Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'senza'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 59 results

  1. Ne ho già parlato diverse volte sul blog, ma oggi, alla lettura di alcuni dati di un noto provider italiano, ho notato che pur avendo numeri di tutto rispetto, il nuovo sincrono .it di fatto non abbia raccolto l'interesse che ci si aspettava...pochissimi i magazines online e non che hanno trattato l'argomento, solo una mia idea? Ci sono motivi?
  2. Ciao a tutti Innanzitutto (dato che è il mio primo post) un saluto ai partecipanti del forum. Ho un problema e spero che qualcuno riesca quantomeno ad illuminarmi. Ho una VPS con tiscali, ho un nome di dominio registrato (sempre con tiscali). Ho delle pagine html presenti in www/nome ho creato un record A nel dns in questo modo nome.it --> xxx.xxx.xxx.xxx ho configurato apache in modo da dirottare le chiamate a nome.it su www/nome (virtual server se non erro) e se digito nel browser nome.it funziona. poi ho creato un CNAME in questo modo http://www.nome.it --> nome.it ma se digito http://www.nome.it non vedo l'index presente in www/nome ma l'index radice, quello presente in www Che cosa sbaglio??? In effetti è giusto creare un record A con nome.it che punta all'ip e poi un CNAME con http://www.nome.it che punta a nome.it???? Oppure ho sbagliato io tutto?? Grazie per ogni consiglio che mi darete :-) Enzo
  3. Salve! Ho trasferito recentemente "www.miodominio.it" su TopHost. Tutto bene se nella barra degli indirizzi digito "www.miodominio.it", ma i problemi nascono se scrivo l'indirizzo senza il www. TopHost dice che la funzione non è supportata (evvvvabè.... a saperlo prima...), ma, purtroppo, con le ricerche di google compaiono spesso pagine che fanno riferimento all'indirizzo senza www e il navigatore non può più accedere al mio sito, se non ridigitando l'indirizzo. Tenete presente che in realtà il sito è su un hosting americano con un dominio .org e che quindi viene eseguito una redirezione tramite CNAME da tophost al sito .org. C'è qualche possibilità di risolvere il problema senza TopHost? C'è qualche maintainer che consente di usare o meno il www senza tanti problemi a prezzi simili a quelli di TopHost? Grazie Ciao
  4. Immagino che con questa domanda mi attirerò le solite ramanzine sul fatto che "la qualità si paga" e "che razza di servizio ti può offrire un piano da pochi euro" etc. etc. ma voglio porla egualmente :-) Per una errata pianificazione mi trovo con un dominio già rinnovato che necessita di uno spazio hosting senza pretese per un sito con meno di 100 visitatori al giorno che parla di un argomento che diverrà obsoleto nel giro di un paio d'anni (e per questo intendo spenderci il MINIMO). Ora, in giro è pieno di offerte low cost per dominio + hosting anche a meno di 10 euro all'anno e, visto che la registrazione del nome a dominio non costa meno di 5 euro l'anno, sarebbe lecito attendersi delle offerte "solo hosting" a 5 euro l'anno o anche meno, e invece non trovo nulla a meno di 10 euro + IVA. Esiste qualche provider che offre pacchetti solo hosting davvero low cost? Se avessi spostato il dominio presso un'altro provider avrei potuto avere tutto (dominio + spazio) a circa 10 euro l'anno ma, ripeto, per un errore mio ho appena rinnovato il dominio da solo e non vorrei allontanarmi da quella cifra... lo so, sono cifre ridicole, ma a parte alcuni siti più importanti per cui sono disposto a spendere il giusto, ho diversi domini e sitarelli che rappresentano solo un vezzo e davvero mi piange il cuore a sprecarci più di qualche spicciolo. Grazie in anticipo
  5. Nasce il nuovo servizio offerto in collaborazione con SanHost.info Grazie ad a007 potrete avere un hosting gratuito, anche per il vostro dominio personale, senza alcuna pubblicità. Ben 300MB di spazio, 10GB di traffico, 5 database mysql e molto altro ancora, tutto gestibile tramite il VistaPanel. Basta iscriversi in pochi secondi tramite uno dei siti di a007 (il servizio offerto è il medesimo, cambia, nel caso si scelga di usare uno dei nostri sottodomini, il sottodominio stesso): a007.uni.cc - Free Special operations hosting! a007.co.tv - Free Special operations hosting! a007.0lx.net - Free Special operations hosting! Buona navigazione!
