Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'passaggio'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 23 results

  1. Si diceva alcune settimane fa che l'obbligo per tutti i provider di passare da MNT a REG sarebbe potuto slittare a causa della richiesta di alcune aziende al NIC, qualcuno ha maggiori informazioni in merito? Mi sembra che non sia auspicabile una simile condizione, e soprattutto penso sia ormai tardi per tutti gli MNT cercare una soluzione per il passaggio a REG :)
  2. Ciao a tutti, vi scrivo perché ho un paio di perplessità dopo il passaggio a registrar da parte della mia azienda. Abbiamo passato l'esame utilizzando Ceglia Tools al primo tentativo e ad oggi risultiamo nella lista dei provider accreditati come registrar. Prima eravamo dei mantainer e avevamo circa una 50ina di domini in gestione, avevo letto che quei domini una volta superato l'esame sarebbero passati automaticamente dallo stato di mantainer a quello di registrar, entro un mese... il mese è quasi trascorso ma ancora nulla è cambiato. Inoltre quando questo passaggio verrà effettuato mi dovranno inviare i codici authinfo per ogni dominio vero? Altrimenti come facciamo a svolgere le operazioni sui domini? Seconda domanda, dobbiamo trasferire su di noi un dominio che attualmente si trova presso un'altro mantainer abbiamo mandato la richiesta firmata dal registrante al NIC via fax con tutti i dati richiesti ma il NIC ci risponde con questo errore: Noi tramite il tool di Ceglia abbiamo creato il contatto Registrant per il dominio in oggetto... facendo una richiesta "info" su quel contatto via EPP riceviamo tutte le varie informazioni tra cui una voce Contact ROID: ITNIC-XXXXXXX (dove ogni X corrisponde ad una cifra) che è il codice che riportiamo come ID del Registrante, ma al NIC non piace questa cosa... qualcuno mi sa' dare due dritte in merito?? Grazie a tutti, come sempre! Ciao
  3. Buongiorno a tutti! Scusate se intervengo subito con una richiesta, ma non so a chi altro rivolgermi. Il titolare della mia azienda sta pensando di rivolgersi a un servizio di cloud computing (in particolare Telecom e Microsoft). Mi è stato chiesto di occuparmene, però non ne ho le competenze... a naso direi che non mi sembra opportuno. Siamo un'azienda piuttosto piccola (8 postazioni) che si occupa di editoria; i programmi che utilizziamo sono principalmente di grafica e impaginazione e non tutti i software che utilizziamo hanno la licenza. Temo che, vista l'offerta piuttosto limitata, il tutto si trasformi in un aumento esponenziale delle spese anziché in un risparmio e credo che sarebbe meglio investire quei soldi in un server (il nostro si è fulminato qualche mese fa e da allora archiviamo tutto su un HD!!!). Insomma, io sono confusa, vorrei un consiglio da chi di voi utilizza il cloud o ha intenzione di farlo o semplicemente sa di cosa sto parlando, perché io non lo so affatto! Vi ringrazio anticipatamente!
