Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'sistema'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 52 results

  1. Ciao, io sono Maintainer della nic.it e ho registarto solo pochi domini. Adesso arriva il sistema sincrono, ma non hanno la possibilita' di registrare i domini tramite un interfaccia web. Per questo chiedo se da voi Maintainer qualcuno ha testato il nuovo sistema? Avete un vostro Scrip/Software per regsitrare i domini oppure usate un script open Source? quale? Cerco qualcosa di facile. Per esempio un opensource che posso installare sul server Linux e dove devo solo inserire login e password. Forse qualcuno da voi offre il servizio di installare questo sistema sul mio server / spazio web cosi che funziona? Mi potete mandare volentieri un messagio privato ;) Ciao e grazie! Elisa
  2. alfaalex

    Sistema Sincrono

    Ma è realmente sincrono? Ho registrato un dominio alle 11.30 ed è ancora in attivazione. Forse è il registrar che è lento? La risposta dl whois è apparsa dopo una mezz'ora. I .com, .net etc etc sono istantanei... Qualcuno ha qualche esisto più positivo?
  3. Buonasera, ho un piccolo quesito, se io devo trasferire un sito da un MNT che non gestisce il sistema sincrono ad un REG quondo con sistema sincorno, quali sono le problematiche? Il vecchio MNT ha il codice AUTH? deve sbloccare il dominio? Il cliente deve dare il consenso tramite la classica mail inviata dal nuovo REG?
  4. Ciao a tutti, vi scrivo perché ho un paio di perplessità dopo il passaggio a registrar da parte della mia azienda. Abbiamo passato l'esame utilizzando Ceglia Tools al primo tentativo e ad oggi risultiamo nella lista dei provider accreditati come registrar. Prima eravamo dei mantainer e avevamo circa una 50ina di domini in gestione, avevo letto che quei domini una volta superato l'esame sarebbero passati automaticamente dallo stato di mantainer a quello di registrar, entro un mese... il mese è quasi trascorso ma ancora nulla è cambiato. Inoltre quando questo passaggio verrà effettuato mi dovranno inviare i codici authinfo per ogni dominio vero? Altrimenti come facciamo a svolgere le operazioni sui domini? Seconda domanda, dobbiamo trasferire su di noi un dominio che attualmente si trova presso un'altro mantainer abbiamo mandato la richiesta firmata dal registrante al NIC via fax con tutti i dati richiesti ma il NIC ci risponde con questo errore: Noi tramite il tool di Ceglia abbiamo creato il contatto Registrant per il dominio in oggetto... facendo una richiesta "info" su quel contatto via EPP riceviamo tutte le varie informazioni tra cui una voce Contact ROID: ITNIC-XXXXXXX (dove ogni X corrisponde ad una cifra) che è il codice che riportiamo come ID del Registrante, ma al NIC non piace questa cosa... qualcuno mi sa' dare due dritte in merito?? Grazie a tutti, come sempre! Ciao
  5. Il RAID, quando si sta per acquistare un dedicato, è uno dei parametri fondamentali, poichè influisce parecchio sull'uptime della propria macchina, sulle prestazioni e soprattutto sulla sicurezza dei dati. Esistono vari tipi, RAID 1, RAID 10, RAID 0, E RAID 5, RAID 6. Inoltre possono essere di tipo hardware e software. Quando si acquista una macchina dedicata, come va scelto il giusto sistema di RAID? Vale davvero la pena acquistare un controller hardware apposito? O se si ha una buona CPU se ne può fare a meno? Inoltre quando si hanno 3 o più hard disk, per quale tipo è meglio optare (con 2 hard disk sembra scontato il raid 1)? In che modo il tipo di utilizzo del server influenza la scelta del raid? E se si impiegano i nuovi dischi SSD, questi influenzano la scelta del tipo di RAID?
