Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'media'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 17 results

  1. In cinque anni Yahoo ha cambiato sei diversi CEO, manco fossero allenatori di una squadra di serie A; l'ultimo episodio ha visto Thompson dover lasciare la poltrona di comando dopo poco tempo dalla su... Continua a leggere, clicca qui.
  2. C'è fermento intorno al crescere dei contenuti online: mai come in questi mesi si parla di come monetizzare i contenuti, di quale sia la scelta giusta degli editori e di come poter applicare dei paywall online. Tanto è che i creatori di Techmeme.com hanno deciso di creare anche una versione esclusivamente dedicata a tracciare i post relativi a contenuti, news, paywall e quanto altro: si chiama Mediagazer Non so quale sia il parere comune, ma sembra che realmente vi sia oggi necessità di un sistema diverso dal solito AdSense e dalle forme classiche per monetizzare e promuovere i contenuti. Il problema è che: - Google continua ovviamente a promuovere il suo AdSense ma ad oggi anche il SEO per incrementare le visite diviene più oscuro, con continui cambi nell'algoritmo che a mio modo di vedere sono poco curati da Google almeno nel rapporto che ciò comporta per gli utenti e per la serp - I paywall funzionano male, le prime indiscrezioni sul Times parlano di 150K persone che hanno sottoscritto l'account free e solo 15K che poi hanno deciso effettivamente di pagare (lasciamo perdere dover pagare ad esempio 9 cent/euro a pagina per leggere Repubblica o Corriere su iPhone con H3G) - I contenuti non li produce più solamente il blogger, la redazione, o la casalinga che pubblica ricette di cucina sul suo sito: vi sono aziende che hanno come scopo solo quello di pubblicare e massimizzare i ricavi scegliendo le giuste keywords in funzione di AdSense o altri sistemi, e Google privilegia queste "fabbriche" moderne andando a stringere con loro accordi di partnership. - Gli editori, alcuni lottano contro e altri giocano con Google, per cui la partita ancora è da terminare: si dice che Google abbia già pronto un sistema da fare usare agli editori, ma quanti accetteranno e a quali condizioni? Mi sembra quindi che vi sia oggi un problema non da poco legato alla promozione ma anche alla monetizzazione dei contenuti online, qualcosa di cui si potrebbe discutere per ore, e che richiede anche una discreta conoscenza delle dinamiche del web e dell'iter che segue una pagina online prima di arrivare ad essere "monetizzata", ma vorrei sapere i tanti webmaster che sono presenti se si interessano di questo o se semplicemente non lo considerano (il loro blog, sito) una fonte che può creare reddito tale da porsi il problema :)
  3. Ciao a tutti ragazzi, mi sto lanciando nel mondo del Web da quasi 1 anno ormai, ma ho sempre utilizzato webhosting gratuiti... Adesso penso sia arrivato il momento di utilizzare qualcosa di più "professionale", ovviamente per iniziare non penso sia il caso di spendere molto, una 30€ l'anno... Per fare questo sito le uniche due cose che mi servono sono 1db MySQl e il trasferimento via FTP, che ormai tutti offrono... In base alla possibilità del mio budget (sono uno studente di 3° liceo, fosse per me spenderei anche 100€ l'anno per un sito, ma ci sono forze maggiori che non me lo consentono) quale WebHostin mi consigliate?
