Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'quali'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 41 results

  1. Ciao a tutti, sto valutando la possibilità di registrare un dominio del tipo: nomecognome.it Alcuni provider mi hanno consigliato di lasciare perdere perchè ci si espone al rischio futuro che qualcun'altro possa "pretendere" il dominio e facendo causa ottenerlo senza tanti problemi. Ma la cosa è vera? Perchè vedo invece che tante persone hanno iniziato a registrarsi questi domini nomecognome.it Alcuni mi hanno detto che il problema purtroppo si presenta anche con i domini .COM quindi non c'entra niente cambiare estensione. Consigli e pareri sono ben accetti. grazie
  2. Buongiorno a tutti, vorrei esordire in questa sezione con un informale sondaggio d'opinione riguardo all'utilizzo di Java lato server (Java Enterprise Edition, più brevemente JEE), rivolto principalmente a chi fa dell'hosting la propria professione, ma anche a chi sviluppa e gestisce applicazioni. Sappiamo tutti che le applicazioni di questo tipo hanno bisogno di notevoli risorse, sia dal punto di vista dell'hosting che per quanto riguarda la fase di sviluppo e la manutenzione. Vi domando quindi: - quali sono secondo voi i problemi principali che si incontrano? - cosa vi ha fatto scegliere JEE rispetto ad altre soluzioni, magari più "leggere"? Io ovviamente ho già delle opinioni personali a riguardo (lavorando quasi esclusivamente con JEE), ma vorrei prima sentire il vostro parere. Conto in un confronto puntiglioso ma pacato, mi raccomando... Java tende a scaldare un po' gli animi ;)
  3. Che nomi vi vengono in mente a livello europeo? con innovative intendo quelle che sperimentano e lanciano nuovi prodotti frequentemente. Anche in Italia ovviamente: per gli utenti potete nominare direttamente la compagnia, per i provider i vostri fornitori. Parlo di compagnie che vendono shared hosting ma anche spazio in DC per intenderci :)
  4. hosting-newbie

    nameserver quali usare?

    Da quando uso Top host sto avendo qualche problema con la gestione dei domini. Ho un server esterno e un dominio su Tophost,quali nameserver devo usare, quelli del server esterno o di Tophost e far puntare gli stessi al server esterno? Grazie
  5. Buongiorno a tutti, non vedendo nel forum una sezione nella quale presentarsi approfitto del primo quesito che voglio porvi per presentarmi: sono un aspirante hosting reseller con tante paure che chiede consigli. La mia situazione è la seguente: - Ho "già dato" nel campo del lavoro (sono una specie di pre-pensionato) e adesso vorrei, come già detto, intraprendere l'attività di "hosting reseller", facendolo naturalmente con tutto in regola dal punto di vista legale e fiscale, accedendo possibilmente a qualche regime minimo agevolato non prevedendo giro d'affari che possa superare i 30 mila euro annui e comunque all'inizio ci vorrà tutta che riesca a racimolare qualche euro. Le mie remore sull'attività però sono ancora molte, ad esempio la mia preparazione tecnica.. Ho visto che a gestire un pannello WHM da rivenditori me la cavo. Quello che mi lascia ancora un po' così.. è la gestione dei DNS, degli MX records per la posta elettronica, ovvero: - Per attivare un nome di dominio (che acquisterò dal mio fornitore) a un nuovo cliente basta che gli fornisca il nome dei server1 e 2 del mio fornitore e l'IP sempre de mio fornitore di hosting o cosa altro occorre? Poi, genericamente, a quali problemi si può andare incontro nella rivendita di spazi web? Quali sono le difficoltà? Vorrei affidare l'assistenza a un forum piuttosto che a un help desk in quanto quello che rimane scritto nel forum può diventare una fonte di informazioni per tutti e a volte l'approccio con gli help desk può diventare antipatico.. Chiunque voglia darmi suggerimenti oppure sconsigliarmi di intraprendere questa attività (spiegandomene i motivi) è benvenuto. Se invece qualcuno mi vuole incoraggiare, lo faccia pure perchè ho bisogno della spinta iniziale.. ;) Grazie a chiunque vorrà rispondermi! :) p.s. Possono accadere eventuali problemi ai server del mio fornitore per cui tutti i dati dei miei clienti spariscano di botto? E in quel caso chi ne risponde coi clienti? sbtnln
