Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'verso'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Richiesta informazioni e consigli hosting
    • Domini e Registrazioni
    • Shared e Managed Webhosting
    • WebHosting - Primi passi
    • Server dedicati, colocation, connettività e scelta data center
    • VPS - Virtual Private Server
    • Cloud Computing e Cloud Hosting
    • Gestione Server Windows e Server Linux
    • E-mail e Managed Services
    • Pannelli di controllo e Hosting software
    • Professione Hosting Provider
  • Sviluppo Web e Tempo Libero
    • Io Programmo
    • Promozione, advertising e SEO
    • Off-Topic
    • Il tuo sito
  • Guide su hosting, domini, server, CMS e Cloud Computing
    • Articoli e Guide su hosting, domini e cloud computing
    • Annunci e News
    • Offerte Hosting - Provider HostingTalk.it

Calendars

There are no results to display.


Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


AIM


MSN


Website URL


ICQ


Yahoo


Jabber


Skype


Location


Interests


Biografia


Località


Interessi


Cosa fai nella vita?


Il tuo Hosting Provider?

Found 22 results

  1. Mi sto accingendo a prendere i miei domini (una trentina) e spostarli verso un hosting shared multidominio. In generale (tanto sarà la medesima procedura per qualsiasi hoster) come funziona "spostare un sito"? Alcune cose, anche se manualmente (e forse anche troppo lentamente) saprei recuperarle. I file si spostano bene, i db un po' meno... ma con un po' di tempo si sistemano Ma sopratutto... Ho n siti, e quasi tutti hanno caselle di posta. Uso awstats e non vorrei perdermi lo storico delle statistiche (4,5Gb di log totali, suddivisi in file diversi per ogni singolo sito). Posso fare anche un fermo macchine di qualche ora (se dichiarato prima), ma non posso abusare della pazienza degli altri. Come ci si prepara per un passaggio del genere?
  2. Google muove concretamente i primi passi anche nel mondo del VOIP, lanciando la possibilità di effettuare chiamate direttamente da Gmail, grazie all'utilizzo del Google Talk plugin, che permette di eseguire da subito chiamate a numeri degli Stati Uniti o del Canada, completamente gratis. Leggi Google Voice in Gmail: chiamate gratis verso USA e Canada
  3. Mentre Apple e Google parlano di HTML 5 come di un prodotto pronto per essere usato in tutte le pagine Web della rete, dietro le quinte, tra le file di chi si occupa della introduzione e standardizzazione delle nuove funzionalità, si respira a tratti un'aria molto pesante, con numerosi ostacoli che rendono HTML 5 un prodotto ancora in fase beta, per non dire alpha, nonostante le sua ottime caratteristiche. Leggi La strada verso HTML5 non è tutta in discesa, difficoltà nella starndardizzazione
  4. Salve, inviando email tramite una piattaforma joomla con SMTP attivato, le email non arrivano mai sugli account GMAIL. Il sito è su un server dedicato e ha un indirizzo IP dedicato (recentemente modificato proprio per provare e porre rimedio) ecco cosa rimanda indietro gmail: This is the mail system at host xxxxxxxxx I'm sorry to have to inform you that your message could not be delivered to one or more recipients. It's attached below. For further assistance, please send mail to <postmaster> If you do so, please include this problem report. You can delete your own text from the attached returned message. The mail system <mioaccountsugmail@gmail.com>: host gmail-smtp-in.l.google.com[209.85.229.27] said: 550-5.7.1 [MIOINDIRIZZOIP] Our system has detected an unusual rate of 550-5.7.1 unsolicited mail originating from your IP address. To protect our 550-5.7.1 users from spam, mail sent from your IP address has been blocked. 550-5.7.1 Please visit Bulk Senders Guidelines - Gmail Help to review 550 5.7.1 our Bulk Email Senders Guidelines. h13si377275wbc.2 (in reply to end of DATA command)
