Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'milioni'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 79 results

  1. Dada continua nella propria scelta di focalizzarsi sui core business della compagnia, la società ha infatti deciso di cedere Blogo.it, uno dei più noti network di nanopublishing italiani che era stato acquisito in due passaggi dalla società. Si tratta di una proprietà che raggiunge 8 milioni di utenti mensili in Italia con circa 44 blogs e che raccoglie diversi argomenti tra cui anche blog di temi informatici. leggi tutto Leggi Dada vende il network di blog Blogo.it per 6 milioni di Euro
  2. FB.com è stato acquisito da Facebook.com per la cifra record di 8.5 milioni di Euro, una delle cifre più alte mai spese per acquisire un nome a dominio, aumentata anche dall'hype che in questo momento ruota intorno alla compagnia. Il dominio è stato acquistato la scorsa estate, ma solamente ora si sono conosciuti i dettagli: i domini composti da 2 lettere sono storicamente domini appartenenti a grandi compagnie del web, registrati nei primi anni di vita di Internet, basti pensare ad un dominio come HP.com. leggi tutto Leggi 8,5 milioni di dollari per acquistare FB.com
  3. Il lettore di Amazon, Kindle versione 3, è il campione di vendite della nota compagnia di vendite online. Nel 2009 aveva raggiunto a stento i 3 milioni di pezzi venduti, nel 2010 ha superato qualsiasi aspettativa arrivando addirittura a vendere 8 milioni di pezzi in tutto il mondo, il numero più alto mai raggiunto e in assoluto il prodotto più venduto di Amazon.com. Da quanto Jeff Bezos, CEO di Amazon, ha pensato di creare e lanciare Kindle, era il 2007, ci sono voluti 3 anni per arrivare ad una completa affermazione di questo dispositivo e soprattutto per arrivare ad una completa diffusione degli ebooks e della lettura digitale, dapprima vista come un prodotto destinato a fallire nel breve periodo. leggi tutto Leggi 8 milioni di Kindle nel 2010: dove Amazon ha vinto contro Apple
  4. Squarespace Gets $38M to Compete With WordPress and Six Apart La notizia deve far riflettere visto che queste piattaforme stanno comunque rubando posto direttamnete nel settore dello shared hosting, e in futuro cresceranno ancora. Come dice bene l'articolo queste piattaforme di blogging si sono specializzate, e come Wordpress oggi forniscono consulenza anche per grandi portali basati sui loro software, rubando lavoro al mercato hosting, che vive soprattutto di grandi clienti come possono essere le testate editoriali (nel post se ne citano un paio). Io rimango abbastanza stupito quando vedo TechCrunch ospitato dal servizio di Wordpress.com VIP, andare down perchè la piattaforma è di fatto comune anche per gli utenti non a pagamento. Per cui mi chiedo quale sia davvero il vantaggio in questi casi, tuttavia sembra che per raccimolare 38 milioni di finanziamenti, l'interesse non manchi...cosa ne pensate?
  5. 288 milioni per la precisione: entro il 2013 il numero di utenti che utilizzano il VoIP per comunicare, a casa o in azienda, raggiungerà questa altissima soglia, confermando la bontà di questa tecnologia e la morte delle vecchie linee tradizionali, sempre meno attivate anche presso le grandi compagnie di telecomunicazioni. Leggi Nel 2013 saremo 300 milioni di persone a usare il VoIP
  6. Il famoso "don't be evil" sembra che sia stato rispolverato di recente a Mountain View, la compagnia ha infatti deciso di effettuare una donazione di ben 2 milioni di dollari a Wikimedia, la compagnia che gestisce il noto progetto Wikipedia: l'enciclopedia online più grande del mondo si prefigge ogni anno il raggiungimento di una quota necessaria per il suo mantenimento, l'ultimo dato parla di un totale di 8 milioni di dollari raccolti tramite le donazioni, più che sufficenti per alimentare il progetto principale e tutti quelli ad esso collegati. Leggi Wikimedia riceve una donazione da 2 milioni di dollari da Google
  7. Chi ha detto che gli utenti non conoscono il significato della parola backup? DropBox, il servizio di backup nella cloud di Amazon S3, ha annunciato ieri di aver raggiunto ben 4 milioni di utenti, un successo dovuto alla bontà della soluzione proposta, con la possibilità di accedere ai file dal proprio browser ma anche da un client disponibile per tutti i più comuni sistemi operativi: Windows, Mac Os X e Linux. Leggi DropBox annuncia 4 milioni di utenti e assume un VP del mondo cloud
