla base di jQuery. Questo articolo vuole discutere alcuni casi concreti che ci serviranno per illustrare il concetto forse più importante su cui è costruito jQuery: la selezione degli elementi HTML. Per questo motivo l'articolo può servire anche come guida introduttiva per chi non conoscesse jQuery. ... Continua a leggere, clicca qui.
  24. Come la maggior parte dei linguaggi di markup, l'HTML permette di caratterizzare ogni elemento attraverso attributi o proprietà. Gli attributi più conosciuti sono probabilmente class, id, style e value, disponibili per quasi ogni tag HTML. Ogni elemento HTML presenta anche attributi specifici, come ad esempio il famoso href dell'elemento , oppure l'attributo src delle immagini. In molti casi possiamo definire attributi ad hoc, di nostra invenzione, che vengono ignorati in fase di rendering ma possono servire per implementare soluzioni custom. La gestione degli attributi è abbastanza semplice via JavaScript, ad esempio... Continua a leggere, clicca qui.
  25. Ho due pagine, in queste ho inserito una videogallery in html. Praticamente visualizzo delle tumbmail- comprese in una div con id preciso (div id="galleria") - e cliccandoci un codice javascript mi carica un lightbox. Inoltre, un altro codice javascript, mi permette di recuperare la div galleria che è contenuta in un'altra pagina (1.php) in modo da creare una specie di galleria, con più pagine, ma nella quale cliccando sui vari numeri delle pagine viene caricata solo la div "galleria". Problema: nel primo caricamento della pagina, funziona tutto normalmente. Se provo a cambiare pagina della galleria, cliccando su uno dei numeri, non funziona più il codice del lightbox. Come posso risolvere il problema? Credete venga a formarsi una sorta di conflitto tra i due codici?
×