Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'migrazione'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 22 results

  1. dopo aver effettuato la migrazione del dominio di un cliente su un nostro server il cliente ci ha segnalato che non riceve più email da mittenti che hanno un collegamento ad internet alice o interbusiness. tutto il resto funziona correttamente. cosa può essere successo? è la prima volta che mi capita una cosa simile
  2. Salve, e grazie a tutti per il supporto. Dovrei migrare il mio sito wordpress hostato su go-daddy su un pacchetto "x", su un altro pacchetto "y" sempre su go-daddy. La procedura che seguo è la seguente: 1. Scarico sul pc tutti i file presenti nel mio host "x" all'interno della cartella "public_html", tramite filezilla, e poi li carico all'interno del nuovo spazio host "y" sempre go daddy e sempre all'interno della cartella "public_html" 2. Faccio backup del database e lo carico e poi lo carico tramite phpmyadmin all'interno del nuovo database 3. Modifico il file wp-config con i dati relativi a db e nome utente (il nome db lo rimango uguale perchè lo chiamo io uguale mentre il nome utente ne metto uno nuovo perchè ho crato un nome nuovo. ... ora qui sorgono i problemi realivi al dominio ... Go daddy appena configuro il nuovo piano host mi dice di scegliere un dominio, naturalmente il www.mionome.it non me lo fa scegliere perchè è associato al vecchio spazio ancora in funzione, e quindi scelgo www.mionome.com (non associato a niente) Ora io vorrei che www.mionome.it punti al nuovo host dove ho carico file e database uguali al vecchio host, quindi ho provato semplicemente a modificare i dns con quelli del nuovo host ma non visualizzo niente. Neanche con www.mionome.com però visualizzo niente (mi esce una pagina bianca)... Quindi oltre i primi 3 punti cosa dovrei fare per far si che www.mionome.it punti al nuovo spazio hosting (sempre go daddy) dove ho copiato tutti i file e database del vecchio spazio hosting e vedere tutto normale?.... poi per il .com vorrei semplicemente reindirizzarlo al .it grazie a tutti....
  3. Ciao a tutti, questo è il mio primo post, sono Giuseppe e lavoro in una cooperativa sociale che si occupa, anche, di web. Stiamo pensando di dismettere il nostro rack (ospitato in un Data Center di Milano) in quanto i costi sono molto alti e, soprattutto, le macchine sono tutte decisamente datate, sia lato hw che lato sw. La nostra idea è quella di abbandonare le nostre macchine dedicate e migrare i domini dei nostri clienti su VPS. Secondo voi è una buona soluzione? Potrebbero esserci delle ripercussioni negative nel fare questo passaggio, dal dedicato al virtuale? Qualche informazione aggiuntiva: Piattaforma : Linux Informazioni sui domini : circa 180, di cui: 65% siti dinamici, 25% siti statici, 10% redirect/landing page. La maggior parte dei domini ha anche il servizio email. Linguaggi e database utilizzati : PHP+MySql Mb di spazio disco: In media 500 MB a sito. Al massimo 20 siti superano 1 GB di spazio su disco. Traffico mensile : In media 500 MB di traffico mensile. Altri servizi richiesti: Pannello Plesk, IP dedicati aggiuntivi per installazione SSL, Backup e ripristino, Monitoring servizi Budget : 5000 € annui Come ci consigliate di dimensionare la nostra nuova struttura? Ho ipotizzato 6-7 VPS per ospitare i 180 domini con le caratteristiche sopra descritte, 3 le dedicheremo quasi esclusivamente ai siti chiave che hanno bisogno di alta disponibilità. Negli altri 4 ospiteremo il resto dei domini. A