Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'utilizzo'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 18 results

  1. Ciao a tutti :) Spero intanto che sia la sezione adatta! Nel caso scusatemi! Chiedo aiuto riguardo un problema esposto da un mio possibile cliente. Allora, è un pò complicato da spiegare poichè la persona in questione non mi haspiegato chiaramente tutta la situazione non essendo tecnicamente preparata in tutte le domande da me sottopostole. Alla fine della conversazione, comunque, le ho dato la mia parola che almeno avrei provato ad informarmi meglio sulla questione. Per meglio farvela capire provo ora a spiegarvi ciò in cui mi sono "imbattuto". La persona in questione (TIZIO, titolare di un'agenzia viaggi) ha un sito web realizzato da una web agency la quale ha curato per lui la registrazione del dominio, relativo spazio hosting, sito web ed un piccolo cms per un'area intena privata per l'inserimento in un database di news\offerte\clienti in un sito secondario cui potevano accedere solo determinati clienti "selezionati" provvisti di relative credenziali e relativo lavoro di manutenzione nel corso del tempo. Ora, Il rapporto tra loro è terminato in modo improvviso (non so esattamente cosa sia successo). La persona in questione in un primo momento dopo avermi fatto vedere il sito web principale e relativo "database" privato, mi ha chiesto se era possibile poterlo ripristinare ed aggiornare poichè aveva si ancora accesso nell'area di amministrazione, ma lato internet era visualizzato un errore di database sql. Ho successivamente scoperto che era dato dal fatto che non era stato rinnovato lo spazio utente nel db di aruba. Era inoltre sprovvisto di relativi dati FTP dei siti web in questione (sito principale e sito privato per i propri clienti) e, non sapeva in che server erano appoggiati. Ho incominciato quindi le mie ricerche, e tramite whois e tracciamenti vari sono arrivato a capire che i domini in questione erano stati registrati dalla web agency (ma comunque intestati a TIZIO) ed erano ospitati penso tramite un loro spazio nei datacenter di Aruba. La mia idea finale è stata quella che si, era possibile il trasferimento dei due domini anche senza consenso del registrante poichè a lui intestati ma che non era possibile il trasferimento fisico via ftp di tutti i files dei siti web e relativo database poichè sicuramente ospitati globalmente in uno spazio hosting di proprietà della web agency stessa. Quindi, a meno che non trovi un'accordo con quest'ultima, tutti i sorgenti se li può ben che dimenticare... :( La mia domanda quindi è la seguente. Premetto che ancora non sò la natura del contratto da cliente e relativa web agency ma, quando viene pagato un servizio del genere, a termine di un possibile rapporto di lavoro, se il cliente richiede TUTTI i files fisici dei propri siti web per poter comunque nel tempo proseguire nel proprio lavoro, la web agency in questione può tranquillamente rifiutare di inviarli? In parole povere. Se io pago una società per la creazione di un sito internet + database, al termine dei rapporti posso esigere di avere tutto ciò che hanno creato per me? Il mio dubbio più grande cade propri sulla possibilità di poter avere i sorgenti del piccolo cms creato ad hoc per ciò che serviva e, anche, del relativo database sql. Spero che sia stato abbastanza chiaro, scusatemi per essermi divulgato così tanto ma era davvero difficile da spiegare! Ringrazio in anticipo per qualsiasi aiuto. Ciao, Daniele.
