Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'scegliere'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 59 results

  1. Ciao a tutti! Scusate se sbaglio sezione, ma volevo sapere se avete esperienze con woocommerce e wordpress. Ho un sito aziendale sviluppato con wordpress e vorrei collegare un ecommerce e non so se rimanere con wordpress, e quindi installare woocomerce, oppure "dividere" il sito e installare prestashop. Cosa consigliate? pro e contro? L'idea di woocomerce come plugin non mi convince, anche se venderò, almeno per ora, solo 4 tipi di vino, quindi non è una roba complessa. Grazie in anticipoo!ciaooo
  2. Ciao a tutti, E' un po' che desidero cimentarmi nello sviluppo di un mio sito interattivo. Perciò devo scegliermi un servizio di Hosting gratuito appropriato ed un CMS. Però ho già visto che di servizi di hosting gratis ce ne sono tanti e non ho al più pallida idea di come orientarmi. Arrivo giusto a capire che è preferibile trovare meno limitazioni e più (o migliore) soft preinstallato, magari anche su server migliori e meglio se senza banner pubblicitari. Mi sapete segnalare le offerte più interessanti?
  3. Ciao a tutti, dato che stiamo iniziando a costruire un network di blog (wordpress) volevamo chiedere alcune dritte a qualcuno che ne capisce più di noi in ambito hosting. Siamo ancora indecisi se farlo utilizzando "wordpress mu" oppure installando "wordpress su vari sottodomi". Al 90% utilizzeremo la strada di "wordpress sui sottodomi". Avendo fatto un ampio giro sulla rete l'azienda che più ci ha colpito (molti feed positivi) è webperte. Dato che i Blog inizialmente saranno 6 siamo indecisi se andare verso il piano: "Hosting CMS: Piattaforma: Linux CentOS - Webserver: Apache - Spazio Web: 1 Gb - Traffico consentito: Illimitato - Banda massima (assorbimento picchi): 2 Mbit/s - Domini III livello (nome.sito.it): 20" oppure verso il piano: "Hosting Plus: Piattaforma: Linux - Webserver: Apache2 - Spazio Web: 3 Gb - Traffico consentito: Illimitato - Banda massima (assorbimento picchi): 5 Mbit/s - Domini III livello (nome.sito.it): illimitati". Il dubbio deriva dal consumo dello spazio web. Di media quanto spazio necessita ad un blog portato avanti con la media di 2 notizie al giorno? Basta uno Spazio Web da 1 GB per la gestione di 6 Blog? Oppure conviene andare subito verso uno spazio da 3 Gb? Grazie e buona continuazione di giornata.
  4. Ciao, nell'ottica di migliorare la reputazione e la comunicazione di un brand da me gestito ho deciso di aprire un account twitter. Il nome assegnato all'account (twitter.com/NOME per intendersi) non so però come sceglierlo. Vorrei utilizzare il nome del dominio, per adesso ho scelto il nome senza il . quindi twitter.com/pippobiz ma pensate possa essere meglio twitter.com/pippo.biz ? Grazie per i consigli.
  5. Salve a tutti, posseggo svariati siti, molti su hosting condiviso di Aruba,ultimamente quest'ultima mi sta creando problemi, così sono quasi costretto a cambiare. Anche se ho basi di gestione server ecc. voglio un server managed, che abbia una velocità elevata e banda garantita, backup giornaliero e settimanale, spazio almeno 20Gb, circa 10 domini, tutti su Wordpress (so Linux), mysql almeno 15 db in totale circa 500mb. L'unico problema è che non so dirvi l'utilizzo di banda, parliamo di migliaia di utenti al giorno ma sono tutti siti con testo e immagini per i video utilizzo i vari servizi disponibili online. Cosa mi sapete consigliare? Non ho un budget molto elevato diciamo sulle 50€ al mese. Grazie.
  6. Ciao a tutti, secondo voi qual'è il migliore tra questi servizi di hosting? quello più serio e professionale HostIcan JustHost iPower LunarPages
  7. Buongiorno a tutti, vi scrivo per chiedervi aiuto su quale hosting condiviso possa essere il migliore per il nostro sito. Ogni giorno abbiamo circa 6000 visitatori, 134000 hits e consumiamo banda 4 gb. Attualmente ci troviamo su un condiviso che però ci ha sospeso per un paio di volte il servizio per il consumo troppo elevato. Grazie mille.
