Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'registrar'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 23 results

  1. Buongiorno a tutti. L'antefatto. Possedevo una Vps (non managed) presso WestHost, e un dominio .com (naxosdev.com) sempre gestito da WestHost. Tutto finzionava a meraviglia. Un bel giorno ho deciso di usare la mia Vps per un nuovo dominio .it (trifolium.it), e ho quindi registrato il nuovo dominio .it presso domainregister e ho creato una nuova directory nella Vps, segnalandolo ad Apache nel modo corretto. A quel punto, mi sono detto, perchè non fare gestire da domainregister anche il dominio .com e avere quindi una gestione unica e centralizzata? Detto fatto, ho trasferito anche il dominio .com da domainregister. WestHost usa un pannello di controllo non standard, proprietario. A questo punto sono cominciati i problemi: - innanzi tutto, mi chiedo perchè sul mio pannello di controllo della Vps di WestHost trovo "Domain Setting", "DNS Records" eccetera. La gestione dei DNS non dovrebbe essere di pertinenza esclusiva del registrar? - ho pingato naxosdev.com, www.naxosdev.com e smtp.naxosdev.com e ping li ha trovati, mentre pop.naxosdev.com, mail.naxosdev.com e ftp.naxosdev.com risultano irraggiungibili. Inutile dire che prima del trasferimento tutto funzionava. Perchè? Qualcuno sarebbe così gentile da indicarmi un testo dove queste cose sono spiegate con chiarezza o addirittura spiegarmele? Ho paura di aver fatto un pasticcio e di farne altri e ora non so più che pesci pigliare. Ovviamente ho cercato in rete, ma non ho trovato niente che mi chiarisse come comportarmi. p.s.: ovviamente il registrar mi dice che la competenza è dell'hosting e l'hosting mi dice che la competenza è del registrar. Grazie!
  2. Salve ragazzi, ho un quesito da porvi.. La velocità di caricamento di un sito sappiamo benissimo tutti che principalmente è dovuta dal tipo di sito/script e dal server su cui è hostato e ovviamente dalla linea internet del visitatore. Secondo voi un dominio .it, con visitatori solo italiani, se acquistato in USA per esempio su Godaddy con gestione dei soli name server può essere più lento in qualche maniera rispetto se viene comprato su seflow, aruba? Grazie
  3. Please help me come posso trovare il registrar di un dominio.com? Grazie
  4. Salve, sapete consigliarmi qualche registrar che abbia un buon pannello di gestione DNS - gestione dei singoli record - impostazione di DNS esterni buona Assistenza e venda i domini .it sotto i 9 euro iva inclusa ?
  5. Si diceva alcune settimane fa che l'obbligo per tutti i provider di passare da MNT a REG sarebbe potuto slittare a causa della richiesta di alcune aziende al NIC, qualcuno ha maggiori informazioni in merito? Mi sembra che non sia auspicabile una simile condizione, e soprattutto penso sia ormai tardi per tutti gli MNT cercare una soluzione per il passaggio a REG :)
  6. Un saluto cordiale a tutti. :) Ci sono contro nel "comprare" un dominio con lo stesso nome ma estensione diversa su differenti registrar (ovh.it e namecheap.com nel mio caso)? Se ad esempio il sito si dovesse chiamare "banana", ci sono problemi nel comprare il dominio "banana.it" su ovh.it e poi "banana.com" su namecheap.com e poi magari fare il redirecting di banana.it su banana.com (che nei miei piani sarebbe quello principale). Ci sono svantaggi? Grazie mille per le eventuali risposte. :)
  7. Ciao a tutti, secondo voi quali sono i registrar più affidabili in cui registrare domini .it premium? Da esperienze personali e anche leggendo nel forum personalmente direi: Godaddy: usato per altre estensioni e mi son trovato bene ma da quel che ho letto sul loro sito non vi si possono trasferire .it ma solo registarne di nuovi Gidinet Register: costa decisamente di più della media. Vale la spesa perché offre servizi e garanzie maggiori? Voi cosa consigliate? Quello che cerco è il top dell'affidabilità, un pannello di gestione chiaro e un'assistenza che risponda almeno entro qualche ora. Grazie in anticipo :)
  8. Ciao a tutti, ho usato dreamhost per molti anni. E avevo un dominio .it che puntava a dreamhost. Oggi il mio sito è andato offline (aaargh!). Il problema è che era registrato per 5 anni e scadevano oggi. 5 anni fa era registrato con un maintainer in modalità asyncronous (cioè attraverso fax e .azzi vari). Adesso devo passare alla modalità syncronous. Ma nel frattempo il maintainer precedente è uscito fuori produzione. In breve, devo trovare un Registrar italiano. Mi stavo indirizzando su Aruba. Ma chiamandoli ho scoperto che chiedono 5 euro all'anno per ogni dominio di terzo livello. Sapete di registrar italiani che non fanno pagare per i dominii di terzo livello? Cioè se il mio sito è pippopluto.it E poi registro paperino.pieppopluto.it mi chiedono altri 5 euro. Il problema è che io di dominii di terzo livello con dreamhost ne ho una marea. Grazie, Pietro
  9. Rieccomi qua :sisi: A quale Registrar appoggiare la propria attività di reseller? Rendere il tutto automatizzato con i registrar preimpostati in whmcs, o scegliersi un registrar magari italiano al quale registrare anche manualmente dominio per dominio? Inoltre: meglio dare al cliente la possibilità di interagire direttamente col registrar per i settaggi o meglio dargli la possibilità di interagire col reseller o hoster stesso? Ho provato a registrarmi su Enom, ma mi sono fermato nel momento in cui nel modulo di registrazione mi si chiedeva il numero della carta di credito pur avendo optato per la soluzione point tremila e rotti (che tra l'altro non ho ben capito di cosa si tratti), invece di quella che, credo, richieda un deposito di una discreta cifra? Qualcuno può spiegarmi e darmi qualche consiglio? Grazie :)
  10. Il noto servizio di registrazione domini, DomainRegister.it, oggi utilizzato da diversi hosting provider e aziende italiane per il reselling dei nomi a dominio, ha comunicato negli scorsi giorni un aggiornamento del proprio pannello di controllo che verrà eseguito nelle giornate del 15 e 16 Gennaio prossimi. leggi tutto Leggi DomainRegister aggiorna il pannello di controllo e diventa Registrar accreditato
  11. Secondo LifeHacker che ha fatto votare i propri lettori. Bel traguardo per l'azienda che ha diversi fun anche sulla nostra community, non mi viene in mente però nulla che renda NameCheap particolarmente più "bello" di qualsiasi altro registrar che ho utilizzato in questi anni. Hanno investito su alcune features davvero importanti: assistenza e gestione dei domini. leggi tutto Leggi il resto di NameCheap è considerato uno dei migliori registrar al mondo sul blog di HostingTalk.it
  12. Salve a tutti, È da tempo che vi seguo trovando tutte le risposte che cerco, ma adesso sto facendo un poco di confusione... Ho letto per quanto riguarda i cambiamenti per diventare registrar dei domini .it e fin qua ho recepito tutto, ma invece come si diventa un MNT per tutte le altre estensioni di dominio? In pratica come si diventa accreditati per i .net. org, com ed altre ed avere la possibilità di venderli? Grazie :cartello_lol:
  13. Sono passati ormai più di 6 mesi dal lancio del sistema di registrazione sincrono per i domini .it: in data 28 Settembre 2009 il sistema ha preso il via e da allora il miglioramento è stato sensibile per molti clienti, con alcuni casi che hanno fatto registrato un record nelle registrazioni, soprattutto i primi giorni. Leggi Sincrono .IT: nuove richieste ai Registrar dal NIC?
  14. maverick81ba