  6. Da tempo sto osservando come all'estero gli hosting reseller siano attualmente i più gettonati per poter avviare piccole attività di hosting, spesso solo a livello di clienti già esistenti, ai quali si vuole offrire anche hosting "in casa" o comunque senza passare da fornitori esterni. Mentre all'estero è pratica consolidata fornire piani reseller con strumenti di fatturazione come WHMCS e ClientExec o altro, in Italia sono pochi i fornitori che lo consentono. Ciò permetterebbe effettivamente agli hosting provider di avere un ottimo servizio di rivendita, con l'aggiunta che questi piani possono essere abbinati a sconti per chi acquista dallo stesso provider i nomi a dominio e via dicendo :) Qualche ragione per cui qui è cosi poco diffuso?
  7. Salve, mi presento mi chiamo Antonio, premetto che non capisco nulla sulla programmazione dei computer e il loro linguaggio macchina,ma è da un pò di giorni che cerco di trovare persone molto capaci per creare un nuovo sistema operativo. Io ho un idea per superare le grandi imprese multinazionali come la Microsoft,Apple però questa grande idea è costeggiada da un ancor più grande problema...... Costruire da zero un sistema operativo che supporti tutti i programmi in commercio. Perciò cerco persone realmente capaci, per creare una nuova società multinazionale. Mi raccomando fatemi sapere e non risparmiatevi commenti e risate... Può sembrare ridicolo questo post ma non lo è. a presto, antonio
  8. Alla fine Facebook ha svelato il proprio progetto Titan, annunciato già negli scorsi giorni come una soluzione costruita all'interno della piattaforma di Facebook per la gestione della posta elettronica. Mark Zuckerberg, CEO di Facebook, ha però spiegato che l'email è solo una parte del progetto e di fatto solo uno degli strumenti che hanno guidato lo sviluppo del progetto: il giovane amministratore delegato ha parlato di un sistema che ha come obiettivo principale quello di rendere le comunicazioni semplici, immediate, personali. leggi tutto Leggi Facebook e il nuovo sistema di comunicazione: email + chat + sms
  9. Se decidete di cambiare e usarlo al posto di MySQL, bene, non dovete fare alcuna modifica alla vostra configurazione e al vostro software. Non c'è miglior biglietto da visita per MariaDB, il fork di MySQL, pensato dal creatore dello stesso MySQL, raggiunge la versione 5.2 e procede spedito nella sua idea che le funzionalità del DBMS possano essere effettivamente estese pur mantenendo le solidi basi di partenza del progetto originale. leggi tutto Leggi MariaDB 5.2, più veloce e con un migliore sistema di autenticazione. Guarda bene MySQL!
  10. Cerco sistemista per configurarmi ottimamente apache2 e mysql attualmente ho un forum con invision power board utenti unici giornalieri 10-15mila sulle 100mila impressioni al giorno ho problemi di caricamento lento certe volte mi ritrovo il sito irraggiungibile in pratica mi serve una persona che mi dica come settare al meglio il server per questo forum unica cosa non avra accesso al server se siete interessati pago 500 euro mi serve una persona seria che sappia fare il suo lavoro e mi risolva il problema una volta per tutte l'hardware del mio server e il seguente Cpu 2 Intel® Xeon® CPU E5405 @ 2.00GHz RAM 16GiB DDR2 4 moduli da 4GB a 667 MHz HD 1TB WDC WD10EADS-65M Sistema Debian 4.1.2-25 fatemi sapere grazie
  11. Il Domain Name System (DNS) è uno tra i servizi meno compresi ma allo stesso tempo tra i più importanti di Internet. Il DNS è definito negli RFC 1034 e 1035, ed il ha il fondamentale ruolo di convertire i nomi degli host collegati ad una rete (Internet ad esempio) in indirizzi IP e viceversa. Nella pratica esegue una semplice traduzione. Gli esseri umani per loro natura sono portati a ricordare con più facilità stringhe di caratteri, nomi nella fattispecie, mentre i computer per la loro architettura devono gestire tutto con sequenze di numeri. Leggi il contenuto dell'articolo Come funziona il sistema DNS e come si gestisce un DNS server con Bind
