Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'propri'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 40 results

  1. Sono finiti i tempi in cui Google era la sola compagnia a investire attivamente nella modernizzazione dei propri data center: Microsoft è divenuto uno dei principali competitor della compagnia anche su questo fronte, ma non certo per contrastare il colosso della ricerca, piuttosto perchè il settore dei data center sta vivendo una profonda trasformazione che porta ad un cambiamento delle strutture, delle abitudini di design e soprattutto dell'utilizzo di sistemi come quelli adibiti al condizionamento. leggi tutto Leggi Microsoft: ancora migliorie per i propri data center
  2. Ho un provider che mi invia circa 2 email al mese, con promozioni, offerte, sconti in base a quel che io ho già da lui come servizi e via così. Ho letto quasi ogni email, sono ben fatte. E' un provider italiano, abbastanza grande che evidentemente gioca molto sul marketing per mantenere un livello di prezzi anche superiore al resto del mercato (i servizi sono in ogni caso buoni e l'assistenza pronta). Il tutto per chiedere, voi provider, ma anche liberi professionisti, come mantenete "attivi" i vostri clienti? 1) Newsletter periodica? 2) Sconti personalizzati? 3) Offerte da inviare a tutti i clienti? 4) Affiliati che fanno tutto questo per voi? Non mi pare se ne sia già parlato, o almeno non in maniera approfondita. Ovviamente anche i clienti che vogliono dire la loro su quale tipologia di marketing apprezzano (e la parola marketing per una volta acquista un senso positivo!) sono i benvenuti! :)
  3. La scelta del linguaggio di programmazione più adatto alla realizzazione di un particolare progetto è uno dei punti principali del lavoro del progettista sw. Bisogna tenere presente numerosi parametri e conoscere le caratteristiche dei linguaggi esistenti per operare una scelta oculata. Leggi il contenuto dell'articolo PHP contro tutti, quando scegliere questo linguaggio per i propri progetti
  4. Proprio mentre si parla di privacy anche nella nostra community, in merito alla possibilità che Google acceda, in modo più o meno rilevante, ai nostri dati, ecco spuntare una estensione per Chrome e Firefox che permette di rendere l'utente consapevole di quando sta inviando dati a Google con la sua richiesta. Leggi Google Alarm: consapevolezza di inviare i propri dati a Google
  5. Google ha introdotto una nuova modalità di accesso ai propri servizi online e, accontentando i più "nerd" tra i suoi utenti, ha deciso di offrire la possibilità di utilizzo anche da linea di comando. Molti di voi leggendo penseranno si tratti di un servizio attivabile per quei software meno "GUI oriented", come Google Calendar, e invece la compagnia ha deciso di rendere utilizzabili da shell anche prodotti come YouTube o addirittura come Picasa. Leggi Google fornisce i propri servizi anche da linea di comando
  6. Nonostante i problemi dovuti alle vicende Apple, Adobe non sembra essere concentrata solamente sul suo Flash, la compagnia ha infatti lanciato un prodotto del tutto nuovo nel panorama mondiale dei servizi online e dedicato alla firma elettronica dei documenti digitali. Il prodotto si chiama Adobe eSignatures, è un servizio fruibile direttamente online e in modo totalmente gratuito. Leggi Adobe eSignatures: firma digitale per i propri documenti direttamente online
  7. Siamo una web agency che offre realizzazione siti web, posizionamento nelle serp e marketing. Al fine di garantire un servizio sempre migliore e completo per i nostri futuri clienti, si vorrebbe poter arrivare ad associare ai nostri pacchetti, in particolare realizzazione siti web, soluzioni di hosting adeguate alle esigenze del cliente. Fino ad oggi si è agito esclusivamente andando a consigliare al nostro cliente il migliore hosting provider (secondo nostre valutazioni e secondo le esigenze del cliente stesso e suo software). Tale modo di operare ha, ovviamento, portato alla perdita di diverso tempo al fine di individuare la migliore azienda ospitante il sito web del cliente. Si vorrebbe, così, avviare una programma promozionale con hosting provider e secondo quanto deciso in vie private inserire nel nostro