    registrar domini .it

    Buongiorno a tutti, mi scuso in anticipo se la mia domanda potrebbe risultare un pò banale, ma in rete non ho trovato info. Sto cercando un registrar, per la rivendita come hosting provvider, per i domini .it che offra la gestione del dns e che sia eventualmente integrabile senza grossi problemi in WHMCS. Mi sapete consigliare qualcosa? ciao p.s. sul sito di WHMCS ho visto che i registar supportati non gestiscono i domini .it a voi risulta che qualche provvider metta a disposizione della API per WHMCS?
  15. Ho un dominio .COM su tuonome.it e vorrei spostarlo su godaddy.com: che rischi si corrono a cambiare registrar (downtime, errori, ecc.)? E' una procedura complessa?
  16. Noamweb, società storica del panorama webhosting italiano, ha comunicato l'avvenuto accreditamento come Registrar presso il Registro italiano, che ha ufficialmente aperto il periodo di registrazione dei domini .it senza LAR in data 28 Settembre 2009. Leggi Noamweb diventa registrar accreditato per i domini .it in modalità sincrona
  17. La politica di ICANN deve essere notevolmente cambiata negli ultimi anni, a poche settimane dall'annuncio del ritiro della concessione ad altri 3 registrar, ora ICANN ha inviato una lettera ufficiale per il termine dell'accreditamento di Red Register Inc., società accusata di violare gran parte delle norme contenute all'interno del contratto di accreditamento con ICANN. Leggi Un altro registrar escluso da ICANN, Red Register Inc.
  18. La politica di ICANN deve essere notevolmente cambiata negli ultimi anni, a poche settimane dall'annuncio del ritiro della concessione ad altri 3 registrar, ora ICANN ha inviato una lettera ufficiale per il termine dell'accreditamento di Red Register Inc., società accusata di violare gran parte delle norme contenute all'interno del contratto di accreditamento con ICANN. Leggi Un altro registrar escluso da ICANN, Red Register Inc.
  19. La voce era comparsa negli elenchi dei registrar accreditati già a Luglio, ma è in questi giorni che ServerPlan rende pubblica il suo passo in avanti nel mondo del webhosting e della registrazione domini, l'azienda è ora un registrar accreditato ICANN, a partire dal 1 Settembre 2009. Si tratta di un passo importante e di un investimento notevole, che in Italia fino ad ora era stato fatto da tre sole compagnie: Aruba, Register (DADA) e Tuonome.it. Leggi ServerPlan diviene un registrar accreditato ICANN
  20. ale

    .it registrar

    Salve, vorrei registrare un .it domain ma purtroppo non conosco proprio dei registrar per .it, così sto cercando uno che è affidabile però allo stesso tempo non troppo caro. Fino adesso avvrei trovato eurodns.com, ma EUR 28 mi sembra un po esagerato, e come secondo hostek.it, però finora aspetto già da più di una settimana una risposta ad una email con alcune domande. Ringrazio per tutte le proposte.
  21. Ciao a tutti. Dopo i problemi avuti con Onlinenic (sito lentissimo, impossibilità di trasferimento domini verso altri registrar) ho intenzione di registrare i miei domini presso altri registrar più seri. Mi potete consigliare qualche azienda affidabile, seria? Grazie 1000!
  22. Quando per gli spammer arriva il momento di registrare i propri nomi a dominio internet alcune società sono più popolari di altre. KnujOn, società impegnata nella guerra allo spam, ha pubblicato la top 10 dei registrar messi in correlazione con questa o altre attività illecite. Leggi Spam: i dieci registrar meno virtuosi
  23. Aruba si conferma leader italiano per il numero di registrazioni di domini .eu, livello raggiunto grazie anche alle numerose altre aziende controllate in Europa. Leggi la News
×