Vai al contenuto

Cerca nel Forum

Mostra risultati per tag 'server dedicati'.

  • Cerca per Tags

    Tag separati da virgole.
  • Cerca Per Autore

Tipo di contenuto


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Trova risultati in...

Trova risultati che...


Data di creazione

  • Partenza

    Fine


Ultimo Aggiornamento

  • Partenza

    Fine


Filtra per numero di...

Iscritto

  • Partenza

    Fine


Gruppo


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Trovato 22 risultati

  1. Salve, Ecco il mio problema, dovrei scegliere le caratteristiche di un server dedicato per un sito di grandi dimensioni, ecco le informazioni del sito: - I visitatori giornalieri sono circa 10000 - Ogni visitatore vede all'incirca 10 pagine al giorno (ogni pagina ipotizzo sia di 10Mb) - Il sito dará a ogni utente 1 Gb di storage (quindi si deve tenere conto dell'upload e del download) La mia domanda é come scelgo cpu,ram,traffico mensile,storage, raid e quanto sarebbe il costo complessivo? Ovviamente questa é una domanda per un progetto che sto portando avanti, quindi sto ipotizzando.
  2. Buongiorno a tutti e complimenti per l'ottimo servizio. Se ne è già parlato molto ma vorrei cambiare il mio attuale provider. La web agency che gestisce il mio sito web aveva dei propri server posizionati presso il data center di Serverplan, e non ci sono mai stati problemi. Ora si sono creati un loro data center, ovvero http://www.rackone.ch e da allora sono iniziati i problemi. Sto monitorando il sito con https://anturis.com e spesso da errori di ping e di visibilità. Vi premetto che il sito della mia azienda è relativo ad un corriere, ma un corriere locale, quindi non necessitiamo di una spazio web enorme. Ciò a cui miriamo, è la visibilità, in quanto abbiamo un servizio di ritiri on line ed il sito deve avere pochissimi downtime. Sto analizzando vari provider, tra i quali ovh, dagmaweb, ed Artera. Non è tanto un discorso legato al costo, perchè adesso paghiamo circa 250 Euro l'anno, ma all'affidabilità e possibilmente alla risoluzione di eventuali problemi anche nel weekend. Qualcuno può essermi di aiuto? Grazie. Alberto
  3. Salve a tutti, vorrei riportarvi la mia esperienza con il provider Online.net ( Dedibox ). Premetto che ho altri server con altre noti ISP e sono un sistemista *NIX con 15 anni di esperienza. Ho acquistato un server dedicato della serie Start LTS, che rispondeva bene ai benchmark, quindi settato e messo in produzione ho ricevuto da subito lamentele dai miei clienti. Riscontrato il problema di lentezza sulla rete, avvio i primi ticket, faccio i loro test nei quali risulta che la velocità della rete tra il server e il loro gateway è regolare. Insistendo sul problema che evidentemente si riscontra sull'instradamento in Italia, mi dicono che per loro stà tutto bene e che dovrei segnalare il problema a chi di competenza in Italia, in pratica io da utilizzatore finale pagante dei loro servizi dovrei diventare (gratuitamente) un loro manager aziendale che crea accordi di instradamenti con i maggiori provider nazionali. Loro pur non concependo l'assurdità richiestami, e messi di fronte al problema che un server di tipo business non può andare in timeout o comunque metterci 2 minuti con una sola sincronizzazione imap nei momenti serali ( a server totalmente svuotato ), continuavano a negare un problema loro. Quindi concluso che per me non è un comportamento onesto vendere servizi in una nazione in cui non si verifica di fatto il funzionamento di tale servizio, ho comunicato la mia intenzione a disdire il server. Ma... beffa oltre il danno, non mi concedono di disdire il server perchè una settimana prima è troppo presto per disdirlo, nonostante siano passati 2 mesi di ticket, test ecc.. nella speranza che qualcuno risolvesse il mio problema. Trovando disonesto tutto ciò, ho disattivato l'addebito automatico di paypal per nn permettergli di prendere altri soldi senza darmi alcun servizio, ed oggi mi comunicano una procedura di recupero credito a mio favore. Inoltre.. online.net / dedibox hanno intere subnet in blacklist come smtp, Non sapendolo ho provato ad acquistare IP aggiuntivi, ma nessuno mi ha mai concesso la pulizia degli IP nonostante provato le firme digitali DKIM, SPF, SSL e quant'altro per avere una reputazione almeno neutra. Riportato anche questo problema e fingevano anche di ignorare il problema delle intera subnet, si limitavano a restringere il problema solo sul mio ip di base e sugli aggiuntivi. Alla luce di tutto ciò, posso semplicemente dire che online.net sarà un ottimo provider, ma.. almeno per l'Italia.. arrivarci senza velocità di rete è come avere una ferrari senza ruote. Sono rimasto molto scontento della scorrettezza di vendere in un paese un servizio che di fatto non c'è, delle subnet tutte in blacklist, dell'assistenza molto frivola, e di aggrapparsi ad un cavillo nel contratto in cui la dismissione del server andava fatta un paio di giorni prima ignorando però che già da 2 mesi il server era in disservizio.. e di essere entrato in una procedura forzata di recupero credito. Con qualche euro in più sono passato al loro diretto concorrente e sono arcicontento, ho un servizio decisamente all'altezza di quello che pago e ho ripreso a dormire tranquillo senza bestemmie dei miei clienti. Saluti a tutti.
  4. Salve a tutti ragazzi! Avete dei pareri sui server di niro soluzioni?Sui loro server dedicati(Ho chiesto e mi hanno detto che li vendono) Sono gli stessi server di kimsufi?
  5. Server dedicati più costosi con i dischi SAS a parità di configurazione: svelato il motivo della differenza di prezzo e quando è il caso di affidarsi a sistemi SAS Continua a leggere, clicca qui.
  6. Hetzner è un provider molto famoso per le sue offerte abbordabili e i suoi server dedicati a basso costo. Fra i tanti utenti che si trovano molto bene, c'è però anche chi si lamenta. Ecco una raccolta di pareri positivi... Continua a leggere, clicca qui.
