Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'spegne'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 3 results

  1. Prima di Facebook, prima di Twitter, e di altre decine di strumenti di social networking c'era un web molto diverso, dove pochi mbytes di spazio davano la possibilità di sbarcare sul web con il proprio sito. Se tutto ciò era gratuito, allora era di sicuro destinato a divenire un servizio di successo. Questo è accaduto con GeoCities, il servizio di free hosting, acquistato alla fine degli anni 90 da Yahoo, quando ormai era già uno dei più famosi servizi di hosting free in rete. La homepage di GeoCities nel 1996 leggi tutto Leggi il resto di GeoCities si spegne, se ne va un simbolo del free hosting nel web sul blog di HostingTalk.it
  2. Nuovo atto nella vicenda iniziata con la chiusura del provider McColo, responsabile del 75% dello spam inviato nel mondo: la botnet aveva trasferito i propri servers di controllo in Estonia ma anche qui il provider utilizzato ora ha chiuso l'upstream alle macchine e Srizbi deve tornare a riutilizzare il proprio algoritmo per spostarsi altrove. Leggi la News
  3. Un nuovo programma di risparmio energetico regola l'accensione delle luci all'interno degli edifici e dei datacenters della compagnia: una razionalizzazione dell'utilizzo dell'illuminazione farà risparmiare 140.000 dollari alla compagnia, già seriamente impegnata in questo obiettivo anche per il consumo delle proprie webfarm. Leggi la News
×