Jump to content
Sign in to follow this  
anto78

Domini, Hosting e mercato italiano: domande su avvio impresa

Recommended Posts

Salve,

 

Avrei da farvi un pò di domande sul settore domini e hosting e sullo start-up di un'impresa di hosting.

 

Ho notato che in rete ci sono molti provider che offrono domini a prezzi che oscillano abbastanza ma che in genere si attestano tra gli 8 e i 10 euro.

E provider che offrono pacchetti hosting condiviso (con 1 GB di spazio diciamo) con prezzi che variano da una decina a un centinaio di euro.

 

Premettendo che nel formulare le seguenti domande mi riferisco alla condizione di una nuova impresa di hosting dotata di un budget limitato, volevo chiedervi quanto segue:

 

1. Quali sono i fattori che determinano il successo o il fallimento di un'iniziativa nel settore hosting?

 

2. Quali sono i passi da seguire per far acquisire a un nuovo brand del settore hosting una certa visibilità?

 

Dalla mia breve esperienza in questo campo sto notando che la competitività dell'offerta (domini a prezzi molto bassi e hosting full optional ad un prezzo molto competitivo) non è poi così determinante. Pertanto, che altro serve per rendere un'offerta davvero imperdibile?

 

3. C'è richiesta di domini e pacchetti hosting nel mercato italiano? Se sì, come va intercettata questa domanda?

 

4. Chi offre domini a più di 10 euro e piani hosting a più di 50 euro riesce a fare delle vendite o è tagliato fuori dal mercato?

 

5. Un servizio di registrazione domini a 5 euro (cioè la metà rispetto ai prezzi praticati dai principali provider italiani) potrebbe avere successo? In che modo dovrebbe essere promossa un'offerta del genere?

 

6. Quanto deve investire in pubblicità una compagnia per far acquisire visibilità al proprio brand e alle proprie offerte?

 

7. La pubblicità produce dei risultati? Fa aumentare le vendite in modo significativo al punto da permettere la copertura dei costi?

 

8. E' possibile intaccare il quasi monopolio che c'è in Italia nel settore domini e hosting offrendo questi servizi a prezzi molto contenuti? O tutte le nuove imprese che nascono in questo campo si devono rassegnare ad un ruolo di marginalità?

 

9. L'utente medio italiano acquista domini e hosting o tende a diffidare e magari si affida al webmaster per l'acquisto dell'hosting?

 

10. Quali sono i canali principali per far conoscere un nuovo brand e come entrare in contatto con i webmaster e con i grandi collettori di ordini?

 

Per il momento mi fermo qui. Spero che possiate aiutarmi a capire qualcosa di più sul modo di muoversi in questo mondo.

 

Grazie in anticipo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono davvero tante domande, ma tutte interessanti, penso che si possa fare qualcosa di interessante: ognuno cerca di rispondere a tot domande della lista e poi possiamo pensare anche alla pubblicazione delle migliori risposte nel blog, in modo tale che rimangano Che ne dite anche voi provider? Potrebbe essere una bella esperienza e un aiuto per Antonio

Share this post


Link to post
Share on other sites
10. Quali sono i canali principali per far conoscere un nuovo brand e come entrare in contatto con i webmaster e con i grandi collettori di ordini?

 

Google. Non ci sono altri canali. Per entrare in contatto con i webmaster, ovvero telefonare e proporre un'offerta, devi prima avere dei numeri.

Edited by Ste

Share this post


Link to post
Share on other sites
Possiamo dire (so che qui qualcuno che il nome che inizia per ale e finisce per sandro mi ucciderà) che lato tecnico tutti i servizi di registrazione domini si equivalgono, o, almeno, non differiscono così tanto.

 

(intanto carico il fucile...)

 

Quindi tu mi dici che chi offre registrazione domini (ed al 99% anche il relativo dns) con due dns appoggiati sullo stesso server (due IP sulla stessa nic) ha la stessa qualità ed affidbilità di chi ti offre, allo stesso prezzo, un dominio collegato a 5 dns sparsi per il mondo....

 

Dai premi da solo il grilletto, non farmi fare questa fatica.

E ricordati di pulire quando hai fatto.... :fuma:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quindi tu mi dici che chi offre registrazione domini (ed al 99% anche il relativo dns) con due dns appoggiati sullo stesso server (due IP sulla stessa nic) ha la stessa qualità ed affidbilità di chi ti offre, allo stesso prezzo, un dominio collegato a 5 dns sparsi per il mondo....
Questi erano già stati filtrati al punto "aziende grandi e serie" :D

 

Io i domini li ho su Enom, Google o NE1.

Share this post


Link to post
Share on other sites
La qualità di un servizio di registrazione domini si calcola in base alla affidabilità della azienda

 

Questo comprende il fatto che non sia una azienda da 2 server e 3 clienti con 1 server e che non sia una azienda che si dimentica di rinnovarti il dominio :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

7. La pubblicità produce dei risultati? Fa aumentare le vendite in modo significativo al punto da permettere la copertura dei costi?