  6. Un saluto a tutti, visto che wordpress è scritto da cani, stavo pensando di mettere su una nuova piattaforma, scritta per bene, per il blogging. A tal proposito avrei un paio di domande che vorrei fossero risposte da chi usa abitualmente queste piattaforme. Le funzioni che sicuramente ci sarebbero di base sono: - basato su PHP e NonSoAncora Framework: nessuna altra libreria esterna sarà usata se non correttamente mantenuta (niente PEAR). - ci sarà una sorta di validazione dei plugin creati dagli utenti, con controllo remoto all'atto dell'installazione locale, per avvertire l'utente che sta installando un plugin che potrebbe essere di scarsa qualità e/o inficiare il corretto funzionamento della piattaforma. I plugin scaricabili dal futuro sito ufficiale saranno solo quelli validati e sarà possibile dalla piattaforma eseguire il download e l'installazione automatica dei plugin. - sistema di autoupdater (core, moduli, plugin, template) - sistema di templating granulare con widget (per specifiche precise vedere post: http://www.hostingtalk.it/forum/128153-post64.html) - sistema di plugin (con hook, niente modifiche dirette al codice) - sistema di caching (su file e memcached) - gestione multilingua - gestione granulare dei permessi utente - gestione degli url/titoli/metatag per il posizionamento (generazione della sitemap per google) - gestione dei post (inserimento/cancellazione/modifica con eventuale versioning/categorizzazione dei contenuti/tags/trackback/pingback/valutazione post) - gestione dei commenti (inserimento/cancellazione/modifica/valutazione commento) - gestione sondaggi - sistema antispam (captcha, recaptcha, akismet) - possibilità di inserire pagine statiche - modulo per contattare un autore. - possibilità di inserire gallery di immagini (con thumb) - statistiche - integrazione con gli eventuali sistemi "social" (fb, twitter, flickr, youtube, poi?) - integrazione con i vari aggregatori - integrazione con sistemi di autenticazione esterni (homemade o OpenID et similia) - gestione import di dati da altro blog (DBtoDB e SiteToDB) - gestione MP agli autori (da implementare in futuro) - gestione spazi pubblicitari (da implementare in futuro) Con quale linguaggio di programmazione/scripting vorreste che essa fosse scritta? PHP Quali altre funzioni vorreste fossero incluse in essa? Vediamo se si riesce a tirare fuori qualcosa di buono anche con il vostro aiuto :)
  7. Buonasera a tutti. Premetto che non sono pratico dell' argomento. Vorrei chiedervi se su un unico server è possibile mettere un intero sito web, un database con registrazione utenti e un' applicazione da usare in remoto tra gli utenti registrati. Grazie.
  8. Ciao a tutti, chiedo un consiglio e qualche spunto da provider e utenti, mi trovo a dover buttare giu una serie di punti su quali sono state le maggiori evoluzioni nel mondo dei data center negli ultimi 10/15 anni, sul fronte della gestione, dell'hardware e anche della realizzazione. Insomma, come è cambiata la struttura tipica da quando si ospitavano solo mainframes ad oggi. Ho alcuni spunti più che altro su: condizionamento, dimensioni, necessità di alimentazione e anche disposizione dei racks. Quali potrebbero esser altri punti interessanti? ;) Grazie!
  9. Ciao a tutti ragazzi, nell'intento di fornirvi sempre migliori contenuti, ho una piccola domanda per voi in merito ai nostri articoli e al nostro blog. Stiamo cercando di focalizzarci maggiormente sugli argomenti e le tematiche che vi interessano maggiormente, per questo chiedo un vostro parere su quali argomenti siano maggiormente da affrontare, perchè vi servono, vi piacciono, vi incuriosiscono o altro ancora :) Ovviamente c'è un piccolo sondaggio e poi chi vuole dire la propria ha già un nostro "grazie" :) Grazie!