  8. Bob Parsons, CEO di GoDaddy, ha annunciato la chiusura dell'anno a quota 750 milioni di dollari per il fatturato di casa GoDaddy. I numeri di GoDaddy, ricordati da DomainNameWire che segue periodicamente questa compagnia, sono tra i più alti al mondo e mostrano come la compagnia non abbia minimamente accusato il calo nelle vendite dovuto alla crisi internazionale. Leggi Il fatturato di GoDaddy raggiunge i 750 milioni di dollari, ancora in crescita
  9. Dell, il gigante del mondo pc e server, ha comunicato un nuovo traguardo nell'utilizzo di Twitter per la vendite e promozione online: l'azienda è stata tra le prime ad utilizzare il social network, approdandoci due anni fa e iniziando a pubblicare le proprie promozioni, interagendo con gli utenti. La compagnia ha dato molta importanza al servizio fin da subito, creando anche una apposita sezione su Dell.com e ora annuncia di aver raggiunto i 6.5 milioni di dollari di fatturato solo grazie a Twitter. Leggi Dell, le vendite grazie a Twitter salgono a 6.5 Milioni di dollari
  10. DuPont Fabros Technology, uno dei costruttori e operatori di data center più noti al mondo, ha ottenuto un nuovo finanziamento di 150 milioni di dollari per portare avanti la realizzazione dell'ultimo data center della compagnia, ACC5 in Virginia, as Ashburn, uno dei data center che tra i suoi clienti ha accolto di recente anche Facebook. ACC5, l'ultimo data center realizzato da DuPont Fabros in Virginia. Leggi DuPont Fabros, 150 milioni per nuovi data centers
  11. La vendita di Russia.com è l'ennesima conferma del valore del nome del singolo nome a dominio, interpretato come possibilità di sviluppo di grandi business e attività online, consentendo un risparmio nelle iniziative pubblicitarie proprio grazie all'uso di un url facilmente ricordabile dagli utenti. Gli 1.5 milioni di dollari sborsati da un acquirente ancora ignoto, che ha pagato la somma a NewMedia Holdings e Paley Media, le due compagnie che da oltre 5 anni monetizzano gli 8000 visitatori unici giornalieri con la pubblicazioni di annunci Google AdSense. Leggi Russia.com venduto per 1.5 milioni di dollari
  12. L'acquisizione di AdMob, compagnia specializzata nella pubblicità mobile, segna il ritorno di Google nel campo delle grandi acquisizioni, i 750 milioni di dollari spesi sono il secondo accordo maggiore dopo l'acquisto di DoubleClick e il terzo considerando 1.6 miliardi di dollari spesi per YouTube. Perchè una cifra così elevata? Perchè AdMob sta crescendo molto velocemente nella pubblicità su dispositivi mobili, ed è proprio nel web mobile che Google ora vuole puntare, considerandolo uno dei prossimi successi della compagnia, come aveva già fatto notare l'amministratore delegato Eric Schmidt. Leggi AdMob, 750 milioni di dollari per un business miliardario. Google dice si.
  13. Non è bastata la comunicazione di due giorni fa inerente la volontà di passare ad una rete NGN, dopo i 2Mbit/s promessi dal Ministro Brunetta e apparentemente già assicurati ad ogni italiano. Una conferenza stampa ha affidato a Gianni Letta l'amara comunicazione che gli 800 milioni stanziati per la banda larga dal governo non verranno erogati, almeno fino a quando la crisi continuerà. Leggi Gli 800 milioni stanziati per la banda larga non ci sono più
  14. In molti Paesi una notevole quantità di PC rimane infetta per oltre 2 anni. In Italia, ad esempio i computer che restano “malati” per 2 anni sono più di 1 milione e mezzo. La durata media di infezione è pari a 300 giorni nei Paesi più colpiti. I cyber criminali, attraverso le reti bot, controllano un numero di macchine enorme e dispongono di una potenza di calcolo superiore a quella di tutti i supercomputer mondiali messi insieme. Ciò spiega il fatto che oltre il 90% di tutte le e-mail inviate a livello mondiale è costituito da spam. Nel 3° trimestre 2009 la piattaforma tecnologica di Trend Micro ha bloccato un numero record di oltre 4 miliardi di minacce al giorno. Leggi Trend Micro: 100 milioni di PC che si comportano da zombie, per almeno 2 anni
  15. L'opensource è bello, almeno negli intenti, lo è meno quando bisogna metterlo in pratica, sembra questa l'idea alla base di molte istituzioni, soprattutto italiane, che continuano a sfornare gare d'appalto per l'acquisto di software Microsoft. Questa volta la Consip ha indetto un banda per la fornitura di 65000 licenze Microsoft e altrettanti contratti di assistenza, per un valore totale di 27 milioni di euro. Cifra consistente che verrà aggiudicata a chi presenterà la migliore offerta entro il 28 Gennaio 2010. Le licenze sono destinate a tutti i comparti della pubblica amministrazione italiana e fanno riferimento in particolare a Microsoft Office. Leggi Microsoft e PA italiana, sul piatto ci sono 27 milioni