  7. Salve ho preso un server da Hetzner, disponibilità immediata , azienda seria ecc... l'unico problema è nelle guide . Ho un problema , dopo aver istallato whm e configurato, non riesco ad accedere in ftp sul mio server per caricare il mio sito ecc... se qualcuno di voi ha già utilizzato questo gestore mi potrebbe dare qualche dritta ? premetto che sono a digiuno di cPanel e WHM , infatti utilizzerò WHMCS per la gestione totale. Non nego che per fare tutti i procedimenti e le istallazioni sono ricorso a guide spagnole e al manuale fornito da cPanel sul proprio sito , ma ho lacune di base che non riesco a colmare, potreste aiutarmi ?
  8. Buongiorno, sono nuovo di questo forum... leggevo un pò le vostre considerazioni su come effettuare un backup ma a quanto pare nessuno di voi si è mai focalizzato su backup di intere vm basate su vmware... Che tool utilizzate voi per backuppare l'intera vm?? Io attualmente tramite veem (versione gratutita) mi sono fatto una copia delle vm sul mio pc.. vorrei però farle tipo in un datastore interno al dc in modo da poter tirare su in caso di guasti le macchine molto più velocemente.. Consigli da darmi?? :zizi:
  9. Un attacco al pannello di controllo del noto provider tedesco potrebbe aver esposto tutte le password dei clienti per l'accesso ai server dedicati e ai servizi Hetzner. Una backdoor nel sistema che costringe Hetzner a dichiarare di non avere idea... Continua a leggere, clicca qui.
  10. Per comprendere i cambiamenti prospettati dal cloud computing occorre innanzitutto capire di cosa stiamo parlando. Come tutte le nuove tecnologie, anche il termine “cloud computing” viene spesso usato senza comprenderne il pieno significato. Prima di discutere i vantaggi e svantaggi della nuova tecnologia, proviamo a darne una definizione completa, a beneficio di chi non fosse pratico del termine.... Continua a leggere, clicca qui.
  11. Register.it ha aggiunto alla propria gamma di prodotti una serie di soluzioni Server che mirano a soddisfare le esigenze dei professionisti e delle aziende grazie alle diverse serie che includono sia processori DualCore sia processori QuadCore. ... Continua a leggere, clicca qui.
  12. La statunitense Texas Instruments ha intenzione di estendere le proprie soluzioni basate su architettura ARM all'interno di server appositamente realizzati, con particolare attenzione al mondo cloud, e negli apparati di rete, grazie ad una serie di sei nuovi System-on-Chip a 28 nanometri, conosciuti con il nome di Keystone, che faranno uso sia di core ARM Cortex A15, sia dei DSP TI C66x, assieme ad altre architetture di sicurezza e di networking di Texas Instruments. ... Continua a leggere, clicca qui.
  13. Una mini rivoluzione nel mercato del webhosting, il gigante dei server dedicati in Germania, Hetzner Online, ha comunicato il lancio di una nuova piattaforma online che permette di acquistare server dedicati con il metodo dell\'asta online. Non si tratta del classico modello di asta che siamo soliti vedere magari su eBay, l\'asta è quella tedesca, dove fissato un prezzo iniziale e viene man mano fatto scendere man mano che ci sono persone disposte ad acquistare a quel determinato prezzo. Il prezzo viene determinato tuttavia anche dal raggiungimento del prezzo di riserva imposto dal venditore.... Continua a leggere, clicca qui.
  14. Aziende Italia, la popolare compagnia di webhosting attiva con data center e Roma e in Repubblica Ceca, ha annunciato la nuova promozione estiva per la sua serie di server dedicati Mini: la compagnia ha da tempo a listino questa linea di server pensata per i clienti che vogliono una soluzione completa, con pannello di controllo Plesk, e assistenza manager per aggiornamenti di sistema e del software incluso. ... Continua a leggere, clicca qui.
  15. Non solo Cloud Computing, il CTO di Aruba lo aveva chiarito bene nella nostra intervista di qualche settimana fa, e ora a confermarlo c'è il lancio di una nuova serie di server dedicati in casa Aruba. La compagnia ha da sempre un market share elevato per questo prodotto nel nostro mercato, e continua ad alimentarlo nonostante l'introduzione di una piattaforma di cloud computing che potrebbe sostituire pienamente l'hardware fisico. ... Continua a leggere, clicca qui.
  16. Aruba ha esteso la propria offerta sui server dedicati con attivazione gratuita fino al 31 Agosto 2012. La compagnia ha ancora parte del proprio core business proprio nel settore dei server dedicati, e in questi giorni ha annunciato anche il rinnovo dell'offerta di server dedicati. Il lancio dell'offerta di Cloud Computing e l'attuale fermento intorno all'offerta, non hanno di fatto impedito alla compagnia di continuare ad investire sul suo comparto di server dedicati. ... Continua a leggere, clicca qui.
  17. Anche KPNQwest Italia entra nel mondo del cloud computing, la storica società di Milano ha infatti lanciato Kloud, un servizio di cloud computing ospitato dal marchio Kolst.it, nuovo brand della compagnia dedicato in particolare ai servizi di webhosting. Con una struttura composta da 4 data center nel cuore della Internet italiana, il complesso di Caldera a Milano, KPNQwest ha tutte le carte in regola per pensare al cloud computing e l'offerta Kloud vuole presentarsi come offerta di cloud pubblico per privati e imprese, con garanzie di alto livello. ... Continua a leggere, clicca qui.
  18. Una domanda su tutte in questo World Hosting Days, conclusosi lo scorso Venerdì. Il cloud computing è la nuova "fiamma" del mercato, il 100% delle aziende presenti ha parlato di questo, e quasi tutte hanno una soluzione cloud, che sia a livello di software as a service, o si presenti come strumento per la creazione di architetture pubbliche o private di cloud computing. ... Continua a leggere, clicca qui.
  19. IBM ha annunciato una nuova generazione di server x86 basati sul processore dual socket Xeon E5-2600; la nuova generazione di server debutterà formalmente Martedì, anche se alcuni clienti selezionati hanno avuto la possibilità di testarli da alcuni mesi. I controlli PCI-EXpress 3.0 integrati nel nuovo processore Xeon permette a IBM di introdurre per la prima volta PCI-Express 3.0 sulle loro linee. Ciò è importante per sistemi dove la velocità e la larghezza di banda sono fondamentali, allo stesso modo dell'aggiunta di due core in più, con i nuovi Xeon che arrivano fino a 8 core rispetto ai sei di Xeon 5600s, e al raddoppio della capacità di memoria che ora arriva a 768 GB. ... Continua a leggere, clicca qui.
  20. Gesys91