  4. Ciao a tutti, è un po' che navigo sul forum cercando di capire qualcosa di più sulle soluzioni hosting. Dopo essermi fatto un'idea vaga del cloud hosting, delle VPS e dei server dedicati non sono riuscito a giungere a una conclusione. Mi trovo con questo problema: devo trovare la soluzione migliore per hostare un social media network. Al momento i dati che ho sono questi In particolare, parto da una base di 10000 utenti iscritti e un migliaio di utenti giornalieri. Gli utenti avranno la possibilità di uploadare video e foto con dei limiti sui 5/10MB. Ciascun utente avrà un blog personale e la possibilità di interagire con gli utenti tramite chat in php. Se tutto andrà come si deve prevediamo un netto aumento dei contatti fino a 50000 utenti e 10000 utenti unici.La soluzione scelta dovrà quindi reggere questo carico. A partire da questi dati ho pensato al Cloud Hosting che sembra in assoluto la soluzione più performante, ma ha il contro di non avere nessun rivenditore in Italia. ( Da quello che ho letto SeeWeb fornisce un servizio assimilabile a una VPS ). Per il resto non ho idea di quali siano le caratteristiche necessarie per fornire un servizio del genere conn un server dedicato o con una VPS nè quanto verrebbe a costare il cloud hosting di un servizio del genere. Qualcuno ha dei suggerimenti? Se servono altri dati posso (quasi sicuramente :P ) rimediarli
  5. Salve a tutti. Vorrei sapere pareri e giudizi su Media Temple e i suoi pacchetti hosting offerti. Ho cercato ma non ho trovato nessun tipo di discussione soddisfacente. Naturalmente chiedo a chi ha avuto esperienze con questo hosting provider. Chi conosce invece utenti ed eventuali discussioni presenti nel web, sarei lieto se postasse il link per prendere informazione della discussione o recensione. Saluti.
  6. Salve a tutti sono un nuovo utente, mi chiamo Leone. Io lavoro in un'azienda dove attualmente non ha un Server e ha solo una rete aziendale. Vorrei delle dritte per un server adatto alle nostre esigenze. -Ci sono 4 Pc che lavorano con programma di gestione paghe e bolle si chiama Arca il programma è installato su un solo Pc e gli altri utenti entrano come Guest. -Altri 4 Pc lavorano con Mc4 (un Autocad avanzato dove sfrutta calcoli termotecnici abbastanza complicati) installato su ogni Pc; i file .dwg sono attualmente su un unico Pc dove gli altri utenti aprono il file e ci lavorano senza salvarlo sul proprio Pc e il programma ha dei salvataggi automatici ogni tot minuti. -In piu ci sono altri 2 Pc Utilizati per fare preventivi. Io pensavo ad un server dove la Parte Amministrativa e Tecnica rimanevano su 2 Hdd separati per evitare che una parte rallenti l'altra. quindi in poche parole 2hdd in mirror per sistema operativo 2 hdd in mirror per parte amministrativa e 2hdd sempre in mirror per la parte tecnica. In più volevo 2 Hdd usb esterni per il backup giornaliero di tutti i file sostituendoli settimanalmente lasciando uno dei 2 fermo. Vorrei sapere le caretteristiche che dovrebbe avere un server per fare tutto questo e se è meglio un Server a Rack o un Server Tower. La rete attualmente è di categoria 5 cioè viaggia a 100mb/s ma dobbiamo ricablarla tutta in categoria 6 per portarla al giga, quindi sostituendo anche l'Hub di rete mettendone uno da 24 porte Rack in categoria adeguata, per quello chiedevo se era meglio tower oppure rack, perchè se creavo un armadio dedicato era meglio. Grazie mille in anticipo a tutti!!!