  5. Si è trattata di una cattiva giornata per Telecom Italia, le adsl del noto provider nazionale hanno infatti iniziato ad accusare problemi già nel pomeriggio di ieri, con l'impossibilità di raggiungere siti collocati su server europei, e servizi noti come Paypal o eBay, che andavano in timeout nella richiesta di collegamento. Il problema sembra sia stato confermato da Telecom Italia Sparkle e da altri operatori, come testimonia il blog di aggiornamenti di Incubatec.com, hosting provider che opera con data center in Germania. Leggi La rete di Telecom Italia in ginocchio, collegamenti bloccati verso l'Europa
  6. Ciao ragazzi, ho scoperto da poco questo forum. Ho da due anni una macchina dedicata con Hetzner su cui ospito un gameserver con circa 800 utenti, e mi sono sempre trovato bene. Purtoppo da 2 settimane la connettivita' e' andata peggiorando giorno per giorno. Accade che ogni giorno dalle 14 alle 22.30 circa la situazione diventi critica: lag a non finire, velocita' di download dall'ftp del server infime (16 kb/sec invece che i soliti 600 kb). Il tutto con pochi utenti online. Alle 23 circa il tappo "si stappa" e tutto torna normale, salvo poi ripeggiorare il giorno dopo alle 13-14. L'anomalia interessa solo gli alice, fastweb, libero.... insomma tutti quelli che passano tramite interbusiness. Io con mynet non ho problemi (sono uno dei pochi anon averne, in realta', oltre ai tele2). Vi scrivo perche' avrei bisogno di feedbacks.... succede anche a voi? A chi posso rivolgermi? Dovendo scegliere un server dedicato italiano, cosa consigliate? Grazie
  7. Dopo una causa che cerca di attribuire la colpa di violazione del copyright ai gestori di The Pirate Bay, il popolare sito di ricerca torrent, e dopo una acquisizione che, in ultima battuta, non si è conclusa, i problemi per il sito continuano e i server sono solo uno dei tanti problemi che la affliggono. Leggi The Pirate Bay: migrati i server verso un nuovo provider, continuano i problemi
  8. Uno degli effetti più "preoccupanti" derivanti dalla costruzione del nuovo data center di casa Apple, potrebbe coinvolgere i CDN, i servizi come Akamai o Limelight, ampiamente utilizzati da Cupertino per la distribuzione dei suoi contenuti e dei suoi servizi, uno tra i migliori clienti di aziende d'oro, che grazie ai loro network riescono a raggiungere gli utenti di tutto il mondo a bassissime latenze. Leggi Apple verso la realizzazione di un proprio CDN
  9. John Souter, CEO di Linx, ha annunciato personalmente, con un comunicato, la riduzione del canone annuale per tutti i provider e gli ISPs che effettuano peering tramite il punto di interscambio londinese, il noto Linx, conosciuto a livello mondiale come uno dei più importanti internet exchange. Leggi Linx riduce il canone per i suoi afferenti, verso un maggiore sviluppo della rete
  10. In questi giorni Facebook introdurrà sulla propria piattaforma un nuovo sistema per gli url dei propri utenti, non più un ID generico con cui vengono identificati nella query string, ma un vero e proprio url come http://www.facebook.com/username. leggi tutto Leggi il resto di Facebook e gli url, un passo verso i domini? sul blog di HostingTalk.it
  11. Di ieri la presentazione di VMware vSphere 4, di cui abbiamo appena pubblicato i dettagli in questa news, e di oggi la notizia che Microsoft continuerà ad utilizzare la strada del gratis per proporre il suo Hyper-V. Il sistema di virtualizzazione di casa Microsoft sarà gratuito anche nella prossima versione Microsoft Hyper-V Server 2008 R2. Ad annunciarlo è stata ufficialmente Microsoft, tramite uno dei suoi blog. leggi tutto Leggi il resto di VMware, Microsoft e ancora VMware, tutti verso l'hypervisor gratuito sul blog di HostingTalk.it