  10. Ciao a tutti e complimenti per questo magnifico forum! Leggo da un po' a dire il vero.... Vengo al dungue devo attivare due server dedicati per una piccola azienda che ha intenzione di metterli in qualche data center nella zona di milano. Ora, l'azienda vuole anche assistenza completa sulle macchine (fanno sviluppo web) per quanto riguarda la parte di sistema, quindi aggiornamenti e sicurezza, l'installazione di altre applicazioni la fanno loro. Sto iniziando a guardare in giro alcune offerte, ma cosa dovrei chiedere esattamente? Differenze tra managed e full managed che ho letto qui? Ultima cosa, il costo. Dato che la colocation ha già il suo costo, vorrei capire quale è una cifra degna per questo tipo di servizio e su quali nomi orientarsi? Grazie a tutti quelli che vorranno aiutarmi! :approved:
  11. Non so se sia la sezione giusta, ma di sicuro è la più giusta. Ora, permettetemi la mia solita kilometrica introduzione che finirà in una domanda di due righe: Uso ormai con una certa agilità il Python, che è stato il mio primo linguaggio. Ci faccio praticamente di tutto. Poi conosco decentemente il PERL, che non ho praticamente mai usato (alla fine dove c'è il supporto a PERL c'è anche a Python e lo preferisco), e che non mi interessa approfondire per il momento. Da discussioni avute nell'ultimo mese è nata la necessità di imparare qualcosa più "web-oriented" (un hello word sul browser in Python sono tre righe di codice, in PHP una). Chiaramente, la scelta è ricaduta sul PHP. Non so ancora a che livello mi interessa studiarlo, ma viste le fortissime analogie con il Python credo arriverò abbastanza in profondità. Alla fine, per essere sicuro di non fare una pirlata, ho chiesto info a persone che sono più o meno sulla mia stessa strada (sistemisti). E' venuto fuori che: - Praticamente tutti conoscono il C / C++, ma nessuno lo ha mai usato - C'è una gran parte di persone che usano (non so a che scopi, poi chiedo) i classici linguaggi "Microsoft": VB, .NET, ASP - NESSUNO usa PERL e Python al mio livello - Tutti conoscono almeno le basi del PHP - ANTONIO usa ad alto livello il Java - Alcuni sono incuriositi dal Ruby (RoR chiaramente) ma pensano che implementazioni MVC di PHP siano sostituti decenti quindi non lo studiano Alla luce di questi dati, potreste per favore rimettermi sulla retta via? Cosa consigliate? Cosa devo studiare e a che scopo? Ps: nelle stats mi manca il paiola che provvedo a recuperare
  12. Nella intervista con Simone parlavamo di quali domini registrare per una nuova attività. Personalmente anche io vedo di buon occhio il .it e .com per un cliente italiano, ma ci sono casi in cui è meglio usare un .info ad esempio? Volevo chiedere a utenti e provider quale percezione hanno sulle singole estensioni, riscontro spesso che gli utenti sembrano quasi fidarsi meno di un sito che si presenta con estensioni poco conosciute, come ".info" o ".net", parlando con un amico mi diceva "penso di registrare il .it, al massimo il .com ma anche li non so quanto sia utile". E in questo caso si tratta semplicemente dell'apertura di una piccola libreria!
  13. Spesso abbiamo consigliato ai nostri utenti di "migrare su un cms diverso, più leggero" (con HT siamo passati da WP a Drupal) ma questo presuppone spesso diverso lavoro, anche con dei tool già specifici non è sempre facile avere lo stesso sito, gli stessi dati, i link e quanto altro intatti nel nuovo ambiente. A Look at Automated Content Migration: Part 1 - Kapow Technologies Questo interessante articolo spiega come Kapow ha risolto la cosa con un software che sembra scritto appositamente per questo. Per chi volesse invece avere le idee chiare su come bisogna struttura la migrazione, questo articolo è utile: No Small Task: Migrating Content to a New CMS A voi la parola, vi è capitato di migrare tra piattaforme che non avessero compatibilità e db completamente diversi? :approved:
  14. Leggendo la comune definizione che viene data di “cloud computing”(Wikipedia), è possibile comprendere come non si faccia altro che parlare di tecnologie già presenti ed impiegate da anni all’interno dei CED aziendali e delle PA. Riprendo in questo articolo la definizione generica da me scritta in questo post sulla community di HostingTalk.it: Leggi il contenuto dell'articolo Cloud Computing: cos’è e quali sono le aspettative attese e disattese fino ad oggi
  15. Passata abbastanza inosservata per via di SPDY, Google ha anche parlato in una intervista del nuovo sistema di ranking che terrà presente per i siti anche la velocità con cui risultano raggiungibili. Quali potrebbero essere le conseguenze? A me personalmente sembra un discorso complesso da valutare: come definire i problemi di velocità di un sito? in base alla connettività e altrettanti fattori tutto può variare. la news qui: SPDY: rendere il web più veloce, la proposta di Google | HostingTalk.it