  7. Ho trovato un bel post su WHT, in sostanza si parla di come comportarsi con una compagnia che ha un migliaio di domini, clienti soddisfatti, ma prezzi molto alti, e risorse inferiori alla media, come si va avanti con una simile situazione? Leggendo mi sono venuti in mente due o tre esempi italiani che, sullo stesso modello, funzionano, e alcune stanno affrontando lo stesso problema :) Che ne pensate? il thread: http://www.webhostingtalk.com/showthread.php?t=860666
  8. Ciao, Mi direste (non solo i provider, ma penso che voi fareste prima) che versioni di php avete installato dove fate hosting? O per meglio chiarire, è abbastanza diffuso il 5.2 e superiori? Mi interessa per una cosa che sto sviluppando, vorrei usare le librerie filter mantenendo la compatibilità con più hosting possibili. (si potrebbero comunque installare con pecl, ma so mica se verrebbe fatto su richiesta..). Grazie
  9. Cattivo inizio del mese per la compagnia di Los Angeles Media Temple, un nome conosciuto sul web, e hosting provider anche di importanti nomi come TechCrunch. Lo scorso Sabato un cluster della compagnia, per la precisione il cluster numero 2, è andato offline per via di problemi legati al sistema di storage, una serie di corruzioni a livello di file system ha infatti impedito al sistema di tornare online dopo il primo intervento dei tecnici. Leggi Media Temple: 100.000 dollari di risarcimenti per 38 ore di downtime
  10. Scusate ma non sapevamo dove inserire questo thread. Salve a tutti. Quest’oggi vogliamo prendere in considerasione una cosa che ci stà vermante a cuore e che stiamo provando a divulgare tramite alcuni mezzi con i social network e Facebook. Siamo ben consci che chi legge questo post non è all’interno di quella schiera di popolazione che è “non erudito” del settore, ma questo piccolo articolo non vuole colpire chi è o chi non è in linea con l’attuale mercato delle reti, ma vuole cercare di far entrare nelle teste di chi decide che cosa gli italiani devono assorbire, un messaggio che nel resto del mondo è già stato catturato e instradato a pieno titolo e merito, aiutando così il settore stesso a prendere una piega positiva e “dispersiva”. In Italia a differenza del resto del mondo, il settore è concentrato verso titolati nomi. In un certo modo è giusto che questi titolati nomi siano il punto di riferimento di tal mercato, perchè essi si son potuti permettere di entrare direttamente sui media. Ma il vero problema è che questi han dovuto in assoluta autonomia entrare su questi Media visto che questi ultimi non li consideravano a dovere come pure non considerano questo mercato. Di seguito la descrizione che abbiamo indicato al momento della creazione del nostro gruppo, gruppo che non vuol essere solo un punto di incontro per informazioni societarie, bensì un modo per cercare di inserire queste paroline (hosting e domini) nella testa di quei 5000.000 di iscritti facebook italia Stiamo provando a creare un gruppo dove discutere di tutto ciò che riguarda i domini e l’hosting visto che in Italia andiamo indietro come i gamberi e questo settore, se pur conta circa 2.500.000 di domini , non viene neppure preso in considerazione dai media, se pur questo settore è la base del web. Senza hosting e domini non esisterebbe quasi nulla in rete. Sicuramentela descrizione è un pò fiorita, un pò cruda, banalotta per noi e voi che leggiamo giornalmente forum e blog, però questa è la situazione reale del nostro bel Paese. Attualmente a livello mondiale siamo posizionati tra i primi 10 paesi come n. domini (il conteggio non è reale visto che non tiene conto dei domini nazionali e europei .it .eu), ma pur essendo in questa situazione di valido posizionamento mondiale, i MEDIA, e anche la rete stessa, non degna questo settore del giusto peso. Un classico esempio? Quanti reali siti tematici vi sono in rete su questo settore? Quante testate giornalistiche dedicano una buona parte