  6. Chiedo scusa per la domanda "niubba" e, in anticipo, per la limitata comprensione di terminologia tecnica legata all'hosting (le mie competenze sono principalmente grafiche e htmlistiche; di domini, dns, redirect e tutto quanto concerne l'hosting ho solo una infarinatura che mi permette di gestire alcuni siti in qualità di webmaster). Mi si presenta la necessità di trasferire un intero sito su un nuovo dominio che sto per acquistare. Tale sito è nato come un insieme di pagine "ospitate" sullo spazio del mio sito personale, ma ora ha "preso il sopravvento", dato che tale sezione genera da sola il 99% del traffico (facendomi sforare i limiti dell'attuale hosting) e necessita di un suo contesto dedicato. Trasferire materialmente il sito sul nuovo dominio non sarà complicatissimo, in quanto si tratterà in pratica di un nuovo sito... ma come faccio a non perdere i vecchi visitatori abituali e a riguadagnare subito il posizionamento che avevo nei motori di ricerca? Immagino di dover mantenere in essere tutti gli indirizzi url delle vecchie pagine inserendo un redirect alle pagine corrispondenti sul nuovo dominio... ma le pagine contenenti solo un redirect non vengono penalizzate pesantemente dai motori di ricerca? Devo mantenere un "mirror" del sito sul vecchio indirizzo finchè il nuovo non venga "assimilato" dalla rete? ...oppure mi tocca ripartire da zero sprecando quel pò di promozione che ero riuscito a fare? Vi prego di aiutarmi in quella che, probabilmente, per voi è una questione di semplice soluzione ma che per il sottoscritto è causa di sonni inquieti! Grazie infinite!
  7. Visualizza l'offerta completa di dettagli e costi Registra il tuo dominio a soli €6,99/anno. L'attivazione è istantanea per tutte le estensioni, anche per i .it Ogni dominio include i seguenti servizi: Gestione name servers Gestione completa DNS Url forwarding Parking page Pannello di controllo evoluto Registra subito il tuo dominio!
  8. Salve a tutti, avrei bisogno di un consiglio. Devo pubblicare un sito ma sono insicuro sulla scelta dell'hosting. Il problema è il seguente: faccio pesante uso di urlRewriting e ho bisogno che le url non abbiano estensione. ES: http://www.sito.com/Show?id=pippo --> http://www.sito.com/pippo per fare questo su aruba pare ci vogliano permessi particolari (accesso alle configurazioni di IIS ). Secondo voi con un server virtuale (sempre Aruba) potrei risolvere? Oppure conviene orientarmi su un hosting con IIS7 che permette la gestione di url senza estensioni? Grazie a tutti coloro che vorranno rispondere.
  9. Pochi minuti fa è arrivata una email (di spam) di un ufficio di comunicazione degli USA che nota che le nostre pagine non sono indicizzate su motori di ricerca esterni e ci consigliano di contattarli per vedere come possiamo fare. Spam ma artigianale, a scrivere è un dipendente e l'azienda è completamente focalizzata su questo:International SEO | SEO seminars | Link building | Multilingual SEO. Il metodo? Semplicissimo, non bisogna tradurre le pagine di Hostingtalk.it nelle 28 lingue che ci potrebbero servire per apparire sui motori internazionali, basta mettere una landing in ogni lingua, piena zeppa di keywords ad hoc :) Mi viene spontanea una domanda? Ma con una bella pagina in cinese, poi avranno difficoltà su la a leggere le nostre discussioni in italiano?! un buon esempio di SEO creativo o truffa!?!
  10. Salve Ho preso un server dedicato centos con plesk 9.0 Ho soltanto disabilitato dai servizi "drweb", aggiornato plesk portandolo alla versione 9.5.2 e creare un nuovo dominio utilizzando l'ip dedicato che mi è stato dato. Quando provo a inserire un nuovo dominio tramite la voce: "Servizi" "Attiva Servizi" spuntando o meno "dns" mi da quest'errore: ERROR: PleskFatalException Failed domain creation: Impossibile aggiornare i dati del dominio: Failed setting of domain parameters: Impossibile cambiare il dominio Webmail: webmail 0: DomainPropertiesUIPointer.php:267 DomainPropertiesUIPointer->accessItem_create(string 'POST') 1: DomainPropertiesUIPointer.php:59 DomainPropertiesUIPointer->accessItem(string 'POST', NULL null) 2: UIPointer.php:596 UIPointer->access(string 'POST') 3: plesk.php:38 Consigli?
