Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'parte'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 36 results

  1. JoomlaSpace, un brand creato da Toscomedia circa tre anni fa, ha ufficializzato negli scorsi giorni il suo ingresso all'interno di Servizi Internet Srl, società bresciana a cui fanno capo una decina di brand attivi nel settore della registrazione domini, del webhosting e della fornitura di servizi web per le aziende. JoomlaSpace offre servizi esclusivamente orientati ai possessori di installazioni basati su Joomla. Leggi JoomlaSpace entra a far parte di Servizi Internet Srl
  2. Salve a tutti, ultimamente non mi faccio molto vivo ma comincio ad avere un pò troppi siti da seguire tutto solo soletto e qualche attività, per quanto piacevole, è stata sacrificata... Spero perdonerete la sfacciataggine se torno qui solo per promuovere la mia ultima "creatura": Dalla Parte Del Consumatore (dpdc.it) Si tratta di un forum dedicato alle esperienze dirette dei consumatori che, nelle mie intenzioni, non vuole affatto essere una "gogna" telematica in cui lamentarsi di questo o quel prodotto/servizio/esercizio ma un organica base di dati utile alla scelta che è propria del "libero mercato". Che diventi o meno lo strumente utile che avevo in mente dipende dal successo che riscuoterà: quando si apre un forum, si sa, si deve valutarne lo sviluppo e la crescita nell'arco di un paio d'anni, prima di decidere se è il caso di continuare, quindi non lo giudicate in base alla "desolazione" attuale, vi prego. ...ah, per il momento mi sono astenuto dall'aprire una sezione dedicata all'hosting, per non fare concorrenza a HT :asd: Ecco il link: Dalla Parte Del Consumatore • Indice
  3. Anche PayPal ha abbandonato Wikileaks, il sito è così stato abbandonato da Amazon prima, con la sospensione delle istanze attive su EC2, poi da EveryDNS, il servizio che forniva la visibilità al dominio, e infine da chi invece faceva semplicemente da strumento per la raccolta delle donazioni al sito web. leggi tutto Leggi il resto di Terra bruciata intorno a Wikileaks, giusto da parte di un ISP? sul blog di HostingTalk.it
  4. L'aumento di prezzo per MySQL era nell'aria, e Oracle ne ha dato conferma negli scorsi giorni, annunciando ufficialmente quelli che saranno i nuovi canoni per le versioni a pagamento del noto DBMS. MySQL è stata acquisita per 1 miliardo di dollari da Sun, ma è divenuta poi proprietà di Oracle con l'acquisizione di Sun Microsystem. Leggi Oracle alza i prezzi di MySQL: si parte da 2000 euro annui
  5. Ciao a tutti, Oggi è uscito Plesk 10 in versione ufficiale, infatti ho visto la possibilità di aggiornarlo attraverso l'interfaccia di update dello stesso..... Non ho resistito e così ho aggiornato, solo che dopo l'aggiornamento positivo, plesk non parte più !!! Di seguito ecco i log: service psa start Starting psa... failed Starting xinetd service... done Starting named service... done Starting mysqld service... done Starting postgresql service... done Starting psa-spamassassin service... done Plesk: Starting Mail Server... already started Starting mail handlers tmpfs storage Starting psa... failed facendo un tail /var/log/sw-cp-server/error_log viene fuori questo: ==> /var/log/sw-cp-server/error_log <== 2010-11-02 15:21:54: (log.c.75) server started 2010-11-02 15:21:54: (network.c.377) SSL: Private key does not match the certificate public key, reason: error:02001002:system library:fopen:No such file or directory /etc/hspc/hspc-plugin-rpc/certs/server.pem 2010-11-02 15:22:32: (log.c.75) server started 2010-11-02 15:22:32: (network.c.377) SSL: Private key does not match the certificate public key, reason: error:02001002:system library:fopen:No such file or directory /etc/hspc/hspc-plugin-rpc/certs/server.pem 2010-11-02 15:22:32: (log.c.75) server started 2010-11-02 15:22:32: (network.c.377) SSL: Private key does not match the certificate public key, reason: error:02001002:system library:fopen:No such file or directory /etc/hspc/hspc-plugin-rpc/certs/server.pem 2010-11-02 15:22:34: (log.c.75) server started 2010-11-02 15:22:34: (network.c.377) SSL: Private key does not match the certificate public key, reason: error:02001002:system library:fopen:No such file or directory /etc/hspc/hspc-plugin-rpc/certs/server.pem 2010-11-02 15:22:34: (log.c.75) server started 2010-11-02 15:22:34: (network.c.377) SSL: Private key does not match the certificate public key, reason: error:02001002:system library:fopen:No such file or directory /etc/hspc/hspc-plugin-rpc/certs/server.pem Ho cercato su internet ma non si trova nulla riguardo a questo file /etc/hspc/hspc-plugin-rpc/certs/server.pem ......... Una soluzione simile a questo problema è questa: This issue can be fixed by: [from ssh command line] # cp /usr/local/psa/admin/conf/httpsd.pem /etc/sso/sso.pem [restart httpd] # service httpd restart [start plesk] # service psa start Ma non funziona! Cosa posso fare ?