delle loro pagine a questo settore se pur incassano bei soldi dalla pubblicità da società di hosting? Quanti minuti giornalieri o settimanali o mensili, sulle Tv, vengono dedicati ai domini e hosting? Questo settore muove un business di qualche decina di milione di euro l’anno sia a livello di entrate (contratti hosting), sia a livello di uscite (pubblicità, costi del personale, etc.). Altro esempio può essere Linkedin e Facebook, come pure altri Social, dove troviamo, provenienti da stati esteri, gruppi, iscritti, discussioni, blog, mentre in Italia non vi è molto, per non dire nulla. Fortunatamente qualche cosa forse si muove anche se a fatica. Vi sono persone come Stefano di HostingTalk che ha creato e cerca di creare qualcosa di molto interessante, ma a ns giudizio non riesce al massimo nel proprio intento non tanto per un suo/loro problema, ma per la poca cultura e il poco spazio che riesce ad avere questo settore nel grande pubblico. Hostingtalk merita molto più di quello che ha attualmente visto il lavoro che stà facendo……vero o no? Stefano..vai avanti così sperando un giorno che anche i grandi media possano aiutarti nel tuo importantissimo intento. Forse la colpa è anche delle stesse società di hosting le quali a differenza di quelle oltr’alpe non aiutano i siti come hostingtalk, inserendo link al medesimo, non partecipando attivamente e positivamente a siti di questo genere. Scusateci per il piccolo articolo un pò distonico e poco chiaro. Non è stato semplice riuscire a estrapolare dalla mente un pensiero così contorto:) Ci sarebbe anche molto da dire sulle domande che abbiamo ricevuto via chat su facebook, ma non è il caso di farVi perdere ulteriore tempo. Concludendo con una domanda: perchè se voglio leggere guide, blog su questo settore dovrò sempre rifarmi a risorse straniere? oppure a quei pochissimi forum/blog tipo hostingtalk.it? ps: non confondiamo la cultura hosting, con mercato hosting
  11. Per una consulenza, sto valutando l'acquisto di un server dedicato che si dovrà occupare di essere uno streaming media server. Su questo server, tramite piattaforma di streaming ancora in fase di decisione (tra i papabili Vista, On2 VPx, Icecast etc etc) saranno depositati periodicamente dei video, e allo studio, anche la possibilità di fare degli streaming online sempre video. Detto questo, ho fatto un po' di analisi, e cercando tra diverse offerte, italiane ed estere, ne ho trovate poche che contemplino una banda FLAT. Italiani, ho trovato, almeno sulla carta, interessante Server Labs, con la configurazione che vi allego.. Stranieri Hetzner.de, che mi pare valido, ma che mi frena un po' l'entusiamo perchè tedesco e non conoscendolo non vorrei gabole strane improvvise. La loro politica sul traffico pare chiara, superato il terabyte mensile di traffico, il "tubo" si riduce a 10 Mbps. Avete altre info a loro riguardo? Riguardo invece server labs, dai quali ho un vps Vlabs128, che per l'uso che ne faccio non ho mai avuto problemi, ho questi dubbi: La configurazione in RAID hardware, viene fatta direttamente dal Serverlabs? Quale pannello di controllo è consigliabile, per farlo usare anche a utenti, non proprio smaliziati; e soprattutto se il sistema operativo scelto sarà windows (rabbrividisco ma tant'è :( ) ? La politica sulla banda flat, ha restrizioni particolari nel caso di uso intensivo? Ho letto la possibilità del burst, ma se venisse scelto 20/50 i 20 sono garantiti sempre, o ci sono restrizioni in caso di uso intensivo? Il servizio di KVM-IP incluso, viene inteso un RDP/VNC-SSH a seconda del sistema operativo scelto? I livelli di assistenza, fanno riferimento a questi? http://www.serverlabs.eu/soluzioni-managed/soluzioni-managed.php Per ultimo, ma non in ordine di importanza, i backup, da faq vedo che si possono richiedere... Costi in linea di massima? Infine, se avete consigli su altri fornitori per il medesimo scopo, sono qui tutto orecchie!
