Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'negli'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 14 results

  1. Chi pratica ancora questa modalità oggi negli ambienti di shared hosting? Vedo che ci sono ancora alcuni provider che lo fanno e sarebbe interessante capire perchè lo fanno e quali sono i reali vantaggi dal punto di vista del marketing e della resa finale per l'utente. Lo trovo un limite che può funzionare, ma non nei casi in cui si pongono limiti davvero bassi anche per fare poche centinaia di pagine viste. Clienti che hanno pacchetti con questa tipologia di limite, cosa ne pensate e come vi trovate? :)
  2. booktrailer.altervista

    Pubblicizzare sito negli USA

    Salve a tutti, XXXXXXXXXX è un sito che pubblicizza gratuitamente i libri, è ai primi posti nei motori di ricerca italiani, ha registrato un dominio su XXXXXXXXXX ora manca solo pubblicizzarlo negli Usa, visto che il sito si divide in lingua italiana e in lingua inglese. Come si può fare?
  3. Un bel post di TheWHIR che racconta, per una volta, una realtà del mercato webhosting Europeo, un business spesso completamene diverso da quello USA: ho parlato diverse volte di differenze tra Europa e USA nei servizi webhosting, e tutti concordiamo sul fatto che mentre "disegnare" un prodotto per il mercato USA sia abbastanza semplice, con dei punti fermi sicuri, per il mercato Europeo ci si scontra con costumi e abitudini diverse per ogni singolo paese, rendendo quasi del tutto impossibile proporre una sola offerta a tutti i clienti del continente. leggi tutto Leggi il resto di Il webhosting francese: più possibilità di sviluppo che negli altri paesi Europei sul blog di HostingTalk.it
  4. La crescita di Android non si ferma, e se i 200.000 dispositivi attivati ogni giorno nel mondo non spaventano, ci sono nuovi numeri che dovrebbero far guardare a questo sistema operativo di casa Google come ad un vero e proprio concorrente esperto di Apple. Il 32% degli americani che hanno acquistato un nuovo smartphone da Gennaio ad Agosto 2010, ha scelto un dispositivo con sistema operativo Android, contro un 25% che ha scelto iPhone di Apple e un 26% che ha portato a casa un BlackBerry di Rim. Leggi Android traina le vendita di smartphone negli USA: un riflesso positivo sul web?
  5. Lo scorso 30 Giugno Microsoft ha pubblicato un avviso inerente l'aumento esponenziale del numero di attacchi nella rete rivolti a sistemi Windows XP; un fenomeno dovuto alla pubblicazione di un exploit pubblicato in rete e da subito diffuso a grande livello, con numerosi tentativi di utilizzo da parte di migliaia di persone nel mondo. Leggi Microsoft vede una crescita negli attacchi ai sistemi Windows XP
  6. Una news sul blog di Stefano che merita attenzione, e qualche riflessione come fa anche lui. Questi "modem" (DSLAM) verranno installati anche nelle cabine che si vedono per strada e non solo nelle centrali telefoniche, portando alcuni vantaggi come fa notare Quintarelli, ma anche svantaggi evidenti.
  7. Torniamo a parlare di Equinix in occasione di una nuova mossa nel suo programma di espansione a livello globale: questa volta si tratta di due data centers da 100 milioni di dollari ciascuno, uno a San Jose e uno in Virginia, due fra i mercati più interessanti nel panorama americano. Equinix ha acquistato in passato diversi territori, molti dei quali adiacenti alle attuali strutture operate; tutti i nuovi data center vengono costruiti da zero, il che consente a Equinix di adottare tutte le moderne tecnologie per cui la compagnia è divenuta famosa. Leggi Equinix: due nuovi data center negli USA e un piano da 1.4 miliardi
  8. Parallels, il noto produttore di hosting software, che conta oggi circa 650 impiegati in tutto il mondo, ha annunciato una espansione dei propri uffici a Seattle, un passo che rientra nel progetto di rafforzamento della propria presenza sul territorio statunitense. Leggi Parallels potenzia la propria presenza negli Stati Uniti
  9. ComScore rilascia alcuni dati sull'utenza del portale YouTube nel mese di Ottobre: uno share di 100 milioni di utenti solamente in America. In totale i video riprodotti sono stati oltre 5 miliardi, con una media di 53 video ad utente. Leggi la News
  10. Nonostante il mercato americano sia popolatissimo da hosting che praticano overselling, sembra che anche le aziende minori del loro settore inizino a soffrirne: http://www.webhostingtalk.com/showthread.php?t=703737 Discussione interessante, sembra che prima o poi si tornerà indietro anche nel fenomeno dell'overselling :)
  11. La compagnia si trova ad affrontare Carl Icahn, un impegno notevole che sembra blocchi le possibili trattative con casa Google. Jerry Yang dovrà trovare un modo per tenere a bada il proprio azionista, altrimenti la vendita a Microsoft sarà del tutto scontata. Leggi la News
  12. Salve a tutti. Per svariati motivi devo far accedere delle persone tramite ssh a determinate cartelle.Ogni utente avrà accesso solo alla propria cartella in /home/nomeutente. Allora creo l'user e gli setto la sua home directory Il problema è che provando a connettermi via SSH l'utente può andare a vedere anche tutte le cartelle di sistema. Certo non ha alcun tipo di permessi, ma le riesce comunque a vedere. Io invece vorrei che potesse rimanere unicamente nella propria home directory. Avete consigli? Grazie.
  13. Salve, il mio dominio su Aruba scade il prossimo 10 ottobre e mi sono deciso finalmente a passare ad un servizio hosting made in Usa. Siccome è il mio primo passaggio vorrei sapere da chi ha già avuto esperienze se posso dormire sonni tranquilli e potrò usare il dominio già fra pochi giorni oppure mi conviene optare per un'offerta che preveda anche il rimborso entro 30 giorni in caso di problemi. Io avrei scelto Dot5hosting in quanto non vorrei superare i 50€ l'anno come budget. Grazie! :zizi:
  14. Utilizzando Google ho trovato questo link, ci sono delle offerte assurde, gb di hd e traffico a poche decine di euro. Ma i prezzi negli Usa sono così bassi ?
×