  6. ISPconfig è un pannello di controllo per hosting open source. In questa serie di articoli vedremo come effettuare l'installazione di questo ottimo strumento su una macchina dotata di Debian Lenny 5.0 DISCLAIMER : la seguente guida non è testata o comunque adatta per sistemi in produzione. Declino ogni responsabilità per eventuali danni. Requisiti : - una macchina equipaggiata con Debian Lenny 5.0 - unico partizionamento per / - un indirizzo ip statico La fase preliminare richiede la modifica del file /etc/hosts per dotare la macchina di un nome host ben preciso, come nell'esempio : # vi /etc/hosts 127.0.0.1 localhost.localdomain localhost 87.100.55.63 hosting.server.org hosting modifichiamo anche il file /etc/hostname inserendo il nome host del server # vi /etc/hostname hosting.server.org ed eseguiamo lo script per il reload dell'hostname # /etc/init.d/hostname.sh start Passiamo all'installazione dei primi pacchetti necessari (consiglio vivamente di utilizzare i repository del mirror ftp.ch.debian.org): # apt-get update # apt-get install ntp ntpdate postfix postfix-mysql postfix-doc mysql-client mysql-server courier-authdaemon courier-authlib-mysql courier-pop courier-pop-ssl courier-imap courier-imap-ssl libsasl2-2 libsasl2-modules libsasl2-modules-sql sasl2-bin libpam-mysql openssl courier-maildrop getmail4 binutils -y Verrano proposte delle scelte per la password del server mysql e per alcune impostazioni di Postfix : Create directories for web-based administration? Risponderemo No General type of mail configuration Sceglieremo Internet Site System mail name hosting.server.org SSL certificate required Risponderemo Ok Il prossimo passo consiste nel ricreare i certificati per Courier, inserendo all'interno dei file di configurazione dei certificati il nome host corretto della nostra macchine # vi /etc/courier/imapd.cnf [...] CN=hosting.server.org [...] # vi /etc/courier/pop3d.cnf [...] CN=hosting.server.org [...] rimuoviamo i vecchi certificati : # rm -rf /etc/courier/*.pem e creiamo i nuovi # mkimapdcert && mkpop3dcert infine riavviamo i due demoni, imap e pop3 # /etc/init.d/courier-imap-ssl restart && /etc/init.d/courier-pop-ssl restart Il prossimo passo consiste nell'installare il secondo gruppo di pacchetti necessari per il funzionamento di Ispconfig : # apt-get install amavisd-new spamassassin clamav clamav-daemon zoo unzip bzip2 arj nomarch lzop cabextract apt-listchanges libnet-ldap-perl libauthen-sasl-perl clamav-docs daemon libio-string-perl libio-socket-ssl-perl libnet-ident-perl zip libnet-dns-perl apache2 apache2.2-common apache2-doc apache2-mpm-prefork apache2-utils libexpat1 ssl-cert libapache2-mod-php5 php5 php5-common php5-gd php5-mysql php5-imap phpmyadmin php5-cli php5-cgi libapache2-mod-fcgid apache2-suexec php-pear php-auth php5-mcrypt mcrypt php5-imagick imagemagick libapache2-mod-suphp -y durante l'installazione scegliamo Web server to reconfigure automatically apache2 e abilitiamo alcuni dei moduli che ci serviranno per integrare Apache : # a2enmod suexec rewrite ssl actions include Nella seconda parte di questo articolo vedremo come compiere i successivi passi per l'installazione di Ispconfig, come l'abilitazione delle quote su disco e l'installazione del demone dns.
  7. In questa serie di post parleremo di Amazon EC2 e di come utilizzare la piattaforma di cloud computing, mostrando come si muovono i primi passi per la creazione di un account e l'utilizzo e la gestione dello stesso. Non parto in quarta con qualche screenshots ma vedo di fare un passo indietro e spiegare cosa è Amazon EC2, chi è Amazon e perchè ho scelto proprio questo servizio per un esempio esplicativo di cloud computing. Sostanzialmente parlerò di perchè scegliere una soluzione di cloud computing, quando farlo e come iniziare a muovere i primi passi, fornendo prima una panoramica tecnica di come funziona EC2 e in generale gli Amazon AWS. leggi tutto Leggi il resto di Amazon EC2: dall'introduzione all'utilizzo del cloud computing -prima parte sul blog di HostingTalk.it
  8. Volevo sapere se è possibile stimare approssimativamente il consumo della CPU da parte di un CMS come joomla, drupal o wordpress. So che dipende da infiniti fattori, ma esiste comunque un modo per avere un'idea, seppur vaga?