  12. Vorrei solo sapere se succede solo a me, o è un problema diffuso. Il ping verso il mio server (kimsufi) su ovh è verso i 50ms durante il giorno, mentre verso sera (leggasi verso questo orario) raddoppia, portandosi vero i 110/120. Da un mio amico anche verso i 200. I ping verso i server italiani è invariato. linkino per demo: techforum.it Sapete dirmi qualcosa a proposito?
  13. British Telecom si dice preoccupata per il futuro, la diminuzione dei contratti residenziali per la voce rappresenta un forte freno a nuovi investimenti, mentre la saturazione attuale delle linee broadband costringe ad un aggiornamento, costoso, del network. Leggi la News
  14. Eccomi, primo post in questo fantastico forum.. Ah, se vi avessi consultato prima. Comunque complimenti a tutti per i consigli e le info tecniche che sapete dare ai lettori... Vengo a raccontarvi la mia avventura con Areaserver.... Dunque, verso Aprile scorso, seccato della gestione userid e password frammentaria che avevo per tutti i miei siti e quelli dei miei clienti, valutai e mi decisi per optare per una soluzione VPS che mi consentisse di avere piena gestione delle risorse. Optai, forse xchè è da anni che uso Tiscali come ISP (ed anche come hosting per due siti), per la neo acquisita Areaserver. Che dire, sembrava tutto bello e facile. La configurazione del server via ssh era alla mia portata, il pannello di controllo esiguo e lento, ma loro promettevano miglioramenti. Durante il trasferimento dei server ho avuto (sarò stato fortunato) un week end di disservizio, il lunedì tutto era tornato come prima. Di problemi effettivi nessuno, fino a quando mi sono deciso a spostare un mio dominio hostato da Tiscali (i 20 mega del 2003 ad oggi non espandibili) su Areaserver. Tiscali verso Tiscali... cosa mai più semplice vi direte voi? Ebbene, tra FAX, Telefonate ai più disparati numeri, e-mail ecc.. siamo riusciti (mi ci metto anche io che ho sudato per rompergli le balle e farli lavorare) a passare il dominio in circa 35 giorni :asd: Venerdì sera, 10 ottobre 2008 vedo il mio dominio registrato su Areaserver. Ok, creo la "cartella" sito, la attivo, riavvio il VS e inizio a caricare dentro il sito... tutto è filato liscio, solo che al termine ne il nuovo aggiunto, ne i restanti sei siti ospitati sono on line. Bene, il server è andato down. :fagiano: Riavvio... nulla, mi collegao tramite il pannello.. il server c'è. Mi collego via FTP.... il server c'è. Via Telnet .... il server c'è. Via ssh .... il server c'è. Ma ogni richiesta http:// non viene eseguita. Chiamo l'assistenza... quella TOP (che ho scoperto essere più reattiva e competente) 800 709999 e scopro che chiudono dalle 20 del venerdì fino alle 8 del lunedì successivo.... :icon_rolleyes: Chiamo la 192130 e scopro che almeno questa l'indomani mattina è aperta... Intanto scrivo a destra e a manca per anticipare. Uso e-mail, form disponibili on line... circa 4 diversi... alla fine, sconfitto vado a letto. Sogno del mio server... lo vedo in mezzo ai campi, in una baracca circondata dalle pecore... non chiedetemi perchè... ma è la verità! :cartello_lol: L'indomani mattina approccio al 192130 verso le 9 del mattino: Prima chiamata, l'operatore sembra rispondere, senti quancuno che digita qualcosa... "Pronto, Proooonto.." ma nulla. Seconda chiamata, idem come la prima. Terza chiamata, risponde un'operatrice che recepisce il problema, e: "un attimo che controllo" ....... silenzio