  4. Salve ragazzi, da quando mi sono iscritto ai feed di hostingtalk la curiosita' per il cloud computing cresce in modo esponenziale di giorno in giorno :D Devo dire che non ci sto capendo granche'... Ma vorrei cominciare a pensare ad un trasferimento della mia macchina virtuale (virtuo) su amazon, il motivo? Il costo... Avrei bisogno di alcuni chiarimenti, spero che voi vogliate darmi una mano. La premessa e' che il mio server virtuo viene utilizzato per applicazioni e servizi web e deve avere uptime e banda ad alti livelli. Le domande sono: 1. La piattaforma amazon e' indicata al mio problema oppure e' meglio solo per il computing? 2. Cosa dovrei prendere oltre a ec2 (small)? EBS? S3? Non ci ho capito molto :S 3. La banda e' a pagamento, ma la larghezza di banda e le prestazioni come sono? 4. EBS e' necessario per mettere i dati o posso utilizzare lo spazio sulla instance (mi pare di aver capito che se la istance ha problemi potrei perdere i dati) Grazie a tutti, Saluti Davide
  5. Buongiorno, Mi sono iscritto da poco in questo forum, dopo un ampia lettura del forum, alla ricerca di una soluzione semplice al mio problema, che ora vi spiego. Gestisco una webradio che stà iniziando a "funzionicchiare" (passatemi il termine), hostata su un server dedicato (L'entry level di casa ovh per intenderci), il suo lavoro lo fà a dovere, ci mancherebbe altro, il mio problema però è quello che manca un pò a tutti: il tempo. Ho discrete capacità di gestione server, mantengo aggiornato il dedicato e tutto ciò che concerne la sicurezza del server, in un anno non ho mai avuto nessun problema "lameresco" (e speriamo non avvenga mai, il web è pieno di insidie.. sgrat sgrat) Tornando on topic.. il mio problema è che mi porta via parecchio tempo tenere aggiornato tutto, vorrei incentrare il lavoro per l'appunto, nei contenuti della radio, che già solo lei è un grande impegno! La radio necessita di un server apache per il sito internet, un piccolo server ftp, ad uso interno, per l'upload dei vari programmi autoprodotti "esterni" (poche centinaia di megabyte), e tre processi shoutcast: due per la diretta con codifica mp3 e aac+, e uno per la diretta "esterna", che passa l'audio per l'appunto degli altri "studi" alla regia centrale. Secondo voi per mantenere questi servizi mi conviene rimanere su un dedicato, o pensare di puntare ad esempio: ad un buon shared hosting per sito ed il piccolo server ftp di scambio files per la messa in onda, e ad un provider di streaming per quanto riguarda shoutcast? Fatemi sapere cosa ne pensate! (Ah, sperando non sia considerato come spam, la radio è raggiungibile a questo indirizzo)
  6. Salve, mi chiamo Antonio e sono creatore e amministratore del sito/forum macroforum.org dedicato alla fotografia naturalistica e macrofotografia. Il forum si sta espandendo sempre di più, per ora a livello di utenti iscritti, con una media di una decina di utenti collegati contemporaneamente. Il problema è il traffico dati che viaggia sui 23-24GB al mese. Per fronteggiare sia l'aumento di banda comsumata che per fare sin da ora un upgrade "utile" per il futuro, mi potreste dare qualche consiglio per favore su cosa orientarmi? Per ora utilizzo uno shared hosting da circa 160 euro l'anno, mai avuto problemi e assistenza ottima. Quale VPS scegliere con un carico di 50-60 utenti collegati nello stesso momento? Grazie Antonio
  7. Fuori Google, dentro Yahoo. Ubuntu sembra aver deciso di cambiare il partner predefinito per le ricerche sul sistema operativo opensource: fino ad oggi il modello di accordo con Google garantiva buone entrate in virtù di un accordo con l'azienda di Mountain View, ma da ora in poi sarà Yahoo a fornire i risultati delle ricerche agli utenti di Ubuntu. Non sono noti i motivi che hanno portato a questa scelta, ma si tratta sicuramente di una mossa dovuta ad una maggiore offerta da parte di Yahoo in termini di ricavi per Ubuntu. Leggi Ubuntu: il passaggio a Yahoo come motore di ricerca
  8. Aruba, il noto webhosting provider italiano, ha aggiornato la propria offerta di soluzioni dedicate passando dal fornitore hardware IBM a Dell. Le serie Standard e Professional forniscono ora la linea completa di macchine Dell, a partire dal più piccolo R200 fino a soluzioni come R900 o R510. Soluzione di punta a listino è ora il server Dell R900, composto da 2 Intel Xeon Exa L7455 (12x core 2.13 GHz) e 4 HD da 146 GB SAS ad un costo di 499 Euro mensili. Leggi Aruba: passaggio da IBM a Dell per i server dedicati
  9. Aruba Media Marketing: web marketing e pubblicità on line , per il nuovo servizio di Aruba sembra sia iniziata in questi giorni la campagna pubblicitaria. Al di la della mossa di Aruba, noto che sono diversi i provider che integrano servizi tesi ad aiutare i clienti nella promozione online. Cosa ne pensate? Significa allontanarsi dal proprio business o puo essere un buon modo per fornire una soluzione completa ai clienti? :)
  10. Voglio passare da Register.it ad un altro Hosting dato che mi chiedono di aggiungere altri 120 euro a quelli che già pago per il database MYSQL. Siccome avrei intenzione di fare un sito con Joomla vorrei sapere quali hosting mi consigliate come rapporto qualità/prezzo. Il mio sito ha almeno 500 visite al giorno e 900 pagine viste. Di media fa 10 GB di traffico mensile. Con Joomla i dati sarebbero piùo meno quelli. Quale Hosting mi consigliate?