  16. Salve a tutti, questo è il mio primo post qui, e chiedo venia se inavvertitamente o per frettolosità andassi contro qualche regola che viceversa avrei dovuto sapere. Abbastanza digiuno di hosting/housing vi espongo alcune necessità, e cioè principalmente ospitare un sito web statico non commerciale, con collegati alcuni forum web phpBB3 con attualmente circa duemila utenti registrati, ed un'utenza media di circa 30-40 utenti contemporanei (è anche auspicabile la capacità di scalare in un breve futuro a valori almeno doppi rispetto a questi). Il database sottostante ai forum è MySQL (circa 400Mb attualmente), ed al sito web è collegato anche un repository di file di diversi Gb, si vorrebbe sui 10Gb. L'architettura preferita è, direi ovviamente, Linux, e si vorrebbe una certa libertà di sviluppo (il sw per il forum è patchato), e quindi di accesso da parte del gruppo di amministratori del sistema. Le necessità di banda non sono in grado di stimarle, quelle di back up automatico dei dati direi giornaliere, quelle di assistenza tecnica indefinite (anche se finora si è sempre fatto da soli). Che tipo di soluzione è in astratto preferibile? Cosa scegliere? Quali fornitori da considerare? Quali dati ricercare tra le varie offerte per compararle? Una sola nota, stante il carattere no profit non sono accettabili soluzioni con banner/pubblicità et similia. Il budget è relativamente flessibile, direi che pur preferendo (visto il carattere non commerciale dell'iniziativa) delle soluzioni "low cost", sarebbero papabili in linea di principio soluzioni fino a circa 500 euro/anno. Grazie di eventuali aiuti e suggerimenti, saluti, Luca
  17. Ciao a tutti, come avrete notato per altre sezioni abbiamo una raccolta iniziale di thread inerenti le aziende che offrono i servizi (es cloud computing), nel caso di servizi di posta elettronica professionali non sono a conoscenza di veri e propri brand dedicati come esistono all'estero, proviamo a elencare qualche nome? :) Grazie
  18. Parte oggi la campagna di Tophost.it esclusivamente dedicata alla registrazione di domini .it sincroni. La nota azienda, che è conosciuta per il suo approccio lowcost al settore hosting, oggi gestisce quasi 80.000 nomi a dominio, e si prepara ad un salto di quantità con il sistema sincrono. Il comunicato degli scorsi giorni ha chiarito la volontà di presentarsi come uno dei pochi provider italiani già pronti, oggi, alla registrazione di nuovi domini senza LAR. leggi tutto Leggi il resto di Tophost.it alle file di partenza per il sincrono .it, quali sono gli obiettivi? sul blog di HostingTalk.it
  19. E' un argomento che ho trattato tante volte sul nostro blog, ma che sul forum non abbiamo discusso, quale è il futuro che pensate possa avere il settore VPS? Si parla di cloud computing e di servizi come Amazon o Rackspace (in Italia Seeweb con il cloud hosting), per cui saranno inglobate da queste nuove forme di virtualizzazione? Un secondo punto che invece merita di essere discusso più "informativamente", cosa è possibile fare per far capire ai clienti che lo shared hosting rimane spesso una soluzione migliore alle vps? Spero in una bella discussione che tocchi tutti i punti :sisi:
  20. Supponiamo di voler aprire un forum dedicato alla pubblicazione e condivisione di fotografie di personaggi pubblici, più o meno noti... che so, facciamo un esempio concreto: le cantanti o le attrici più belle! Ovviamente, si vieterebbe espressamente qualunque nudità e qualunque tipo di contenuto esplicito, o volgare, osceno o lesivo della altrui sensibilità. Allo stesso modo si pubblicherebbe in ogni pagina una dichiarazione di declino di responsabilità da parte del titolare del dominio. Un'altra dichiarazione ben visibile potrebbe indicare la piena disponibilità dell'amministratore a rimuovere materiale fotografico dietro semplice richiesta dell'interessato. Si potrebbe addirittura permettere la pubblicazioni di sole immagini residenti su altri server (includendo semplicemente il link diretto negli appositi "tag"). ...anche avendo tutti questi accorgimenti, mi resta il dubbio che un sito simile potrebbe esporsi a responsabilità giuridiche o altre implicazioni "spinose"... Che cosa ne pensate? Qualcuno ha indicazioni precise riguardo la pubblicazione di tale tipo di materiale o anche solo conosce siti dove poter trovare una risposta al mio dubbio? Grazie in anticipo.