totale per ben 20 minuti contati. Riaggancio... Quatra chiamata... idem come la prima. Attendo 15 minuti in modo che la caffeina dei loro caffè entrasse in circolo.. Buono, quinta chiamata rispnde un'altra operatrice. Recepisce il problema, "un attimo che controllo" ..... " si, i nostri tecnici ci stanno già lavorando, non so dirle altro, richiami più tardi" . Richiamo alle 15 del pomeriggio. Naturalmente il server era ancora down :fuma: Mi risponde un'operatore bello pinpante, evidentemente questi si svegliano dopo pranzo... Gli do il nome del server VSXXXX... "non lo vedo". Gli do un dominio associato http://www.XXXXXX.XX .... "non lo vedo". Gli do un'altro dominio .... "non lo vedo"... "Mi dia la partita IVA" ....gliela do ... " ma io non vedo assolutamente nessun VPS, un'attimo che controllo". "Si... Ah, lei è un EX Energit" - "Bho, guardi io il VPS l'ho acquistato da Tiscali quando Areaserver era già stata acquisita da Tiscali... quindi io di Energit non ne so nulla, se poi lei mi dive che sono un Ex Energit.. francamente Stikazzi... io voglio solo sapere quando mi riattivate il server". "Un attimo che chiedo" .... "dunque, se manda una richiesta d'intervento subito, forse gliela fanno a processarla per questa sera..." Rispondo io: "ma cazz.... è da stamani che vi contatto, ieri ho mandato e-mail e riempito form con la problemativa ben spiegata e con tutti i riferimenti del caso... poi stamani una sua collega m'ha detto ecc. ecc. ecc." Risponde lui: "guardi , non so che dirle, i tecnici mi hanno risposto così, ma lei l'ha compilato il form che trova alla pagina XXXXXXXX (e mi manda in un luogo a me sconosciuto del loro portale dove c'era un form di cui io ignoravo l'esistenza) ?" - "Non saprei" Rispondo io... "Bhe quello è il form che Lei deve compilare, si sbrighi a farlo, buona sera". Ti ho compilato l'ennesimo form (ne annovero una decina tra i preferiti oramai) e invio. Oggi, domenica, server ancora down... e domani mattiva vedrai che ci sarà ancora tanto da scommettere.... Insomma direi, che nonostante fino ad ora non ho avuto particolari problemi, non posso rischiare la faccia per una kacchiata del genere. Sento menefreghismo per un servizio che forse è stato tolto dalle mani di Energit solo ed esclusivamente per togliersi un avversario di torno. Basta valutare le altre offerte hosting di Tiscali per chiedersi come si possa dare tutto questo ad Areaserver a quella cifra e spennare per un servizio hosting managed ben 99 euro al mese. Premesso quanto sopra, è evidente che ne ho le balle piene, vorrei passare ad altri lidi... non so, magari viste le responsabilità che porta il VPS, ad uno spazio frazionabile, gestito con un pannello di controllo dal quale posso settare userid, password e servizi annessi ai vari spazi. Oppure un VPS tipo Aruba Basic, dovrebbe bastarmi. Su Aruba ho ancora un dominio e gestisco un sito per un cliente che ha comprato lo spazio da solo... infondo nessun problema particolare. Poi ho letto la recensione qui su HT del piano Professional... bhè che dire? Magari potrei pernderlo per 3, 6 mesi.... mi sembra che sia frazionabile l'aquisto.... peccato che non c'è Debian dentro! Infondo sono 7 siti abbastanza semplici anche se 4 fatti con Joomla. Voi che cosa consigliate? Ulteriore domanda... ma su VPS Aruba Basic c'è scritto che è possibile configurare solo 10 domini (perchè da quello che ho capito il pannello di controllo ha tale vincolo)... E se io mi creo via ssh gli spazi e punto i dns dei domini verso il server? Si, non li gestirei dal pannello, ma li avrei hostati sui miei 3 giga... Sto dicendo una fesseria? Grazie 1000