tal proposito, per i domini non critici, vale comunque la pena optare per VPS o potremmo pensare ad un hosting condiviso su macchine gestite? Come fornitore per i server virtuali avremmo individuato ovh.it. I servizi e le risorse (spazio su disco, processori, RAM, backup e ripristino con veeam, etc.) che offrono sono davvero invitanti e anche i prezzi sembrano decisamente convenienti. Qualcuno ha mai lavorato con loro? Sapreste darci qualche dritta in merito, in relazione alla vostra esperienza? Rispetto ai più famosi (o più pubblicizzati) provider italiani, sembra non ci sia paragone, in termini di costi, risorse e qualità dell'assistenza. È gradito anche qualsiasi altro tipo di suggerimento circa altre eventuali piattaforme di hosting provider a vostro avviso solide e, se possibile, convenienti. Chiarisco, non cerchiamo quello che costa meno, ci va bene pagare a patto di avere un servizio affidabile. Grazie in anticipo e scusate per la lunghezza del post, Giuseppe
  4. Ciao a tutti, nella cooperativa sociale in cui lavoro stiamo pensando di dismettere il nostro rack in quanto i costi sono molto alti e, soprattutto, le macchine lì ospitate (linux, di nostra proprietà) sono tutte decisamente datate, sia lato hw che lato sw. La nostra idea è quella di abbandonare le nostre macchine dedicate e migrare i domini dei nostri clienti su VPS messi a disposizione da un fornitore esterno. Prima domanda: secondo voi è una buona soluzione? Potrebbero esserci delle ripercussioni negative nel fare questo passaggio, dal dedicato al virtuale? Come fornitore per i server virtuali avremmo individuato ovh.it. I servizi e le risorse (spazio su disco, processori, RAM, etc.) che offrono sono davvero invitanti e anche i prezzi sembrano decisamente convenienti. Siamo andati a conoscerli a Padova in un meeting da loro organizzato e ci hanno fatto davvero una bella impressione. Rispetto ai più famosi (o più pubblicizzati) provider italiani, sembra non ci sia paragone, in termini di costi, risorse e qualità dell'assistenza. Però vorremmo avere un parere da qualcuno di più esperto. Qualcuno ha mai lavorato con loro? Sapreste darci qualche dritta in merito, in relazione alla vostra esperienza? È gradito anche qualsiasi altro tipo di suggerimento circa altre eventuali piattaforme di hosting provider a vostro avviso solide e, se possibile, convenienti. Chiarisco, non cerchiamo quello che costa meno, ci va bene pagare a patto di avere un servizio affidabile. Grazie in anticipo, Giuseppe
  5. Buongiorno avrei una domanda da 1 milione di dollari alla quale non ho trovato soluzione cercando su internet. Ho un server dell R410 con controllere raid perc6 e 4 dischi da 250 GB in raid 6 per un totale di 500 GB disponibili. Vorrei sostituire i dischi da 250 GB con altri da 1TB. Ora vorrei sapere se è possibile upgradare il raid sostituendo un disco per volta, facendo ricostruire l'array e poi passare a sostituire il disco successivo fino alla sostituzione di tutti i dischi e poi facendo vedere al controller il nuovo spazio dispobile da 2 TB oppure se la mia idea è fantascienza e devo per forza cambiare tutti e 4 i dischi e creare direttamente il nuovo array.
  6. Buonasera a tutti. Ho un sito che usa il cube panel. Ora l'hosting ha creato nuovi piani e quello che vorrei io usa c-panel. Mi chiedono 25 euro per migrare i file, vorrei capire se posso essere io in grado di migrare i file (per risparmiare) sapete spiegarmi come si fa? E' così difficile ? io un pochino so fare qualcosa. Grazie per l'aiuto.