  2. ciao a tutti, sono nuovo su questo forum e, anche lavorando come webmaster freelance, ogni volta che ho a che fare con la registrazione dei domini web sono dolori. In questo caso il problema e' con un trasferimento di dominio, da due gestori italiani (non credo che si possano fare i nomi, vero?) Ho dovuto spostare un dominio .com, dal gestore A (molto buono e che utilizzo per vari altri portali web) al gestore B. Ora il gestore B, di un noto gestore telefonico, dal 19 febbraio (data della richiesta e del pagamento del trasferimento) non mi da alcuna notizia in merito. Ho scritto già varie mail e ho chiaramente perso la pazienza. Ed il mio cliente ancora di più, visto che per problemi di spazio non può più utilizzare il portale web per l'inserimento dei dati. A prescindere dalle vie legali che dovrei intraprendere (che al momento non mi interessano), vorrei sapere se, posso utilizzare lo stesso codice del gestore A per passare ad un gestore C, senza avvertire il gestore B. E' possibile? Inoltre, mi consigliate, per questioni di comunicazione, che C sia italiano oppure andrebbe bene anche un provider spagnolo (dove risiedo attualmente)? Grazie in anticipo per qualsiasi risposta. Ciao
  3. Salve a tutti, parto con il congratularmi con tutti voi per il sito e per utilissime info che fornite. Da alcuni mesi sono un amministratore di un sito creato con Drupal e hostato su Aruba con uno di quei contratti base da 30€/anno (scusatemi se non sono più preciso ma no mi sono interessato io della fase della scelta e registrazione host); sin da subito non ci siamo trovati bene , molto lenta l'apertura delle pagine e la gestione del menu admin (non so se per colpa di Aruba o di Drupal...il mio socio dice di Aruba...ma non è questo il punto) e file uploadabili di massimo 25mb il che crea molti problemi dal lato video, inoltre gli stessi video se caricati su ftb non partono su Drupal (a detta sempre del mio socio il nostro hosting non ha delle librerie per leggere i file video...a me sembra assurada come cosa ma la do per buona). Queste le premesse :asd: Adesso facendo questa attività m'è partita la scimmia di fare un sito con Drupal per me dove metterei dei video tutarial in flv, quindi farei una galleria video con uno dei moduli di Drupal, e dove fare delle conferenze in streaming tramite rtmp. Poteste consigliarmi un hosting adatto alle mie esigenze calcolando che in un annetto metterei probabilmente 100 video da 70mb l'uno e che farei conferenze con 15/20 utenti contemporaneamente circa 2/3 volte a settimana? Spero di non avervi annoiato troppo con questo topic un tantino lungo :cartello_lol: Ringrazio anticipamente tutti per i contributi. Ciao
  4. Ciao, nel mio sito Volantinoweb utilizzo un template wordpress, ma vorrei cambiarlo con un altro di aspetto diverso. Per fare la prova e vedere non solo l'aspetto della main page come posso farlo offline per poi applicarlo online solo quando ottengo i giusti aggiustamenti ? Ho provato a fare il backup e poi fare il restore su un altro spazio web, ma mi rilinka sul sito originale... esiste qualche altro modo ? Grazie
  5. I domini Europei sono stati i primi, nei giorni scorsi, a dotarsi della possibilità di essere utilizzati in più paesi con alfabeti diversi, una concretizzazione del processo di internalizzazione dei domini, voluto da ICANN e invocato come il passo fondamentale per rendere il web veramente globale. Leggi Domini IDN: la testimonianza della Russia, delusione e scarso utilizzo
  6. Ciao Ragazzi, non sono nuovo del forum e non lavoro per hostingperte.. Dopo 15 mesi di utilizzo, ho decido di recensire i loro servizi, dato che una volta ne parlai male... i primi mesi, proprio in questo forum!! Hosting per te l'ho utilizzato solo per i server dedicati e per altri piccoli servizi come registrazione domini .com, supporto managed ecc... Il primo server che acquistai costava 85 euro al mese iva inclusa. Viaggiando su una media di 8000-10000 unici al giorno, mi trovavo davvero bene, trovandomi il server down solo pochi minuti in qualche mese. (Colpa dei maledetti hacker...) Ai tempi, usavo poco l'assistenza managed quindi non ne parlo ora. Il sito andava bene e caricava le pagine in modo straordinario, nonostante il server si trovasse in Francia. Ma, grazie alle tante visite (si era arrivato a 22-25 mila al giorno...) ho preso un