  12. Una serie di downtime ha colpito nel weekend alcune compagnie e servizi di hosting, il più grave registrato da PayPal, anche se contenuto ogni downtime significa per la compagnia milioni di dollari "perduti". Leggi la News
  13. salve a tutti cosa ci vuole per aprire una webfarm piccola/media come ggame.it? Ci vuole qualche licenza, laurea o cosa? quante tasse? costi:tasse, software, linee, hardware, ecc? NB:è un mio sogno perciò costi quel che costi lo farò :fuma::cartello_lol:. Non adesso ma lo farò
  14. Novità previste per Gennaio in casa Adobe. Il nuovo flash media server sarà disponibile in due versioni e adotterà lo standard video ad alta definizione H.264 Leggi la News
  15. New Media Labs trasferisce i propri servizi nella webfarm milanese di Seeweb. Tra le ragioni, una maggiore flessibilità e possibilità di sviluppo dei nuovi servizi, previsti a breve già su rete IPV6. Un ottimo esempio, tutto italiano, di sviluppo e tecnologia nel settore webhosting. Leggi la News
  16. djmarvin

    Flash Media Server

    Buongiorno, volevo sapere se conoscevate società che offrivano spazio hosting con già installato e la possibilità di utilizzare Flash Media Server. Ringrazio per la disponibilità, Saluti
  17. Ciao a tutti, gestisco una community di media grandezza, facciamo attualmente 250 accessi unici al giorno, ma in passato siamo arrivati anche a 500. Attualmente sono su aruba, ma i famosi scazzi fra loro e phpbb e l'assedio costante di alcuni "hacker" mi hanno portato a prendere la decisione di mollare sia l'hosting che la board. Per quanto riguarda l'hosting sono si capitato su un server linux fortunato con uptime quasi del 100%, buona velocità di navigazione e di download, però è... un groviera. Non so come, ma credo abbiano sgamato i dati mysql (forse da phpbb) e 3 giorni fa il db del nostro forum è stato svuotato. La perdita è stata abbastanza pesante perchè i backup recenti li avevo solo su hd, ma circa 3 mesi fa il vecchio pc è morto e quindi non li ho più... Negligenza tremenda lo ammetto. Che poi un db vecchio di 3 mesi non era una gran cosa, ma sono tornato online da praticamente 2 settimane e sono un utente digital divided (il db pesava 90 mega). Ovviamente ho chiesto ad aruba se potevano risalire a chi fosse stato e se avessero un backup... Ma ovviamente ho ricevuto un messaggio standard di controllare gli script, è colpa tua, noi non facciamo backup, specchio specchio e cose così. Sono celeri che sì, gli basta incollare la solita frase. :D Forse possiamo recuperare un db dell'anno scorso, ma il punto non è questo e vi ho tediato abbastanza... E' solo per far capire la situazione stressante e rendervi partecipi dell'esperienza arubiana coi suoi pro e contro. Il budget non so quanto sia, credo attorno ai 100 euro (soldo più soldo meno), perchè devo anche mettere in conto la licenza vb o ipb. Passando ai dati dell'host che vorrei mi servirebbe: - 3 giga almeno di spazio, forse più perchè il sito contiene molti videogame (creati da noi, non warez), risorse ecc. - uptime 99% - buona navigazione - email illimitate perchè vorrei darle allo staff e a chi contribuirà con le spese - banda mensile... non so non me ne intendo molto. Non vorrei sbagliare, ma da un vecchio calcolo mi venivano circa 2 giga. Cmq più ce ne è meglio è. - sottodomini - creazione di accessi ftp - mysql: 150 mega perchè riupperò il db dell'anno scorso come ricordo e cmq il forum era (e sarà ancora mi auguro) parecchio avviato con i circa 2000 iscritti - possibilità di creare diversi db - phpmyadmin, ovviamente - il backup non mi farebbe schifo essendo io digital divided come detto... - assistenza italiana e celere e possibilmente via forum, numero verde, email, ticket... insomma reperibilità certificata. Ho visto i casi kauli e excom e sono allarmato e una volta ho registrato un dominio presso yamyourhosting (america) e sono rimasto scottato. - possibilità di studiare un piano personalizzato o per lo meno di incrementare rtutto senza problemi in futuro Ovviamente dovrei fare anche il passaggio di dominio da aruba. Finora quelli che mi hanno colpito sono quelli di eastitaly (molto, ma non parlano del mysql). Scusate il paper, ma ci tengo molto... e grazie dell'attenzione :approved:
×