  11. HP crede nella virtualizzazione desktop, la produzione di thin client è una delle novità di questi anni, e HP è tra i vendors in prima linea. Ora la società ha rilasciato nuovi software nell'ambito Virtual Client Essentials, un set di software destinato a facilitare la sostituzione del vecchio hardware e il passaggio ai thin client, ovvero ai pc "ridotti" che permettono il solo collegamento ad un desktop virtuale, all'interno del data center. Leggi HP: semplificare il passaggio dei clienti sui thin client
  12. Negli ultimi mesi l'ho visto fare già da diverse compagnie di hosting, la situazione è quasi sempre la stessa. L'hosting provider decide di dismettere la propria offerta di servizi di hosting condiviso, giudicati troppo impegnativi da gestire, magari poco remunerativi, utili solamente per mantenere i domini attivi, la vera risorsa a cui ogni compagnia punta. leggi tutto Leggi il resto di Hosting shared in end of life, il passaggio ad una vps? sul blog di HostingTalk.it
  13. La scorsa settimana Parallels, la società produttrice di software per il settore hosting e il campo della virtualizzazione, ha annunciato l'avvio di una fase di beta per una nuova soluzione dell'azienda che dovrebbe consentire a utenti e aziende di avere un passaggio indolore al nuovo Windows 7 di casa Microsoft. Approfittando dell'hype che si è generato in questi mesi attorno al nuovo sistema operativo, Parallels ha infatti annunciato di aver sviluppato una serie di soluzioni che consentono di passare a Windows 7 senza alcun problema nella compatibilità dei propri sistemi. Leggi Parallels interessata ad aiutare gli utenti nel passaggio a Windows 7
  14. In questi mesi la questione IPv6 sta invadendo i principali blog tecnologici e le testate specializzate di tutto il mondo, ormai ogni tot settimane un nuovo annuncio ci ricorda che andiamo verso la fine degli indirizzi appartenenti a IPv4 ed entro 3 o 4 anni questi potrebbero essere esauriti. Anche su HostingTalk.it ne abbiamo parlato più e più volte, ricordando quanto il passaggio sia evidentemente in ritardo e molte aziende non abbiano ancora pianificato nulla a riguardo. Leggi Google: il passaggio a IPv6 è facile e costa poco
  15. Ciao a tutti, è il primo post che faccio qui e non posso fare altro che ringraziarvi per mettere a disposizione le vostre conoscenze tecniche a noi "ingorantoni" in materia. Vengo subito al nocciolo del mio problema: Ho creato e gestisco un e-commerce dal punto di vista della programmazione. Il sito è in ASP3 e si appoggia su MySQL per il database. Ad oggi il sito è ospitato su NGI con configurazione VAS Virtual Hosting. Il sito va egregiamente anche nelle ore di punta, senza rallentamenti e, da 2 anni a questa parte, non ho mai dovuto toccare nessun tipo di configurazione. (Avro' fatto accesso al Plesk 5 volte in tutto :emoticons_dent2020:...) Il sito genera un traffico medio di 20.000 visitatori/mese e circa 500.000 pageviews per un bandwidth totale di 20-22Gb/Mese. Putroppo non conosco nessun ulteriore dettaglio tecnico: CPU Load, Bandwidth, RAM del server dove siamo ora (ho fatto richiesta ma non esaudita, loro dicono che le risorse sono condivise... Ok!). Putroppo NGI ha deciso di non offrire piu' il servizio e sto' valutando (EDIT: devo) di spostarmi, ma non ho la piu' pallida idea di DOVE!??!! Per ora ho valutato solo il servizio Server Virtuale di Aruba versione PRO, ma ho paura per quei 5Mbit di banda.. basteranno (Magari sono esageratamente tanti, ma proprio non me ne intendo...)? Come faccio a capire cosa mi serve? Aiutoooooo! :afraid: Grazie a tutti per l'aiuto! Daniele