sito web proprie promozioni e quant'altro associando il tutto a nostre offerte o normali pacchetti di realizzazione siti web o richieste di passaggio ad altro hoster. Si richiede: inserimento di un nostro banner in propria homepage o creazione di una nuova pagina nella quale il cliente sarà invogliato all'acquisto del pacchetto all inclusive (hosting + sito web) dove la programmazione del sito web sarà gestita dalla nostra ditta. Nel nostro sito web, in home page nella parte destra, sarà inserito un Vostro banner (max 197px * 230px) collegato ad un registratore statistiche di clicks e le determinate offerte dichiarate dirrettamente nelle sezioni e sottosezioni riguardanti la realizzazione di siti web. Ogni richiesta di hosting sarà comunque direttamente gestita dal cliente con l'hoster. Possibilità di partnership con diversi provider purchè questi non siano uno concorrente dell'altro. Ad esempio, può essere valida una partnership fra: provider che offre esclusivamente server dedicati e provider che offre hosting condiviso. Verrà stilata una classifica, resa pubblica ed inviata via email a tutti i provider, secondo i seguenti fattori: assistenza clienti (+1 * X - dove X rappresenta le possibilità di ricevere assistenza come tickets, telefono, skype ecc...) anzianità provider (punteggio dato da anni di attività * 0,5) qualità proprio sito web, dalla basilare grafica ed usabilità/accessibilità (+1) funzionalità associate all'hosting e sua gestione come pannello gestione hosting, webmail, tickets ecc. (stessa modalità del primo punto) caratteristiche hosting in generale: italiano, nell'UE, oltre oceano, uptime etc. (privider italiani: +5, EU +3 altri +1; da +1 a +10 in base al resto delle caratteristiche) caratteristiche per pacchetto (da +1 a +10) La scelta ricadrà sul primo o sui primi X fino al completamento dei servizi di hosting possibili (hosting dedicato, condiviso, server dedicato ecc). La partnership ha una durata minima di 365 giorni con possibilità di rinnovo qualora l'hoster rappresenti una buona scelta definitiva...
  8. Buonasera ragazzi! Dopo qualche tempo che vi seguo ho deciso di registrarmi perchè mi servirebbe un aiutino ;) ... Vi spiego il mio problemino che non riesco a risolvere... :cartello_lol: Sto configurando per un amico un server dedicato dove dovranno girare un paio di applicazioni web in fase di sviluppo. Fin qui tutto bene. Ho noleggiato un server dedicato con Centos 5, cpanel 11.xx e 4 indirizzi IP. Tutto okey anche fin qui! Ho registrato un dominio che chiamerò miodominio.com su xxxxxx e ho aggiunto un paio di host che ho chiamato ns1 e ns2. Inizialmente gli ho assegnato 2 ip tra quelli che ho disponibili quindi ipotizzo ns1 a 111.222.333.444 e ns2 a 111.222.333.445 tutto funziona perfettamente, in cpanel ho configurato i due nameserver e tutto funzionava. Ho anche puntato un dominio sul nuovo server con i due nameserver che ho creato. tutto okey! Dopo vari giorni di test con altre cose ho scannato miodominio.com su intodns e mi segnalava: ->WARNING: Not all of your nameservers are in different subnets ->WARNING: Single point of failure E ha pienenamente ragione...! Qui arriviamo al nocciolo del problema che mi sta trastullando bene! Per ovviare al problema, giusto perchè voglio togliere quei due warn ho pensato di risolvere il problema prendendo un VPS da pochi euro sempre con centos, un indirizzo ip e senza alcun pannello di controllo. Quindi vorrei puntare NS2 all'ip del piccolo vps con i soli servizi dns. Bene! Ho installato sul vps Cpanel dns only (gratuito) e configurato la clusterizzazione tra server e vps. Una volta sincronizzato il tutto pensando che tutto funzionasse ho puntato l' ns2.miodominio.com sul nuovo ip (del vps) pensando che funzionasse. Ma nada... cpanel dns only non son riuscito a farlo funzionare... (l'ns2 diventa irragiungibile perche cpanel dns only non funge cosi'.) Bene! Ho installato per provare webmin con Bind dns server... Ma anche qui ho un paio di problemi... il primo: se configuro una nuova zona di miodominio.com come Slave bind vuole leggere i record sul master che sarebbe bind su cpanel ma non son riuscito a farlo funzionare. (credo proprio che non possa funzionare). per ovviare alla zona slave un amico webmaster mi ha consigliato di creare una doppia zona master una stara' su cpanel e una su webmin ma mi suona proprio male... qui sono arrivato alla frutta! ... helpppppppppp :062802drink_prv:
  9. ThePlanet fa un ulteriore passo avanti nell'offerta di sistemi di storage ai propri clienti, inserendo nel proprio listino la SAN Dell PowerVault MD3000i, un sistema SAN basato sul protocollo di collegamento iSCSI e ideale per fornire un unico sistema a più server dedicati. Leggi ThePlanet offre la SAN Dell PowerVault MD3000i ai propri clienti
  10. EticoWeb, storica compagnia del settore hosting italiano, con gestione dei servizi all'interno del data center milanese di Seeweb, ha avviato un aggiornamento globale dello spazio a disposizione dei propri piani hosting. Leggi EticoWeb moltiplica per 10 lo spazio web dei propri piani hosting
  11. Dopo anni di attesa, anche per il registro italiano dei domini .IT è arrivato il momento della svolta, da oggi alle ore 11.00 sarà possibile iniziare a registrare domini con estensione nazionale .it direttamente online, senza la necessità di inviare via fax la lettera di assunzione responsabilità, la famosa LAR che da sempre è tra i peggiori incubi di utenti e hosting provider. Leggi Oggi il via al sistema sincrono .it: niente più lar per i propri domini
  12. Chi non ha mai sentito di 1&1 Internet, di fatto non ha mai sentito parlare di una delle più grandi compagnie del mondo di webhosting, con oltre 10 milioni di clienti, data center in Europa e America, e una offerta che copre praticamente tutte le tipologie possibili di servizio. 1&1 Internet nelle scorse settimane ha tolto tutti i limiti di utilizzo di banda ai propri servizi di shared hosting, entrando così in quella cerchia di compagnie che non si definiscono "overselled" ma semplicemente appartenenti al filone dell'"illimitato", un concetto simile ma con alcune sfumatore che lo caratterizzano. Leggi 1&1 passa all'illimitato sui propri piani hosting. Banda, apparentemente, infinita
  13. Aruba, uno tra i più famosi hosting provider italiani e internazionali, ha reso disponibile il servizio di backup MySQL sui propri account shared linux e windows, sui quali è possibile acquistare, separatemente, il servizio MySQL. Il servizio di backup, del costo di 3 Euro + IVA annuali, salva una copia giornaliera dei dati, e la rende disponibile per 7 giorni per il ripristino da parte dell'utente. Leggi Aruba fornisce il backup dei database MySQL sui propri account shared
  14. Parallels ha deciso di aumentare il budget destinato alla promozione dei propri software di hosting management, dopo aver partecipato a tutte le più grandi conferenze del mondo del settore, ora la compagnia ha pensato di raggiungere direttamente i propri clienti, e lo fa partendo dall'Europa, con un tour di 7 città dove incontrerà vecchi e nuovi clienti, e ai quali tenterà di spiegare quali sono i vantaggi nel passaggio ad un software come Plesk. Leggi Parallels: un tour europeo per far conoscere i propri prodotti
  15. Hostwebservice.com, hosting provider italiano di soluzioni shared e reseller, ha annunciato il trasferimento in Italia dei propri servizi, dopo l'avvio dell'attività qualche anno fa con server negli USA, presso il data center di FortressITX. La scelta per il trasferimento dei servizi è ricaduta sul data center di Aruba, dove verranno ospitate le macchine; la decisione nasce dalla volontà, spiega il proprietario Marino Allegri, di investire maggiormente sul servizio e fornire una migliore qualità ai clienti, con l'erogazione dei servizi da un data center sul suolo nazionale. Leggi Hostwebservice.com trasferisce in Italia i propri servizi
  16. Alla fine vi ha ceduto anche Aruba, il popolare servizio di hosting italiano, ha deciso da qualche settimana di dotare i propri piani hosting di un servizio denominato "Application installer", una funzione che consente ai clienti di installare in pochi click un completo CMS, a scelta tra una lista dei più noti attualmente presenti sul mercato. I CMS che vengono attualmente supportati sono: Joomla, Wordpress, Drupal, phpBB, Coppermine Gallery, OScommerce, SugarCRM. Leggi Aruba fornisce un application installer sui propri spazi web