  15. A iniziare dalle piccole e medie imprese, per passare poi alle realtà di più grandi dimensioni, le soluzioni di webmail potrebbero sostituire a breve onerose soluzioni di e-mail server in house. Leggi la News
  16. Ciao ragazzi , ho questo problema di invio email , riguarda il dominio bikorn.com , se invio email tramite il pannelo Horde integrato nella Vps Pro linux , succede questo - Se invio a Gmail va sempre nello spam , @theagency.it arriva tutto bene senza finire nello spam , @libero.it tutto ok , anche in yahoo arriva nello spam, mentre a @hotmail.it non arriva proprio! Se invece faccio tramite l'iscrizione sul sito bikorn.com , Joomla + Community Builder , verso Gmail sempre nello spam , con @theagency.it arriva solo sporadicamente , verso libero non arrivano , verso yahoo direttamente nello spam Andando a fare il check dell'ip , nel primo non appare in balcklist , nel secondo solo in una lista mi dice banned e alcune not in whitelist (che significa?) , mentre moltissimi mostrano tutto ok http://www.spamhaus.org/query/bl?ip=62.149.174.142 http://www.robtex.com/rbl/62.149.174.142.html Secondo voi da cosa dipende, visto che non mi sembra un problema di Spam e gli applicativi sullo stesso server ma su un altro dominio , e in molti altri funzionano senza problemi? Grazie mille:approved:
  17. Conferenza finale del numero uno di Cisco. Preoccupato per la recessione? "Guardo a quattro-cinque anni". Leggi la News
  18. Greene (Vmware): la virtualizzazione trasformerà il data center. Arriva il thin hypervisor Leggi la News
  19. Salve volevo chiedere aiuto e consiglio ai veterani di hostingtalk.it che sicuramente son più esperti in materia di me. Vi espongo brevemente il mio problema [premetto che non sono un sistemista, nè ho esperienze in materia di gestione server]. Ho un sito che ha un homepage fatta con la piattaforma WordPress [quindi ha un suo database SQL attualmente attorno ai 20 mb, in crescita comunque], un forum PHPBB2 [quindi un secondo database SQL di circa 120 Mb] con un utenza di circa 20-30 persone di media connesse [per un totale di 3000 utenti circa] e una chat flash integrata dentro il forum. Spazio fisico su server non ne occupo molto, diciamo che sono al di sotto dei 300 Mb, e banda mensile arrivo attorno ai 30Gb, in crescita comunque. Quello che utilizzo e' un manager per questi database SQL [attualmente utilizzo CpanelX e PHPMyAdmin per le query o gli interventi sulle tables specifiche]. Per un 10 mesi sono stato in questo piano qua: https://www.asmallorange.com/services/hosting/ Medium Plan pari a 10$ mensili, ma ora il provider dice che non riesce più a farmi rientrare in uno shared [con la motivazione delle troppe visite] e mi propone un passaggio forzato al VPS: https://www.asmallorange.com/services/vps/ con costi assolutamente fuori dalla mia portata [ricordo che il sito non è a scopo di lucro, ho giusto qualche adsense di Google per ripagarmi i costi di hosting]. La cosa "bella" è che non è che mi viene proposto un Developer o semmai un Personal, ma addirittura un Professional (90$ mensili) o un Enterprise (125$ mensili), quindi un costo circa di 12,5x rispetto adesso!!! Ora io mi chiedo se con questi requisiti viene richiesto un Enterprise siti con delle community di migliaia di utenti in che piano dovrebbero rientrare allora? Quello che mi farebbe piacere sentire da parte vostra è una dritta su come risolvere al più presto, nel modo più efficiente e coi costi piu' ridotti possibili il mio problema di hosting, perchè allo stato attuale il mio account risulta sospeso: www.animalcrossingitalia.com Guardando in giro ho trovato questo host qua, shellrent che propone un piano che potrebbe fare al caso mio: http://www.shellrent.com/index.php?option=com_content&task=view&id=69&Itemid=92 Advanced che ne dite è affidabile o mi suggerite di rivolgermi altrove? Altrimenti Aruba.it [in tal caso quanto potrebbe costarmi da Aruba un host dalle caratteristiche che fanno al caso mio?]? Sarò seguito nel travaso del vecchio sito + relativi 2 database SQL verso il nuovo host? Grazie in anticipo per la collaborazione.