  12. Se sperate di trovare in questo thread un tutorial sull'assembly necessario per creare un OS andate via; altresì, vi prego di leggere fino in fondo perché la questione è interessante. Molto si è detto sui sistemi operativi in generale, come già accennato, una guerra "Io ce l'ho più lungo del tuo". Io amo Windows, c'è chi ama Linux, chi Neutrino (io, ma non spenderò mai 5000€ di licenza), altri amano MacOSX. Ognuno sceglie il sistema operativo in base alla proprie esigenze, ma il sistema operativo perfetto, assolutamente non esiste. Non mi sta bene nemmeno creare un LFS (Linux From Scratch), per il semplice fatto che Linux contiene rogne (a livello di kernel) che non mi piacciono per niente. Dove voglio arrivare? Ve lo dico, ma andate avanti a leggere: voglio creare da 0 il sistema operativo perfetto, prendendo il buono di tutti e aggiuingendo quello che manca a tutti. Ho passato una vita a studiare sistemi operativi (è una cosa che adoro, lo farei tutto il giorno) e credetemi che si può innovare tantissimo nel campo dei sistemi operativi. Un insignificante pirla come me che programma per passione e conosce quel tanto che basta di assembly per fare poco di più di un jump, ne è certo. Figuratevi avere l'apporto di decine di persone ultra-skillate. In questa comunità possiamo vantare programmatori pazzeschi, heavy-user, smanettoni ed anche qualche sano ed indispensabile newbie. Quello che sogno (ma probabilmente mi prenderete a calci ancor prima di arrivare alla fine) è metter su un centinaio di persone per creare un OS gratuito semplice, flessibile (si può fare, fidatevi di me), affidabile e che, come già detto, prenda il buono di tutti e ne migliori le lacune. Vorrei farlo in 5 anni. Ho portato a termine progetti a lungo termine e credetemi che non mollerò. La mia è solo un'idea, fondamentalmente e diametralmente opposta a quella di qualsiasi programmatore sano di mente sul pianeta. Prego chiunque di dire la sua prima di sputarmi in faccia. Se non mi prenderete a calci, vi dirò anche cosa voglio fare nel dettaglio. Saluti, Niky.
  13. Ne avevamo parlato a fine 2009, ora IETF comunica di aver risolto il bug che colpiva il sistema di autenticazione SSL, quello che molti di voi avranno sentito proprio nel mondo del webhosting in relazione al rilascio di certificati SSL. Leggi IETF: risolta la falla nel sistema SSL
  14. Come accennato nell'introduzione alla serie di thread ( http://www.hostingtalk.it/forum/pannelli-di-controllo-e-hosting-software/11897-da-grande-faccio-il-sistemista-introduzione-ad-una-serie-di-collaborative-tutorial.html ) la prima scelta quando si mette su un sistema dovrebbe essere la scelta, o le scelte, del sistema operativo più adatto a quello che si vuole fare. Ho fatto un esempio piuttosto banale, se si vuole usare asp per quanto sia possibile è un pò assurdo usare un sistema unix-like a meno che non si guardi solo il costo della licenza. C'è chi punta alla certificazione, ai vari pezzi di carta che in determinate aziende pesano, e di conseguenza propone sempre lo stesso S.O. per cui è certificato. Si vende bene in aziende che in qualche modo devono giustificare i costi: è diverso fatturare un sistemista che porta pezzi di carta (che valgano o meno) dal sistemista che magari pur con un percorso di studi apposito sia piuttosto generico, ma adesso non voglio portare fuori tema il discorso (se ne potrebbe aprire uno apposito). Il sistemista aperto a mio avviso sceglie il giusto messo per il fine che si propone a partire dal S.O proseguendo nei vari software. Anche