Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'latenza'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 12 results

  1. La latenza è il parametro (insieme alla lingua) che più spinge, quando si sceglie un hosting, ad acquistare un servizio di hosting localizzato in prossimità degli utilizzatori, quindi o in Italia o in Europa. Per le connessioni desktop, la latenza di un sito in italia è intorno ai 50ms, su mobile queste latenze si dilatano considerevolmente. Per esempio su rete 2G EDGE, la latenza si aggira in media attorno ai 750ms. Su rete 3G HSDPA, si và sui 250ms di media. Raggiungere dall'italia un server americano comporta in genere un addizione di 80ms di latenza. Mentre per una connessione desktop, si arriva sostanzialmente a 130ms, cioè ben il 160% (centosessanta) in più, su rete 2G, si arriva a 830ms, cioè solo il 10% in più, mentre per una connessione 3G, si arriva a 330ms, cioè un modesto 36% in più. Senza considerare, la notevole instabilità della latenza mobile, con oscillazioni che mediamente si aggirano intorno anche i 250ms rispetto la media. A fronte di questi dati, ha ancora senso usare la latenza come parametro nella scelta?
  2. Gli ambienti cloud ibridi potrebbero sembrare logicamente come qualcosa di omogeneo, ma le architetture dovono necessariamente tener conto della realtà fisica sottostante, che è di tutt'altra fattur... Continua a leggere, clicca qui.
  3. Il mondo del trading finanziario ad alta velocità è entrato in una fase in cui la latenza viene misurata non in millisecondi e neanche in microsecondi, ma piuttosto in nanosecondi. E' la tesi di Zep... Continua a leggere, clicca qui.
  4. Nuovi requisiti di servizio e applicazione, inclusi quelli per il cloud computing, hanno reso la bassa latenza nelle reti di dati una priorità fondamentale. Il Cloud computing sta diventando mainstre... Continua a leggere, clicca qui.
  5. Le posizione geografica è sempre una delle caratteristiche maggiormente prese in considerazione dalle compagnie che devono scegliere i partner di colocation o la posizione del proprio data center. Tr... Continua a leggere, clicca qui.
  6. Lexent Metro Connect ha terminato lo sviluppo di un nuovo collegamento in fibra ottica fra due data center Equinix e i maggiori carrier hotels nella zona di Manhattan. Si tratta di un collegamento a bassissima latenza che consente di avere un routing con latenza inferiore ai 100ms tra i data centers di Equinix e i carrier hotels della zona di Manhattan. Questo significa che Equinix potrà continuare a sviluppare il proprio business con grandi clienti del settore finanziario, fornendo un collegamento a bassissima latenza per lo scambio di informazioni e il trading online. Leggi Equinix entra nel mondo della bassa latenza, un nuovo collegamento in fibra
  7. Più volte abbiamo parlato di quanto la latenza possa influire nella scelta di una offerta di hosting, solitamente si dice che se i tuoi clienti o visitatori sono in Italia allora è alquanto controproducente ospitare un sito web in USA, la cosa migliore è collocarlo in una webfarm italiana, o ancora Europea. Insomma la latenza, e in generale la lentezza con cui offriamo al navigatore il nostro sito incide fortemente sulla percezione che diamo dello stesso. leggi tutto Leggi il resto di L'importanza della latenza per un sito web sul blog di HostingTalk.it
  8. Stavo pensando di acquistare da namecheap un dominio, secondo voi avranno problemi di latenza poi ? l'hosting lo terrò in europa
  9. Domanda: E' possibile creare, sotto linux, un sistema che date n connessioni su una porta si ritardino i pacchetti di Xn ms in modo che Xn sia il complemento a 70 ms per Xn<70ms ? In che modo posso aumentare la latenza di risposta del server ? Mi andrebbe bene anche aumentare indistintamente di 10ms la latenza di risposta (sempre su una porta).
  10. Oddio, ragazzi si vede che avete i vostri precedenti... Pero' anziche' provare a buttare benza in un flame war continuo, proviamo un attimo di mettere un po di chiarezza sull'argomento del thread? Se avete voglia ovviamente...
  11. Salve, seguo da circa una settimana il forum e mi complimento per la chiarezza delle risposte e l'organizzazione (non vuole essere il tipico dolcetto pre-domanda) anche se in fondo una domanda che mi preme c'è e che mi ha spinto alla registrazione. Non mi prolungo oltre. Il "piccolo" problema che mi affligge è il seguente. Ho una adsl 20 mega di Telecom da circa 1 anno, e fin lì tutto bene. Per lavoro ho pensato di noleggiare un server negli Stati Uniti da un grosso fornitore, di cui non faccio nomi per ovvie ragioni. Un servizio impeccabile, cortesia e disponibilità ai massimi livelli. Il problema nasce ogni giorno dalle 14:00 alla mezzanotte (ora italiana). Ping altissimi, arriviamo ai 350 ms, download che anche con il software multisezioni supera raramente i 250 kb/s e senza difficilmente supera i 30 kb/s. Ho segnalato il problema all'assistenza tecnica della società USA, con tanto di tracert, ping e video che mi ha liquidato con un secco "non è un problema nostro ma del tuo provider italiano". La cosa stranissima è che nelle altre ore non interessate al problema, dalla mezzanotte alle 14:00, sempre ora italiana, in effetti vado a manetta con ping molto bassi e download a piena banda. Altro input che vi giro è che la questione riguarda esclusivamente i siti USA perchè per quelli italiani ed europei, non ho alcun problema nelle 24 ore. Dopo la dovuta prefazione la domanda di rito: Mi hanno mentito spudoratamente o in effetti il problema riguarda Telecom ed il Mix di smistamento ? E' incredibile che si presenti tutti i santi giorni alla solita ora. Sono stato comunque costretto a disdire anticipatamente il contratto perchè era una situazione insostenibile. Sapreste darmi una dritta ? Grazie
  12. Forse vado un po' off-topic, però mi chiedevo se qualcuno fra i frequentatori di questo forum, avesse mai affrontato sul proprio server la problematica di classificare e "priorizzare" il traffico di rete e in particolare prediligendo la latenza. In pratica effettuare lo shaping della banda secondo le proprie esigenze. La mia necessità (molto banale :asd:) sarebbe quella di priorizzare il traffico di alcune applicazioni in termini di latenza (ovvero ping verso destinazioni esterne) rispetto ad altre applicazioni che si trovassero a far uso della stessa banda condivisa. Riferendomi al mio mini_home_server (che dispone di una semplice adsl) vorrei effettuare uno shaping che mi permetta di avere basse latenze nel gaming online pur in presenza di traffico in upload. Fino ad ora ho provato traffic control (ho debian sid) senza però ottenere i risultati sperati (non so se per mia incapacità di configurare o altro, indagherò). ;Mi chiedevo: esistono alternative? Sono :062802drink_prv:? Grazie
×