    Domanda server dedicati

    Salve a tutti, io ho creato un semplice giochino multiplayer, che comunica con un'altra applicazione(server) posizione, energia etc etc. il mio dubbio siccome ho poca esperienza anzi nulla: I server dedicati fanno al caso mia? Scusate la mia ignoranza ma da quanto ho capito noleggiando un server dedicato dovrei: tramite il pannello avvio la mia applicazione server (GameServer.exe), e al client gli dirò di connettersi all'ip fisso del server dedicato, giusto? io avevo intenzione di scegliere il sistema operativo windows anche se l'applicazione é portatile anche per linux. Secondo me io non ci sto capendo una mazza, scusate dell'espressione. Comunque non devo gestire tantissimi utenti é solo un'esperimento che per me vale la pena di fare, anche buttando via qualche euro. Grazie a tutti comunque! Scusate l'ignoranza!
  21. Salve a tutti , innanzitutto splendido forum e ottimo lavoro di tutti quanti, mi trovo qui perchè è da alcuni mesi che sto valutando di fare il grande passo tra il mio attuale hosting shared a quello dedicato. Ho letto dei numerosi vantaggi nel togliersi da un hosting condiviso, ma vorrei capire se ho i requisiti per affrontare questo tipo di acquisto. Dunque, il mio sito attualmente ha una media di 100.000 visite mensili, è un sito dedicato ai videogames ed include al suo interno sale giochi in flash e video presi da youtube, vi dico questo perchè sicuramente mi chiederete quanta banda consuma (non saprei come quantificarla).... Attualmente sono complessivamente soddisfatto, ma vorrei cambiare passo e cercare di spingere ulteriormente il mio sito. Se volete capire di cosa sto parlando il link è questo HardwareGame - The Next Generation Quindi per arrivare alla conclusione del mio tema :stordita:, sono qui a chiedervi: 1) Mi consigliate di fare il grande passo verso un hosting con server dedicato? 2) Quali mi consigliate con connetività italiana . Grazie a tutti
  22. Ciao a tutti, :thumbup: Do il benvenuto pubblicamente a Thomas, che si è offerto di moderare la sezione server dedicati, e di inserire recensioni e tutorial dedicati alla configurazione dei server Linux. :kicking: Buona permanenza su HT Thomas. Luca :wavetowel2:
×