  8. Ciao a @tutti del forum! Ho bisogno di sapere come si crea un nome per il proprio sito web (nel mio caso sarà un social bookmarking tipo digg.com) che non sia mai stato usato e che l'uso permetta di renderlo popolare in poco tempo!
  9. Ciao a tutti! mi date un suggerimento? :fagiano: Devo scegliere il servizio di hosting per pubblicare un sito costruito interamente con Drupal; il sito è di piccole dimensioni e fondamentalmente presenta un'attività commerciale. Ciò non toglie che in futuro potrebbe diventare un pò più grosso (ad esempio il mio cliente potrebbe chiederemi di aggiungere la possibilità di acquisti online) quindi il servizio di hosting che cerco deve essere in grado di saper gestire anche un sito più grosso. Ho letto di pop.it, voi cosa ne pensate? Avete altri suggerimenti (vorrei un servizio italiano possibilmente!) Grazie mille per le info! Ciao!:zizi:
  10. Buongiorno a tutti, Scusate per la domanda (forse troppo semplice per alcuni di voi) ma vorrei, gentilmente, sapere quale piano hosting devo scegliere per sviluppare un sito in html. Linux? Windows? E poi... Devo acquistare MySQL? Grazie e buona continuazione di w-e.
  11. La scelta del linguaggio di programmazione più adatto alla realizzazione di un particolare progetto è uno dei punti principali del lavoro del progettista sw. Bisogna tenere presente numerosi parametri e conoscere le caratteristiche dei linguaggi esistenti per operare una scelta oculata. Leggi il contenuto dell'articolo PHP contro tutti, quando scegliere questo linguaggio per i propri progetti
  12. Parlare di Magento vuol dire parla di Commercio Elettronico. Quindi, prima di avventurarsi nell'analisi di Magento e delle soluzioni di Hosting Magento è bene spendere qualche parola su questo nuovo e promettente settore dell'Information Technology. Cos'è il Commercio Elettronico di cui tanto si parla? E' quella forma di commercio, denominata anche E-Commerce, che si avvale di un sito web per realizzare una transazione economica. In pratica un sito web diventa non solo il luogo "virtuale" con cui comunicare col mondo ma anche una vera e propria piattaforma di vendita tramite la quale un qualsiasi esercizio commerciale può "piazzare" i propri prodotti. Leggi il contenuto dell'articolo Scegliere un hosting per Magento
  13. salve a tutti vorrei un consiglio su quale hosting scegliere ho un mio siti personale sul quale ho molte fotografie cerco un servizio di hosing che sia affidabile che mi dia un bel po di spazio..diciamo 1-2gb con un buon rapporto qualità prezzo.. cosami consigliate? cia e grazie
  14. La scelta di una soluzione hosting dedicata è un passaggio abbastanza comune per molti utenti privati e non: il passaggio ad un server dedicato, sia esso fisico o virtuale, viene di solito dopo la scelta di un servizio di hosting condiviso e si rende necessaria all'aumentare del traffico e delle risorse richieste dalla propria applicazione o dal proprio sito web. Leggi il contenuto dell'articolo Come scegliere un server dedicato - prima parte
  15. Salve, siccome sto andando avanti molto a tentoni ho trovato questo vostro forum che sembra specifico del discorso hosting, io ho bisogno di un hosting che abbia le seguenti caratteristiche: hosting linux possibilità di modifica dei cronjobs possibilità di modificare il file php.ini a mio piacimento ampio spettro di moduli php disponibili possibilità di inserire file .htaccess complessi possibilità di aumentare successivamente la capienza del dominio sconto sulla quantità di domini e/o hosting acquistati nel tempo non sò se è per forza obbligatorio scegliere un tipo di hosting VPS se lo fosse, consigliatemi quello più economico fin'ora ho trovato questo ad un prezzo ragionevole: Netsons: Hosting Gratuito, Hosting Professionale, Server Virtuale, Server Dedicato ma non c'è scritto se posso modificare i parametri del php.ini