  9. Nelle ultime settimane noto che in rete sono diversi gli articoli che iniziano a parlare del mondo del cloud computing. Sembra che finalmente si stia uscendo dal preconcetto che sia solamente una moda, e si stiano finalmente apprezzando le potenzialità di questa tecnologia (ovviamente ci sono anche gli svantaggi). leggi tutto Leggi il resto di Cloud hosting: cosa è e come funziona - 1° parte sul blog di HostingTalk.it
  10. La scelta di una soluzione hosting dedicata è un passaggio abbastanza comune per molti utenti privati e non: il passaggio ad un server dedicato, sia esso fisico o virtuale, viene di solito dopo la scelta di un servizio di hosting condiviso e si rende necessaria all'aumentare del traffico e delle risorse richieste dalla propria applicazione o dal proprio sito web. Leggi il contenuto dell'articolo Come scegliere un server dedicato - prima parte
  11. Dopo aver lasciato Yahoo! lo scorso anno, dove ricopriva il ruolo di Architect Engineer, il creatore del noto linguaggio PHP, Rasmus Lerdorf, ha annunciato il suo ingresso all'interno di una nuova startup al centro delle cronache in questi mesi. Stiamo parlando di WePay, un nome che ricorda, giustamente, PayPal, e che con quest'ultimo condivide la possibilità di ricevere pagamenti online. Leggi Il creatore di PHP entra a far parte dello staff di WePay
  12. Grazie alla progressiva diffusione di internet, avvenuta negli ultimi anni, alla quale abbiamo assistito anche nel nostro paese, la base di potenziale utenza alla quale una community si può rivolgere è aumentata notevolmente. Questo ha sicuramente contribuito alla crescita di persone convinte che bastino due minuti per creare un forum con qualche sezione e “qualcuno arriverà” (basta farsi un giro per forum free o simili e contare i forum con meno di 10 post per avere una conferma a questa tesi). Beh, purtroppo (o per fortuna), non è esattamente così che funziona. Leggi il contenuto dell'articolo Avviare e gestire una Community online - Prima parte
  13. Red Hat, leader mondiale nella fornitura di soluzioni open source, ha annunciato che da oggi i clienti possono implementare ambienti virtuali pienamente supportati con Microsoft Windows Server e Red Hat Enterprise Linux. In risposta alle richieste di interoperabilità degli ambienti IT provenienti dal mercato, Red Hat e Microsoft hanno completato il test e la validazione per i clienti congiunti che si avvalgono della virtualizzazione dei server. Il supporto da parte di entrambe le aziende per queste configurazioni è già disponibile. Leggi Red Hat e Microsoft: la virtualizzazione è dalla nostra parte
  14. Da poco abbiamo pubblicato online una intervista con un'azienda da poco nel mercato italiano, abbiamo usato la parola innovazione per lo shared hosting, fatto che avrà fatto storcere il naso a molti, utenti e provider. Effettivamente spesso ci si chiede come si possa innovare in un settore che, quasi sempre, si basa sull'uso degli stessi software e pannelli di controllo, e che gioca tutto su altri fattori, dalla collocazione delle macchine all'assistenza. leggi tutto Leggi il resto di L'arte di assistere il cliente nel settore hosting - 1 parte sul blog di HostingTalk.it
  15. Uno dei punti saldi di tutte le critiche contro ICANN è la trasparenza dell'associazione, gli utenti di Internet chiedono che i membri di questa importante organizzazione possano conoscere tutto sul suo operato, compreso lo stato finanziario ed economico e le attività che si svolgono regolarmente al suo interno. Una prima risposta sembra essere giunta in questi giorni: proprio negli scorsi giorni è arrivata una calda risposta dallo staff di ICANN, un post sul blog dell'associazione annuncia la disponibilità di una serie di strumenti attraverso cui è possibile consultare la situazione finanziaria della compagnia. leggi tutto Leggi il resto di Una maggiore trasparenza da parte di ICANN sul blog di HostingTalk.it
  16. Nuovo ingresso nel mercato della PEC, la posta elettronica certificata, servizio che ha preso piede con pochi gestori (pochi quelli non rivenditori) e che ora si sta espandendo nel mercato. Serverplan, la nota compagnia di hosting italiano, ha annunciato il lancio del proprio servizio PEC, con prezzi che mirano a rubare mercato alla concorrenza. Leggi Serverplan lancia la posta elettronica certificata, si parte da 4 euro a casella