 

 

Rispondo a qualche punto per volta. Intanto prendo questo.

 

La pubblicità è una cosa particolare, dipende da quanto ci si investe e per quale prodotto la si fa. Ci sono prodotti per cui la pubblicità sono soldi sprecati e prodotti per cui la pubblicità va.

 

Se vendo libri il mercato è potenzialmente infinito e composto da tutti quelli che potenzialmente vedranno (o sentiranno) quella pubblicità che io farò fare. Se vendo hosting e relativi la pubblicità deve per forza arrivare a webmaster o a chi vuole provare a farsi il sito da solo.

A mio avviso il rapporto tra estensione della campagna e rientri è sbilanciato a sfavore se uso canali generici. Però può comunque avere un effetto se ci investo parecchio nel periodo in cui voglio rafforzare il brand.

Per capirci, senza essere di parte, credo sia logico che una pubblicità per l'hosting su Ht (o dove si parla di hosting) ha più valore di una fatta con Adword che può arrivare anche a chi dell'hosting se ne disinteressa.

E' pur vero che se è a pay per clic non mi costa nulla finchè qualcuno non ci clicca, ma se non costa neanche rende e/o da risultati.

 

Comunque in linea di massima, per esperienze dirette (in altri settori) ed indirette, su canali generici o fai una campagna con i contro@@ o tutto sommato il beneficio sarà minimo, forse non c'è neanche o rischi anche di non rientrarci. Su canali tematici può valere anche il banner sporadico, sebbene comunque io consiglierei un periodo ben saturato, piuttosto che diluire la campagna a lungo termine.

 

In ogni caso se nella campagna si offre un buon prodotto (per prezzo o per caratteristiche) per quanto poco qualsiasi pubblicità quanto meno dovrebbe ammortizzarsi, se invece il prodotto è comune, soprattutto su canali generici, il rischio di spendere i soldi per nulla c'è.

 

Questo a grandi linee, bisogna studiare il caso specifico, i target, le aspettative, il budget, i prodotti (se puntare su un cavallo di battaglia o presentare il brand), studi sul bacino di utenza (che è diverso dal target) etc...

Cosa che se non sei un talento naturale è un pelo complicata da fare autonomamente e qui concordo con Grg... ma se il budget è molto limitato si fa quello che si può da soli :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Innanzitutto, grazie a tutti per i contributi. Sono molto utili, se non altro per chiarirmi un pò le idee.

 

Provo a fare qualche precisazione.

 

Successo lo avrà sicuramente, perchè tutte le persone che hanno domini solo per sport o per tenerli occupati li trasferiranno da te. Ma ci stai con i costi? No perchè 5 € sono 7 $...
Ho già avviato una promozione sui domini a prezzi molto bassi per vedere che succede. Ovviamente la promozione è limitata nel tempo perchè, come è evidente, sono costretto a venderli sottocosto, ma sarei anche disposto a fare dei sacrifici per un pò pur di poter cominciare a lavorare. Però, anche in questo caso, pur di fronte ad una promozione a mio parere imperdibile (come ce ne sono poche non solo a livello italiano...) gli ordini latitano... al che mi viene il dubbio che forse sto sbagliano qualcosa... il problema è che non capisco che cosa...da qui le numerose domande del mio thread...

 

C'è un monopolio? No perchè si parla sempre di Aruba ma anche Dada come numeri è lì. Poi c'è altervista che comunque una buona parte degli utenti se li prende. E molti altri...
Hai ragione...scusa...intendevo che c'è un duopolio Aruba-Register.

Per il resto, leggo su vari siti che la tal compagnia gestisce migliaia o decine di migliaia di domini... ma è poi vero? Esiste un modo per verificare quanti domini gestisce una compagnia di hosting?

 

Non so se posso chiederlo, ma sarei curioso di sapere da chi opera in questo campo da più tempo di me perchè si parla tanto di Aruba... cosa rende Aruba un marchio di successo? Quale dei loro servizi rappresenta un richiamo così forte per l'utenza?

 

Google. Non ci sono altri canali.
Ti riferisci ad AdWords? Lo stiamo già usando ma per essere in una posizione decente si spende anche 1 euro a click...è normale?

 

Saluti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho fatto una cavolata, modificando invece che quotando nel rispondere su GRG,perdonami Giorgio, ho gia inviato PM a lui.

 

Ad ogni modo, Google non è il solo, e a mio modo di vedere ha costi troppo alti: partecipare sui forum, campagne sui siti dedicati, passaparola (fondamentale secondo me) sono i veri strumenti che possono far guadagnare clienti, poi se copri tutto e tutti allora è ovvio che qualcosa rientra di certo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×