  11. Ciao a tutti, un mio cliente ha registrato un dominio, senza spazio web. vi chiedevo qual'è la soluzione più rapida e meno dispendiosa per fornire uno spazio web. Sono alle prime armi con l'hosting e non ho capito molto bene la gestione DNS ecc ecc....se vi può aiutare il dominio è stato registrato su dominiofaidate.it ciao grazie
  12. Ciao ragazzi, ho una domanda per voi esperti di hosting. Sto sviluppando un progetto web, e devo comprare un dominio e spazio web, con una caratteristica. Lo voglio senza il www. esempio: http// pippo . it e quando un utente digita: www . pippo . it viene indirizzato al http// pippo . it conoscete un hosting che offre questa possibilità ? altra domanda: mi sapete indicare un buon servizio di hosting ad un prezzo ragionevole, con rails e mysql ? grazie mille. Buona giornata.
  13. Ciao a tutti ragazzi, nell'intento di fornirvi sempre migliori contenuti, ho una piccola domanda per voi in merito ai nostri articoli e al nostro blog. Stiamo cercando di focalizzarci maggiormente sugli argomenti e le tematiche che vi interessano maggiormente, per questo chiedo un vostro parere su quali argomenti siano maggiormente da affrontare, perchè vi servono, vi piacciono, vi incuriosiscono o altro ancora :) Ovviamente c'è un piccolo sondaggio e poi chi vuole dire la propria ha già un nostro "grazie" :) Grazie!
  14. Stavo leggendo questo articolo Install software updates and security patches without rebooting e si parla di questo servizio Never Reboot Linux | Linux Security Updates Without a Reboot che ne pensate?
  15. Baidu.com, il più grande motore di ricerca del mercato cinese e uno dei concorrenti diretti di Google nel paese da 300 milioni di utenti Internet. Qualche giorno fa il defacciamento compiuto da hacker iraniani, gli stessi che poche settimane prima hanno colpito anche Twitter. Un attacco compiuto, anche nel caso di Baidu, tramite l'hacking dei DNS, modificati per dirottare gli utenti su un server diverso da quello della compagnia. Leggi Baidu.com oscurato: "la colpa è di Register.com", dns modificati senza problemi
  16. Ciao a tutti, ho letto che ora è possibile registrare un dominio .IT oscurando i dati del WHOIS nel caso sia un cittandino privato a chiedere la registrazione. E' vero? Ma funziona veramente? In tal caso con chi consigliate di registraer?
  17. Salve a tutti. So che la mia inesperienza vi sorprende spesso, ma devo importunarvi ancora una volta... Come forse avrete letto in altra sezione del forum (sembra un cross-over stile fumetti Marvel) ho intenzione di registrare una manciata di domini. Avevo pensato alla sola registrazione perchè non ho immediatamente bisogno di uno spazio di hosting... ma di qui a 3 mesi, 6 mesi o un anno spero di riuscire a lavorare ai progetti web associati a tali domini e quindi avrò bisogno comunque di uno spazio di hosting per ciascuno. Ora, dal momento che in giro si trovano piani di hosting comprensivi di dominio a 10-15 euro l'anno, pagare la sola registrazione dai 6 ai 10 euro ha senso solo se esistono dei piani di hosting senza dominio a prezzi dai 3 ai 6 euro l'anno... esistono simili offerte? Se non esistono, a che servono le registrazioni di dominio senza hosting? Solo per il parking e per chi ha dei propri VPS? Grazie in anticipo per la pazienza.
  18. ciao a tutti sto cercando un forum leggero che non richieda db mysql saluti
  19. Salve! Spero che mi possiate essere d'aiuto per il problema che ora vi andrò a spiegare. Esattamente la settimana scorsa, ho acquistato il dominio "http://www.nihonmagazine.com" e, fin qui, tutto ok. Successivamente, dal pannello di Godaddy ho provveduto sistematicamente al cambio dei nameserver, come di norma. Procedura eseguita correttamente. Dopodichè ho creato lo spazio web, compreso di dati al client ftp implementando il dominio su il mio hosting "webhostgiant". Senza andare oltre, il sito che è su piattaforma cms (wordpress) viene riconosciuto solo senza la dicitura "www". Ho provato a cancellare il dominio dall'hosting compreso di database, dns ecc, ma "carica a vuoto" nel senso che non mi consente la procedura. Vi chiedo, c'è un modo per poter risolvere questo problema? se si, come? Fatemi sapere. Grazie
  20. Salve, vorrei sapere se è possibile trovare in rete una lista dei provider che permettono di registrare nomi a dominio senza inviare la LAR. Grazie
  21. Negli scorsi giorni Tophost, una delle maggiori compagnie italiane specializzate in hosting lowcost, ha inviato ai propri clienti una email con una speciale offerta per la promozione dei domini .it senza la necessità di inviare LAR. La società è stata tra le prime a passare al sistema sincrono, con una speciale offerta che garantiva la registrazione di un dominio .it a 4.99 Euro. Leggi Tophost.it, sconti su tutti i prodotti hosting per promuovere i .it senza LAR
  22. Il prossimo 16 Novembre sarà di fatto una piccola rivoluzione per Internet, ICANN ha infatti approvato l'introduzione degli IDN, i domini internazionali che non fanno uso dei comuni caratteri latini, e che risultano quindi destinati a quei paesi come la Corea, la Cina, l'Arabia e decine di altri paesi nel mondo che ad oggi si trovano con un sistema a domini completamente basato sull'utilizzo di caratteri latini. L'annuncio è stato pubblicato sul sito dell'associazione in data 30 Novembre ed è stato approvato all'unanimità dai 15 membri del board di ICA Leggi Dal 16 Novembre i domini senza caratteri latini. ICANN approva.