  16. Dopo anni di quasi totale predominio da parte di Apache sul panorama dei web server,si sono affacciate da qualche tempo a questa parte alternative molto valide e molto più performanti del progetto della Apache Software Foundation. In questo articolo vedremo come Lighttpd e Nginx si candidano ad essere i principali pretendenti allo scettro di web server più performante della classe. Scegliere un webserver diverso è un modo molto saggio per migliorare le performance del proprio server, con un risultato spesso non immaginabile e difficilmente ottenibile se non con l'aumento delle risorse hardware, un passaggio costoso e poco produttivo in ambienti con budget ristretti. Leggi il contenuto dell'articolo Scegliere il webserver: Apache, Lighttpd o Nginx, tutte le caratteristiche principali
  17. Salve a tutti, seguo un portale di e-commerce turisrtico con migliaia di iscritti associati e circa 3000 utenti al giorno che entrano....in aumento. Ci serve una macchina VPS (con assistenza + pannello controllo) che tenga il carico di utenti e associati. Purtroppo io non ho nessuna conoscenza tecnica sul settore hosting. Tramite le statistiche del portale è possibile capire che risorse hardware dovrebbe avere la macchina? Quali sono i dati più utili da far presente ad un hosting provider ? Grazie Federico
  18. Ciao a tutti!!!! Mi sono avvicinato da poco all'idea di aprire un sito x vendere abbigliamento, ma nn so con quale hosting aprirmi lo spazio, se qualcuno potesse darmi qualche consiglio, nel caso in cui dovessi diventare milionario mi ricorderò d lui :stordita::stordita:. Come spazio cerco almeno 1 GB, di banda almeno 5 GB e poi un database capace abbastanza (ma nn so quanto esattamente perchè sono abbastanza ignorante) e compatibile con OsCommerce. Spendere massimo 50 euri l'anno.....aruba come vi pare?? GRAZIE!!!!!!!!!
  19. Ciao a tutti, è da poco che ho intenzione di cambiare tipo di hosting... Quello che attualmente ho (uno molto famoso e abbastanza low-cost) ultimamente mi sta dando enormi problemi a livello di sicurezza, senza contare che ormai la comunity che gestisco si è allargata ed è tempo di cambiare! Guardandomi in giro non so davvero cosa scegliere, il mio timore sta principalmente sul "traffico disponibile"... Ho un budget che si aggira su un "duecento" annuo e sto cercando un hosting che riesca a darmi una buona quantità di spazio (30/50GB) e MySQL (oltre a servizi come backup etc..) Quello che però mi preme avere è il traffico, magari "illimitato" perchè non ho la minima idea di quanto ne consumi il sito, ma penso parecchio... Grazie in anticipo dei vostri consigli!
  20. Salve a tutti! Ho visto offerte interessati di hosting da parte di alcune aziende USA. Ho letto diversi post in questo forum e, da quanto ho capito, spesso si tratta di overseller... Per farmi consigliare al meglio, vi do qualche dettaglio sul sito che vorrei spostare. Il sito è relativamente piccolo, ha un forum avviato da diversi anni che conta circa 800 utenti iscritti, di cui circa 150 attivi. La media di acccessi mensili è di circa 15.000 visite. Partivo con un forum Snitz ospitato su Aruba. Finché il forum era piccolo, andava tutto bene. Quando il forum si è ingrandito, Aruba mi ha fatto sapere che dava dei problemi al server. Mi sono spostato presso un'altra societa italiana che però mi sta dando alcuni problemi (frequenti attacchi DoS al server, un recente operazione di phishing, un HD rotto), così stavo pensando di spostarmi ancora. Pensavo inoltre di cambiare forum e passare ad un Simple Machines. Cosa mi dite di tutte quelle offerte, tipo Host Monster, BlueHost, HostGator, LunarPages? Perdonate la mia ignoranza, leggevo nel vostro forum che i siti ospitati in USA danno ping alti... cosa intendete? Grazie mille!