  16. Cresce il mercato delle soluzioni storage per le piccole e grandi aziende, Data Robotics è una di quelle attualmente più in vista, presente dal 2006 nel mercato, ha ricevuto prima 15 milioni di finanziamenti, e ora un altro round da 10 milioni che dovrebbe potenziare il marketing e l'offerta della compagnia. Data Robotics si occupa infatti di sistemi di storage automatizzati per PMI, con la commercializzazione di Drobo, una serie di sistemi di storage pensati per le esigenze delle medie aziende. Leggi Data Robotics, 10 milioni per migliorare lo storage delle PMI
  17. Colpo grosso per il leader dei data center e della colocation Equinix, la compagnia ha infatti stretto un accordo per l'acquisizione di Switch & Data, popolare compagnia che gestisce decine di data center sul suolo americano, specializzata, come Equinix, nella fornitura di servizi di colocation a grandi compagnie finanziarie in ambienti mission critical. Leggi Equinix acquisisce Switch&Data per 689 milioni di dollari
  18. Qualcuno tempo fa si è spinto a parlare di qualcosa come 450.000 server per indicare una stima delle macchine attualmente usate da Google all'interno dei suoi data center. Un numero che nessuno conosce con certezza e di cui non si ha conferma in rete, vista la pratica di Google, da sempre molto riservata nel rivelare i dati relativi al numero di data center e macchine che usa per gestire i propri servizi. Leggi Ci sono 10 milioni di server nei piani di Google
  19. Divenuto famoso per essere uno dei pochi social network in attivo, capace insomma di esser "profitable", LinkedIn ha annunciato pochi giorni fa, con un post sul proprio blog, di avere raggiunto i 50 milioni di utenti registrati, una crescita che elegge il social network come il primo al mondo nel settore dedicato al business. Ottimi anche i dati relativi alle visite, nel mese di Settembre 2009 sono state 9 milioni le visite proveniente solamente dagli USA. Leggi LinkedIn ha 50 milioni di utenti, o meglio, di business men
  20. SoftLayer è tra le compagnie che sta crescendo più rapidamente nel panorama mondiale del settore hosting, la società da poco ha ricevuto un nuovo finanziamento proprio indirizzato al favorimento della crescita in numero di clienti e data center. La compagnia stima di arrivare a chiudere il 2009 con 80 milioni di fatturato, un traguardo importante giunto dopo 12 mesi di crescita senza sosta. Leggi SoftLayer: il 2009 chiuderà con 80 milioni di fatturato
  21. Sempre più spesso esperti del settore del cloud computing decidono di mettere sotto la lente di ingradimento il servizio di casa Amazon dedicato al cloud computing, perchè tutto questo interesse? Niente di particolarmente oscuro, Amazon ha un servizio che è oggi il più noto e apprezzato sul fronte del cloud computing e una sua analisi dovrebbe svelare i segreti della compagnia nella realizzazione di una piattaforma già oggi multi milionaria. Leggi Amazon EC2 sta generando 220 milioni di dollari all'anno?
  22. Dopo aver raccolto 100 milioni di dollari totali da vari fondi di investimento, SoftLayer, una delle più note compagnie di hosting e servizi managed al mondo, annuncia di aver ricevuto altri 20 milioni di dollari dal gruppo di investimenti DH Capital. Leggi SoftLayer raccoglie 20 milioni di dollari per finanziare la sua crescita
  23. Nella scorsa settimana sulle pagine di HostingTalk.it siamo tornati a parlare di Twitter, si perchè il social network ha raccolto altri 100 milioni di dollari di finanziamenti, soldi che dovrebbero consentirgli di continuare a crescere senza problemi e soprattutto, senza alcuna pubblicità. Datacenterknowledge, si chiede giustamente quanti di questi milioni siano destinati all'acquisto di server e data center. Leggi Quanti dei 100 milioni di Twitter sono per nuovi server e data centers?
  24. Rifocalizzarsi sulle attività del gruppo e in più, far fronte ad una campagna pubblicitaria, per rafforzare il brand, che necessita di ingenti fondi. Questi i due motivi che dovrebbero essere alla base della scelta di Yahoo! di vendere il proprio comparso Small Business Hosting, il ramo della compagnia che recentemente aveva subito dei cambiamenti in direzione di un'offerta illimitata. Leggi Yahoo! vende i suoi servizi hosting, la richiesta è di 500 milioni
  25. Con circa 670.000 nuovi utenti, in media, ogni giorno, arrivare a 300 milioni di utenti non sembra essere stato poi così difficile. Facebook inizia a vedere la luce, almeno sul fronte economico, la compagnia infatti dichiara di aver raggiunto un flusso di cassa positivo nell'ultimo trimestre, in anticipo rispetto alla previsione del 2010. Leggi Facebook: 300 milioni di utenti e conti in attivo
×