  7. Sto seguendo da vicino il problema di questo provider estero di VPS (openvz e xen) che da ormai 30 e passa ore è down per decine di clienti: hanno migrato le vps da un data center di seattle ad uno di boston. Tutto sembrava essere andato per il meglio, e invece sembra che non riescano a tornare online con un bel po' di nodi. Nel frattempo: nessuna risposta ai ticket, perdite di dati vociferate, e migrazione dei database a caldo mentre erano in funzione (sembra che lo staff sia leggermente nel panico). Direi che è il modo migliore per rovinare un buon servizio. Speriamo almeno che vi sia una comunicazione a breve, non ho servizi con loro, ma un conoscente che ne aveva uno e è down con gli altri :stordita:
  8. Attualmente mi ritrovo con circa 30 domini nello stesso server, 10 siti attivi e funzionanti. 2 di questi domini hanno un ip dedicato perchè usano dei certificati SSL. Tutti i miei siti utilizzano applicazioni in php5 + mysql 5, basati principalmente zen-cart, joomla, wordpress, altri. Per "problemi vari" voglio cambiare provider. :sbonk: Budget max 150 € mese, server linux (attualmente sono sotto redhat ma vanno bene anche altre distro), potendo anche risparmiare qualcosa non sarebbe male.... :ciapet: Avrei bisogno principalmente di assistenza per "spostare" tutto la prima volta o per modifiche importanti importanti in futuro (ad esempio per l'installazioni di altri certificati ssl). :sbav: In genere mi arrangio tramite SSH. Mi servirebbe inoltre avere un pannello di controllo per la gestione e creazione dei database mysql, accessi ftp, mail etc come adesso. Ho visionato decine di offerte ma mi sono un pò perso, contattatemi pure in PM se potete "aiutarmi", Grazie. :fagiano:
  9. Nelle scorse settimane il provider UK2, molto noto in Europa e con un numero ormai molto consistente di clienti, ha subito alcuni gravi problemi dovuti al fallimento di un array dello storage. I problemi sono durati quasi una intera settimana, in data 31 Ottobre infatti la compagnia ha dovuto avvisare del malfunzionamento i propri utenti, lasciando loro la possibilità di accedere ala posta elettronica solamente via webmail. Leggi UK2 e la migrazione delle email, i problemi continuano
  10. Buongiorno, ho un forum PHPBB3 con MYSQL su un VPS Energit Areaserver che come saprete è stata acquistata da Tiscali. Ora sono in fase di migrazione e devo acquistare il nuovo hosting su Tiscali. Visto che su Energit avevo un Virtual Server base pensavo di comprare la stessa cosa su Tiscali ma nella pagina di acquisto sono stato incuriosito da questa offerta: Tiscali Hosting Domini - Hosting Top | business.tiscali.it circa 4,10 euro al mese compreso dominio, a fronte dei 10 euro al mese del VPS base. ora avendo io solo un forum PHPBB3 con un DB di circa 100MB e circa 200 utenti, non credo che debba per forza ricomprare un virtual server che costa il doppio giusto? Potete darmi un parere visto che domani devo fare l'acquisto? In pratica su questo dominio plus come funziona il MYSQL, con phpmyadmin? che problemi avrei rispetto al classico Virtual Server che stò usando ora? Aspetto con ansia un vostro parere P.S. Evitate pleas di sconsigliarmi Tiscali perchè ormai il dominio è stato migrato e almeno per un altro anno voglio restare con loro...