server da 185€ al mese. Anche questa volta, il server era all'estero, precisamente in Germania. Per il trasferimento, dato che sono una frana, ho chiesto il servizio managed e in poche ore dalla richiesta il tutto è stato effettuato senza il minimo problema. Mi hanno spostato wordpress, database e relative cartelle. Con questo server, ho avuto bisogno d'aiuto più volte e ho usato i ticket (da utente non piu managed)..I Tempi di risposta? Quasi sempre pochi minuti o poche ore!! (Mi hanno risposto anche sabato sera o domenica, quando tutti stanno fuori!!!) Un giorno, trovandomi il server down, ho iniziato ad usare parole bruttine nei ticket, insultando il loro servizio (ho un caratteraccio). E cosa hanno fatto, invece di non rinnovarmi più il server? Hanno continuando a rispondere gentilmente, risolvendomi l'errore (era un attacco Ddos, quindi non era colpa loro) e installandomi qualche patch di sicurezza che possa fermare in parte questo tipo di attacchi. Poche settimane fa, sullo stesso server ho messo anche un sito da 50 mila visite al giorno e... è caduto soltanto 1 volta (Durante 1500 utenti online sul secondo sito e 300 online sul primo sito).. Non sapendo usare ssh e cose simili, ho aperto un ticket domenica mattina alle 11, rivedendo il server attivo alle 13, con un potenziamento (sul server apache o qualcosa del genere, non so i termini pecisi). Da quel momento, il sito ha raggiunto spesso le 65 mila visite nel week end ma il server non è mai caduto. Ora sto aspettando speranzoso un server nuovo, molto più potente di questo.. e anche in questo caso, dato che il server è costoso, mi hanno offerto uno sconto sul prezzo del managed e mi aiuteranno a trasferire!! Che dire...rifarei mille volte questa scelta. Ringrazio anche Dark_Ita per avermi suggerito questo hosting... (spero che mi legga). E voi avete qualcosa da raccontare? E chiedo anche scusa agli amministratori di hostingperte.it per aver parlato male di loro durante un momento di rabbia!:lode:
  7. In questo articolo vediamo cosa intendiamo con il termine "firewall", uno strumento, software o hardware, indispensabile in qualsiasi pc o rete di computer, siano essi semplici desktop o server all'interno di un data center. Il nostro sguardo è proprio rivolto al data center, dove la protezione della rete è fondamentale per evitare seri problemi di sicurezza alle macchine dei clienti. L'articolo tratta quali sono le diverse tipologie di firewalling, hardware e software, e la loro implementazione. Questo articolo è offerto da HostingSolutions.it Leggi il contenuto dell'articolo Cosa è un firewall? Una introduzione alle tipologie di firewall e al loro utilizzo
  8. Questa storia degli ip è veramente surreale. Gli ip non sono "liberi" non ti puoi alzare alla mattina e dire: oggi compro 10 ip. Non sono in vendita. Il RIPE li rilascia al provider (e non a te) in "uso" non li vende e per rilasciarli bisogna mostrare tonnellate di carte proprio per evitare abusi da parte di persone che si fanno assegnare decine e decine di ip quando magari ne serve solo 1. A maggior ragione, in questo periodo in cui gli ipv4 scarseggiano, il RIPE fa ancora più controlli e chiede ancora più burocrazia. E' impossibile che un motore di ricerca serio faccia una valutazione su un parametro totalmente fuori dal controllo dell'utente. L'utente finale non può (e non dovrebbe) scegliersi gli ip. Tu ti affidi ad un hoster, poi è l'hoster che pensa a come gestire al meglio le proprie risorse che gli son state assegnate dal RIPE, di certo non è l'utente finale a deciderlo al posto del provider. La storia degli IP è stata inventata dai SEO per giustificare eventuali scarsi risultati. In pratica si tengono aperta una uscita d'emergenza in caso l'ottimizzazione non dia i frutti sperati. Non viene ottimizzato: a il problema sono gli IP. Non tutti possono cambiare gli ip o otterne di nuovi, i seo fanno leva su questo fatto in modo da tenere aperta una scappatoia. Prendi Aruba: ha il 60% dei mercato Italiano. Questo significa che il 60% dei siti in Italia sono ospitati su Aruba, di conseguenza, anche tutti gli scambi link in entrata ed in uscita arriveranno/saranno diretti allo stesso range di ip. In altre parole sarebbe impossibile fare scambi link secondo la teoria dei seo. Se oltre Aruba metti gli altri 4 operatori principali, arrivi al 90% del mercato, ovvero