  16. Ho un sito su uno shared server e vorrei trasferirlo sul mio resseller plan account, esiste un metodo per passare un sito da un server ad un altro senza perdere alcun dato come php script, utenti e visitatori? Fatemi sapere
  17. Salve a tutti vi espongo brevemente il mio problema [premetto che non sono un sistemista, nè ho esperienze in materia di gestione server]. Ho un sito che ha un homepage fatta con la piattaforma WordPress [quindi ha un suo database SQL attualmente attorno ai 20 mb, in crescita comunque], un forum PHPBB2 [quindi un secondo database SQL di circa 120 Mb] con un utenza di circa 20-30 persone di media connesse [per un totale di 3000 utenti circa] e una chat flash integrata dentro il forum. Spazio fisico su server non ne occupo molto, diciamo che sono al di sotto dei 300 Mb, e banda mensile arrivo attorno ai 30Gb, in crescita comunque. Quello che utilizzo e' un manager per questi database SQL [attualmente utilizzo CpanelX e PHPMyAdmin per le query o gli interventi sulle tables specifiche]. Per un 10 mesi sono stato in questo piano qua: https://www.asmallorange.com/services/hosting/ Medium Plan pari a 10$ mensili, ma ora il provider dice che non riesce più a farmi rientrare in uno shared [con la motivazione delle troppe visite] e mi propone un passaggio forzato al VPS: https://www.asmallorange.com/services/vps/ con costi assolutamente fuori dalla mia portata [ricordo che il sito non è a scopo di lucro, ho giusto qualche adsense di Google per ripagarmi i costi di hosting]. La cosa "bella" è che non è che mi viene proposto un Developer o semmai un Personal, ma addirittura un Professional (90$ mensili) o un Enterprise (125$ mensili), quindi un costo circa di 12,5x rispetto adesso!!! Ora io mi chiedo se con questi requisiti viene richiesto un Enterprise siti con delle community di migliaia di utenti in che piano dovrebbero rientrare allora? Quello che mi farebbe piacere sentire da parte vostra è una dritta su come risolvere al più presto, nel modo più efficiente e coi costi piu' ridotti possibili il mio problema di hosting, perchè allo stato attuale il mio account risulta sospeso: www.animalcrossingitalia.com Guardando in giro ho trovato questo host qua, shellrent che propone un piano che potrebbe fare al caso mio: http://www.shellrent.com/index.php?option=com_content&task=view&id=69&Itemid=92 Advanced che ne dite è affidabile o mi suggerite di rivolgermi altrove? Altrimenti Aruba.it [in tal caso quanto potrebbe costarmi da Aruba un host dalle caratteristiche che fanno al caso mio?]? Sarò seguito nel travaso del vecchio sito + relativi 2 database SQL verso il nuovo host? Grazie in anticipo per la collaborazione.