  21. Netcraft lancia un nuovo tool dedicato agli hosting provider che permette di capire dove sono ospitati i siti più visitati e popolari nella rete. Le statistiche vengono prelevate dai dati della toolbar Netcraft e possono essere filtrati secondo diversi criteri. Leggi la News
  22. Ho cambiato i name server del mio dominio verso un nuovo hosting. Quanto tempo solitamente trascorre affinchè i nuovi dns si propagano per tutto il mondo?
  23. Eccomi, primo post in questo fantastico forum.. Ah, se vi avessi consultato prima. Comunque complimenti a tutti per i consigli e le info tecniche che sapete dare ai lettori... Vengo a raccontarvi la mia avventura con Areaserver.... Dunque, verso Aprile scorso, seccato della gestione userid e password frammentaria che avevo per tutti i miei siti e quelli dei miei clienti, valutai e mi decisi per optare per una soluzione VPS che mi consentisse di avere piena gestione delle risorse. Optai, forse xchè è da anni che uso Tiscali come ISP (ed anche come hosting per due siti), per la neo acquisita Areaserver. Che dire, sembrava tutto bello e facile. La configurazione del server via ssh era alla mia portata, il pannello di controllo esiguo e lento, ma loro promettevano miglioramenti. Durante il trasferimento dei server ho avuto (sarò stato fortunato) un week end di disservizio, il lunedì tutto era tornato come prima. Di problemi effettivi nessuno, fino a quando mi sono deciso a spostare un mio dominio hostato da Tiscali (i 20 mega del 2003 ad oggi non espandibili) su Areaserver. Tiscali verso Tiscali... cosa mai più semplice vi direte voi? Ebbene, tra FAX, Telefonate ai più disparati numeri, e-mail ecc.. siamo riusciti (mi ci metto anche io che ho sudato per rompergli le balle e farli lavorare) a passare il dominio in circa 35 giorni :asd: Venerdì sera, 10 ottobre 2008 vedo il mio dominio registrato su Areaserver. Ok, creo la "cartella" sito, la attivo, riavvio il VS e inizio a caricare dentro il sito... tutto è filato liscio, solo che al termine ne il nuovo aggiunto, ne i restanti sei siti ospitati sono on line. Bene, il server è andato down. :fagiano: Riavvio... nulla, mi collegao tramite il pannello.. il server c'è. Mi collego via FTP.... il server c'è. Via Telnet .... il server c'è. Via ssh .... il server c'è. Ma ogni richiesta http:// non viene eseguita. Chiamo l'assistenza... quella TOP (che ho scoperto essere più reattiva e competente) 800 709999 e scopro che chiudono dalle 20 del venerdì fino alle 8 del lunedì successivo.... :icon_rolleyes: Chiamo la 192130 e scopro che almeno questa l'indomani mattina è aperta... Intanto scrivo a destra e a manca per anticipare. Uso e-mail, form disponibili on line... circa 4 diversi... alla fine, sconfitto vado a letto. Sogno del mio server... lo vedo in mezzo ai campi, in una baracca circondata dalle pecore... non chiedetemi perchè... ma è la verità! :cartello_lol: L'indomani mattina approccio al 192130 verso le 9 del mattino: Prima chiamata, l'operatore sembra rispondere, senti quancuno che digita qualcosa... "Pronto, Proooonto.." ma nulla. Seconda chiamata, idem come la prima. Terza chiamata, risponde un'operatrice che recepisce il problema, e: "un attimo che controllo" ....... silenzio totale per ben 20 minuti contati. Riaggancio... Quatra chiamata... idem come la prima. Attendo 15 minuti in modo che la caffeina dei loro caffè entrasse in circolo.. Buono, quinta chiamata rispnde un'altra operatrice. Recepisce il problema, "un attimo che controllo" ..... " si, i nostri tecnici ci stanno già lavorando, non so dirle altro, richiami più tardi" . Richiamo alle 15 del pomeriggio. Naturalmente il server era ancora down :fuma: Mi risponde un'operatore bello pinpante, evidentemente questi si svegliano dopo