fai massimo 5 scambi link, uno per ogni operatore dato che gli ip provenienti dallo stesso operatore vengono visti "con sospetto" come se fosse un network creato appositamente dall'utente. Oppure ogni sito in Italia diventa LIR e si fa rilasciare la propria allocazione IP (dopo aver trovato un AS disposto ad annunciare le sue allocazioni, ovviamente)? Ma dai su, siamo seri. :cartello_lol: EDIT: ho avuto conferma pochi giorni fa che per assegnare una inetnum poco superiore a (QUATTRO) IP (ovvero una banale /29 da 8 IP), ad un mio cliente devo fare richiesta al ripe. Il ripe l'ha approvata ma entro Settembre devo inviare copia del contratto firmato in essere tra me ed il cliente, per dimostrare che "esiste" e che non è una mia scusa per farmi assegnare ulteriori ip oltre a quelli che ho inutilizzati. (ne ho parlato anche in un altro thread, ed ho avuto la conferma pochi giorni fa) EDIT 2: I seo parlano tanto di classi IP differenti. La notazione "a classi" degli IP è in disuso da DECENNI. Google, ad esempio, è impossibile che valuti un sito in base ad una notazione in disuso da ANNI prima che google stessa fosse creata. Sarebbe come valutare oggi la condotta di un automobilista con il codice della strada di 20 anni fa. Da wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Supernetting EDIT 3: e se io avessi un cluster da 10 nodi con 150k siti sotto lo stesso IP virtuale?Non posso dare ai miei clienti la possibilità di fare ottimizzazioni per motori di ricerca solo perchè "al pubblico" il cluster espone lo stesso ip per tutti i siti? Ma dai su..... E se con il mio sito cambiassi provider? Dovrei stare attento a dove vado ad acquistare l'hosting altrimenti i miei link in uscita fatti verso altri siti perderebbero peso solo perchè li ho messi da Aruba su una macchina affollata? E se fosse Aruba per una sua rioganizzazione interna a spostare il mio sito da un server all'altro? Io dubito che chiunque voglia fare un semplice sito con una minima ottimizzazione seo debba acquistare un server dedicato o un server virtuale con il suo ip e solo il suo sito sopra.
  9. Salve a tutti. Ho scoperto solo ieri questa community per mezzo d'hardware upgrade, è una fortuna per me aver trovato una risorsa importante come hostingtalk.it grazie alla quale spero di trovare risposta alle mie perplessità! :sisi: Passo brevemente a descrivere la mia situazione. Necessito d'acquistare un servizio di webhosting lowcost sul quale installare forum (vBulletin) e portale (ancora vBulletin) per una community di web gamers. Il bacino d'utenza iscritta dovrebbe attestarsi sui 300/400 membri di cui, mediamente, 10 collegati allo stesso tempo. Per quanto riguarda lo spazio web a disposizione mi rivolgo a voi per consigli in quanto io proprio da solo non riesco a venirne fuori. Quanto spazio consigliate per una community di questo tipo e con questo bacino d'utenza? 500Mb risulterebbero sufficenti a detta vostra? Il dubbio regna sovrano.. Accetto vivissimamente qualsivoglia tipo di consiglio sull'host da utilizzare. Ho dato uno sguardo a web4web (di cui ho addato un membro del loro staff ad msn, guest, attendo fiducioso un colloquio in privato per maggiori chiarimenti), aruba, tophost. Le richieste *pratiche* che il web hosting deve soddisfare sono il pieno supporto al php (per la board), qualche database mysql a disposizone (1 per il forum, 1 per il portale ed eventualmente 1 orfano per futuri script aggiuntivi che richiedano appunto un db alla base). Per il resto, come forse ho già detto, mi rifaccio totalmente a voi per consigli e/o suggerimenti sull'acquisto. Grazie in anticipo. Saluti :sisi:
  10. Nessuna crisi, apparentemente, per il colosso Yahoo, intenzionato a realizzare un nuovo data center dalla estensione di ben 190.000 square feet: il data center costerebbe 150 milioni di dollari e sorgerà a Lookport, New York. L'autorità di New York ha intanto approvato l'erogazione di 10 megawatts di potenza per l'alimentazione del nuovo data center, energia idroelettrica a basso costo che consentirà al gruppo di risparmiare un buon numero di milioni di dollari nelle ordinarie spese di gestione della struttura. Si considera che in 15 anni il risparmio, dovuto all'utilizzo di questa fonte energetica, arriverà a 102 milioni di dollari. Leggi Yahoo, un nuovo data center da 150 milioni di dollari, quale utilizzo?