  23. SingleHOP, una tra le società più in vista attualmente nel settore americano dei server dedicati, ha annunciato la propria partnership con Ksplice, compagnia che produce un software in grado di eseguire aggiornamenti di sicurezza sul kernel delle macchine server senza richiedere il riavvio di queste ultime. Leggi SingleHOP: aggiornamento del kernel senza riavvii
  24. Ho letto un pò in giro qualche tempo fa, se le cose non sono cambiate tutti concordano che senza https l'autenticazione o l'invio dei dati può essere più o meno sicuro ma non perfetto per la sicurezza. Io affermerò il contrario, cioè che è possibile lo stesso grado si sicurezza di ssl anche se debbo premettere che ci sono un paio di vincoli. I vincoli sono l'utilizzo obbligatorio di javascript e nel caso di invio dati comuni è necessario inserire una password ad ogni invio (o usare un cookie, che rende il procedimento un pò meno sicuro in lan) . La seconda evenienza è decisamente scomoda, se in un ecommerce costringiamo l'utente a scrivere la password su ogni pagina in cui invia dati perdiamo il cliente subito, però la prima tutto sommato non è così assurda, la password va inserita lo stesso. In sostanza, basta utilizzare una libreria javascript per blowfish (o similari) Se il server invia un salt criptato (che si decripta con la password+salt vari immessi in db) possiamo ogni volta che ci logghiamo inviare una password saltata (in padella :asd:) diversa, quindi anche se strada facendo ci sniffano la password saltata, quella password non può più essere riusata in nessun modo, neanche replicando la sessione. In sostanza diventa una one-time password anche se per l'utente la password è sempre la stessa. Con lo stesso sistema non sarebbe un problema "blowshiffare" tutti i dati in entrata ed in uscita dal browser, solo che appunto o bisogna reinserire la password ad ogni cambio pagina oppure la password (in questo caso non quella di login, ma una di sessione creata random) dovrebbe essere memorizzata in un cookie via javascript Questo secondo sistema non è perfetto al 100% ma è comunque più sicuro di un invio in chiaro. Almeno in lan se si esce su un proxy non vedono i cavoli nostri, certo il sysadmin della rete potrebbe sempre leggerci il cookie direttamente sulla postazione, o qualcuno potrebbe crearci una trappola, ripeto non è scuro al 100%, ma rende un pò più privato lo scambio dati. Con l'immissione passw ad ogni pagina (anche una corta apposita) il sistema diventa buono, direi equivalente ad un ssl. Ho aperto il discorso (al volo, magari ho scritto qualche boiata in fretta, non rileggendo, errori di scrittura), spero che vi sia interessato un approccio un pò diverso (almeno non ne ho letto in giro), e che vogliate dire la vostra in merito. P.s. mentre sto inviando mi viene in mente anche un'altra ipotesi, se usiamo ajax per inviare i dati ma manteniamo sempre una base di pagina fissa potremmo risolvere anche il problema di tenere in memoria la chiave di decriptazione dei dati senza doverla reinserire. Certo con un sito che vuole essere indicizzato si crea il problema della riscrittura degli url etc... insomma bisogna vedere se il gioco vale la candela, ma se la cosa si tiene solo su un backoffice il problema non sussiste.
  25. Ciao a tutti! come da titolo posseggo un dominio tipo www.esempio.it Vorrei avere una 30ina di sottodomini tipo utente1.esempio.it poi utente2.esempio.it etc... non visibili all'esterno ma solo all'interno della rete LAN. Con questi sottodomini vorrei avere gestione totale di Apache, MySQL, Posta e tutto il resto. L'importante è che siano indipendenti e ogni utente possa fare tutti gli esperimenti che vuole. Mi sapete dire come fare con Webmin? Anche info del tipo è fattibile, non è fattibile oppure modi diversi da Webmin sono accetti!!! Grazie a tutti!
×