in una stesse rete può affiancare diversi sistemi, spesso vedo in giro usare server centrali di tipo unix (Linux o Bsd) con client Windows che generalmente sono più familiari agli impiegati... anche se qualcosina sta cambiando. Se esploriamo il lato hosting la mia esperienza (limitata) mi dice che Linux la fa abbastanza da padrone sui server, con qualche partecipazione di server Windows e Bsd. Però sospetto (e qualcuno più informato può confermare o smentire) che in hosting di proprietà, aziendali etc Windows abbia il suo buon spazio. Sul fronte Linux (che ammetto di conoscere meglio, soprattutto lato server) c'è una ulteriore scelta per la distribuzione, cosa parzialmente vera anche per Bsd. Personalmente al di la delle preferenza personali (lato server preferisco il sistema di pacchettizzazione Debian) grosso modo oltre i pannelli hosting o eventuali software particolari non vedo altri motivi per scegliere una distro piuttosto che un'altra. Teoricamente un software per Linux si installa ovunque da sorgenti, in pratica quasi sempre si trova un pacchetto per una distro o per un'altra, quindi se per esempio devo mettere su un server per (solo) jabber tipo Openfire potrebbe andarmi bene una Centos in cui installo il pacchetto completo di java che si integra alla perfezione in maniera automatica, se invece voglio installare un Ejabberd un Debian mi fa perdere meno tempo. Con Windows questo "problema" non esiste se il software ha la versione Windows va e basta, però il concetto da esplorare è se di tal software ce n'è pure una versione Windows, ma quel software non nasce con concetti adatti a questo S.O Dobbiamo sempre tener presente che se una rubrica di numeri di telefono per il mio desktop la posso scrivere praticamente come voglio, purchè funzioni comodamente per me, un software che giri in modalità server che fosse anche per una piccola lan deve avere determinate garanzie, se deve girare online nel web queste garanzie sono moltiplicate per cifre a molti zero, potenzialmente un sito o un servizio web potrebbe essere preso d'assalto. Quindi anche chi non programma (ed un sistemista per me almeno due righe di bash o di batch deve saperle scrivere e quindi conoscere la logica della programmazione) deve valutare queste cose nella scelta del sistema operativo da utilizzare per un determinato server che deve erogare un certo servizio. Ricapitolo velocemente prima di lasciare la parola a chi vuole partecipare. motivi pratici generali per la scelta del S.O possono essere: costi di licenza. migliore integrazione con i servizi da erogare. conoscenza focalizzata (e al limite certificata) verso uno. Altro? P.s. non ho nominato Apple perchè a quanto ne so (e ne so veramente poco) lato server è proprio di nicchia
  15. GameHosting.it

    Corso sistema linux

    Ciao a tutti, visto che questo forum è ricco di persone altamente qualificate, vorrei sapere se qualcuno ha frequentato questo corso Ce.P.I.L.: Corso di Tecnico Sistemista Linux con manuale a Firenze sarei veramente interessato, ma vorrei avere un parere. E' veramente utile a qualcosa? E' un corso valido? grazie :asd:
  16. Arriverà ufficialmente il 29 Ottobre, ma gli sviluppatori di Ubuntu 9.10, Karmic Koala, dicono che chiunque la voglia provare non corre alcun rischio e avrà fra le mani un sistema già completamente stabile. Leggi Ubuntu 9.10 è pronta, un po' sistema operativo, un po' cloud
  17. Salve a tutti, qualcuno di voi sa darmi una stima, anche decisamente approssimativa, del costo per la realizzazione di un sistema che consenta l'archiviazione, la catalogazione, la ricerca e la pubblicazione di contenuti video, audio e foto? In maniera grossolana quanto può costare realizzare due portali web che attraverso un server centrale permettano tutto questo?