  11. Ciao ragazzi, ho bisogno di un aiuto se qualche buon'anima me lo può fornire. Utilizzo una shoutbox ajax, ma il grande numero di accessi contemporanei al mio sito (circa 3000 unici contemporanei) mi ha provocato un problema con la cpu del server. Assieme ai ragazzi dell'assistenza abbiamo individuato un primo fattore problematico, ovvero il troppo frequente refresh della shoutbox (che era settato ogni 3 secondi e ora abbiamo portato a 2 minuti, limitando così il numero di chiamate al server. Siamo passati da oltre un milione al minuto a 50mila). Ora però si pone un altro problema, ottimizzare lo script, cercando di eliminare ogni funzione superflua, guadagnando così risorse in termini di ram e cpu utilizzata. Il suggerimento che mi è stato dato è quello di migliorare la parte in cui si richiama una funzione random, ma sinceramente io non so da che parte iniziare. Vi allego qui sotto il codice dello script, sperando in un vostro aiuto: <script language="javascript" type="text/javascript"> <!-- var request; var lastload=0; var refreshTime=3000; // 3 seconds function createRequest() { try { request = new XMLHttpRequest(); } catch (trymicrosoft) { try { request = new ActiveXObject("Msxml2.XMLHTTP"); } catch (othermicrosoft) { try { request = new ActiveXObject("Microsoft.XMLHTTP"); } catch (failed) { request = false; } } } if (!request) alert("Error initializing XMLHttpRequest!"); } createRequest(); function sayIt() { var msg = document.getElementById("myShout").value; document.getElementById("myShout").value = ""; var randomnumber=Math.floor(Math.random()*23123); // get rid of pesky caching... var url = "ajax_command.php?shout=ashout&n="+randomnumber+"&msg="+escape(msg); request.open("GET", url, true); request.onreadystatechange = updateSayIt; request.send(null); } function clearShoutStatus() { document.getElementById("shoutstatus").innerHTML = ""; } function updateSayIt() { if (request.readyState == 1) document.getElementById("shoutstatus").innerHTML = "Aggiornamento live."; if (request.readyState == 4) { document.getElementById("shoutstatus").innerHTML = "Aggiornato"; setTimeout('clearShoutStatus();',refreshTime); getNewShouts(); } } function getShouts() { var randomnumber=Math.floor(Math.random()*23123); // get rid of pesky caching... var url = "ajax_command.php?shout=getshouts&n="+randomnumber; request.open("GET", url, true); request.onreadystatechange = updateShouts; request.send(null); } function updateShouts() { if (request.readyState == 4) if (request.status == 200) // check server result code... { var i; var messagetime; var message; var response = request.responseText.split("~"); document.getElementById("myshouts").innerHTML = ''; for(i=0;i<response.length;i+=3) // go thru each element in array.. length -1 needed.. { message = response; messagetime = response[i+1]; messagetexttime = response[i+2]; document.getElementById("myshouts").innerHTML += ""; document.getElementById("myshouts").innerHTML += "<I>"+message+"</I>"; document.getElementById("myshouts").innerHTML += "<br /><br />"; if(i==0) lastload = messagetime; // use this for when calling updates... } setTimeout('getNewShouts();',refreshTime); // run again in 3 seconds.. } else if (request.status == 404) // check server result code... alert("Could Not Find Page on Server!"); } function getNewShouts() { //createRequest(); var randomnumber=Math.floor(Math.random()*11); // get rid of pesky caching... var url = "ajax_command.php?shout=getnewshouts&time="+lastload+"&n="+randomnumber; // alert(url); request.open("GET", url, true); request.onreadystatechange = updateNewShouts; request.send(null); } function updateNewShouts() { if (request.readyState == 4) { if (request.status == 200) // check server result code... { // send a header of a weird number if unable to find page on server...request.status == 999 var i; var messagetime; var message; var newHTML=""; var response = request.responseText.split("~"); for(i=0;i<response.length;i+=3) // go thru each element in array.. length -1 needed.. { message = response; messagetime = response[i+1]; messagetexttime = response[i+2]; newHTML += "<I>"+message+"</I>"; newHTML += "<br /><br />"; document.getElementById("myshouts").innerHTML = newHTML + document.getElementById("myshouts").innerHTML; if(i==0) lastload = messagetime; // use this for when calling updates... } } else if (request.status == 404) // check server result code... alert("Could Not Find Page on Server!"); setTimeout('getNewShouts();',refreshTime); // run again in 3 seconds.. } } function submitenter(e) { var keycode; if (window.event) keycode = window.event.keyCode; else if (e) keycode = e.which; else return true; if (keycode == 13) { sayIt(); return false; } else return true; } //--> </script> <body onLoad="getShouts()"> <input type="text" id="myShout" onKeyPress="return submitenter(event)" /> <a onMouseDown="sayIt()">say it</a> <font size=1 color="#FF0000"><div id=shoutstatus> </div></font> <div id=myshouts></div> </body>
  12. Ciao a tutti. Se acquisto un certificato SSL multidominio (ad esempio quello da 5 domini su Godaddy) posso utilizzare lo stesso certificato su server diversi (ovviamente che utilizzano IP diversi e che ospitano domini diversi ma inclusi all'interno dei 5), oppure dovrò acquistare 5 certificati differenti perdendo così la convenienza del certificato multidominio? Grazie mille! Ciao.