  11. Spero sia la sezione giusta. Devo migrare con un sito che fà uso di php e mysql da un host ad un altro. Siccome e' la prima volta vorrei non dover lasciare il sito chiuso per molto tempo allora ho pensato questo: - solito backup su 'host1' - upload file e mysql su 'host2' Adesso il problema principale per me. Posso collegarmi solo io a 'host2' per fare le dovute modifiche fino a che tutto non e' a posto e poi aprire il sito a tutti reindirizzando il nome di dominio da 'host1' a 'host2'? Spero di essermi spiegato. Ringrazio anticipatamente
  12. Salve. Cerco una persona veramente in gamba che possa effettuare la migrazione del mio blog da mio hosting al VPS che ho recentemente acquistato. Per maggiori info scrivere a areatremila [at] gmail.com
  13. Salve a tutti. Ho appena fatto un upgrade del server. Cambiando macchina (ed ip) ho la necessità di fare prima e ripristinare poi un backup. Su entrambe le macchine ho DA, posso sfruttarlo per l'operazione? Avete consigli da darmi o esperienza in merito? C'è qualcosa che devo prendere in considerazione? Grazie a tutti, andrea
  14. Salve a tutti, spero di aver "beccato" il forum giusto. Con l'aiuto del mio hosting provider, stiamo migrando tutti i domini del mio piano reseller da una vecchia macchina con Plesk 8.4 ad una nuova con Plesk 8.6, utilizzando il Plesk Migration Manager. I domini che non hanno un account di posta o quelli per i quali l'account di posta è solo un redirect, li abbiamo già migrati senza nessun problema. Nel primo caso non c'è stato nessun errore segnalato da Plesk, nel secondo invece anche se ha segnalato il solito errore qui sotto, trattandosi di caselle di posta con il solo redirect (no mailbox), tutto funziona ugualmente. Il problema invece è di una certa importanza quando migriamo i domini che hanno uno o più mailbox realmente ospitate: tutta la corrispondenza e le configurazioni di Horde vanno perse. L'errore è abbastanza chiaro: Nel Plesk 8.4 infatti il servizio AV è attivo, mentre nel Plesk 8.6 della nuova macchina no. Abbiamo provato a disabilitare i miei permessi di gestione del servizio AV anche nel Plesk 8.4, ma i nuovi dump non vengono interamente importati, dando lo stesso identico errore. In questo forum da tempo ho notato che è pieno di utenti molto competenti e preparati :approved: Cosa consigliate?
  15. Annualmente chiedo lumi su un nuovo server verso cui migrare: spero sia la volta buona, visto che la società a cui mi rivolgo (Wmg /Widestore) non mi sta molto a cuore... Ho circa 70 domini, di siti che non richiedono particolari risorse (ora sto su 256 Mb di Ram...) hardware nè di banda ( tranne un sito che fa circa 10giga di traffico mensile) con Pannello Ensim. Non avendo conoscenze da sistemista gradirei un managed: obiettivamente in questi anni ho avuto solo saltuarie necessità di assistenza (perlopiù per eliminare code email in coda che riempivano una partizione o bloccavano l'smtp ) gestendo le cose soprattutto da pannello; tuttavia gradirei , soprattutto, (e non so se rientra comunque nella gestione normale di server managed) che qualcuno provvedesse a sistemare le cose immediatamente in caso di server down, senza bisogno di richieste se sono fuori sede e non posso accorgermene in prima persona. Gradirei anche consigli sul pannello di controllo, per gestire autonomamente creazione di nuovi domini, account email etc: ho sempre sognato di possedere un pannello Plesk, ma forse solo per mie manie... Budget massimo 100/130€ mensili ,anche se ora spendo un pò di meno (80..) PS ma acquistando un servizio managed, vengo assistito anche nella migrazione??!:fagiano:
  16. Esistono delle procedure per effettuare una migrazione in modo indolore? Devo migrare da server Centos 4.4 + Directadmin ad un Centos 5.2 + Plesk 8.6. Per i database non c'è alcun problema, per quanto riguarda i file (una quantità ingente di file, 20 GB e passa di dati) come posso trasferirli al meglio da un server all'altro mantenendo i vari permessi ed i file nascosti (i vari .htaccess)? Ho provato ad effettuare il tar di tutta la cartella (ore ed ore per tarrare 20 Gb!) e successivamente scompattarla nel nuovo server, l'unico problema è che non salva gli htaccess ed i permessi di gruppo delle varie cartelle sono sballati. Grazie in anticipo per il supporto! :lode:
  17. Wikimedia Foundations ha deciso di migrare tutto il parco macchine adibito a Wikipedia e ai siti satellite su Ubuntu Server, la distribuzione in versione server di Canonical. Le oltre 400 macchine che attualmente costituiscono l'infrastruttura di Wikipedia potranno essere gestite più facilmente grazie alla presenza di una sola distribuzione su tutte, abbandonando la coppia Fedora, Red-Hat. Leggi la News
  18. Leggo nella mia mailbox un mail inviatami da Tiscali per areaserver in cui si effettua una migrazione dei server e che ci sarà probabilmente un down dalle 8 di mattina alle 24 di sera di Sabato 5 Luglio 2008. Premetto che l'email è stata MOLTO MA MOLTO MA MOLTO superficiale e per nulla dettagliata ! Non hanno informato assolutamente se ci saranno o non ci saranno cambi di indirizzi IP, se la migrazione è da intendere per i server dedicati i vps o entrambi, cosa che mi ha comportato mezz'ora di sbattimenti e telefonate a tariffa maggiorata per avere qualche info in più nemmeno troppo confermata ! Ho telefonato al call center, per farmi dare delucidazione dalla parte TECNICA, praticamente migreranno FISICAMENTE i server da posto A a posto B, e cambieranno ANCHE gli IP (il pannello della gestione DNS di areaserver non sarà funzionale fino a mercoledì ergo non si possono cambiare i DNS). Una migrazione dovrebbe essere fatta dalle 24 alle 8 e non viceversa !!!! Personalmente credo che creeranno grossissimi danni come stanno gia facendo attualmente con i VPS che non funzionano mai a dovere, e che probabilmente avranno FORTI ripercussioni giudiziarie ! DAVVERO UN ESEMPIO DA NON SEGUIRE
  19. Terminato il lungo downtime anche per i 3000 server del primo piano del datacenter di Houston. Proseguono i lavori per il ripristino delle strutture elettriche andate distrutte e la compagnia si appresta a fare i conti per il risarcimento degli utenti. Leggi la News
  20. Ciao ragazzi , vorrei chiedervi un'informazione: presso un register italiano , ho dei domini .it , com , net ed org e alcuni di essi scadono tra 10-15 giorni. A detta di qualche mio collega , i domini per essere trasferibili devono avere ancora un mese prima della scadenza , notizia vera o diceria. Qialora fosse vera a cosa è dovuta? Grazie mille Pierpaolo
  21. Salve, dopo varie peripezie e circa 2 mesi di brainstorming :D, abbiamo acquistato un webhosting shared su hostgator per migrare alcuni siti aziendali. Attualmente i domini sono registrati su aruba (e li resteranno) mentre i siti sono hostati sui server locali dell'azienda. Prima di mettere mano alla migrazione e fare danni (i siti down sono un danno economico visto che l'azienda lavora anche con l'ecommerce) vorrei chiedere alcuni chiarimenti: - (questa è più una curiosità) acquistando lo spazio ho indicato che avrei utilizzato un dominio esistente spostando solo i dns: tuttavia nel modulo di registrazione mi è stato chiesto quale fosse il nome dominio che intendevo ospitare: perchè? - se volessi hostare più siti (i cui domini sono tutti registrati altrove) mi basta creare delle sottocartelle (ip/sito1 , ip/sito2) e fare puntare i vari domini a queste sottocartelle? - ho visto che nel pannello di controllo di hostgator ho anche la possibilità di creare degli alias per la posta elettronica: ma la posta per i domini in questione non la fornisce aruba, visto che ho i domini registrati con loro? Sicuramente mi verranno in mente altre domande, quindi non mi abbandonate :D Filippo
  22. Salve, ho intenzione di migrare un paio di siti che gestisco su asmallorange. Attualmente i siti sono hostati in parte su aruba e in parte su server privati (con domini su aruba e gestione dns in locale). A quanto ho capito i provider americani non mantengono domini .it, quindi cosa dovrei fare? Lasciarli su aruba e farli puntare verso asmallorange? Grazie :)
×