  21. Salve a tutti, sono nuovo sul forum ma vi seguo da molto tempo come ospite, quindi chiedo scusa se ho sbagliato posto per il mi thread. Dico subito che non mi intendo di hosting ed e per quello che mi rivolgo a voi per chiarimenti ed eventuali suggerimenti. Attualmente ho due piccoli forum (smf) su web4web.it , mi trovo bene con loro, non ho avuto ancora nessun problema e se magari il forum e offline per qualche ora lo reputo normale e non ci faccio caso. I piani che ho con loro sono Standard (500Mb spazio , traffico 10Gb = 21 euro) e Professional (1Gb spazio, trafico 20Gb =35 euro). Adesso vorrei aprire un terzo forum, volevo sempre prendere il hosting da web4web.it ma leggendo il vostro forum ho trovato diverse offerte simili che costano di meno. Essendo il forum non commerciale, quindi non mi crea guadagni ma solo perdite non mi lamenterei se vado a risparmiare 10-15 euro :D Ho trovato i seguenti piani hosting: Flame Networks Internet Services - Web Hosting - Hosting Semidedicato - Server dedicati - Colocation 1Gb spazio, 10Gb traffico... = 19.99 euro https://www.fastnom.it/clients/cart.php?gid=5 1Gb spazio, 10Gb traffico... = 16.95 euro Servizio Hosting - Aruba.it spazio e traffico illimitato = 20,6 euro Hosting Condiviso Professionale 1Gb spazio e traffico illimitato = 15 euro Da quanto ho imparato qua spazio/ traffico illimitato non esiste quindi scarterei subito Aruba. Netsons ha lo stesso il traffico illimitato pero dice che si adatta a un sito che non genera più di 2000 visite giornaliere, quindi per iniziare mi va bene. Io adesso vorrei capire che differenze ci sono tra tutti questi piani di hosting e quale di loro scegliere in alternativa a web4web.it. Scusate mi per la lunghezza del post e spero di essere stato chiaro ad esporre il mio problema. Grazie.
  22. Vi spiego il mio problema brevemente : Ho un sito e-commerce dove per ogni prodotto vi è un video spiegativo con circa 700 visite al giorno hostato su aruba, ho avuto i primi problemi di mancata connessione al server.Penso sia un problema di banda...Giusto? Cerco un hosting con i seguenti requisiti: Informazioni sul sito : Sito ecommerce con circa 2000 prodotti multilingua utilizza prestashop come piattaforma Linguaggi e database utilizzati : PHP & MYSQL (PRESTASHOP) Piattaforma : linux Mb di spazio disco: Minimo 10GB Connettività e Locazione server : Italiana Ping Velocissimo Budget : 250/300E annui (iva inclusa). Non volendo passare ad un server virtuale, ho trovato navigando due servizi professionali di hosting Seeweb: Hosting & Housing - Seeweb: innovazione e qualità Hosting-Virtuale: Hosting Virtuale - Web Hosting professionale e Hosting gratis, Server dedicati Linux e Windows, Registrazione Domini con gestione DNS, PEC Quale mi consigliate o avete altre proposte..?? Visto che il sito è abbastanza indicizzato su google volevo sapere se il passaggio compromette l'indicizzazione? . .Grazie
  23. Salve, vorrei consiglio riguardo la scelta del registrant. Ho una trentina di domini (.com .net .org .it) e prevedo in futuro di acquistarne altri localizzati in altri paesi (.at .de .in .cn, ecc...) sto cercando quindi un registrant professionale che mi permetta di gestire tutti i domini e registrarne / trasferirne altri, ad un prezzo ragionevole. Che sia italiano o estero non importa, sarebbe invece molto più interessante che possa registrare i domini .it in modo sincrono (Senza LAR cartacea) Chi mi consigliate? grazie
  24. Si chiama Virtual Private Data Center e come molte altre offerte italiane e americane, consente di creare un vero e proprio data center virtuale; l'offerta di Layered Tech, una delle società americane più note nella fornitura di soluzioni professionali, si distingue nel panorama mondiale per la possibilità di scelta nell'utilizzo di tre differenti prodotti per la creazione della propria infrastruttura virtuale, i clienti hanno a disposizione AppLogic di 3Tera, VMware e Hyper-V. Leggi Layered Tech: un data center virtuale che permette di scegliere più hypervisor