  13. Ciao a tutti, dopo aver risolto la bega che avevo con il mio dominio ora ho dei problemi con il server dedicato che sto gestendo. Da un paio di giorni il server web apache continuava a bloccarsi dopo un paio di minuti dal riavvio, dopo aver cancellato un paio di sottodomini che andavano in conflitto sulla porta 443 (non tutti) sembrerebbe che la cosa si sia risolta (anche se non ho ancora capito perchè visto che ci sono ancora dei conflitti). A questo punto a me verrebbe da pensare che il server non riesca a far fronte al carico; nello stesso server è hostato il sito del grande fratello albanese che vanta 150 utenti connessi contemporaneamente in media; a questo punto dovrei sapere se le risorse a mia disposizione siano sufficenti, o per lo meno trovare un modo per monitorare da remoto i processi del server in modo da risalire alla causa. Sul server è installato linux centOS 5 e ci sono 4 GB di ram, nel caso potesse servire posso postare altre caratteristiche hardware. Grazie a tutti quelli che mi risponderanno :D buona giornata!
  14. Come posso sapere quali sono i server virtuali / siti di apache che utilizzano più cpu? C'è un modulo? Grazie
  15. Ho delle domande da farvi su Dpanel di domainregister.it... Che serve "Swith to Slave" e "DNS Zone Transfer"? E poi che sono questi tipi: Per far andare il dominio basta configurarlo come nell'immagine sotto? attualmente ho lo spazio presso TownBridgeCom che mi hanno dato questi dati: Server IP: 77.235.40.188 Nameserver 1: ns1.townbridgecom.com Nameserver 2: ns2.townbridgecom.com Bisogna mettere altro? Per settare correttamente anche il servizio FTP, Mail e Webmail che devo fare?
  16. Ritorna in forza Apache superando il 50% di quota dopo che diverse piattaforme di blog non adottandolo gli avevano rovinato la quota di mercato. Stabile Lighttpd e in crescita nginx e LiteSpeed. Leggi la News
  17. Ho recentemente installato subversion su server linux, utilizzo tramite svnserve (mi pare più efficente che da apache), non ho fatto quello +ssh benche consigliato mi sembra più sicuro non avere utenti di sistema effettivi per le autentificazioni (posso anche sbagliarmi) ho creato il repo che mi serve e tutto funge, è la prima volta che lo uso però e sicuramente nn l'ho fatto nel migliori dei modi e visto che su internet ho cercato e parlano sempre generalmente, con montagne di pagine di teoria, sempre lo stesso metodo tutti e ancora nessuno tutto dal punto di vista pratico ho aperto questo topic per domandare agli esperti a riguardo come secondo loro andrebbe fatto il tutto per avere dei repos efficenti, sicuri fatti e gestiti al meglio....la parola agli esperti di subversion (spero che ce ne siano^^'')
  18. E' veramente incomprensibile come cosa. Ho acquistato un muose wireless logitech corredato da tastiera. Il mouse ha funzionato fino a questa mattina. Successivamente ha deciso di bloccarsi dopo tre minuti di utilizzo. In poche parole il mouse rimane acceso ma non si riesce ne' a muovere il cursore ne' a cliccare. L'unico modo per farlo funzionare nuovamente e' quello di sganciare una pila e reinserirla. Prima di cambiare mouse.... c'e' qualche cosa che potrei fare?
×