  18. HostingSolutions.it, il noto provider italiano fornitore di soluzioni di registrazione domini, hosting e servizi dedicati, ha comunicato nella giornata di oggi l'attivazione del sistema sincrono per i domini .it. Negli scorsi mesi HostingTalk.it aveva intervistato HostingSolutions.it sul nuovo sistema, ad oggi le registrazioni sono già attive e funzionanti dalle ore 11.00, orario di avvio da parte del NIC della nuova piattaforma. Leggi HostingSolutions.it: da oggi al via il sistema sincrono .IT
  19. Dopo anni di attesa, anche per il registro italiano dei domini .IT è arrivato il momento della svolta, da oggi alle ore 11.00 sarà possibile iniziare a registrare domini con estensione nazionale .it direttamente online, senza la necessità di inviare via fax la lettera di assunzione responsabilità, la famosa LAR che da sempre è tra i peggiori incubi di utenti e hosting provider. Leggi Oggi il via al sistema sincrono .it: niente più lar per i propri domini
  20. ServerPlan, l'azienda italiana che da poco si è accreditata come Registrar ICANN, ha annunciato sul proprio sito l'introduzione del nuovo sistema sincrono per la registrazione e gestione dei domini .IT; a partire dal 28 Settembre sarà infatti possibile procedere alla registrazione o trasferimento di domini .IT senza utilizzare la LAR e la spedizione via fax, come avvenuto fino ad oggi. Leggi ServerPlan e il sistema sincrono .IT: a disposizione anche una piattaforma per i Registrar
  21. Il 28 Settembre si avvicina, e da questa data entrerà - finalmente - in funzione il nuovo sistema sincrono per la registrazione dei nomi a dominio .it senza la necessità di inviare LAR via fax, insomma, potremo registrare un .IT nelle stesse modalità con cui oggi registriamo un dominio .com. leggi tutto Leggi il resto di Pochi giorni al sistema sincrono per .IT sul blog di HostingTalk.it
  22. La Linux Foundation ha rilasciato un secondo report sullo stato di evoluzione del kernel 2.6, la più recente versione utilizzata all'interno delle distribuzioni Linux e una delle più promettenti secondo la nota fondazione. Dati molto incoraggianti, dal 2005, oltre 5000 sviluppatori nel mondo hanno lavorato alla scrittura e all'aggiornamento del kernel di Linux, un'operazione che non è un hobby, come si potrebbe pensare di fronte ad un prodotto opensource, ma un vero e proprio lavoro portato avanti dai dipartimenti di tutte le aziende che sponsorizzano lo sviluppo di questo progetto. Leggi Linux: più contributi e più codice, così evolve il sistema
  23. Da oltre un anno seguo il progetto Webbynode.com, si tratta di una giovane startup che ha realizzato un completo sistema di virtualizzazione con l'offerta di vps pensate per gli sviluppatori, un completo pannello di controllo (sviluppato in casa) e l'integrazione con i principali ambienti di sviluppo, un occhio di riguardo per Ruby on Rails. leggi tutto Leggi il resto di Il sistema degli inviti nel webhosting sul blog di HostingTalk.it
  24. Datacenterknowledge.com pubblica un breve articolo sulla nuova tecnologia brevettata da I/O Data centers, famosa compagnia del settore. La soluzione presentata si chiama ThermoCabinet, e come si può vedere in foto si tratta di un vero e proprio cabinet che racchiude tutto il rack al suo interno e si occupa di dividere aria calda e fredda per migliorare il condizionamento. Leggi ThermoCabinet, un nuovo sistema di condizionamento, per racks fino a 32kilowatts
  25. Dopo le prime indiscrezioni giunte proprio sul nostro forum, in questi giorni arrivano le conferme ufficiali della prossima introduzione del nuovo sistema di registrazione sincrono per i domini .it, realizzato dal registro italiano, NIC. leggi tutto Leggi il resto di Il nuovo sistema sincrono a fine Giugno, ecco come registreremo i .it sul blog di HostingTalk.it
×