  17. Salesforce.com, il noto provider di software SaaS, ha appena lanciato una nuova versione del proprio sito orientato all'offerta di servizi free, con la possibilità per piccole e medie aziende di usufruire di servizi per la realizzazione di siti e gestione dei dati in maniera completamente gratuita. La Force.com Free Edition, questo il nome della nuova sezione, consente di realizzare un sito nella cloud della compagnia per un massimo di 100 utenti che usufruiranno delle applicazioni o 250.000 pagine viste al mese. Leggi Salesforce.com lancia una versione gratuita dei propri servizi
  18. Urca...ma allora HT è diventato un alternativa di comunicazione con i propri clienti..azz...non lo sapevo....:emoticons_dent2020:
  19. HostingSolutions.it, tra le più grandi compagnie del settore hosting italiano, ha annunciato sul proprio blog aziendale un piano di rinnovo del proprio listino che ha preso il via Venerdì 22 Maggio e consentirà ai clienti di acquistare molti degli attuali piani hosting offerti con un notevole risparmio sul canone annuale. Leggi HostingSolutions.it rivede al ribasso i prezzi dei propri piani hosting
  20. Avete mai letto la storia di RobinGood? Quasi in ogni conferenza lui la racconta e il passo saliente è la scoperta di Google AdSense, il sistema che gli ha permesso di far divenire la propria passione un lavoro, molto ben reribuito. leggi tutto Leggi il resto di Monetizzare i propri siti, ci sono alternative ad AdSense? sul blog di HostingTalk.it
  21. Continua la scalata di Parallels alle principali aziende del mondo del settore webhosting, SoftLayer ha da poco annunciato la sua partnership con la compagnia per la fornitura di Parallels Plesk e di Plesk Billing con tutti i server dedicati acquistati presso il provider americano. Leggi SoftLayer offre Parallels Plesk 9 e Plesk Billing 6 gratuiti con i propri dedicati
  22. Se Datacenterknowledge è divenuto uno dei blog più apprezzati in così breve tempo è perchè Rich Miller non smette mai di stupire e gli articoli interessanti non mancano, giorno dopo giorno, da quando lo abbiamo intervistato su HostingTalk.it, il suo blog ha fatto tanta strada. leggi tutto Leggi il resto di Google: ecco come la compagnia gestisce i downtime e aggiorna i propri server sul blog di HostingTalk.it
  23. Nonostante la mancanza di un modello di business, la crescita di Twitter sembra convincere nuovamente gli investitori della bontà del servizio di microblogging che è cresciuto del 900% nell'ultimo periodo. TechCrunch, tra i primi a riportare la notizia e un commento alla stessa, afferma che la compagnia non ha ancora speso i fondi ricevuti dai precedenti investitori e questo nuovo investimento dovrebbe consentire a Twitter di sostenere la sua spaventosa crescita, andando però anche alla ricerca di un modello di business che porti i primi guadagni nelle casse della compagnia. Leggi Twitter ricevere altri 35 milioni di dollari dai propri investitori
  24. Ciao Dopo aver girato la rete in cerca di un Billing system online adatto alla mia attività - Modernbill, ClientExec, WHMCS per dirne alcuni - ho deciso di realizzarlo da me php+mysql. Dopo 6 mesi di beta posso dire con certezza che il sistema che ho sviluppato tiene bene. In questo periodo l'ho utilizzato di pari passo ad un sistema offline (un programma) senza mai avere problemi. Sarei pronto ad utilizzarlo ma c'è un fattore che mi frena. Come posso essere certo che il pannello sia sicuro? Magari tramite un bug a me ignoto una persona si scarica tutto il database o si diverte a farmi impazzire. Ho visto che cms importanti hanno presentato bug pericolosi. Mi chiedo: 1) Esiste un software in grado di verificare la sicurezza delle pagine php e delle query? Qualcosa come i compilatori degli exe. 2) Con la protezione directory risolvo qualcosa? Grazie per il vostro tempo
  25. Fa discutere un articolo del Wall Street Journal che parla di nuovi accordi di Google con i principali ISP americani per la distribuzione dei propri contenuti: repentina la risposta della compagnia, l'articolo è confuso, la compagnia starebbe solamente cercando il modo di risparmiare banda e distribuire al meglio i propri contenuti. Nessun rischio per la Net Neutrality. Leggi la News
×