Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'opensource'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 16 results

  1. Deflagrator

    OpenSource e sostenibilità

    Se pongo la domanda, l'opensource è sostenibile? Probabilmente la risposta è, se da tanti anni va avanti, evidentemente sì. Tuttavia, quello che mi chiedo è, come mai in ambito datacenter/server l'open source si è dimostrato ben sostenibile, e anzi ha sbaragliato tutti i grandi competitor (microsoft ha un ruolo di minoranza, e anche oracle, è più di nicchia). Mentre in ambito desktop, o comunque frontend (tipo nelle workstation) non è riuscito a scalfire i giganti del software proprietario? Non si parli di ignoranza, e attaccamento dell'utenza, perchè aimè quel che manca in ambito desktop/workstation, è il software. Senza che diciamo inutilità, OpenOffice, non raggiunge Microsoft Office. Gimp non ha nulla a che vedere con Photoshop. Autocad non ha sostanzialmente rivali opensource. E si potrebbe continuare a lungo... Ubuntu potrà migliorare quanto vuole la sua interfaccia e usabilità, ma senza il software mai nessuno lo prenderà in considerazione. Cosa è che frena l'opensource dallo sviluppo di software valido in ambito desktop, come in quello datacenter? Io credo sia una questione di soldi, in ambito datacenter i software ricevono cospicue donazioni (per i security bug fix, per funzioni personalizzate...), e viene acquistata assistenza. L'utenza desktop/workstation è invece, meno disposta a donare, pagare... voi che ne dite?
  2. OpenStack per il suo terzo compleanno snocciola numeri impressionanti, che decretano il successo dello sviluppo della piattaforma opensource. E durante i festeggiamenti, lo sguardo non può non correre verso il futuro pieno di novità e nuove funzionalità, sempre mantenendo i... Continua a leggere, clicca qui.
  3. ownCloud rilascia la versione 5.0 della Enterprise Edition, la piattaforma di cloud storage per server basata sull'edizione opensource e gratuita Community Edition, a cui sono state aggiunte però caratteristiche tipiche per l'utilizzo nei contesti aziendali Continua a leggere, clicca qui.
  4. Dopo molti rifiuti, GitHub accetta un venture capital da 100 milioni di dollari, per coprire le spese del servizio, ma soprattutto per migliorare la piattaforma ed estenderne l'utilizzo oltre i confini dello sviluppo software fino a ora tracciati Continua a leggere, clicca qui.
  5. Anche Twitter ha deciso di dare il suo contributo all'open source. L’open source consente di condividere il proprio lavoro e mostrare a tutti in che modo è stato realizzato, condividendone i file s... Continua a leggere, clicca qui.
  6. Xen è sicuramente il progetto che ha riscosso la maggiore attenzione nel mondo della virtualizzazione, e il suo successo nel campo opensource continua ancora oggi, anche con l'aiuto di Citrix, che da poco ha rilasciato i codici sorgenti di XenServer. Leggi Linux KVM: perchè Xen non è più il solo progetto opensource ad attirare l'attenzione
  7. Ultimo passo per XenServer, il software di Citrix basato sul popolare hypevisor Xen: come ricorda Virtualization.info, il codice sorgente del prodotto è ora liberamente scaricabile e quindi consultabile e utilizzabile. XenServer è il frutto di un lugno cammino compiuto da Citrix, partito con l'acquisizione di XenSource e poi continuato con la distribuzione gratuita di XenServer a Febbraio 2009, proprio durante i giorni di presentazione del VMworld Europe. Leggi Citrix XenServer è ora opensouce
  8. Ciao mi chiedevo se qualkuno di voi conosca qualche strumento gratuito per l'invio di newsletter... Non parlo di Html della news ma di un provider che ti permettà di inviare le tue comunicazioni insernedo i tuoi smtp...
  9. Nasce una fondazione per Wordpress, la nota piattaforma di blogging, amata dagli utenti per la sua semplicità e comodità di utilizzo, ma spesso mal vista da sistemisti e addetti ai lavori per via della sua scarsa qualità di codice, problema che si ripercuote notevolmente sulle prestazioni delle macchine utilizzate in hosting. Leggi Wordress: nasce la fondazione, per diffondere e proteggere il software opensource