  20. Non so se vi è giunta la voce che dopo Natan.it anche il gruppo Sarkom (quelli che gestistono Websolutions.it) è stata acquisita da Alicom S.r.l. Per chi non conosce questa società possiamo dire che è... indovinate un pò di chi??? ARUBA!!!:stordita: Sapete confermarmi questa voce di corridoio? Se così fosse non stiamo rischiando di andare verso un mercato monopolizzato e gestito solamente da 2 o 3 grandi società??? Io spero proprio di no perchè questo significherebbe un addio alla concorrenza, alla competitività sui prezzi e chissà come ne risentirà la qualità dei servizi hosting gestiti da questi colossi... Per quello che mi riguarda io ancora preferisco un hoster di qualità ad uno di quantità e quindi cercherò di non cedere a questi giganti del web!!!:approved: Voi come la pensate? :fuma:
  21. Salve questo e' il mio primo messaggio sul vostro portale, son venuto qua perche' mi sembrava una community competente nel potermi indirizzare in questa scelta. Chiedo scusa se questo argomento è già stato trattato, ma sono nuovo e non ho controllato tutto quanto il forum, ho solo cercato con il cerca del vostro portale ma non ho trovato risposte soddisfacenti, cosi ho deciso di aprire un topic tutto nuovo. Ho registrato già l'anno scorso un mio sito su altervista.org, comprando 100 mega di spazio aggiuntivo (quindi in totale ora siamo a 200 mega) un forum di livello 6 (infinite queries/h), inoltre ho pure comprato un dominio da loro animalcrossingitalia.com - scadenza: 18-05-2007 http://animalcrossingitalia.com -> http://animalcrossingww.altervista.org/ Il sito è in espansione, e il forum ha un database di quasi 100 megabyte, inoltre mi appoggio a servizi esterni gratuiti per hosting foto [flickr, fotothing ecc.] e blog [blogspot.com] Il mio problema è questo dominio che ho registrato da altervista, in quanto consente solo l'url forwarding [e' un redirect], con la sola possibilità di fare un cloaking dell'indirizzo (che crea problemi nel forum in fase di refresh), e non un path forwarding che in realtà è proprio quello che vorrei. Cosi vorrei cambiare il provider di servizi ed abbandonare altervista. Vi faccio un esempio, cosi mi spiego meglio. Vorrei trasformare questo indirizzo qua: http://animalcrossingww.altervista.org/forum/viewtopic.php?t=10122 nel seguente indirizzo: http://www.animalcrossingitalia.com/forum/viewtopic.php?t=10122 portandomi dietro tutta la struttura del mio forum e i miei quasi 1600 utenti. Potreste spiegarmi la procedura da fare per trasferire il tutto e da chi comprare questo tipo di servizio al minor costo possibile; è sufficiente un hosting DNS (lasciando quindi tutto su altervista e indirizzando i DNS sul mio sito attuale) o è meglio trasferire il tutto passando ad un hosting completo? Vorrei mantenere sempre lo stesso dominio .com che ho già acquistato, che però mi scade il 18 del mese prossimo (ovvero tra un mese) vorrei chiedervi, posso rinnovarlo direttamente dal nuovo provider? Grazie per la sicura collaborazione, spero in una vostra tempestiva risposta. Saluti.
  22. Questo emerge da una proposta sulla registrazione delle nuove estensioni Internet. Registrare domini con riferimenti a crimine, violenza, sesso o razzismo sarà impossibile. L'ICANN si erge ad arbitro della moralità internazionale? Leggi la News
×