  17. In questi giorni abbiamo avviato una discussione sul forum interno dedicato ai provider, e in concomitanza penso sia utile farlo anche con voi utenti, in modo da capire quali sono i pensieri e i consigli, sicuramente diversi da quelli che vediamo noi e che ci inviano i provider. Semplice questione, abbiamo bisogno che più persone postino la propria esperienza con il proprio provider, quelle negative spesso non mancano, mancano quelle positive, che sono utili ai nuovi utenti per avere un'idea sulle diverse aziende e agli utenti per confrontarsi sui servizi che stanno utilizzando. Stiamo quindi pensando a come incentivare questa pratica, c'è chi pensa ad un sistema che a determinati step attribuisca dei premi o delle concessioni di utilizzo del forum, chi a dei pacchetti di hosting/domini dati a chi pubblica una recensione e chi giustamente si pone il problema di quelle che potrebbero essere false recensioni. Dato che da ora la discussione è avviata in parallelo, vediamo di avere più pareri possibili, voi da utenti come vedete la cosa e come porreste rimedio? Grazie a tutti e buona continuazione su HostingTalk.it :approved:
  18. In questi giorni in rete si è parlato davvero tanto di WebhostingTalk.com, il noto sito dedicato al webhosting (un nostro "idolo" possiamo definirlo così? forse meglio un nostro ispiratore!) ha avuto davvero molto rilievo su diversi social networks e portali dedicati. Il tutto per un attacco che ha portato offline la community e causato anche danni più gravi, soprattutto agli utenti del sito. leggi tutto Leggi il resto di La parte migliore di WebhostingTalk.com: perchè una community fa la differenza sul blog di HostingTalk.it
  19. Il primo di quattro articoli dedicati alla scalabilità, cerchiamo di comprendere come un'applicazione deve essere progettata per essere definita scalabile e quali sono i criteri con cui si ragiona nel mondo dei grandi software, dove spesso la scalabilità è l'unico strumento possibile per consentirne l'utilizzo online a milioni di persone. Leggi il contenuto dell'articolo L'Arte della scalabilità, come rendere scalabile il nostro sistema - Prima parte
  20. Lo so di fare una domanda da niubbo assoluto, ma da qualche parte si deve pure cominciare :sisi: Per farla breve: vorrei prendere lo spazio su un provider straniero, ma il dominio qui in Italia perchè vorrei l'estensione ".it". Sapete se ci sono problemi a fare una cosa del genere? Se si quali? Il provider dello spazio potrà darmi tutti i suoi servizi, compresi gli indirizzi di posta xxx(at)miosito.it??? Grazie in anticipo :approved:
  21. Microsoft ha annunciato che Windows HPC Server 2008 è pronto per la produzione. La disponibilità a partire dal primo novembre. Leggi la News
  22. La decisione sarebbe una conseguenza dei recenti risultati deludenti e della crescente competizione. Ora l'azienda potrebbe giungere ad un cambio epocale spostando la propria produzione in outsourcing. Leggi la News
  23. Salve a tutti, un paio di giorni fa mi hanno consegnato un server dedicato con centos, oggi da plesk dalla sezione server ho fatto "riavvia" e da quel momento plesk non mi funziona più. Ho provato a fare un reboot da ssh ma il problema rimane :-( Qualche dritta? grazie P.S.: per accedere a plesk digito: https://ip_del_server:8443/
  24. Salve, sono un po niubbo di ste cose e volevo sapere un paio di cose. Io ho una lista di email con destinatari che hanno accettato di ricevere mail da newsletter Visto che usando fastweb sono arrivato ad avere un ip blacklisted xche ne ho mandate troppe, volevo sapere se comprando un vps o un server dedicato e configurandolo, ci sono limitaioni da parte dei provider o dei fonritori di questi servizi. Ho letto in molti Termini d'uso di provider stranieri che giustamente rifiutano e sospendono account di chi spamma, ma riguardo a chi lo fa in regola? come fanno a distinguere i due casi? Grazie e ciao
  25. Come da titolo. Sto un po' impazzendo nel tentativo di capire come mai ogni tanto mi si impalla un virtuoPRO. Credo si tratti di qualche bug in qualche script php o cgi che fa scrizzare cpu ed utilizzo memoria a mille. Fondalmentalmente succede che il systema arriva ad uttilizzare tutto lo swap e di conseguenza la baracca salta per aria. Notate il mio linguaggio tecnico. :asd: La cosa strana e' che capita ogni x giorni e che non pare sia dovuto a qualche cron. Normalmente il server non ha problemi particolari di carico memoria e cpu. Voi solitamente che cosa usate per monitorare l'utilizzo delle risorse da parte di un singolo processo? Ho trovato vari script bash in rete ma vorrri anche avere un vostro consiglio.
×