  18. Mi sono appena iscritto, un saluto a tutto il forum. La mia situazione attuale è una decina di domini ospitati su un piano frazionabile Linux, visto che i domini aumenteranno e il budget attuale si aggira sui 1000 euro/anno stavo valutando la possibilità di passare ad una VPS, disponibile presso lo stesso hosting, in modo da avere più spazio e più traffico. Considerando che sono a vuoto nella gestione di sistema linux, avendo nella VPS il pannello Plex installato e tutti i vari PHP, Mysql etc..., secondo la vostra esperienza potrei continuare a lavorare senza problemi o prima o poi mi ritroverei con i siti down senza sapere dove mettere le mani?
  19. Ad inizio settimana ICANN ha fatto un grosso passo avanti per la diffusione del nuovo protocollo IPv6; la transizione al nuovo protocollo non sarà immediata, ma ICANN ha deciso di tenere in parallelo i due protocolli per non rendere traumatica la transizione. Leggi la News
  20. Ragazzi, volendo cambiare provider, è possibile passare da una vps virtuozzo con plesk ad altra equivalente di nuovo provider mantenendo tutte le configurazioni apportate a plesk (backup vecchio provider - restore su nuovo)?
  21. Ciao a tutti sono il webmaster di un sito che ha un traffico considerevole di utenti, stiamo parlando di 2.000.000 di pagine viste in un mese, questo grazie ad un sito sicuramente articolato e ad un forum (SMF: simple machine forum) che macina mediamente 50.000 pageview giornaliere. Come penso sia successo a molti di voi il server a cui ero connesso (in condivisione con altri domini) ha cominciato a mandare in saturazione il processore con conseguente blocco del sito o rallentamenti vari. L�hosting a cui mi appoggiavo mi garantiva banda illimitata, 1 gb di spazio web per la modica cifra di 70� annuo. La situazione che mi si prospetta è quella di passare a questa configurazione: CPU: 100% garantito RAM: 512MB HDD: 10GB (RAID 5) IP: 1 indirizzo Pannello: DirectAdmin domini illimitati con antispam Tipologia account: NON GESTITO (opzione "gestita" disponibile su richiesta). Il costo è però passato a 1700� annuo. Inutile dire che sono un po� sobbalzato sulla sedia di fronte a questa cifra perché molto più alta della configurazione precedente che reggeva a malapena il sito, ma lo reggeva. Mi chiedevo se: 1) l�hardware che mi è stato prospettato è correttamente dimensionato alle mie esigenze di sito 2) il costo che mi è stato prospettato è coerente con l�hardware che mi offrono 3) esistono soluzioni più economice Grazie.
  22. Salve a tutti, oggi vi espongo il mio dubbio, sperando di non accendere flame, e confidando in una vostra risposta sincera. Attualmente ho un VPS presso SeFlow.it con 512Mb di RAM Garantiti. Il mio dubbio è quello se passando ad un Dedicato con 2GB di RAM su Servant porterebbe vantaggi. La risposta sò che non è scontata, in quanto le VPS sono ben ottimizzate per svolgere il loro lavoro, ed è per questo che confido in un vostro consiglio. Inoltre un altro mio dubbio è quello di restare su Seflow sulla corrente macchina, e spendere una 30-ina di euro (o di più) per far fare un intervento tecnico per ottimizzare la macchina ad-hoc per quello che faccio. In entrambi i casi quello che dovrà risiedere sulle macchine sarà solo ed esclusivamente il mio sito http://www.pchs.it di cui vi riporto le statistiche: Il sito è formato da un portale (mkportal) e di un forum con servizi annessi (vBulletin + Servizio Image Hosting + Sala Giochi + ....) il tutto ottimizzato per consumare meno risorse possibili. Necessitate di altre info per darmi un consiglio? Resto in attesa di vostre delucidazioni. Grazie
  23. Ciao ragazzi , possiedo la mia "famosa" vps linux su Aruba :zizi: adesso mi trovo in questa situazione.....ho un sito .info , gia possedevo i dns del .eu .... ora vorrei fare che scrivendo domio.eu , si aprisse il dominio .info , del .eu ho solo la gestione dns su aruba , come devo configurarli? sulla vps , devvo creare il sito , oppure no? sapete aiutarmi? Grazie:approved:
×