  25. Email, un servizio critico per clienti, aziende e provider Da sempre la posta elettronica, o email, è un servizio a cui gli utenti tengono particolarmente: tra le aziende del settore hosting italiano ed estero vi è la convinzione, e la prova, che un servizio web, come un sito, può subire downtime più o meno lunghi senza subire in media troppi reclami da parte degli utenti, al contrario la posta elettronica, e il suo downtime, vengono avvertiti come un problema di alto livello, per il quale l'utente non esita a contattare il proprio provider più e più volte. Oggi, sulla rete, il maggior traffico generato appartiene proprio alle email, ne scambiamo milioni per un totale di diversi petabyte e tutte le società investono maggiormente proprio nei servizi di posta elettronica, o affidandosi all'outsourcing, quindi portando al di fuori dei propri uffici e data center i loro servizi, oppure adottando soluzioni professionali, siano esse opensource o commerciali. Non a caso i servizi email sono stati i primi a sbarcare nel paradigma del cloud computing, Google Apps, Rackspace o IBM, sono tutti esempi di fornitori di servizi di posta elettronica nella cloud. Molti operatori di data center, con importanti nomi italiani, in questi anni hanno realizzato infrastrutture complesse dedicate alla gestione della posta elettronica, con l'obiettivo di rivendere queste soluzioni alle aziende o ad altri provider, fornendo loro un servizio solido per uno strumento che ancora oggi viene identificato come essenziale nella comunicazione aziendale. Se è vero che oggi tutti gli utenti possono avere a disposizione una propria casella di posta elettronica presso un qualsiasi servizio gratuito, fornito da un ISP o da compagnie come Google o Yahoo, rimane un fatto assodato che la gestione di questi ultimi, con la possibilità di integrarvi servizi di collaborazione, di gestione della posta su dispositivi mobili, rimane appannaggio degli hosting provider, ai quali molto spesso viene richiesto quella garanzia di servizio (uptime e SLA) che un servizio gratuito non può offrire. Se la posta del mio shared hosting non basta più La maggior parte degli utenti ad oggi riceve con l'acquisto di un piano shared hosting una soluzione integrata per la posta elettronica, solitamente una o più caselle email, configurate sul dominio, che a seconda dei casi includono anche antispam e antivirus, oltre magari ad una gestione su server separati rispetto a quelli che forniscono i servizi web. Ciò significa che l'esigenza di avere una propria casella email può essere soddisfatta con meno di 10 Euro annui nel migliore dei casi, e con qualche centinaio se parliamo di servizi professionali. Ma è sempre sufficiente? La risposta è no, vi sono attività e contesti in cui la posta elettronica è fondamentale, e affidarla al servizio integrato di uno shared hosting è controproducente. Quali sono i motivi? Uptime e SLA: molti clienti e aziende necessitano di una garanzia sulla disponibilità del servizio di posta elettronica. Se il nostro business consiste nel ricevere ordinativi da un e-commerce, allora ogni minuto di downtime può voler dire un cliente a cui non possiamo dare assistenza e quindi che possiamo perdere Spam: contrariamente al pensiero comune, una buona soluzione antispam impegna i server e le risorse degli hosting provider, costringendoli a soluzioni hardware costose e all'acquisto di soluzioni software di alto livello. Nulla a che vedere con i sistemi antispam che troviamo sugli shared hosting comuni, dove spesso, per semplicità, si adotta una soluzione standard Sicurezza: quanto vale il traffico email? Tantissimo, se come detto la vostra attività si basa su quello. La sicurezza delle informazioni scambiate via email, la loro protezione e il backup continuo sono servizi accessori che vanno richiesti separatamente e hanno un costo differente dal singolo piano shared. Ridondanza: se la posta elettronica è uno strumento essenziale per la nostra attività è utile puntare ad un servizio che ci garantire un determinato uptime, questo può avvenire con una struttura ridondata che consenta al provider di gestire la nostra posta elettronica con più data center e più server, magari in cluster. A quale azienda mi affido e cosa richiedo? Nel momento in cui decidiamo di affidarci ad un'azienda, trattandosi di un servizio managed la richiesta di informazioni dettagliate è un passo obbligatorio, così come di un preventivo che ci possa indicare una stima del costo. La ricerca di azienda deve prevedere la richiesta di un numero consistente di preventivi, ma anche di una specifica chiara delle garanzie sul servizio offerte. Vi sono aziende specializzate nella gestione email, e altre che lo hanno come servizio affiancato ai comuni pacchetti hosting. In questo caso sarà fondamentale capire se l'azienda ha effettivamente esperienza nella gestione di servizi di posta di alto livello, e non solo legati all'erogazione in concomitanza a servizi di shared o dedicated hosting.
×