pranzo... Gli do il nome del server VSXXXX... "non lo vedo". Gli do un dominio associato http://www.XXXXXX.XX .... "non lo vedo". Gli do un'altro dominio .... "non lo vedo"... "Mi dia la partita IVA" ....gliela do ... " ma io non vedo assolutamente nessun VPS, un'attimo che controllo". "Si... Ah, lei è un EX Energit" - "Bho, guardi io il VPS l'ho acquistato da Tiscali quando Areaserver era già stata acquisita da Tiscali... quindi io di Energit non ne so nulla, se poi lei mi dive che sono un Ex Energit.. francamente Stikazzi... io voglio solo sapere quando mi riattivate il server". "Un attimo che chiedo" .... "dunque, se manda una richiesta d'intervento subito, forse gliela fanno a processarla per questa sera..." Rispondo io: "ma cazz.... è da stamani che vi contatto, ieri ho mandato e-mail e riempito form con la problemativa ben spiegata e con tutti i riferimenti del caso... poi stamani una sua collega m'ha detto ecc. ecc. ecc." Risponde lui: "guardi , non so che dirle, i tecnici mi hanno risposto così, ma lei l'ha compilato il form che trova alla pagina XXXXXXXX (e mi manda in un luogo a me sconosciuto del loro portale dove c'era un form di cui io ignoravo l'esistenza) ?" - "Non saprei" Rispondo io... "Bhe quello è il form che Lei deve compilare, si sbrighi a farlo, buona sera". Ti ho compilato l'ennesimo form (ne annovero una decina tra i preferiti oramai) e invio. Oggi, domenica, server ancora down... e domani mattiva vedrai che ci sarà ancora tanto da scommettere.... Insomma direi, che nonostante fino ad ora non ho avuto particolari problemi, non posso rischiare la faccia per una kacchiata del genere. Sento menefreghismo per un servizio che forse è stato tolto dalle mani di Energit solo ed esclusivamente per togliersi un avversario di torno. Basta valutare le altre offerte hosting di Tiscali per chiedersi come si possa dare tutto questo ad Areaserver a quella cifra e spennare per un servizio hosting managed ben 99 euro al mese. Premesso quanto sopra, è evidente che ne ho le balle piene, vorrei passare ad altri lidi... non so, magari viste le responsabilità che porta il VPS, ad uno spazio frazionabile, gestito con un pannello di controllo dal quale posso settare userid, password e servizi annessi ai vari spazi. Oppure un VPS tipo Aruba Basic, dovrebbe bastarmi. Su Aruba ho ancora un dominio e gestisco un sito per un cliente che ha comprato lo spazio da solo... infondo nessun problema particolare. Poi ho letto la recensione qui su HT del piano Professional... bhè che dire? Magari potrei pernderlo per 3, 6 mesi.... mi sembra che sia frazionabile l'aquisto.... peccato che non c'è Debian dentro! Infondo sono 7 siti abbastanza semplici anche se 4 fatti con Joomla. Voi che cosa consigliate? Ulteriore domanda... ma su VPS Aruba Basic c'è scritto che è possibile configurare solo 10 domini (perchè da quello che ho capito il pannello di controllo ha tale vincolo)... E se io mi creo via ssh gli spazi e punto i dns dei domini verso il server? Si, non li gestirei dal pannello, ma li avrei hostati sui miei 3 giga... Sto dicendo una fesseria? Grazie 1000
  24. Salve, qualcuno dei forumisti mi potrebbe consigliare società affidabili che offrono server dedicati managed in Italia ed Europa a prezzi accessibili? Non ho competenze sistemistiche, per cui vorrei prendere un server dedicato managed... ma non ho idea di cosa offra il mercato europeo sul fronte managed. Non sarebbe male anche poter avere una lista di queste società, possibilmente classificate per paese. Grazie a tutti... Cordiali saluti
  25. Per il posizionamento avrei bisogno di sapere le key con il quale è cercato un sito "rivale" su google&co e quindi studiarne le sue visite in entrata. quale sito/servizio mi consigliate? grazie
×