  10. Più volte abbiamo discusso dell'SPF sulla community di Hostingtalk.it, si tratta di un sistema per i server mail che consente di gestire dei filtri sui domini autorizzati a inviare posta elettronica sul server. Si tratta di un sistema utilizzato da diverse compagnie, tra cui Google, che lo usa per Gmail e Microsoft: OpenSPF, rilasciato con licenza GPL, si propone come framework per l'implementazione sui propri server di questo sistema. Leggi OpenSPF, opensource per il Sender Policy Framework
  11. Microsoft ha compiuto un importante passo avanti, nella sua politica e nel mondo della virtualizzazione: la compagnia ha deciso di rilasciare gratuitamente e in "formato opensource" i driver utilizzati da Hyper-V per la paravirtualizzazione dei sistemi guest Linux installati all'interno delle macchine virtuali create con l'hypervisor. Leggi Microsoft rende opensource i driver Linux per Hyper-V
  12. OpenVZ è uno dei sistemi più famosi per la creazione di ambienti virtuali in Linux: basato su un modello di virtualizzazione software, si avvale di un sistema operativo sul quale viene installato e utilizza il kernel Linux per l'erogazione e la gestione degli ambienti virtuali. Nell'articolo tutti i passi necessari per allestire il proprio ambiente di virtualizzazione basato su OpenVZ. Leggi l'Articolo
  13. Doppia rivoluzione per VMware: al VMworld il nuovo CEO della compagnia ha lanciato due importanti sfide, portare la virtualizzazione nel settore mobile e rendere opensource ESX, il prodotto di punta della compagnia, vero e proprio punto di riferimento per il fatturato dell'azienda. Leggi la News
  14. Xen giunge alla versione 3.3: la comunità è più viva che mai e continua a migliorare l'hypervisor opensource più celebre al mondo, seguito da oltre 50 vendors del settore. Leggi la News
  15. InnoTek, produttrice del software VirtualBox, punta ora all'utenza Mac con il rilascio di un'apposita versione del suo software. Leggi la News
  16. Salve a tutti e complimenti per la qualità generale delle discussioni... Sono un programmatore in procinto di aprire un sito per ospitare un progetto software di tipo open-source. La mia esperienza come webmaster è ... diciamo ai primi passi (un eufemismo). Nonostante io creda molto in questo progetto, ho deciso di partire un pò schiscio (spero sia chiaro cosa intendo, ... 'sti milanesi), e quindi vorrei limitarmi per ora ad un servizio shared sui 100-120 euro/anno, che penso di attivare entro lunedì. Non è che ho le braccine corte, è che per una questione di scaramanzia preferisco dirmi che il progetto potrebbe anche non interessare a nessuno. In caso invece di risposta positiva, la mia idea è di passare ad un housing con un mio server Linux. In ogni caso, proprio per la mia poca esperienza con siti Web, non sono in grado di valutare il traffico che potrei generare. Le pagine sono statiche, forum e wiki direi per la maggior parte solo testo, e quindi non credo sia da loro che mi devo aspettare problemi (forse Luca e Ste possono dire qualcosa al riguardo). Il fatto è che per la natura del software, il sito ospita diverse immagini abbastanza pesanti (500K-800K), per cui ho paura che il traffico faccia in fretta a salire. Pensavo di chiedervi un parere (spero anche da parte di qualche hoster che si trova a a passare da queste parti per caso ... ogni riferimento è puramente casuale) facendovi fare un giro sul server che utilizzo per provare il sito http://217.133.40.205 In conclusione, credete che la scelta dell'hosting sia saggia, e per il tipo di sito possa coprirmi, diciamo, per un annetto ? (intendo nel caso di riscontro positivo, perchè in caso contrario il problema non si pone) grazie dell'aiuto e, lavoro permettendo, spero di trovare il tempo di partecipare attivamente alle discussioni p.s. il sito è in parte in costruzione, quindi siate clementi Lucio
×