Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'negativa'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 3 results

  1. L'altro ieri, girovagando in cerca di domini liberi e di registrar, mi sono imbattuto in una offerta su Godaddy che "svende" domini .info a soli 62 centesimi. Dato che non avevo ancora provato tale registrar, decido di registrare un dominio e procedo alla compilazione di tutti i campi necessari, fornendo i miei dati personali e fiscali. Arrivato alla fase di pagamento, seleziono PayPal e vado avanti. Sulla loro pagina di pagamento mi viene richiesta una carta di credito che non ho: sul mio account PayPal c'è già del credito che provvedo a ricaricare dal mio conto corrente bancario. Ho già effettuato acquisti all'estero e in Italia con tale account senza problemi. Anche i piani di hosting che ho attivi presso un provider presente su questo forum li ho pagati con PayPal senza avere nessuna carta di credito. Invio un messaggio (in inglese) al supporto tecnico, specificando il problema e gli estremi dell'ordine e il sito mi informa che riceverò risposta entro 2 ore. Ricevo subito una e-mail automatica che mi informa che il mio problema sarà vagliato entro 24 ore. Sono passate, al momento, ben più di 24 ore e non ho ricevuto risposta alcuna, nè so che fine abbia fatto la mia prenotazione del dominio o il mio nuovo account godaddy, che non è stato evidentemente perfezionato, dal momento che non mi è stato fornito nessun dato per il login. So bene che godaddy è uno dei registrar più gettonati e noti anche su questo forum, e proprio per questo volevo segnalare un comportamento che non mi pare affatto serio ne degno della fama di tale provider. Secondo voi, cosa dovrei fare? Loro i miei dati se li sono presi (dati anagrafici, indirizzo, telefono), io non li avrei mai diffusi senza la "contropartita" del dominio... e la mia prenotazione? Se qualcuno registrasse il dominio mentre io aspetto risposta dall'assistenza? ...ci sarebbero quasi gli estremi per una azione formale...
  2. dopo una esperienza alquanto negativa con servage... continui rallentamenti e down del database ho deciso di cambiare.... l'assistenza è veloce ma quando hanno problemi inventano solo scuse.... mi hanno spostato per ben 2 volte l'account su nuovi cluster ma il risultato è stato sempre lo stesso.... di sera è spesso innavigabile.... troppo stress per la mia comunità.... ed ho avuto problemi anche con semplici siti html una lentezza nel caricare le immagini.... per non parlare del caricamento via ftp ora cerco consiglio per nuovo hosting linux all'estero sempre.... multidominio per almeno 10 domini e 25 database i miei accessi unici sono di circa 600 al giorno e di 400 giga di banda consumata ogni mese (secondo servage) perchè scaricano molto materiale.... uso csm joomla cerco almeno 100 giga di spazio disponibile e sto per avviare un secondo sito che dovrebbe avere più o meno le stesse caretteristiche di consumo e accessi... più altri piccoli siti....... mi chiedo se la banda consumata sia reale visto che molti hosting italiani ne offrono un massimo di 50 giga, possibile? comunque ho pensato pure ad un vps managed... visto che non sono un sistemista e capisco poco di server ma il mio budget limitato a 350 euro credo non lo permetta.... ho trovato networkslutions o netfirms che potrebbero fare al mio caso per risorse e budget però non ho trovato esperienze in merito di altri utenti in passato ho provato ma senza grandi risultati... aruba, startlogic, hostgator e simili overselling voi cosa mi consigliate?
  3. Riporto qui la mia esperienza, che possa essere di aiuto a qualcuno. Una settimana fa, visto che dovevo fare un esperimento, ho preso un server su hosteur per 1 mese. Sono rimasta piacevolmente sorpresa di trovarmi il server attivato entro 1 ora nemmeno dalla registrazione. Però da qui in poi solo note negative.... Accedo e trovo una distribuzione che non avevo chiesto (avevo chiesto Debian, ho trovato Fedora). Ho dovuto scrivere all'assistenza che dopo 1 giorno mi ha risposto dicendomi che era una svista loro, e che entro 48 ore avrei avuto il server richiesto. Intanto sono passati 5 giorni dal pagamento... Nel frattempo guardo un pò il pannello di controllo ,e cosa vi scopro? una cosa GRAVISSIMA!!!!! Nel form per indicare la password SSH eventualmente modificata (in modo tale che loro possano intervenire anche se la modifichiamo) trovo stranamente un IP diverso da quello assegnatomi, e come valore dell'input per la password trovo una password in chiaro che non è la mia. Presa dalla curiosità, visito via web quell'IP e trovo la pagina di default di Plesk. Non contenta accedo via SSH a quel server, con login root e la password mostrata in chiaro e... SONO ENTRATA NEL SERVER DI UN ALTRO CLIENTE! COME ROOT! Tra l'altro un server attivo, con dei siti sopra, di cui uno di un candidato politico francese. E' una cosa indecente! Ho addirittura paura a segnalarlo ad hosteur, per paura che credano che ho ricavato quei dati chissà in quale modo illecito. In definitiva, rendetevi conto dove potrebbero finire i nostri dati di accesso SSH su hosteur.. magari il loro pannello è bucato o malfunzionante, e mostra a tutti pass di altri... comodamente corredati di IP di appartenenza. Di reverse-DNS personalizzabile o di rescue-mode non se ne parla. Il reboot è a richiesta, e viene svolto manualmente entro 24 ore mi pare. Non sono certa del fatto che sia un'operazione gratuita, non ci ho fatto caso. Comunque oggi mi accingo a leggere la procedura per la recessione, visto che anche solo per un esperimento non mi va di mettere a rischio i miei dati personali e tutto il resto, disponibili così alla mercè del mondo intero (come io accedo al server di un altro, nulla vieta che un altro acceda al mio e combini dei guai). Per recedere ci sono 7 giorni dalla data di acquisto, bisogna spedire una raccomandata con i dati della propria banca e timbro della banca per farsi spedire l'assegno. Inoltre bisogna allegare un assegno di 5 euro. In pratica non posso nemmeno recedere, perchè io non ho un conto in banca, ho pagato con carta di credito. Vabbè, fortuna che i soldi li avevo investiti a titolo di esperimento.....:56: Anzi, se qualcuno vuole fare a scambio, cedo volentieri questo mese in cambio della differenza dei soldi in giorni... :P (sono 29 più iva quindi 35 per i 30 giorni)
×